Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62016CN0573

Causa C-573/16: Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dalla High Court of Justice (Chancery Division) (Regno Unito) il 14 novembre 2016 — Air Berlin plc/Commissioners for Her Majesty's Revenue & Customs

OJ C 22, 23.1.2017, p. 16–17 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

23.1.2017   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 22/16


Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dalla High Court of Justice (Chancery Division) (Regno Unito) il 14 novembre 2016 — Air Berlin plc/Commissioners for Her Majesty's Revenue & Customs

(Causa C-573/16)

(2017/C 022/22)

Lingua processuale: l'inglese

Giudice del rinvio

High Court of Justice (Chancery Division)

Parti nel procedimento principale

Ricorrente: Air Berlin plc

Resistente: Commissioners for Her Majesty's Revenue & Customs

Questioni pregiudiziali

1)

Se l’imposizione da parte di uno Stato membro dell’imposta di registro pari all’1,5 % sul trasferimento, come sopra descritto, nelle circostanze sopra descritte, sia contraria ad una o più delle seguenti disposizioni:

1)

articolo 10 o articolo 11 della prima direttiva (1);

2)

articolo 4 o articolo 5 della seconda direttiva (2); o

3)

articoli 12, 43, 48, 49 o 56 del Trattato CE.

2)

Se la risposta alla prima questione sia diversa nel caso in cui il trasferimento delle azioni ad un servizio di compensazione fosse necessario per facilitare la quotazione della società in questione in una borsa valori in quello Stato membro o in un altro

3)

Se la risposta alla prima o alla seconda questione sia diversa nel caso in cui la legge nazionale dello Stato membro conceda a un operatore di un servizio di compensazione, il quale riceva l’approvazione dall’autorità fiscale, di optare per l’esenzione dal pagamento dell’imposta di registro sul trasferimento di azioni verso il servizio di compensazione, ma di applicare invece [l’imposta di registro complementare] su ogni successiva vendita di azioni nell’ambito del servizio di compensazione (all’aliquota dello 0,5 % del corrispettivo della vendita).

4)

Se la risposta alla terza questione sia diversa nel caso in cui la struttura delle transazioni scelta dalla società in questione comporti che non ci si possa avvalere del beneficio dell’opzione.


(1)  Direttiva 69/335/CEE del Consiglio, del 17 luglio 1969, concernente le imposte indirette sulla raccolta di capitali (GU L 249, pag. 25).

(2)  Direttiva 2008/7/CE del Consiglio, del 12 febbraio 2008, concernente le imposte indirette sulla raccolta di capitali (GU L 46, pag. 11).


Top