EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 61981CJ0061

Sentenza della Corte del 6 luglio 1982.
Commissione delle Comunità europee contro Regno Unito di Gran Bretagna e d'Irlanda del Nord.
Parità di retribuzione tra lavoratori di sesso maschile e lavoratori di sesso femminile.
Causa 61/81.

Raccolta della Giurisprudenza 1982 -02601

ECLI identifier: ECLI:EU:C:1982:258

61981J0061

SENTENZA DELLA CORTE DEL 6 LUGLIO 1982. - COMMISSIONE DELLE COMUNITA'EUROPEE CONTRO REGNO UNITO DI GRAN BRETAGNA E D'IRLANDA DEL NORD. - PARITA'DI RETRIBUZIONE TRA LAVORATORI DI SESSO MASCHILE E LAVORATORI DI SESSO FEMMINILE. - CAUSA 61/81.

raccolta della giurisprudenza 1982 pagina 02601


Massima
Parti
Oggetto della causa
Motivazione della sentenza
Decisione relativa alle spese
Dispositivo

Parole chiave


POLITICA SOCIALE - LAVORATORI DI SESSO MASCHILE E DI SESSO FEMMINILE - RETRIBUZIONE - PARITA - PRINCIPIO - REALIZZAZIONE DA PARTE DEGLI STATI MEMBRI - LAVORO CUI E ATTRIBUITO UGUALE VALORE - DIRITTO ALLA RETRIBUZIONE UGUALE ANCHE IN MANCANZA DI CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE - OBBLIGHI DEGLI STATI MEMBRI

( TRATTATO CEE , ART . 119 ; DIRETTIVA DEL CONSIGLIO N . 75/117 , ART . 1 , 1* COMMA )

Massima


SECONDO LO SPIRITO E LA LETTERA DELLA DIRETTIVA 75/117 , LA QUALE HA LO SCOPO ESSENZIALE DI ATTUARE IL PRINCIPIO DELLA PARITA DI RETRIBUZIONE TRA I LAVORATORI DI SESSO MASCHILE E QUELLI DI SESSO FEMMINILE , SPETTA AGLI STATI MEMBRI IL GARANTIRE LA PARITA DI RETRIBUZIONE PER UN LAVORO DI UGUALE VALORE , ANCHE IN MANCANZA DI CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE . A QUESTO SCOPO , ESSI DEVONO SERVIRSI DI DISPOSIZIONI LEGISLATIVE , REGOLAMENTARI E AMMINISTRATIVE ADEGUATE , IN MODO CHE TUTTI I LAVORATORI DELLA COMUNITA POSSANO FRUIRE DI TUTELA IN PROPOSITO . NE CONSEGUE CHE , IN CASO DI CONTRO VERSIA SULL ' APPLICAZIONE DELLA NOZIONE DI ' LAVORO AL QUALE E ATTRIBUITO UN VALORE UGUALE ' AI SENSI DELL ' ART . 1 , 1* COMMA , DELLA DIRETTIVA , IL LAVORATORE DEVE POTER FAR VALERE , DINANZI AD UN ORGANO APPROPRIATO , CHE IL SUO LAVORO HA LO STESSO VALORE DI UN ALTRO E , QUALORA ABBIA RAGIONE , FARSI ATTRIBUIRE CON PROVVEDIMENTO OBBLIGATORIO I DIRITTI DERIVANTI DAL TRATTATO E DALLA DIRETTIVA . SPETTA QUINDI A CIASCUNO STATO L ' ATTRIBUIRE AD UN APPOSITO ORGANO LA COMPETENZA NECESSARIA PER RISOLVERE LA QUESTIONE SE UN LAVORO ABBIA LO STESSO VALORE DI UN ALTRO .

