EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 32016D1060

Decisione di esecuzione (UE) 2016/1060 della Commissione, del 29 giugno 2016, recante modifica della decisione di esecuzione 2013/707/UE relativa alla conferma dell'accettazione di un impegno offerto in relazione ai procedimenti antidumping e antisovvenzioni relativi alle importazioni di moduli fotovoltaici in silicio cristallino e delle relative componenti essenziali (celle) originari o provenienti dalla Repubblica popolare cinese per il periodo di applicazione di misure definitive

C/2016/3930

OJ L 173, 30.6.2016, p. 99–101 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

Legal status of the document No longer in force, Date of end of validity: 30/09/2017; abrog. impl. da 32017R1570

ELI: http://data.europa.eu/eli/dec_impl/2016/1060/oj

30.6.2016   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

L 173/99


DECISIONE DI ESECUZIONE (UE) 2016/1060 DELLA COMMISSIONE

del 29 giugno 2016

recante modifica della decisione di esecuzione 2013/707/UE relativa alla conferma dell'accettazione di un impegno offerto in relazione ai procedimenti antidumping e antisovvenzioni relativi alle importazioni di moduli fotovoltaici in silicio cristallino e delle relative componenti essenziali (celle) originari o provenienti dalla Repubblica popolare cinese per il periodo di applicazione di misure definitive

LA COMMISSIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

visto il regolamento (CE) n. 1225/2009 del Consiglio, del 30 novembre 2009, relativo alla difesa contro le importazioni oggetto di dumping da parte di paesi non membri della Comunità europea (1), in particolare gli articoli 8 e 9,

visto il regolamento (CE) n. 597/2009 del Consiglio, dell'11 giugno 2009, relativo alla difesa contro le importazioni oggetto di sovvenzioni provenienti da paesi non membri della Comunità europea (2), in particolare gli articoli 13 e 15,

considerando quanto segue:

(1)

Con il regolamento di esecuzione (UE) n. 1238/2013 (3), il Consiglio ha istituito un dazio antidumping definitivo sulle importazioni nell'Unione di moduli fotovoltaici in silicio cristallino e delle loro componenti essenziali (celle e wafer) originari o provenienti dalla Repubblica popolare cinese («RPC»).

(2)

Con il regolamento di esecuzione (UE) n. 1239/2013 (4), il Consiglio ha inoltre istituito un dazio compensativo definitivo sulle importazioni nell'Unione di moduli fotovoltaici in silicio cristallino e dei relativi componenti chiave (celle) originari o provenienti dalla Repubblica popolare cinese.

(3)

Con la decisione di esecuzione 2013/707/UE (5), la Commissione ha accettato l'impegno offerto in relazione a un procedimento antidumping e antisovvenzioni relativo alle importazioni di moduli fotovoltaici in silicio cristallino e delle relative componenti essenziali (celle) originari o provenienti dalla Repubblica popolare cinese.

(4)

Shanghai Chaori International Trading Co. Ltd («la società interessata»), codice addizionale TARIC B872, il cui impegno è stato accettato con la decisione di esecuzione 2013/707/UE, ha informato la Commissione del suo cambio di ragione sociale in GCL System Integration Technology Co., Ltd.

(5)

Nel 2014 la società interessata è stata dichiarata fallita. Nel febbraio 2015 la società interessata è stata acquisita dalla Jiangsu GCL Energy CO., Ltd., che fa parte di un gruppo di società con il codice addizionale TARIC B850.

(6)

La società interessata ha sostenuto che tale cambio di ragione sociale non pregiudica il suo diritto di continuare a beneficiare delle aliquote individuali del dazio a essa applicate.

(7)

A seguito dell'acquisizione, tuttavia, la società interessata ha non solo cambiato la sua ragione sociale in GCL System Integration Technology Co., Ltd., ma è anche entrata a far parte del gruppo delle società con il codice addizionale TARIC B850 (6).

