EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 62006CJ0193

Sentenza della Corte (Terza Sezione) del 20 settembre 2007.
Société des produits Nestlé SA contro Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale.
Causa C-193/06 P.

European Court Reports 2007 I-00114*

ECLI identifier: ECLI:EU:C:2007:539





Sentenza della Corte (Terza Sezione) 20 settembre 2007 –

Nestlé / UAMI

(causa C‑193/06 P)

«Ricorso contro una pronuncia del Tribunale di primo grado – Marchio comunitario – Regolamento (CE) n. 40/94 – Art. 8, n. 1, lett. b) – Marchio figurativo contenente l’elemento denominativo «QUICKY» – Opposizione del titolare di marchi nazionali denominativi anteriori QUICKIES – Rischio di confusione – Valutazione globale»

Marchio comunitario – Definizione e acquisizione del marchio comunitario – Impedimenti relativi alla registrazione – Opposizione da parte del titolare di un marchio anteriore identico o simile registrato per prodotti o servizi identici o simili [Regolamento del Consiglio n. 40/94, art. 8, n. 1, lett. b)] (v. punti 34-35, 46-47, 76)

Oggetto

Ricorso contro la sentenza del Tribunale di primo grado (Prima Sezione) 22 febbraio 2006, causa T‑74/04, Nestlé/UAMI, interveniente: Quick restaurants SA, con la quale il Tribunale ha respinto il ricorso per l’annullamento della decisione della seconda commissione di ricorso dell’UAMI 17 dicembre 2003 (procedimento R 922/2001-2), relativa ad un procedimento di opposizione tra la Société des produits Nestlé SA e la Quick restaurants SA

Dispositivo

 

La sentenza del Tribunale di primo grado delle Comunità europee 22 febbraio 2006, causa T‑74/04, Nestlé/UAMI – Quick (QUICKY), è annullata nella parte in cui il Tribunale, in violazione dell’art. 8, n. 1, lett. b), del regolamento (CE) del Consiglio 20 dicembre 1993, n. 40/94, sul marchio comunitario, non ha valutato la somiglianza visiva dei segni controversi sulla base dell’impressione d’insieme fornita dagli stessi.

 

Il ricorso è respinto per il resto.

 

La causa è rinviata dinanzi al Tribunale di primo grado delle Comunità europee.

 

Le spese sono riservate.

Top