Parti


NELLA CAUSA 61/81 ,

COMMISSIONE DELLE COMUNITA EUROPEE , RAPPRESENTATA DAL SIG . JOHN FORMAN , MEMBRO DEL SUO UFFICIO LEGALE , IN QUALITA DI AGENTE , E CON DOMICILIO ELETTO IN LUSSEMBURGO PRESSO IL SIG . ORESTE MONTALTO , MEMBRO DELL ' UFFICIO LEGALE DELLA COMMISSIONE , EDIFICIO JEAN MONNET , KIRCHBERG ,

RICORRENTE ,

CONTRO

REGNO UNITO DI GRAN BRETAGNA E IRLANDA DEL NORD , RAPPRESENTATO DALLA SIG.RA DAGTOGLOU , DEL TREASURY SOLICITOR ' S DEPARTMENT , IN QUALITA DI AGENTE , ASSISTITA DALL ' AVV . PETER SCOTT , Q.C ., E CON DOMICILIO ELETTO IN LUSSEMBURGO PRESSO L ' AMBASCIATA BRITANNICA , 28 , BOULEVARD ROYAL ,

CONVENUTO ,

Oggetto della causa


CAUSA AVENTE AD OGGETTO LA DICHIARAZIONE CHE IL REGNO UNITO E VENUTO MENO AGLI OBBLIGHI IMPOSTIGLI DALLA DIRETTIVA DEL CONSIGLIO , 10 FEBBRAIO 1975 , N . 75/117/CEE , PER IL RIAVVICINAMENTO DELLE LEGISLAZIONI DEGLI STATI MEMBRI RELATIVE ALL ' APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO DELLA PARITA DELLE RETRIBUZIONI TRA I LAVORATORI DI SESSO MASCHILE E QUELLI DI SESSO FEMMINILE ( GU L 45 , PAG . 19 ),

Motivazione della sentenza


1 CON ATTO DEPOSITATO NELLA CANCELLERIA DELLA CORTE IL 18 MARZO 1981 , LA COMMISSIONE DELLE COMUNITA EUROPEE HA PROPOSTO UN RICORSO AI SENSI DELL ' ART . 169 DEL TRATTATO CEE , PER FAR DICHIARARE CHE IL REGNO UNITO E VENUTO MENO AGLI OBBLIGHI IMPOSTIGLI A NORMA DEL TRATTATO , OMETTENDO DI ADOTTARE LE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE , REGOLAMENTARI , OD AMMINISTRATIVE NECESSARIE PER CONFORMARSI ALLA DIRETTIVA DEL CONSIGLIO 10 FEBBRAIO 1975 , 75/117 , PER IL RAVVICINAMENTO DELLE LEGISLAZIONI DEGLI STATI MEMBRI RELATIVE ALL ' APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO DELLA PARITA DELLE RETRIBUZIONI TRA I LAVORATORI DI SESSO MASCHILE E QUELLI DI SESSO FEMMINILE ( GU L 45 , PAG . 19 ), PER QUANTO RIGUARDA L ' ELIMINAZIONE DELLE DISCRIMINAZIONI RISPETTO AD UN LAVORO CUI E ATTRIBUITO UN VALORE UGUALE .

2 L ' ART . 1 DELLA DIRETTIVA , CHE LA COMMISSIONE SOSTIENE NON ESSERE STATO ATTUATO DAL REGNO UNITO , RECITA :

' IL PRINCIPIO DELLA PARITA DELLE RETRIBUZIONI TRA I LAVORATORI DI SESSO MASCHILE E QUELLI DI SESSO FEMMINILE , PREVISTO DALL ' ART . 119 DEL TRATTATO , DENOMINATO IN APPRESSO ' ' PRINCIPIO DELLA PARITA DELLE RETRIBUZIONI ' ' , IMPLICA , PER UNO STESSO LAVORO O PER UN LAVORO AL QUALE E ATTRIBUITO UN VALORE UGUALE , L ' ELIMINAZIONE DI QUALSIASI DISCRIMINAZIONE BASATA SUL SESSO IN TUTTI GLI ELEMENTI E LE CONDIZIONI DELLE RETRIBUZIONI .

