EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 32007L0055

Direttiva 2007/55/CE della Commissione, del 17 settembre 2007, che modifica alcuni allegati delle direttive del Consiglio 76/895/CEE, 86/362/CEE, 86/363/CEE e 90/642/CEE per quanto riguarda i livelli massimi di residui di azinfos-metile (Testo rilevante ai fini del SEE )

OJ L 243, 18.9.2007, p. 41–49 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

No longer in force, Date of end of validity: 31/08/2008; abrog. impl. da 32005R0396

ELI: http://data.europa.eu/eli/dir/2007/55/oj

18.9.2007   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

L 243/41


DIRETTIVA 2007/55/CE DELLA COMMISSIONE

del 17 settembre 2007

che modifica alcuni allegati delle direttive del Consiglio 76/895/CEE, 86/362/CEE, 86/363/CEE e 90/642/CEE per quanto riguarda i livelli massimi di residui di azinfos-metile

(Testo rilevante ai fini del SEE)

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea,

vista la direttiva 76/895/CEE del Consiglio, del 23 novembre 1976, che fissa le quantità massime di residui di antiparassitari consentite sugli e negli ortofrutticoli (1), in particolare l’articolo 5,

vista la direttiva 86/362/CEE del Consiglio, del 24 luglio 1986, che fissa le quantità massime di residui di antiparassitari sui e nei cereali (2), in particolare l’articolo 10,

vista la direttiva 86/363/CEE del Consiglio, del 24 luglio 1986, che fissa le quantità massime di residui di antiparassitari sui e nei prodotti alimentari di origine animale (3), in particolare l’articolo 10,

vista la direttiva 90/642/CEE del Consiglio, del 27 novembre 1990, che fissa le percentuali massime di residui di antiparassitari su e in alcuni prodotti di origine vegetale, compresi gli ortofrutticoli (4), in particolare l’articolo 7,

considerando quanto segue:

(1)

La Commissione è stata informata del fatto che può rivelarsi necessario rivedere gli attuali livelli massimi di residui (LMR) di azinfos-metile sulla base dei nuovi dati disponibili sotto il profilo tossicologico e dell’assunzione di tali sostanze da parte dei consumatori. Essa ha invitato lo Stato membro che ha funto da relatore per l’azinfos-metile a norma della direttiva 91/414/CEE (5) a presentare una proposta per la revisione degli LMR comunitari. Tale proposta è stata sottoposta all’esame della Commissione.

(2)

Gli LMR comunitari e i valori raccomandati dal Codex Alimentarius sono stabiliti e valutati in base a procedure simili. Il Codex prevede una serie di LMR per l’azinfos-metile. Gli LMR comunitari basati sugli LMR del Codex sono inoltre stati valutati dallo Stato membro relatore alla luce dei nuovi dati riguardanti i rischi per i consumatori.

(3)

L’esposizione, nel corso della vita e a breve termine, dei consumatori all’azinfos-metile attraverso i prodotti alimentari è stata riesaminata e valutata secondo le procedure e le prassi comunitarie, tenendo conto degli orientamenti pubblicati dall’Organizzazione mondiale della sanità (6). È opportuno fissare, su queste basi, nuovi LMR, i quali assicurino che non si produca alcuna esposizione inaccettabile dei consumatori.

(4)

Per un’adeguata tutela del consumatore contro l’esposizione a residui derivanti da impieghi non autorizzati di prodotti fitosanitari occorre fissare LMR per le corrispondenti combinazioni prodotto/antiparassitario al limite inferiore di determinazione analitica.

(5)

È quindi necessario modificare gli LMR di cui agli allegati delle direttive 76/895/CEE, 86/362/CEE, 86/363/CEE e 90/642/CEE affinché si possa sorvegliare e controllare l’osservanza del divieto del loro impiego e proteggere il consumatore.

(6)

I partner commerciali della Comunità sono stati informati dei nuovi LMR tramite l’Organizzazione mondiale del commercio e le loro osservazioni in merito saranno prese in debita considerazione.

(7)

È pertanto opportuno modificare di conseguenza le direttive 76/895/CEE, 86/362/CEE, 86/363/CEE e 90/642/CEE.

(8)

Le misure di cui alla presente direttiva sono conformi al parere del comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DIRETTIVA:

Articolo 1

Nell’allegato II della direttiva 76/895/CEE la voce relativa all’azinfos-metile è soppressa.

Articolo 2

La direttiva 86/362/CEE è modificata conformemente all’allegato I della presente direttiva.

Articolo 3

La direttiva 86/363/CEE è modificata conformemente all’allegato II della presente direttiva.

Articolo 4

La direttiva 90/642/CEE è modificata conformemente all’allegato III della presente direttiva.

