EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 32022D1276

Decisione (PESC) 2022/1276 del Consiglio del 21 luglio 2022 che modifica la decisione 2014/145/PESC, concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina

ST/11119/2022/INIT

OJ L 194, 21.7.2022, p. 11–14 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, GA, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

In force

ELI: http://data.europa.eu/eli/dec/2022/1276/oj

21.7.2022   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

L 194/11


DECISIONE (PESC) 2022/1276 DEL CONSIGLIO

del 21 luglio 2022

che modifica la decisione 2014/145/PESC, concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato sull'Unione europea, in particolare l'articolo 29,

vista la proposta dell'alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza,

considerando quanto segue:

(1)

Il 17 marzo 2014 il Consiglio ha adottato la decisione 2014/145/PESC (1).

(2)

L'Unione continua a sostenere senza riserve la sovranità e l'integrità territoriale dell'Ucraina e continua a condannare azioni e politiche che compromettono l'integrità territoriale dell'Ucraina.

(3)

Il regime siriano fornisce sostegno, anche militare, alla guerra di aggressione non provocata e ingiustificata della Russia nei confronti dell'Ucraina. Alla luce della gravità della situazione, il Consiglio ritiene che sei persone e un'entità coinvolte nel reclutamento di mercenari siriani destinati a combattere in Ucraina al fianco delle truppe russe debbano essere aggiunte all'elenco delle persone, delle entità e degli organismi soggetti a misure restrittive che figura nell'allegato della decisione 2014/145/PESC.

(4)

È opportuno pertanto modificare di conseguenza la decisione 2014/145/PESC,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

L'allegato della decisione 2014/145/PESC è modificato conformemente all'allegato della presente decisione.

Articolo 2

La presente decisione entra in vigore il giorno della pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Fatto a Bruxelles, il 21 luglio 2022

Per il Consiglio

Il presidente

M. BEK


(1)  Decisione 2014/145/PESC del Consiglio, del 17 marzo 2014, concernente misure restrittive relative ad azioni che compromettono o minacciano l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina (GU L 78 del 17.3.2014, pag. 16).


ALLEGATO

Le persone e l'entità seguenti sono aggiunte all'elenco delle persone, delle entità e degli organismi riportato nell'allegato della decisione 2014/145/PESC:

Persone

 

Nome

Informazioni identificative

Motivi

Data di inserimento nell'elenco

«1176.

Muhammad AL-SALTI (Muhamad AL-SALTI, Akram Muhammad AL-SALTI, Muhammad SALTI) - محمد السلطي, أكرم السلطي, أكرم محمد السلطي, محمد

Cittadinanza: siriana

Carica: comandante in capo dell'"Esercito di liberazione palestinese"

Sesso: maschile

Muhammad AL-SALTI è il comandante in capo dell'“Esercito di liberazione palestinese” coinvolto nel reclutamento di palestinesi destinati a combattere in Ucraina al fianco della Russia. È pertanto responsabile di azioni e politiche che compromettono o minacciano l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina o la stabilità o la sicurezza in Ucraina.

21.7.2022

1177.

Abu Hani SHAMMOUT (Abu Hani SHAMOUT, Abu SHAMMOUT, Hani SHAMMOUT) - أبو هاني شموط, أبو شموط, هاني شموط شموط

Sesso: maschile

Abu Hani SHAMMOUT è un ex ufficiale militare siriano e leader della fazione “al-Ahdat al-Omariya”, responsabile, insieme ai reclutatori russi, dell'arruolamento di mercenari siriani di Yalda, Babila e Beit Sahem, a sud di Damasco, destinati a combattere per le forze russe in Libia e in Ucraina. È stato direttamente incaricato dal Wagner Group di supervisionare il reclutamento di veterani. È pertanto responsabile di azioni e politiche che compromettono o minacciano l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina o la stabilità o la sicurezza in Ucraina.

21.7.2022

1178.