IN PARTICOLARE , QUALORA SI UTILIZZI UN SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE PER DETERMINARE LE RETRIBUZIONI , QUESTO DEVE BASARSI SU PRINCIPI COMUNI PER I LAVORATORI DI SESSO MASCHILE E QUELLI DI SESSO FEMMINILE ED ESSERE ELABORATO IN MODO DA ELIMINARE LE DISCRIMINAZIONI BASATE SUL SESSO ' .

3 NEL REGNO UNITO , IL RIFERIMENTO AL ' LAVORO CUI E ATTRIBUITO VALORE UGUALE ' SI TROVA NELL ' EQUAL PAY ACT DEL 1970 , EMENDATO DAL SEX DISCRIMINATION ACT DEL 1975 ; L ' ART . 1 , N . 5 DELLA DETTA LEGGE DISPONE CHE :

' SI PRESUME CHE UNA DONNA EFFETTUI UN LAVORO CONSIDERATO EQUIVALENTE A QUELLO DI UN UOMO SE , E SOLTANTO SE , AL LAVORO EFFETTUATO DALLA DONNA E A QUELLO EFFETTUATO DALL ' UOMO E STATO ATTRIBUITO VALORE UGUALE , TENUTO CONTO DI QUANTO SI RICHIEDE AL LAVORATORE SOTTO VARI ASPETTI ( AD ESEMPIO , FORZA , ABILITA , DECISIONE ) IN ESITO AD UNO STUDIO CONDOTTO ALLO SCOPO DI VALUTARE IN FUNZIONE DI QUESTI DIVERSI FATTORI , I LAVORI CHE DEVONO ESSERE EFFETTUATI DA TUTTI O DA PARTE DEI DIPENDENTI DI UN ' IMPRESA O DI UN GRUPPO DI IMPRESE , O SAREBBE STATO ATTRIBUITO VALORE UGUALE SALVO NEL CASO IN CUI LA CLASSIFICAZIONE FOSSE STATA EFFETTUATA IN BASE AD UN SISTEMA CHE STABILISCE VALORI DIVERSI PER GLI UOMINI E PER LE DONNE RELATIVAMENTE ALLA STESSA ESIGENZA , SOTTO QUALSIVOGLIA RUBRICA ' .

4 IL RAFFRONTO TRA QUESTE DISPOSIZIONI MOSTRA , CHE , SECONDO LA DIRETTIVA , IL SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE E SOLO UNO DEI MEZZI PER DETERMINARE LA RETRIBUZIONE DI UN LAVORO CUI E ATTRIBUITO VALORE UGUALE , MENTRE SECONDO LA NORMA SOPRACCITATA DELL ' EQUAL PAY ACT , L ' ADOZIONE DI QUESTO SISTEMA E L ' UNICO MEZZO PER GIUNGERE A TALE RISULTATO .

5 VA INOLTRE RILEVATO , COME AMMETTE IL GOVERNO DEL REGNO UNITO , CHE LA NORMATIVA DI QUESTO STATO MEMBRO NON CONSENTE DI ADOTTARE UN SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE SENZA IL CONSENSO DEL DATORE DI LAVORO . NEL REGNO UNITO , QUINDI , IL LAVORATORE NON PUO FAR ATTRIBUIRE AL PROPRIO LAVORO VALORE UGUALE A QUELLO DI UN LAVORO ANALOGO QUALORA IL SUO DATORE DI LAVORO SI OPPONGA ALL ' ADOZIONE DI UN SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE .

6 IL GOVERNO BRITANNICO CERCA DI GIUSTIFICARE QUESTA SITUAZIONE OSSERVANDO CHE L ' ART . 1 DELLA DIRETTIVA NON FORNISCE ALCUNA INDICAZIONE CIRCA UN PRESUNTO DIRITTO DEL LAVORATORE DI ESIGERE CHE LA RETRIBUZIONE SIA DETERMINATA MEDIANTE UN SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE . DA QUEST ' OSSERVAZIONE ESSO DESUME CHE IL LAVORATORE NON PUO ESIGERE LA CLASSIFICAZIONE COMPARATIVA DI MANSIONI DIVERSE MEDIANTE UNA CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE LA CUI ADOZIONE RESTA A DISCREZIONE DEL DATORE DI LAVORO .