Articolo 5

Gli Stati membri adottano e pubblicano entro il 18 marzo 2008 le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla presente direttiva. Essi comunicano immediatamente alla Commissione il testo di tali disposizioni nonché una tavola di concordanza tra queste ultime e la presente direttiva.

Essi applicano tali disposizioni a decorrere dal 19 marzo 2008.

Quando gli Stati membri adottano tali disposizioni, queste contengono un riferimento alla presente direttiva o sono corredate di un siffatto riferimento all’atto della pubblicazione ufficiale. Le modalità del riferimento sono decise dagli Stati membri.

Articolo 6

La presente direttiva entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Articolo 7

Gli Stati membri sono destinatari della presente direttiva.

Fatto a Bruxelles, il 17 settembre 2007.

Per la Commissione

Markos KYPRIANOU

Membro della Commissione


(1)  GU L 340 del 9.12.1976, pag. 26. Direttiva modificata da ultimo dalla direttiva 2007/8/CE della Commissione (GU L 63 dell’1.3.2007, pag. 9).

(2)  GU L 221 del 7.8.1986, pag. 37. Direttiva modificata da ultimo dalla direttiva 2007/27/CE della Commissione (GU L 128 del 16.5.2007, pag. 31).

(3)  GU L 221 del 7.8.1986, pag. 43. Direttiva modificata da ultimo dalla direttiva 2007/28/CE della Commissione (GU L 135 del 26.5.2007, pag. 6).

(4)  GU L 350 del 14.12.1990, pag. 71. Direttiva modificata da ultimo dalla direttiva 2007/39/CE della Commissione (GU L 165 del 27.6.2007, pag. 25).

(5)  GU L 230 del 19.8.1991, pag. 1. Direttiva modificata da ultimo dalla direttiva 2007/52/CE della Commissione (GU L 214 del 17.8.2007, pag. 3).

(6)  Orientamenti per la stima dell’assunzione di residui di antiparassitari con la dieta alimentare (versione riveduta), a cura del GEMS/Food Programme in collaborazione con il comitato Codex sui residui di antiparassitari; pubblicazione dell’Organizzazione mondiale della sanità, 1997 (WHO/FSF/FOS/97.7).


ALLEGATO I

Nell’allegato II, parte A, della direttiva 86/362/CEE è aggiunta la seguente riga:

Residui di antiparassitari

Quantità massime in mg/kg

«Azinfos-metile

0,05 (*)

CEREALI»


ALLEGATO II

Nell’allegato II, parte A, della direttiva 86/363/CEE è aggiunta la seguente riga:

 

Quantità massime in mg/kg (ppm)

Residui di antiparassitari

di grassi delle carni, preparazioni di carni, delle frattaglie e dei grassi animali elencati nell’allegato I alle voci ex 0201, 0202, 0203, 0204, 0205 00 00, 0206, 0207, ex 0208, 0209 00, 0210, 1601 00 e 1602 (1) (4)

per il latte di vacca crudo e il latte di vacca intero della voce 0401 dell’allegato I; per gli altri prodotti alimentari delle voci 0401, 0402, 0405 00 e 0406 conformemente a (2) (4)

di uova fresche sgusciate, uova di volatili e tuorli d’uovo elencati nell’allegato I alle voci 0407 00 e 0408 (3) (4)

«Azinfos-metile

0,01 (1)

0,01 (1)

0,01 (1)


(1)  Indica il limite inferiore di determinazione analitica.»


ALLEGATO III

Nell’allegato II, parte A, della direttiva 90/642/CEE è aggiunta la seguente colonna:

«Gruppi ed esempi di singoli prodotti ai quali si applicano le quantità massime di residui

Azinfos-metile

1.   

Frutta fresche, secche o non cotte, conservate mediante congelamento, senza zuccheri addizionati; frutta a guscio

i)

AGRUMI

0,05 (1)

Pompelmi

 

Limoni

 

Limette

 

Mandarini (comprese le clementine e ibridi simili)

 

Arance

 

Pomeli

 

Altri

 

ii)

FRUTTA A GUSCIO (con o senza guscio)

0,5

Mandorle

 

Noci del Brasile

 

Noci di acagiù

 

Castagne e marroni

 

Noci di cocco

 

Nocciole

 

Noci del Queensland

 

Noci di Pecan

 

Pinoli

 

Pistacchi

 

Noci comuni

 

Altri

 

iii)

POMACEE

0,5 (2)

Mele

 

Pere

 

Cotogne

 

Altri

 

iv)

DRUPACEE

0,5 (2)

Albicocche

 

Ciliegie

 

Pesche (comprese le nettarine e ibridi simili)

 

Prugne

 

Altri

 

v)

BACCHE E PICCOLA FRUTTA

 

a)

Uve da tavola e da vino

0,05 (1)

Uve da tavola

 

Uve da vino

 

b)

Fragole (escluse le fragole selvatiche)

