Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62010TA0271

Causa T-271/10 RENV: Sentenza del Tribunale dell'11 aprile 2018 — H / Consiglio («Politica estera e di sicurezza comune — Membro del personale nazionale distaccato presso l’EUPM in Bosnia-Erzegovina — Decisione di riassegnazione — Competenza del capo dell’EUPM di decidere la riassegnazione di un membro del personale nazionale distaccato — Obbligo di motivazione — Sviamento di potere — Errore manifesto di valutazione — Molestie psicologiche»)

OJ C 182, 28.5.2018, p. 20–20 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

28.5.2018   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

C 182/20


Sentenza del Tribunale dell'11 aprile 2018 — H / Consiglio

(Causa T-271/10 RENV) (1)

((«Politica estera e di sicurezza comune - Membro del personale nazionale distaccato presso l’EUPM in Bosnia-Erzegovina - Decisione di riassegnazione - Competenza del capo dell’EUPM di decidere la riassegnazione di un membro del personale nazionale distaccato - Obbligo di motivazione - Sviamento di potere - Errore manifesto di valutazione - Molestie psicologiche»))

(2018/C 182/22)

Lingua processuale: l'inglese

Parti

Ricorrente: H (rappresentante: M. Velardo, avvocato)

Convenuto: Consiglio dell’Unione europea (rappresentanti: A. Vitro e F. Naert, agenti)

Oggetto

In primo luogo, una domanda basata sull’articolo 263 TFUE, diretta all’annullamento, da una parte, della decisione del 7 aprile 2010, firmata dal capo del personale della Missione di polizia dell’Unione europea (EUPM) in Bosnia-Erzegovina, con cui la ricorrente è stata riassegnata al posto di «Criminal Justice Adviser — Prosecutor» presso l’ufficio regionale di Banja Luka (Bosnia-Erzegovina) e, dall’altra, della decisione del 30 aprile 2010, firmata dal capo della missione previsto all’articolo 6 della decisione 2009/906/PESC del Consiglio, dell’8 dicembre 2009, relativa all’EUPM in Bosnia-Erzegovina (GU 2009, L 322, pag. 22), che conferma la decisione del 7 aprile 2010 nonché, in secondo luogo, una domanda basata sull’articolo 268 TFUE e diretta a ottenere il risarcimento dei danni che la ricorrente asserisce di aver subito.

Dispositivo

1)

Il ricorso è respinto.

2)

H è condannata alle spese.


(1)  GU C 221 del 14.8.2010.


Top