7 L ' INTERPRETAZIONE DEL REGNO UNITO SI RISOLVE NEL NEGARE L ' ESISTENZA STESSA DEL DIRITTO ALLA RETRIBUZIONE UGUALE PER UN LAVORO DI VALORE UGUALE , SINO A CHE NON SIA AVVENUTA LA CLASSIFICAZIONE . QUESTA SITUAZIONE E IN CONTRASTO CON LO SPIRITO E CON LA LETTERA DELLA DIRETTIVA 75/117 . INFATTI , DALLA MOTIVAZIONE DELLA DIRETTIVA SI DESUME CHE QUESTA HA LO SCOPO ESSENZIALE DI ATTUARE IL PRINCIPIO DELLA PARITA DI RETRIBUZIONE TRA I LAVORATORI DI SESSO MASCHILE E QUELLI DI SESSO FEMMINILE , DI CUI ALL ' ART . 119 DEL TRATTATO CEE E CHE SPETTA IN PRIMO LUOGO AGLI STATI MEMBRI GARANTIRE L ' APPLICAZIONE DI TALE PRINCIPIO MEDIANTE IDONEE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE , REGOLAMENTARI E AMMINISTRATIVE , IN MODO DA CONSENTIRE A TUTTI I LAVORATORI DELLA COMUNITA DI FRUIRE DI UNA TUTELA IN PROPOSITO .

8 PER CONSEGUIRE QUESTO SCOPO , L ' ART . 1 , 1* COMMA , DEFINISCE IL PRINCIPIO NEL SENSO CHE L ' ESPRESSIONE ' STESSO LAVORO ' COMPRENDE L ' IPOTESI DEL ' LAVORO CUI E ATTRIBUITO VALORE UGUALE ' , ED IL 2* COMMA METTE SOLTANTO IN EVIDENZA IL FATTO CHE QUANDO UN SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE VIENE USATO PER FISSARE LE RETRIBUZIONI , SI DEVE CURARE CHE SIA BASATO SU CRITERI COMUNI AI LAVORATORI DI AMBO I SESSI E SIA CONGEGNATO IN MODO DA ESCLUDERE LE DISCRIMINAZIONI BASATE SUL SESSO .

9 NE CONSEGUE CHE , IN CASO DI CONTROVERSIA SULL ' APPLICAZIONE DI QUESTA NOZIONE , IL LAVORATORE DEVE POTER FAR VALERE DINANZI AD UN ORGANO APPROPRIATO CHE IL SUO LAVORO HA LO STESSO VALORE DI UN ALTRO E , QUALORA ABBIA RAGIONE , FARSI ATTRIBUIRE CON PROVVEDIMENTO OBBLIGATORIO I DIRITTI DERIVANTI DAL TRATTATO E DALLA DIRETTIVA . QUALUNQUE SOLUZIONE CHE ESCLUDESSE TALE FACOLTA NON CONSENTIREBBE DI CONSEGUIRE LO SCOPO DELLA DIRETTIVA .

10 QUESTA CONCLUSIONE E CONFERMATA DALL ' ART . 6 DELLA DIRETTIVA , IL QUALE DISPONE CHE , CONFORMEMENTE ALLE LORO SITUAZIONI NAZIONALI ED AI LORO SISTEMI GIURIDICI , GLI STATI MEMBRI ADOTTANO LE MISURE NECESSARIE PER GARANTIRE L ' APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO DELLA PARITA DI RETRIBUZIONE . ESSI SI RENDONO GARANTI DELLA DISPONIBILITA DI EFFICACI STRUMENTI CHE CONSENTANO DI PROVVEDERE ALL ' OSSERVANZA DI TALE PRINCIPIO .

11 ORBENE , NEL PRESENTE CASO IL REGNO UNITO NON HA ADOTTATO LE SUDDETTE MISURE NECESSARIE ED ATTUALMENTE , PER IL LAVORATORE CHE RITENGA DI OCCUPARE UN POSTO DI VALORE UGUALE AD UN ALTRO , NON ESISTE UN MODO DI FAR VALERE I PROPRI DIRITTI QUALORA IL DATORE DI LAVORO SI OPPONGA ALL ' ADOZIONE DI UN SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE .

