Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 31988R2320

REGOLAMENTO (CEE) N. 2320/88 DELLA COMMISSIONE del 26 luglio 1988 recante le modalità d' applicazione del regolamento (CEE) n. 4028/86 del Consiglio per quanto riguarda le azioni di prospezione dei mercati

OJ L 202, 27.7.1988, p. 1–17 (ES, DA, DE, EL, EN, FR, IT, NL, PT)

No longer in force, Date of end of validity: 01/01/1994

ELI: http://data.europa.eu/eli/reg/1988/2320/oj

31988R2320

REGOLAMENTO (CEE) N. 2320/88 DELLA COMMISSIONE del 26 luglio 1988 recante le modalità d' applicazione del regolamento (CEE) n. 4028/86 del Consiglio per quanto riguarda le azioni di prospezione dei mercati -

Gazzetta ufficiale n. L 202 del 27/07/1988 pag. 0001 - 0017


REGOLAMENTO (CEE) N. 2320/88 DELLA COMMISSIONE del 26 luglio 1988 recante le modalità d'applicazione del regolamento (CEE) n. 4028/86 del Consiglio per quanto riguarda le azioni di prospezione dei mercati

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

visto il trattato che istituisce la Comunità economica europea,

visto il regolamento (CEE) n. 4028/86 del Consiglio, del 18 dicembre 1986, relativo ad azioni comunitarie per il miglioramento e l'adeguamento delle strutture nel settore della pesca e dell'acquacoltura (1), in particolare l'articolo 29, paragrafo 1, l'articolo 30, paragrafo 3 e l'articolo 31, paragrafo 2,

considerando che è necessario definire le azioni che sono volte a promuovere il consumo dei prodotti della pesca provenienti da specie eccedentarie o scarsamente sfruttate e che saranno prese in considerazione per la concessione di un contributo finanziario della Comunità;

considerando che occorre definire la natura delle spese sostenute per le azioni che saranno prese in considerazione per la concessione del contributo;

considerando che i progetti suscettibili di costituire oggetto del contributo finanziario della Comunità devono recare i dati che consentono alla Commissione di prendere una decisione in merito ad essi e devono essere presentati in forma unitaria;

considerando che nelle domande di pagamento che gli Stati membri presentano alla Commissione devono figurare alcuni dati che le permettano di verificare se le spese sono conformi alle disposizioni del regolamento (CEE) n. 4028/86;

considerando che le misure previste dal presente regolamento sono conformi al parere del comitato permanente per le strutture della pesca;

(2) GU n. L 376 del 31. 12. 1986, pag. 7.

HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:

TITOLO I Azioni che possono beneficiare del contributo Articolo 1 1. Possono beneficiare di un contributo finanziario della Comunità ai sensi dell'articolo 29 del regolamento (CEE) n. 4028/86 le azioni di promozione e di ricerca di nuovi sbocchi nella Comunità per prodotti della pesca provenienti da specie eccedentarie o scarsamente sfruttate, qui di seguito denominate "specie". Tali azioni possono comprendere:

- campagne promozionali,

- ricerche di consumo,

- test riguardanti il consumo,

- l'organizzazione e la partecipazione a fiere ed esposizioni,

- studi del mercato e sondaggi,

- consulenze ed incentivi alla vendita, servizi prestati ai commercianti all'ingrosso e al minuto.

Queste azioni devono avere dimensioni sufficienti per rendere significativi i risultati perseguiti in ordine al consumo.

2. Le azioni di cui al paragrafo 1 devono vertere su prodotti destinati al consumo umano e possono riguardare specie soggette a restrizioni quantitative per le quali l'offerta supera temporaneamente la domanda.

3. Nel quadro tuttavia delle decisioni di cui all'articolo 31 del regolamento (CEE) n. 4028/86, la Commissione può concedere un contributo finanziario ad azioni di promozione diverse da quelle contemplate nei paragrafi 1 e 2, purché soddisfino le condizioni dell'articolo 29 dello stesso regolamento.

Articolo 2

1. Sono esclusi dalle azioni di cui all'articolo 1 i progetti che rientrano nel campo d'applicazione del regolamento (CEE) n. 355/77 del Consiglio, del 15 febbraio 1977, relativo ad un'azione comune per il miglioramento delle condizioni di trasformazione e di commercializzazione dei prodotti agricoli e dei prodotti della pesca (3).

2. Sono pure esclusi dalle azioni di cui all'articolo 1 i progetti che fruiscono di aiuti della Comunità in virtù di altre azioni comunitarie.

TITOLO II Determinazione delle spese sovvenzionabili Articolo 3 1. Le spese sostenute per le azioni definite all'articolo 1 che vanno prese in considerazione ai fini di un contributo finanziario sono quelle - al netto delle imposte ripetibili - necessarie per portare a termine queste azioni. Esse non comprendono tuttavia ne le retribuzioni o spese delle persone dipendenti dall'organismo soprintendente ai sensi dell'articolo 29, paragrafo 2, lettera a) del regolamento (CEE) n. 4028/86, ne gli investimenti materiali destinati alla produzione dei prodotti oggetto di tali azioni.

