Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62010CJ0431

Sentenza della Corte (Settima Sezione) del 7 aprile 2011.
Commissione europea contro Irlanda.
Inadempimento di uno Stato - Direttiva 2005/85/CE - Diritto d'asilo - Procedure ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di rifugiato - Norme minime - Trasposizione incompleta entro il termine impartito.
Causa C-431/10.

European Court Reports 2011 I-00056*

ECLI identifier: ECLI:EU:C:2011:227





Sentenza della Corte (Settima Sezione) 7 aprile 2011 – Commissione / Irlanda

(causa C‑431/10)

«Inadempimento di uno Stato – Direttiva 2005/85/CE – Diritto d’asilo – Procedure ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di rifugiato – Norme minime – Omessa trasposizione completa entro il termine impartito»

Ricorso per inadempimento – Esame della fondatezza da parte della Corte – Situazione da prendere in considerazione – Situazione alla scadenza del termine fissato dal parere motivato (Art. 258 TFUE; direttiva del Consiglio 2005/85) (v. punti 10-15)

Oggetto

Inadempimento di uno Stato – Omessa adozione, entro il termine previsto, delle disposizioni necessarie per conformarsi alla direttiva del Consiglio 1º dicembre 2005, 2005/85/CE, recante norme minime per le procedure applicate negli Stati membri ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di rifugiato (GU L 326, pag. 13).

Dispositivo

1)

L’Irlanda, non avendo adottato, entro il termine impartito, le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla direttiva del Consiglio 1° dicembre 2005, 2005/85/CE, recante norme minime per le procedure applicate negli Stati membri ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di rifugiato, è venuta meno agli obblighi ad essa incombenti in forza dell’art. 43 di tale direttiva.

2)

L’Irlanda è condannata alle spese.

Top