12 IL REGNO UNITO HA POSTO IN EVIDENZA ( SOPRATTUTTO NELLA LETTERA INDIRIZZATA ALLA COMMISSIONE IL 19 GIUGNO 1979 ) LE DIFFICOLTA PRATICHE CHE OSTEREBBERO ALL ' ATTUAZIONE DELLA NOZIONE DI LAVORO CUI E ATTRIBUITO VALORE UGUALE QUALORA SI ABBANDONASSE IL SISTEMA BASATO SUL CONSENSO . IL CRITERIO DI LAVORO DI VALORE UGUALE SAREBBE TROPPO IMPRECISO PER POTER ESSERE APPLICATO DAL GIUDICE .

13 LA CORTE NON PUO CONDIVIDERE QUESTA OPINIONE . INFATTI , L ' ATTUAZIONE PRATICA DELLA DIRETTIVA IMPLICA CHE IL ' VALORE UGUALE DA ATTRIBUIRE ' AD UN LAVORO POSSA ESSERE STABILITO , CONTRO LA VOLONTA DEL DATORE DI LAVORO , SE NECESSARIO IN SEDE CONTENZIOSA . SPETTA ALLO STATO MEMBRO ATTRIBUIRE AD UN APPOSITO ORGANO LA COMPETENZA NECESSARIA PER RISOLVERE LA QUESTIONE SE UN LAVORO ABBIA LO STESSO VALORE DI UN ALTRO , DOPO ESSERSI EVENTUALMENTE PROCURATO TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI AL RIGUARDO .

14 PERCIO , OMETTENDO D ' INTRODURRE NEL PROPRIO ORDINAMENTO GIURIDICO INTERNO , IN ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA DEL CONSIGLIO 10 FEBBRAIO 1975 , N . 75/117 , I PROVVEDIMENTI NECESSARI PER CONSENTIRE A QUALUNQUE LAVORATORE CHE SI RITENGA DANNEGGIATO DALLA MANCATA APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO DELLA PARITA DI RETRIBUZIONE TRA UOMINI E DONNE , PER UN LAVORO CUI E ATTRIBUITO VALORE UGUALE E PER IL QUALE NON ESISTE UN SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE , DI OTTENERE LA DICHIARAZIONE DI TALE EQUIVALENZA , IL REGNO UNITO E VENUTO MENO AGLI OBBLIGHI IMPOSTIGLI DAL TRATTATO .

Decisione relativa alle spese


SULLE SPESE

15 A NORMA DELL ' ART . 69 , PAR 2 , DEL REGOLAMENTO DI PROCEDURA , IL SOCCOMBENTE E CONDANNATO ALLE SPESE ; IL CONVENUTO E RIMASTO SOCCOMBENTE E VA QUINDI CONDANNATO ALLE SPESE .

Dispositivo


PER QUESTI MOTIVI ,

LA CORTE

DICHIARA E STATUISCE :

1* OMETTENDO D ' INTRODURRE NEL PROPRIO ORDINAMENTO GIURIDICO INTERNO , IN ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA DEL CONSIGLIO 10 FEBBRAIO 1975 , N . 75/117 , I PROVVEDIMENTI NECESSARI PER CONSENTIRE A QUALUNQUE LAVORATORE CHE SI RITENGA DANNEGGIATO DALLA MANCATA APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO DELLA PARITA DI RETRIBUZIONE TRA UOMINI E DONNE , PER UN LAVORO CUI E ATTRIBUITO VALORE UGUALE E PER IL QUALE NON ESISTE UN SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE PROFESSIONALE , DI OTTENERE LA DICHIARAZIONE DI TALE EQUIVALENZA , IL REGNO UNITO E VENUTO MENO AGLI OBBLIGHI IMPOSTIGLI DAL TRATTATO .

2*IL REGNO UNITO E CONDANNATO ALLE SPESE .

Top