2. Vengono prese in considerazione per la concessione di un contributo finanziario soltanto le spese sostenute dopo la data di registrazione della domanda di contributo presso la Commissione.

TITOLO III Procedura di presentazione e di esame dei progetti Articolo 4 1. I progetti relativi ad azioni di promozione inoltrati alla Commissione devono contenere i dati stabiliti nell'allegato I ed essere presentati nella forma prevista dallo stesso allegato.

2. Le domande di cui al paragrafo 1 devono essere presentate dalla Commissione in duplice esemplare. I documenti giustificativi e di altra natura diversi dai formulari di cui all'allegato I possono essere presentati in un unico esemplare.

3. Le domande di cui al paragrafo 1 sono registrate presso la Commissione alla data in cui vengono ricevute.

Articolo 5

1. All'atto di decidere la concessione di un contributo finanziario, la Commissione tiene conto dei seguenti fattori:

(4) GU n. L 51 del 23. 2. 1977, pag. 1.

- la situazione dei mercati, il carattere eccedentario e il grado di sfruttamento delle specie in questione,

- la qualità ed il costo delle azioni proposte,

- l'esperienza dell'organismo soprintendente,

- le prospettive di riuscita dell'azione.

2. La Commissione potrà avvalersi, a seconda dei casi, dell'aiuto di organismi specializzati in studi di mercato e di pubblicità o di esperti che offrano assolute garanzie di indipendenza.

TITOLO IV Disposizioni finanziarie e generali Articolo 6 1. Possono beneficiare di un contributo comunitario gli organismi pubblici, semipubblici o privati, su cui ricade in definitiva l'onere finanziario dell'attuazione del progetto.

2. Le domande di pagamento del contributo sono inoltrate alla Commissione tramite l'autorità nazionale competente designata dallo Stato membro. Esse sono presentate in duplice esemplare nella forma prevista dall'allegato II del presente regolamento. Esse sono corredate da un rapporto descrittivo (intermedio o finale) contenente indicazioni sulla realizzazione dell'azione e sull' utilizzazione dei fondi.

Il numero dei pagamenti non può essere superiore al numero delle quote fissate nella decisione relativa alla concessione del contributo.

I versamenti del contributo sono effettuati tramite gli organismi all'uopo designati dallo Stato membro interessato.

Articolo 7

L'autorità competente trasmette alla Commissione nel termine di tre mesi dopo l'entrata in vigore del presente regolamento una descrizione dettagliata dei metodi di controllo utilizzati per certificare l'esattezza delle informazioni contenute nelle domande di pagamento previste all'articolo 6, paragrafo 2.

Articolo 8

Il beneficiario effettua una valutazione dei risultati dell'azione intrapresa entro la data indicata nella decisione di concessione del contributo.

Articolo 9

Il presente regolamento entra in vigore il terzo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale delle Comunità europee.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Fatto a Bruxelles, il 26 luglio 1988.

Per la Commissione António CARDOSO E CUNHA Membro della Commissione

ALLEGATO I DOMANDA DI CONTRIBUTO COMUNITARIO PER AZIONI INTESE A PROMUOVERE IL CONSUMO DEI PRODOTTI DELLA PESCA PROVENIENTI DA SPECIE ECCEDENTARIE O SCARSAMENTE SFRUTTATE

Stato membro: .

Data di registrazione: .

(Spazio riservato alla Commissione) Progetto n. .............../...............

I. SCHEDA AMMINISTRATIVA DEL PROGETTO (da compilare a cura dello Stato membro) Titolo del progetto di promozione Lo Stato membro, rappresentato nella fattispecie da (¹) (¹) Indicare l'amministrazione competente.

Conferma che:

1.

Esso esprime parere favorevole sul progetto d'azioni in causa.

2.

Il progetto d'azione è proposto da un organismo pubblico, semipubblico o privato rappresentativo del settore della pesca in uno o più Stati membri:

Nome dell'organismo: .

.

.

3.

Il progetto riguarda azioni collettive non orientate in funzione di marche commerciali e senza riferimento ad un paese o ad una regione di produzione.

4.

Il beneficiario possiede una sufficiente competenza professionale per la gestione del progetto.

5.

La partecipazione finanziaria nazionale all'attuazione del progetto sarà concessa dalle autorità:

- nazionali - regionali/locali La partecipazione nazionale sarà costituita da:

- una sovvenzione in conto capitale di .................................................. (in moneta nazionale) - un bonifico d'interesse o un prestito a tassa agevolato concesso da:

.

.

alle seguenti condizioni (precisare, secondo il tipo di aiuto, il tasso agevolato e la durata del prestito e/o la durata del prestito nonché il tasso e la durata del bonifico e/o la durata di un'eventuale dilazione di pagamento):

N.

