EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62015FA0088

Causa F-88/15: Sentenza del Tribunale della funzione pubblica (Prima Sezione) del 15 dicembre 2015 — Bonazzi/Commissione (Funzione pubblica — Funzionari — Esercizio di promozione 2014 — Disposizioni generali di esecuzione dell’articolo 45 dello Statuto — Elenco dei funzionari di cui è stata proposta la promozione dalle direzioni generali e servizi — Omissione del nome del ricorrente — Possibilità di contestare l’elenco dei funzionari di cui è stata proposta la promozione dinanzi al comitato paritetico per le promozioni — Mancata presa di posizione del comitato paritetico per le promozioni — Scrutinio per merito comparativo effettuato unicamente dall’APN)

OJ C 48, 8.2.2016, p. 97–97 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

8.2.2016   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 48/97


Sentenza del Tribunale della funzione pubblica (Prima Sezione) del 15 dicembre 2015 — Bonazzi/Commissione

(Causa F-88/15) (1)

((Funzione pubblica - Funzionari - Esercizio di promozione 2014 - Disposizioni generali di esecuzione dell’articolo 45 dello Statuto - Elenco dei funzionari di cui è stata proposta la promozione dalle direzioni generali e servizi - Omissione del nome del ricorrente - Possibilità di contestare l’elenco dei funzionari di cui è stata proposta la promozione dinanzi al comitato paritetico per le promozioni - Mancata presa di posizione del comitato paritetico per le promozioni - Scrutinio per merito comparativo effettuato unicamente dall’APN))

(2016/C 048/111)

Lingua processuale: il francese

Parti

Ricorrente: Marco Bonazzi (Bruxelles, Belgio) (rappresentante: M. Velardo, avvocato)

Convenuta: Commissione europea (rappresentanti: C. Berardis-Kayser e G. Berscheid, agenti)

Oggetto

Domanda di annullamento della decisione di non promuovere il ricorrente al grado successivo (AD 12) nell’esercizio di promozione 2014 della Commissione europea e domanda di risarcimento del danno morale asseritamente subito.

Dispositivo

1)

Il ricorso è respinto.

2)

Il sig. Bonazzi sopporta le proprie spese ed è condannato a sopportate le spese sostenute dalla Commissione europea.


(1)  GU C 279 del 24.8.2015, pag. 61.


Top