EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 32019L0990

Direttiva di esecuzione (UE) 2019/990 della Commissione, del 17 giugno 2019, che modifica l'elenco dei generi e delle specie nell'articolo 2, paragrafo 1, lettera b), della direttiva 2002/55/CE del Consiglio, nell'allegato II della direttiva 2008/72/CE del Consiglio e nell'allegato della direttiva 93/61/CEE della Commissione (Testo rilevante ai fini del SEE.)

C/2019/4308

OJ L 160, 18.6.2019, p. 14–22 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

In force

ELI: http://data.europa.eu/eli/dir_impl/2019/990/oj

18.6.2019   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

L 160/14


DIRETTIVA DI ESECUZIONE (UE) 2019/990 DELLA COMMISSIONE

del 17 giugno 2019

che modifica l'elenco dei generi e delle specie nell'articolo 2, paragrafo 1, lettera b), della direttiva 2002/55/CE del Consiglio, nell'allegato II della direttiva 2008/72/CE del Consiglio e nell'allegato della direttiva 93/61/CEE della Commissione

(Testo rilevante ai fini del SEE)

LA COMMISSIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

vista la direttiva 2002/55/CE del Consiglio, del 13 giugno 2002, relativa alla commercializzazione delle sementi di ortaggi (1), in particolare l'articolo 2, paragrafo 2,

vista la direttiva 2008/72/CE del Consiglio, del 15 luglio 2008, relativa alla commercializzazione delle piantine di ortaggi e dei materiali di moltiplicazione di ortaggi, ad eccezione delle sementi (2), in particolare l'articolo 1, paragrafo 3, e l'articolo 22,

vista la direttiva 93/61/CEE della Commissione, del 2 luglio 1993, che stabilisce le schede relative ai requisiti da rispettare per le piantine e i materiali di moltiplicazione di ortaggi, ad eccezione delle sementi, conformemente alla direttiva 92/33/CEE del Consiglio (3), in particolare l'articolo 1,

considerando quanto segue:

(1)

Nelle direttive 2002/55/CE e 2008/72/CE le specie che rientrano nel loro campo di applicazione sono elencate in una tabella a due colonne, una delle quali indica il nome scientifico delle specie mentre l'altra contiene una o più denominazioni comuni per ciascuna specie.

(2)

Alcune varietà di specie di ortaggi appartengono alle specie indicate con i loro nomi scientifici, ma non ai tipi di varietà descritti dalle denominazioni comuni. È pertanto necessario specificare se una varietà rientra o no nel campo di applicazione delle direttive 2002/55/CE e 2008/72/CE.

(3)

Tale specificazione dovrebbe tener conto del fatto che, mentre alcune varietà di diverse specie di ortaggi sono ampiamente commercializzate nell'Unione, altre sono limitate ai mercati nazionali o regionali. Di conseguenza non sarebbe appropriato includere tutte le varietà di tali specie di ortaggi. È pertanto opportuno specificare che per alcune specie devono essere incluse tutte le varietà, mentre per altre specie dovrebbero essere incluse solo determinate varietà.

(4)

Il Codice internazionale per la nomenclatura delle piante coltivate (ICNCP) ha introdotto la categoria formale «gruppo» per classificare le varietà delle specie coltivate. La categoria «gruppo» è uno strumento adeguato per definire le varietà appartenenti a una determinata specie che rientrano nel campo di applicazione delle direttive 2002/55/CE e 2008/72/CE.

(5)

Al fine di specificare se sono incluse tutte le varietà di una specie di ortaggi o solo alcuni gruppi, si dovrebbero modificare le tabelle delle specie riportate nelle direttive 2002/55/CE e 2008/72/CE. I rispettivi nomi botanici delle specie di ortaggi e i nomi dei gruppi che vi appartengono dovrebbero essere indicati in ordine gerarchico per evitare eventuali ambiguità per quanto riguarda la gamma delle varietà delle specie interessate.

(6)

L'utilizzo dell'ibridazione interspecifica e intraspecifica delle varietà può determinare varietà di specie di ortaggi che non sono comprese in alcuna specie o alcun gruppo definito. Affinché tali tipi di varietà siano inclusi nel campo di applicazione della direttiva 2002/55/CE, l'elenco delle specie dovrebbe comprendere gli ibridi tra le specie e i gruppi indicati nell'elenco riportato all'articolo 2, paragrafo 1, lettera b), di detta direttiva.