(8)

Sia la società interessata sia il gruppo di società di cui al considerando 7 sono soggetti all'impegno. Pertanto la Commissione ha concluso che la modifica della ragione sociale non pregiudica in alcun modo le conclusioni della decisione di esecuzione 2013/707/UE.

(9)

La Commissione ha informato tutte le parti interessate dei fatti e delle considerazioni essenziali sulla base dei quali essa intendeva modificare i regolamenti di esecuzione (UE) n. 1238/2013 e (UE) n. 1239/2013. Alle parti è stato concesso un periodo entro il quale presentare le loro osservazioni sulla divulgazione. Nessuna parte ha formulato osservazioni.

(10)

Le misure previste dalla presente decisione sono conformi al parere del comitato istituito dall'articolo 15, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1225/2009,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

L'allegato della decisione di esecuzione 2013/707/UE è modificato conformemente all'allegato della presente decisione.

Articolo 2

La presente decisione entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Fatto a Bruxelles, il 29 giugno 2016

Per la Commissione

Il presidente

Jean-Claude JUNCKER


(1)  GU L 343 del 22.12.2009, pag. 51.

(2)  GU L 188 del 18.7.2009, pag. 93.

(3)  Regolamento di esecuzione (UE) n. 1238/2013 del Consiglio, del 2 dicembre 2013, che istituisce un dazio antidumping definitivo e riscuote definitivamente il dazio provvisorio sulle importazioni di moduli fotovoltaici in silicio cristallino e delle loro componenti essenziali (celle) originari o provenienti dalla Repubblica popolare cinese (GU L 325 del 5.12.2013, pag. 1).

(4)  Regolamento di esecuzione (UE) n. 1239/2013 del Consiglio, del 2 dicembre 2013, che istituisce un dazio compensativo definitivo sulle importazioni di moduli fotovoltaici in silicio cristallino e dei relativi componenti chiave (celle) originari o provenienti dalla Repubblica popolare cinese (GU L 325 del 5.12.2013, pag. 66).

(5)  Decisione di esecuzione 2013/707/UE della Commissione, del 4 dicembre 2013, relativa alla conferma dell'accettazione di un impegno offerto in relazione ai procedimenti antidumping e antisovvenzioni relativi alle importazioni di moduli fotovoltaici in silicio cristallino e delle relative componenti essenziali (celle) originari o provenienti dalla Repubblica popolare cinese per il periodo di applicazione di misure definitive (GU L 325 del 5.12.2013, pag. 214

(6)  Vale a dire Konca Solar Cell Co. Ltd., Suzhou GCL Photovoltaic Technology Co. Ltd, Jiangsu GCL Silicon Material Technology Development Co. Ltd, Jiangsu Zhongneng Polysilicon Technology Development Co. Ltd, GCL-Poly (Suzhou) Energy Limited, GCL-Poly Solar Power System Integration (Taicang) Co. Ltd, GCL SOLAR POWER (SUZHOU) LIMITED, GCL Solar System (Suzhou) Limited.


ALLEGATO

L'allegato I della decisione di esecuzione 2013/707/UE è così modificato:

1)

la voce relativa al codice addizionale TARIC B850 è sostituita dalla seguente:

«Konca Solar Cell Co. Ltd

Suzhou GCL Photovoltaic Technology Co. Ltd

Jiangsu GCL Silicon Material Technology Development Co. Ltd

Jiangsu Zhongneng Polysilicon Technology Development Co. Ltd

GCL-Poly (Suzhou) Energy Limited

GCL-Poly Solar Power System Integration (Taicang) Co. Ltd

GCL SOLAR POWER (SUZHOU) LIMITED

GCL Solar System (Suzhou) Limited

GCL System Integration Technology Co. Ltd.

B850 »

2)

la voce relativa al codice addizionale TARIC B872 è sostituita dalla seguente:

«Shanghai Chaori Solar Energy Science & Technology Co. Ltd

B872 »


Top