EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 52000PC0106

Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 95/50/CE sull'adozione di procedure uniformi in materia di controllo dei trasporti su strada di merci pericolose

/* COM/2000/0106 def. - COD 2000/0044 */

OJ C 177E , 27.6.2000, p. 96–97 (ES, DA, DE, EL, EN, FR, IT, NL, PT, FI, SV)

52000PC0106

Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 95/50/CE sull'adozione di procedure uniformi in materia di controllo dei trasporti su strada di merci pericolose /* COM/2000/0106 def. - COD 2000/0044 */

Gazzetta ufficiale n. C 177 E del 27/06/2000 pag. 0096 - 0097


Proposta di DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO che modifica la direttiva 95/50/CE sull'adozione di procedure uniformi in materia di controllo dei trasporti su strada di merci pericolose

(presentata dalla Commissione)

RELAZIONE

A. Generalità

Situazione attuale

La direttiva 94/55/CE del Consiglio, del 21 novembre 1994, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al trasporto di merci pericolose su strada ha introdotto regole uniformi per il trasporto di merci pericolose tra gli Stati membri nonché nel trasporto nazionale all'interno degli Stati membri.

L'allegato A alla direttiva 94/55/CE elenca le merci pericolose che possono essere trasportate su strada e disciplina l'imballaggio, l'etichettatura e la descrizione delle merci nei documenti di trasporto. L'allegato B stabilisce le regole per le operazioni di trasporto e per i veicoli.

Nel contesto della direttiva 94/55/CE, per migliorare il livello di sicurezza nel trasporto di merci pericolose e garantire un grado sufficiente di controlli da effettuare in modo armonizzato, il Consiglio ha adottato il 6 ottobre 1995 la direttiva 95/50/CE sull'adozione di procedure uniformi in materia di controllo dei trasporti su strada di merci pericolose. La predetta direttiva è entrata in vigore il 17 ottobre 1995 e gli Stati membri erano tenuti a conformarvisi entro il 1º gennaio 1997. Essa comprende una lista di controllo armonizzata da utilizzare dagli Stati membri, nonché una lista armonizzata di infrazioni.

Gli allegati alla direttiva citata sono correlati con gli allegati alla direttiva 94/55/CE in quanto l'adattamento al progresso scientifico e tecnico degli allegati alla direttiva 94/55/CE può interessare gli allegati alla direttiva 95/50/CE.

L'adattamento al progresso scientifico e tecnico degli allegati alla direttiva 94/55/CE avviene in base alla procedura del comitato. Attualmente la direttiva 95/50/CE non prevede una procedura di questo tipo.

Ciò comporta due problemi.

In primo luogo l'allegato I alla direttiva 95/50/CE va modificato per tener conto del più recente adattamento al progresso tecnico della direttiva 94/55/CE.

In secondo luogo anche per la direttiva 95/50/CE è necessaria la procedura del comitato analoga a quella che esiste per la direttiva 94/55/CE al fine di garantire coerenza al momento dei futuri adattamenti al progresso scientifico e tecnico delle due direttive correlate.

B. Ragioni per un intervento comunitario

I. Sussidiarietà

(a) Quali sono gli obiettivi dell'azione prevista in relazione agli obblighi della Comunità?

Il primo obiettivo della modifica proposta alla direttiva 95/50/CE è quello di adeguare il suo allegato I per tener conto della direttiva 1999/47/CE della Commissione, del 21 maggio 1999, che adatta per la seconda volta al progresso tecnico la direttiva 94/55/CE del Consiglio concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al trasporto di merci pericolose su strada.

Il secondo obiettivo è quello di instaurare una valida procedura di modifica degli allegati alla direttiva 95/50/CE, in particolare per tener conto delle modifiche alla direttiva quadro 94/55/CE. Ciò risulta importante perché la Comunità possa garantire la coerenza della sua normativa, ad esempio tra le disposizioni della direttiva quadro 94/55/CE e quelle contenute negli allegati alla direttiva 95/50/CE.

(b) L'azione prevista rientra in una competenza esclusiva della Comunità o in una competenza condivisa con gli Stati membri?

Competenza condivisa. Articolo 71, paragrafo 1, lettera c).

(c) Quale è la dimensione del problema a livello comunitario (ad esempio, quanti Stati membri sono interessati e quale è la soluzione al momento attuale)?

La direttiva 95/50/CE è destinata a tutti gli Stati membri.

(d) Quale soluzione risulta la più efficace nel confronto tra misure comunitarie e misure degli Stati membri?

Esiste già una normativa comunitaria. Di conseguenza modificare la legislazione comunitaria è l'unica strada efficace.

(e) Quale è il valore specifico dell'intervento comunitario previsto e quale potrebbe essere il costo di un mancato intervento?