(7)

I gruppi indicati nell'elenco dell'articolo 2, paragrafo 1, lettera b), della direttiva 2002/55/CE dovrebbero essere riportati anche, ove opportuno, negli elenchi dell'allegato II, punto 3, lettera a), e dell'allegato III, punto 2, di tale direttiva.

(8)

Le direttive 2002/55/CE, 2008/72/CE e 93/61/CEE dovrebbero pertanto essere modificate di conseguenza.

(9)

Inoltre la direttiva 93/61/CEE attua l'articolo 4 della direttiva 92/33/CE del Consiglio (4), abrogato e sostituito dall'articolo 4 della direttiva 2008/72/CE. L'allegato della direttiva 93/61/CEE contiene una scheda relativa ai requisiti da rispettare per i materiali di moltiplicazione di ortaggi in cui sono elencati le specie e gli organismi nocivi in grado di incidere sulla loro qualità.

(10)

Le denominazioni botaniche di alcune specie elencate nella direttiva 93/61/CEE dovrebbero essere aggiornate in base all'evoluzione delle conoscenze scientifiche, nell'ambito dell'aggiornamento della rispettiva scheda.

(11)

Le misure di cui alla presente direttiva sono conformi al parere del comitato permanente per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DIRETTIVA:

Articolo 1

Modifiche della direttiva 2002/55/CE

La direttiva 2002/55/CE è modificata conformemente all'allegato, parte A, della presente direttiva.

Articolo 2

Modifiche della direttiva 2008/72/CE

L'allegato II della direttiva 2008/72/CE è sostituito dal testo figurante nell'allegato, parte B, della presente direttiva.

Articolo 3

Modifiche della direttiva 93/61/CEE

L'allegato della direttiva 93/61/CEE è modificato conformemente all'allegato, parte C, della presente direttiva.

Articolo 4

Recepimento

Gli Stati membri adottano e pubblicano, entro il 30 giugno 2020, le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla presente direttiva. Essi ne informano immediatamente la Commissione.

Essi applicano tali disposizioni a decorrere dal 1o luglio 2020.

Le disposizioni adottate dagli Stati membri contengono un riferimento alla presente direttiva o sono corredate di tale riferimento all'atto della pubblicazione ufficiale. Le modalità del riferimento sono stabilite dagli Stati membri.

Articolo 5

Entrata in vigore

La presente direttiva entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Articolo 6

Destinatari

Gli Stati membri sono destinatari della presente direttiva.

Fatto a Bruxelles, il 17 giugno 2019

Per la Commissione

Il presidente

Jean-Claude JUNCKER


(1)  GU L 193 del 20.7.2002, pag. 33.

(2)  GU L 205 dell'1.8.2008, pag. 28.

(3)  GU L 250 del 7.10.1993, pag. 19.

(4)  Direttiva 92/33/CEE del Consiglio, del 28 aprile 1992, relativa alla commercializzazione delle piantine di ortaggi e dei materiali di moltiplicazione di ortaggi, ad eccezione delle sementi (GU L 157 del 10.6.1992, pag. 1).


ALLEGATO

PARTE A

La direttiva 2002/55/CE è così modificata:

1)

all'articolo 2, paragrafo 1, la lettera b) è sostituita dalla seguente:

 

«Allium cepa L.

gruppo cepa [cipolla, anche di tipo lungo (echalion)]

gruppo aggregatum (scalogno)

 

Allium fistulosum L. (cipolletta)

tutte le varietà

 

Allium porrum L. (porro)

tutte le varietà

 

Allium sativum L. (aglio)

tutte le varietà

 

Allium schoenoprasum L. (erba cipollina)

tutte le varietà

 

Anthriscus cerefolium (L.) Hoffm. (cerfoglio)

tutte le varietà

 

Apium graveolens L.

gruppo sedano

gruppo sedano rapa

 

Asparagus officinalis L. (asparago)

tutte le varietà

 

Beta vulgaris L.

