EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62019CA0743

Causa C-743/19: Sentenza della Corte (Grande Sezione) del 14 luglio 2022 — Parlamento europeo / Consiglio dell’Unione europea [Ricorso di annullamento – Diritto istituzionale – Organi ed organismi dell’Unione europea – Autorità europea del lavoro (ELA) – Competenza in materia di fissazione della sede – Articolo 341 TFUE – Ambito di applicazione – Decisione adottata dai rappresentanti dei governi degli Stati membri a margine di una riunione del Consiglio – Competenza della Corte a titolo dell’articolo 263 TFUE – Autore e natura giuridica dell’atto – Assenza di effetti vincolanti nell’ordinamento giuridico dell’Unione]

GU C 340 del 5.9.2022, p. 3–4 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, GA, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

5.9.2022   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 340/3


Sentenza della Corte (Grande Sezione) del 14 luglio 2022 — Parlamento europeo / Consiglio dell’Unione europea

(Causa C-743/19) (1)

(Ricorso di annullamento - Diritto istituzionale - Organi ed organismi dell’Unione europea - Autorità europea del lavoro (ELA) - Competenza in materia di fissazione della sede - Articolo 341 TFUE - Ambito di applicazione - Decisione adottata dai rappresentanti dei governi degli Stati membri a margine di una riunione del Consiglio - Competenza della Corte a titolo dell’articolo 263 TFUE - Autore e natura giuridica dell’atto - Assenza di effetti vincolanti nell’ordinamento giuridico dell’Unione)

(2022/C 340/04)

Lingua processuale: l’italiano

Parti

Ricorrente: Parlamento europeo (rappresentanti: I. Anagnostopoulou, C. Biz e L. Visaggio, agenti)

Convenuto: Consiglio dell’Unione europea (rappresentanti: M. Bauer, J. Bauerschmidt e E. Rebasti, agenti)

Intervenienti a sostegno del convenuto: Regno del Belgio (rappresentanti: J.-C. Halleux, M. Jacobs, C. Pochet e L. Van den Broeck, agenti), Repubblica ceca (rappresentanti: L. Březinová, D. Czechová, K. Najmanová, M. Smolek e J. Vláčil, agenti), Regno di Danimarca (rappresentanti: M. Jespersen, V. Pasternak Jørgensen, J. Nymann-Lindegren e M. Søndahl Wolff, agenti), Irlanda (rappresentanti: M. Browne, G. Hodge, A. Joyce e J. Quaney, agenti, assistiti da D. Fennelly, BL), Repubblica ellenica (rappresentanti: K. Boskovits e E.-M. Mamouna, agenti), Regno di Spagna (rappresentanti: S. Centeno Huerta e A. Gavela Llopis, agenti), Repubblica francese (rappresentanti: A. Daly, A.-L. Desjonquères, E. Leclerc e T. Stehelin, agenti), Granducato di Lussemburgo (rappresentanti: A. Germeaux, C. Schiltz e T. Uri, agenti), Ungheria (rappresentanti: M.Z. Fehér e K. Szíjjártó, agenti), Regno dei Paesi Bassi (rappresentanti: M.K. Bulterman, J.M. Hoogveld e J. Langer, agenti), Repubblica di Polonia (rappresentante: B. Majczyna, agente), Repubblica slovacca (rappresentanti: E.V. Drugda e B. Ricziová, agenti), Repubblica di Finlandia (rappresentante: M. Pere, agente)

Dispositivo

1)

Il ricorso è respinto.

2)

Il Parlamento europeo e il Consiglio dell’Unione europea sopportano ciascuno le proprie spese.

3)

Il Regno del Belgio, la Repubblica ceca, il Regno di Danimarca, l’Irlanda, la Repubblica ellenica, il Regno di Spagna, la Repubblica francese, il Granducato di Lussemburgo, l’Ungheria, il Regno dei Paesi Bassi, la Repubblica di Polonia, la Repubblica slovacca e la Repubblica di Finlandia sopportano ciascuno le proprie spese.


(1)  GU C 399 del 25.11.2019.


Top