Un mancato intervento per quanto riguarda il primo obiettivo comporterebbe una situazione di incoerenza tra vari atti di legislazione comunitaria.

Il mancato intervento per quanto riguarda il secondo obiettivo significherebbe tempi diversi per modifiche analoghe in norme comunitarie correlate ed obbligherebbe gli Stati membri a modificare la loro legislazione nazionale con interventi simili in diversi atti legislativi in tempi differenti invece di procedervi simultaneamente, con conseguenti spese aggiuntive per gli Stati membri e il settore industriale. Il valore specifico dell'intervento comunitario consiste nel fatto che supplisce a spese non necessarie.

(f) Quali forme di intervento può utilizzare la Comunità (raccomandazioni, sostegno finanziario, regolamento, mutuo riconoscimento, ecc.)?

La modifica della direttiva è l'unico mezzo per affrontare i problemi connessi con l'applicazione di alcune disposizioni di una direttiva in vigore.

(g) È necessario disporre di una regolamentazione uniforme o è sufficiente una direttiva che stabilisca gli obiettivi generali, lasciando l'attuazione concreta agli Stati membri?

La modifica della direttiva è sufficiente per risolvere i problemi connessi con l'applicazione di alcune disposizioni di una direttiva.

II. Armonizzazione delle condizioni

La modifica della direttiva 95/50/CE non comporta cambiamenti per quanto riguarda il grado di armonizzazione introdotto nella Comunità per il trasporto su strada di merci pericolose.

III. Coerenza con altre politiche comunitarie

La modifica della direttiva 95/50/CE non ha incidenza su altre politiche comunitarie.

C. Obiettivo della proposta

La proposta di modifica della direttiva 95/50/CE è mirata a risolvere due problemi che sono stati illustrati in precedenza al punto A. Generalità.

La soluzione al primo problema comporta modifiche all'allegato I alla direttiva in quanto varie voci in esso comprese non sono più coerenti con la direttiva 94/55/CE nella sua versione da ultimo modificata.

La soluzione al secondo problema comporta l'introduzione della procedura del comitato per modificare gli allegati in futuro.

La proposta mira a garantire coerenza tra gli allegati alla direttiva 94/55/CE e alla direttiva 95/50/CE.

D. Contenuto della proposta

L'articolo 1 presenta le modifiche proposte alla direttiva 95/50CE.

Il paragrafo 1 inserisce i nuovi articoli 9 bis e 9 ter che stabiliscono la procedura per adattare gli allegati alla direttiva 95/50/CE al progresso scientifico e tecnico. Tale procedura comprende un comitato per il trasporto di merci pericolose istituito in forza dell'articolo 9 della direttiva 94/55/CE. Trattasi di un comitato di regolamentazione conforme all'articolo 5 della decisione 1999/468/CE del Consiglio, del 28 giugno 1999, recante modalità per l'esercizio delle competenze di esecuzione conferite alla Commissione.

Il paragrafo 2 modifica l'allegato I nel modo seguente:

il punto (a) modifica la voce 13 sostituendo al testo "massa lorda per unità di trasporto" il testo "quantitativo totale per unità di trasporto";

il punto (b) modifica la voce 15 sostituendo ai termini "batteria di recipienti" i termini "veicolo-batteria";

il punto (c) modifica la voce 32 sostituendo il testo "cassa di attrezzi per le riparazioni di emergenza" con "una lampada portatile per ciascun membro dell'equipaggio del veicolo";

il punto (d) modifica la voce 34 sostituendo al testo "due fari di colore arancione" con "due dispositivi di segnalazione mobili";

il punto (e) modifica la voce 36 sostituendo il testo "equipaggiamento di protezione del conducente" con il testo "un idoneo giubbotto di segnalazione o indumento di segnalazione per ciascun membro dell'equipaggio del veicolo".

Gli articoli 2, 3 e 4 contengono disposizioni relative al recepimento da parte degli Stati membri e all'entrata in vigore del presente testo che modifica la direttiva 95/50/CE.

2000/0044 (COD)

Proposta di DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO che modifica la direttiva 95/50/CE sull'adozione di procedure uniformi in materia di controllo dei trasporti su strada di merci pericolose (Testo rilevante ai fini del SEE)

IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare l'articolo 71,

vista la proposta della Commissione [1],

[1] GU C ...

visto il parere del Comitato economico e sociale [2],

[2] GU C ...

visto il parere del Comitato delle regioni [3],

[3] GU C ...

deliberando in conformità della procedura di cui all'articolo 251 del trattato [4],

[4] GU C ...

considerando quanto segue:

(1) La direttiva 94/55/CE del Consiglio, del 21 novembre 1994, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al trasporto di merci pericolose su strada [5] stabilisce norme uniformi per il trasporto di merci pericolose nella Comunità.