gruppo barbabietola rossa (compresa la Cheltenham beet)

gruppo bietola da foglia (bietola bianca o bietola da costa)

 

Brassica oleracea L.

gruppo cavolo laciniato

gruppo cavolfiore

gruppo capitata (cavolo cappuccio rosso e cavolo cappuccio bianco)

gruppo cavoletto di Bruxelles

gruppo cavolo rapa

gruppo cavolo verza

gruppo broccolo (tipo calabrese e tipo a getti)

gruppo cavolo palmizio

gruppo tronchuda (cavolo portoghese)

 

Brassica rapa L.

gruppo cavolo cinese

gruppo rapa

 

Capsicum annuum L. (peperoncino rosso o peperone)

tutte le varietà

 

Cichorium endivia L. (indivia)

tutte le varietà

 

Cichorium intybus L.

gruppo cicoria di tipo Witloof

gruppo cicoria da foglia (cicoria a foglia larga o cicoria di tipo italiano)

gruppo cicoria industriale (radici)

 

Citrullus lanatus (Thunb.) Matsum. et Nakai (cocomero)

tutte le varietà

 

Cucumis melo L. (melone)

tutte le varietà

 

Cucumis sativus L.

gruppo cetriolo

gruppo cetriolino

 

Cucurbita maxima Duchesne (zucca)

tutte le varietà

 

Cucurbita pepo L. (zucca, comprese la zucca comune e la zucchina pâtisson mature, o zucchina, compresa la zucchina pâtisson immatura)

tutte le varietà

 

Cynara cardunculus L.

gruppo carciofo

gruppo cardo

 

Daucus carota L. (carota e carota da foraggio)

tutte le varietà

 

Foeniculum vulgare Mill. (finocchio)

gruppo azoricum

 

Lactuca sativa L. (lattuga)

tutte le varietà

 

Solanum lycopersicum L. (pomodoro)

tutte le varietà

 

Petroselinum crispum (Mill.) Nyman ex A. W. Hill

gruppo prezzemolo riccio

gruppo prezzemolo da radici

 

Phaseolus coccineus L. (fagiolo di Spagna)

tutte le varietà

 

Phaseolus vulgaris L.

gruppo fagiolo nano

gruppo fagiolo rampicante

 

Pisum sativum L.

gruppo pisello rotondo

gruppo pisello rugoso

gruppo pisello dolce

 

Raphanus sativus L.

gruppo ravanello

gruppo ramolaccio

 

Rheum rhabarbarum L. (rabarbaro)

tutte le varietà

 

Scorzonera hispanica L. (scorzonera)

tutte le varietà

 

Solanum melongena L. (melanzana)

tutte le varietà

 

Spinacia oleracea L. (spinacio)

tutte le varietà

 

Valerianella locusta (L.) Laterr. (valerianella o lattughella)

tutte le varietà

 

Vicia faba L. (fava)

tutte le varietà

 

Zea mays L.

gruppo mais dolce

gruppo mais da popcorn

Tutti gli ibridi delle specie e dei gruppi sopraindicati.»;

2)

nell'allegato II, punto 3, lettera a), nella prima colonna della tabella, le voci tra «Asparagus officinalis» e «Cichorium endivia» sono sostituite dalle seguenti:

 

«Beta vulgaris (gruppo barbabietola rossa)

 

Beta vulgaris (eccetto gruppo barbabietola rossa)

 

Brassica oleracea (gruppo cavolfiore)

 

Brassica oleracea (eccetto gruppo cavolfiore)

 

Brassica rapa (gruppo cavolo cinese)

 

Brassica rapa (gruppo rapa)

 

Capsicum annuum

 

Cichorium intybus (gruppo cicoria di tipo Witloof, gruppo cicoria da foglia)

 

Cichorium intybus [gruppo cicoria industriale (radice)]»;

3)

nell'allegato III, punto 2, nella prima colonna della tabella, le voci tra «Capsicum annuum» e «Cichorium endivia» sono sostituite dalle seguenti:

 

«Cichorium intybus (gruppo cicoria di tipo Witloof, gruppo cicoria da foglia)

 

Cichorium intybus [gruppo cicoria industriale (radice)]».