0,5 (2)

c)

Frutti di piante arbustive (escluse le selvatiche)

0,5 (2)

More

 

More di rovo

 

More-lamponi

 

Lamponi

 

Altri

 

d)

Altra piccola frutta e bacche (escluse le selvatiche)

 

Mirtilli neri

 

Mirtilli rossi

0,1

Ribes (rosso, nero e bianco)

0,5 (2)

Uva spina

0,5 (2)

Altri

0,05 (1)

e)

Bacche e frutti selvatici

0,05 (1)

vi)

FRUTTA VARIE

0,05 (1)

Avocadi

 

Banane

 

Datteri

 

Fichi

 

Kiwi

 

Kumquat

 

Litchi

 

Manghi

 

Olive (da tavola)

 

Olive (da olio)

 

Papaie

 

Frutti della passione

 

Ananassi

 

Melograni

 

Altri

 

2.   

Ortaggi, freschi o non cotti, congelati o secchi

i)

ORTAGGI A RADICE E TUBERO

0,05 (1)

Barbabietole

 

Carote

 

Manioca

 

Sedani rapa

 

Rafano

 

Topinambur

 

Pastinaca

 

Prezzemolo a grossa radice

 

Ravanelli

 

Salsefrica

 

Patate dolci

 

Navoni-rutabaga

 

Navoni

 

Igname

 

Altri

 

ii)

ORTAGGI A BULBO

0,05 (1)

Agli

 

Cipolle

 

Scalogni

 

Cipolline

 

Altri

 

iii)

ORTAGGI A FRUTTO

 

a)

Solanacee

0,05 (1)

Pomodori

 

Peperoni

 

Melanzane

 

Gombo

 

Altri

 

b)

Cucurbitacee con buccia commestibile

 

Cetrioli

0,2

Cetriolini

 

Zucchine

 

Altri

0,05 (1)

c)

Cucurbitacee con buccia non commestibile

0,05 (1)

Meloni

 

Zucche

 

Cocomeri

 

Altri

 

d)

Granturco dolce

0,05 (1)

iv)

CAVOLI

0,05 (1)

a)

Cavoli a infiorescenza

 

Cavoli broccoli (compresi i calabresi)

 

Cavolfiori

 

Altri

 

b)

Cavoli a testa

 

Cavoletti di Bruxelles

 

Cavoli cappucci

 

Altri

 

c)

Cavoli a foglia

 

Cavoli cinesi

 

Cavoli ricci

 

Altri

 

d)

Cavoli rapa

 

v)

ORTAGGI A FOGLIA ED ERBE FRESCHE

0,05 (1)

a)

Lattughe e simili

 

Crescione

 

Dolcetta

 

Lattuga

 

Scarola (indivia a foglie larghe)

 

Rucola

 

Foglie e steli di cavoli, comprese le cime di rapa

 

Altri

 

b)

Spinaci e simili

 

Spinaci

 

Foglie di barbabietola (bieta da coste)

 

Altri

 

c)

Crescione acquatico

 

d)

Witloof

 

e)

Erbe aromatiche

 

Cerfoglio

 

Erba cipollina

 

Prezzemolo

 

Foglie di sedano

 

Altri

 

vi)

LEGUMI DA GRANELLA (freschi)

0,05 (1)

Fagioli (con baccello)

 

Fagioli (senza baccello)

 

Piselli (con baccello)

 

Piselli (senza baccello)

 

Altri

 

vii)

ORTAGGI A STELO (freschi)

0,05 (1)

Asparagi

 

Cardi

 

Sedani

 

Finocchi

 

Carciofi

 

Porri

 

Rabarbaro

 

Altri

 

viii)

FUNGHI

0,05 (1)

a)

Funghi coltivati

 

b)

Funghi selvatici

 

3.

Legumi da granella

0,05 (1)

Fagioli

 

Lenticchie

 

Piselli

 

Lupini

 

Altri

 

4.   

Semi oleaginosi

Semi di lino

 

Semi di arachide

 

Semi di papavero

 

Semi di sesamo

 

Semi di girasole

 

Semi di colza

 

Semi di soia

 

Semi di senape

 

Semi di cotone

0,2

Semi di canapa

 

Altri

0,05 (1)

5.

Patate

0,05 (1)

Patate primaticce

 

Patate tardive

 

6.

Tè (foglie e steli essiccati, fermentati o altrimenti lavorati, di Camellia sinensis)

0,1 (1)

7.

Luppolo (essiccato), compresi i panelli di luppolo e polvere non concentrata

0,1 (1)


(1)  Indica il limite inferiore di determinazione analitica.

(2)  LMR temporaneo fino al 18 settembre 2008. Dopo tale data l’LMR sarà di 0,05 () mg/kg salvo altrimenti modificato da una direttiva o da un regolamento.».


Top