[5] GU L 319 del 12.12.1994, pag. 7.

(2) Gli allegati alla direttiva 95/50/CE del Consiglio, del 6 ottobre 1995, sull'adozione di procedure uniformi in materia di controllo dei trasporti su strada di merci pericolose [6] sono correlati agli allegati della direttiva 94/55/CE. L'adattamento al progresso scientifico e tecnico degli allegati alla direttiva 94/55/CE può incidere sugli allegati della direttiva 95/50/CE.

[6] GU L 249 del 17.10.1995, pag. 35.

(3) L'adattamento al progresso scientifico e tecnico degli allegati alla direttiva 94/55/CE è effettuato ricorrendo alla procedura del comitato.

(4) Deve essere possibile adattare gli allegati alla direttiva 95/50/CE al progresso scientifico e tecnico in tempi rapidi. A tale scopo anche per la presente direttiva deve essere istituito un comitato.

(5) Poiché le misure necessarie per l'attuazione della presente direttiva sono misure di portata generale ai sensi dell'articolo 2 della decisione 1999/468/CE del Consiglio, del 28 giugno 1999, recante modalità per l'esercizio delle competenze di esecuzione conferite alla Commissione [7] esse debbono essere adottate ricorrendo alla procedura di regolamentazione di cui all'articolo 5 della decisione citata.

[7] GU L 184 del 17.7.1999, pag. 23.

(6) L'allegato I alla direttiva 95/50/CE dovrebbe essere modificato per tenere conto della direttiva 1999/47/CE della Commissione, del 21 maggio 1999, che adatta per la seconda volta al progresso tecnico la direttiva 94/55/CE del Consiglio concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative al trasporto di merci pericolose su strada [8].

[8] GU L 169 del 5.7.1999, pag. 1.

(7) La direttiva 95/50/CE dovrebbe quindi essere modificata in conformità.

HANNO ADOTTATO LA PRESENTE DIRETTIVA:

Articolo 1

La direttiva 95/50/CE è modificata nel modo seguente:

1. Sono inseriti i seguenti articoli:

"Articolo 9 bis

Le modifiche necessarie per adattare gli allegati al progresso scientifico e tecnico nei settori disciplinati dalla presente direttiva, in particolare per tener conto delle modifiche alla direttiva 94/55/CE, sono adottati conformemente alla procedura stabilita dall'articolo 9 ter.

Articolo 9 ter

1. La Commissione è assistita dal comitato per il trasporto di merci pericolose istituito dall'articolo 9 della direttiva 94/55/CE [9], composto da rappresentanti degli Stati membri e presieduto dal rappresentante della Commissione.

[9] GU L 319 del 12.12.1994, pag. 7.

2. Quando è fatto riferimento a tale paragrafo, si applica la procedura di regolamentazione di cui all'articolo 5 della decisione 1999/468/CE conformemente ai suoi articoli 7, paragrafo 3 e 8.

3. Il termine stabilito all'articolo 5, paragrafo 6 della decisione 1999/468/CE è di tre mesi.

2. L'allegato I è modificato nel modo seguente:

(a) Alla voce 13 "massa lorda per unità di trasporto" è sostituito il testo "quantitativo totale per unità di trasporto";

(b) Alla voce 15 "batteria di recipienti" sono sostituiti i termini "veicolo-batteria";

(c) Alla voce 32 "cassa di attrezzi per le riparazioni di emergenza" sono sostituiti i termini "una lampada portatile per ciascun membro dell'equipaggio del veicolo";

(d) Alla voce 34 "due fari di colore arancione" è sostituito il testo "due dispositivi di segnalazione mobili";

(e) Alla voce 36 "equipaggiamento di protezione del conducente" è sostituito il testo "un idoneo giubbotto di segnalazione o indumento di segnalazione per ciascun membro dell'equipaggio del veicolo".

Articolo 2

1. Gli Stati membri mettono in vigore le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla presente direttiva entro il... [10]. Essi ne informano immediatamente la Commissione.

[10] Sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente direttiva.

Quando gli Stati membri adottano tali disposizioni, queste contengono un riferimento alla presente direttiva o sono corredate di un siffatto riferimento all'atto della pubblicazione ufficiale. Le modalità di tale riferimento sono decise dagli Stati membri.

2. Gli Stati membri comunicano alla Commissione il testo delle disposizioni di diritto interno che adottano nel settore disciplinato dalla presente direttiva.

Articolo 3

La presente direttiva entra in vigore il giorno della sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee.

Articolo 4

Gli Stati membri sono destinatari della presente direttiva.

Fatto a Bruxelles, il ...

Per il Parlamento europeo Per il Consiglio

Il Presidente Il Presidente

Top