PARTE B

«ALLEGATO II

Elenco dei generi e delle specie di cui all'articolo 1, paragrafo 2

Allium cepa L.

gruppo cepa [cipolla, anche di tipo lungo (echalion)]

gruppo aggregatum (scalogno)

Allium fistulosum L. (cipolletta)

tutte le varietà

Allium porrum L. (porro)

tutte le varietà

Allium sativum L. (aglio)

tutte le varietà

Allium schoenoprasum L. (erba cipollina)

tutte le varietà

Anthriscus cerefolium (L.) Hoffm. (cerfoglio)

tutte le varietà

Apium graveolens L.

gruppo sedano

gruppo sedano rapa

Asparagus officinalis L. (asparago)

tutte le varietà

Beta vulgaris L.

gruppo barbabietola rossa (compresa la Cheltenham beet)

gruppo bietola da foglia (bietola bianca o bietola da costa)

Brassica oleracea L.

gruppo cavolo laciniato

gruppo cavolfiore

gruppo capitata (cavolo cappuccio rosso e cavolo cappuccio bianco)

gruppo cavoletto di Bruxelles

gruppo cavolo rapa

gruppo cavolo verza

gruppo broccolo (tipo calabrese e tipo a getti)

gruppo cavolo palmizio

gruppo tronchuda (cavolo portoghese)

Brassica rapa L.

gruppo cavolo cinese

gruppo rapa

Capsicum annuum L. (peperoncino rosso o peperone)

tutte le varietà

Cichorium endivia L. (indivia)

tutte le varietà

Cichorium intybus L.

gruppo cicoria di tipo Witloof

gruppo cicoria da foglia (cicoria a foglia larga o cicoria di tipo italiano)

gruppo cicoria industriale (radici)

Citrullus lanatus (Thunb.) Matsum. et Nakai (cocomero)

tutte le varietà

Cucumis melo L. (melone)

tutte le varietà

Cucumis sativus L.

gruppo cetriolo

gruppo cetriolino

Cucurbita maxima Duchesne (zucca)

tutte le varietà

Cucurbita pepo L. (zucca, comprese la zucca comune e la zucchina pâtisson mature, o zucchina, compresa la zucchina pâtisson immatura)

tutte le varietà

Cynara cardunculus L.

gruppo carciofo

gruppo cardo

Daucus carota L. (carota e carota da foraggio)

tutte le varietà

Foeniculum vulgare Mill. (finocchio)

gruppo azoricum

Lactuca sativa L. (lattuga)

tutte le varietà

Solanum lycopersicum L. (pomodoro)

tutte le varietà

Petroselinum crispum (Mill.) Nyman ex A. W. Hill

gruppo prezzemolo riccio

gruppo prezzemolo da radici

Phaseolus coccineus L. (fagiolo di Spagna)

tutte le varietà

Phaseolus vulgaris L.

gruppo fagiolo nano

gruppo fagiolo rampicante

Pisum sativum L.

gruppo pisello rotondo

gruppo pisello rugoso

gruppo pisello dolce

Raphanus sativus L.

gruppo ravanello

gruppo ramolaccio

Rheum rhabarbarum L. (rabarbaro)

tutte le varietà

Scorzonera hispanica L. (scorzonera)

tutte le varietà

Solanum melongena L. (melanzana)

tutte le varietà

Spinacia oleracea L. (spinacio)

tutte le varietà

Valerianella locusta (L.) Laterr. (valerianella o lattughella)

tutte le varietà

Vicia faba L. (fava)

tutte le varietà

Zea mays L.

gruppo mais dolce

gruppo mais da popcorn.

».

PARTE C

Nell'allegato della direttiva 93/61/CEE la colonna «Genere o specie» è così modificata:

a)

i termini «Allium ascalonicum» sono sostituiti dai termini «Allium cepa – gruppo aggregatum»;

b)

i termini «Allium cepa» sono sostituiti dai termini «Allium cepa – gruppo cepa»;

c)

i termini «Brassica pekinensis» sono sostituiti dai termini «Brassica rapa – gruppo cavolo cinese»;

d)

i termini «Lycopersicon lycopersicum» sono sostituiti dai termini «Solanum lycopersicum».


Top