Nabeul AL-ABDULLAH (Nabel AL-ABDULLAH, Nabel AL-ABDALLAH, Nabel ABDALLAH, Nabel ABDULLAH) - نابل عبدالله, نابل العبدالله

Carica: comandante delle forze di difesa nazionali nella città di Suqaylabiyah

Sesso: maschile

Nabeul AL-ABDULLAH è comandante delle forze di difesa nazionali nella città di Suqaylabiyah. Dall'inizio della guerra di aggressione russa supervisiona il reclutamento di mercenari siriani destinati a combattere al fianco della Russia in Ucraina. È pertanto responsabile di azioni e politiche che compromettono o minacciano l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina o la stabilità o la sicurezza in Ucraina.

21.7.2022

1179.

Simon AL WAKIL (Simon WAKIL, Simon Al WAQIL, Simon WAQIL, Simon AL WAKEEL, Simon WAKEEL) - سيمون الوكيل, سيمون

Carica: comandante delle forze di difesa nazionali nella città di Maharda

Sesso: maschile

Simon AL WAKIL è comandante delle forze di difesa nazionali nella città di Maharda (Hama). Collabora direttamente con il comando delle forze russe in Siria e funge da collegamento attivo nelle operazioni di arruolamento di combattenti destinati a lottare in Ucraina al fianco della Russia. È pertanto responsabile di azioni e politiche che compromettono o minacciano l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina o la stabilità o la sicurezza in Ucraina.

21.7.2022

1180.

Fawaz Mikhail GERGES - فواز ميخائيل جرجس

Carica: uomo d'affari, amministratore delegato di "Al-Sayyad Company for Guarding and Protection Services"

Sesso: maschile

Fawaz Mikhail Gerges è il direttore di Al Sayyad Company for Guarding and Protection Services, una società di sicurezza privata siriana costituita nel 2017 e controllata dal Wagner Group in Siria, che opera nella tutela degli interessi russi (fosfati, gas e sicurezza dei siti petroliferi). È responsabile del reclutamento di mercenari a vantaggio delle forze russe in Libia e in Ucraina. È pertanto responsabile di azioni e politiche che compromettono o minacciano l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina o la stabilità o la sicurezza in Ucraina.

21.7.2022

1181.

Yasar Hussein IBRAHIM (Yassar Hussein IBRAHIM, Yassar IBRAHIM) - ياسر حسين ابراهيم

Cittadinanza: siriana

Data di nascita: 9.4.1983

Luogo di nascita: Damasco

Sesso: maschile

Yasar Hussein Ibrahim è comproprietario di Al-Sayyad Company for Guarding and Protection Services Ltd, una società di sicurezza privata siriana costituita nel 2017 e controllata dal Wagner Group in Siria, che opera nella tutela degli interessi russi (fosfati, gas e sicurezza dei siti petroliferi). La società è attiva nel reclutamento di mercenari siriani da inviare in Libia e in Ucraina. Yasar Hussein Ibrahim è pertanto responsabile di sostenere o attuare azioni o politiche che compromettono o minacciano l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina, o la stabilità o la sicurezza in Ucraina.

21.7.2022».

Entità

 

Nome

Informazioni identificative

Motivi

Data di inserimento nell'elenco

«102.

Al-Sayyad Company for Guarding and Protection Services Ltd (alias "ISIS Hunters") - شركة الصياد لخدمات الحراسة والحماية

Data di creazione: 2017

Sede: Al Suqaylabiyah (regione di Hama)

Al-Sayyad Company for Guarding and Protection Services Ltd è una società di sicurezza privata siriana costituita nel 2017 e controllata dal Wagner Group in Siria, che opera nella tutela degli interessi russi (fosfati, gas e sicurezza dei siti petroliferi). La società, che opera sotto il nome “ISIS Hunters”, è attiva nel reclutamento di mercenari siriani da inviare in Libia e in Ucraina. La società è pertanto responsabile di sostenere o attuare azioni o politiche che compromettono o minacciano l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina, o la stabilità o la sicurezza in Ucraina.

21.7.2022»


Top