Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62016TN0803

Causa T-803/16: Ricorso proposto il 15 novembre 2016 — Glaxo Group/EUIPO — Celon Pharma (SALMEX)

OJ C 22, 23.1.2017, p. 46–46 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

23.1.2017   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 22/46


Ricorso proposto il 15 novembre 2016 — Glaxo Group/EUIPO — Celon Pharma (SALMEX)

(Causa T-803/16)

(2017/C 022/62)

Lingua in cui è redatto il ricorso: l’inglese

Parti

Ricorrente: Glaxo Group Ltd (Brentford, Regno Unito) (rappresentanti: S. Baran e S. Wickenden, barristers, R. Jacob ed E. Morris, solicitors)

Convenuto: Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale (EUIPO)

Controinteressata dinanzi alla commissione di ricorso: Celon Pharma S.A. (Łomianki, Polonia)

Dati relativi al procedimento dinanzi all’EUIPO

Titolare del marchio controverso: Controinteressata dinanzi alla commissione di ricorso

Marchio controverso interessato: Marchio dell’Unione europea figurativo di colore marrone chiaro/caffè e bianco contenente l’elemento denominativo «SALMEX» — Marchio dell’Unione europea n. 9 849 191

Procedimento dinanzi all’EUIPO: Dichiarazione di nullità

Decisione impugnata: Decisione della quarta commissione di ricorso dell’EUIPO del 31 agosto 2016 nel procedimento R 2108/2015-4

Conclusioni

La ricorrente chiede che il Tribunale voglia:

annullare la decisione impugnata;

condannare l’EUIPO e la controinteressata a sopportare le proprie spese nonché quelle sostenute della ricorrente in ogni fase del procedimento di opposizione e di ricorso, incluse le spese del presente procedimento.

Motivo invocato

La commissione di ricorso ha commesso un errore di diritto, avendo adottato una decisione contraria all’articolo 8, paragrafo 1, lettera b), del regolamento n. 207/2009, in quanto essa, in primo luogo, ha erroneamente ritenuto che l’uso effettivo del marchio francese da parte del richiedente la nullità non costituisse una forma accettabile di uso ai sensi dell’articolo 15, paragrafo 1, lettera a), del regolamento n. 207/2009 e, in secondo luogo, ha erroneamente ritenuto che l’uso effettivo del marchio francese da parte del richiedente la nullità non costituisse un uso del marchio francese relativamente ai prodotti «inalatori».


Top