Importo del prestito bonificato Tasso agevolato Durata del prestito Tasso boni- ficato Durata del bonifico Durata della dilazione .

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Altro tipo di aiuto (specificare) .

.

.

Importo equivalente (in moneta nazionale) ..............................................................................

6.

L'autorità pubblica o l'organismo incaricato di trasmettere i documenti giustificativi è il seguente:

.

.

.

Servizio da contattare: Telefono:

Servizio da contattare:

.

Telefono:

.

Responsabile:

.

Telex:

.

7.

Il regime IVA applicabile al progetto è il seguente:

- IVA completamente recuperabile:

Sì NO - IVA parzialmente recuperabile:

Sì NO - IVA non recuperabile:

Sì NO - Esenzione dall'IVA:

SìNO Osservazioni: .

.

.

.

Data: ..................................................

Firma: .

Timbro dell'amministrazione

Stato membro: .

Data di registrazione: .

Titolo del progetto:

(Spazio riservato alla Commissione) Progetto n. .............../...............

II. DOMANDA DI CONTRIBUTO PARTE A (da compilare a cura del beneficiario) 1. . Beneficiario 1.1. Nome o ragione sociale dell'organismo o della società che presenta il progetto: .

.

.

.

1.2. Via e numero o casella postale: .

.

1.3. Codice postale e località: .

.

1.4. Telefono: .

1.5. Telex: .

1.6. Attività principale del beneficiario: .

.

.

1.7. Forma giuridica: .

.

1.8. Data di costituzione (solo per le società): .

.

2. . Banca del beneficiario o organismo per il cui tramite saranno effettuati i versamenti 2.1. Nome o ragione sociale: .

.

Agenzia o filiale: .

.

2.2. Via e numero o casella postale: .

.

2.3. Codice postale e località: .

.

2.4. Numero di conto del beneficiario presso tale organismo (1): .

.

.

3. . Informazioni generali 3.1. Data prevista di avvio del progetto (2): .

3.2. Durata prevista del progetto: .

3.3. Il beneficiario del presente progetto ha già ottenuto un contributo comunitario? Quale? (3): .

.

.

(4) Se partecipano al progetto vari beneficiari, indicare un solo numero di conto aperto a loro nome o il numero di conto di uno di essi, previo accordo tra gli interessati.

(5) La data di ricevimento del progetto da parte della Commissione, indicata nella ricevuta che sarà inviata al beneficiario, costituisce una data di riferimento per l'ammissibilità del progetto. L'attivazione del progetto non può effettuarsi che dopo tale data.

(6) - Nel quadro del titolo IX (prospezione dei mercati) del regolamento (CEE) n. 4028/86? - Nel quadro di un'altra azione comune di promozione attuata dalla Comunità? - Nel quadro di un altro fondo o di un'altra fonte di finanziamento comunitaria?

FINANZIAMENTO DEL PROGETTO Costo totale dell'azione, al netto dell'IVA recuperabile:.

.

Importo per il quale è chiesto il contributo:

Importo per il quale è chiesto il contributo:

.

.

Partecipazione dello Stato membro:

.

In conto capitale:

.

Prestito a tasso agevolato:

(equivalente sovvenzione in conto capitale) .

Contributo chiesto alla Comunità:

.

Partecipazione del beneficiario, di cui:

- Fondi propri:

.

- Prestiti:

.

- Prestazioni in natura e lavori per proprio conto:

.

Altri apporti:

.

.

.

Il sottoscritto/I sottoscritti dichiara(no) di disporre dei fondi necessari per garantire la propria partecipazione finanziaria personale al progetto.

Il sottoscritto/I sottoscritti autorizza(no) la Commissione a utilizzare per scopi statistici i dati riportati nel progetto.

Data:

Data:.

Firma del beneficiario o dei beneficiari:

.

.

.

PARTE B Nota esplicativa per la descrizione generale del progetto (molto importante) L'esame di ciascun progetto da parte dei servizi della Commissione si effettua mediante l'analisi degli elementi di seguito precisati, che devono essere acclusi alla domanda di contributo.

Una domanda di contributo finanziario incompleta (ad esempio priva della relazione descrittiva e/o degli allegati) è irricevibile.

a) La parte A dell'allegato debitamente compilata.

b) Una breve relazione descrittiva dell'azione che ne consenta un'adeguata valutazione (7) e che comprenda almeno:

- una presentazione del problema;

- le finalità chiaramente definite (diagnosi, obiettivi perseguiti, strategia da adottare, ecc.);

- il metodo o i metodi d'azione raccomandati, i mass-media prescelti, i risultati ottenuti, le offerte in concorrenza;

- il calendario previsto per realizzare l'azione;

- il bilancio corredato di almeno tre offerte dovrà essere presentato secondo una ripartizione annua delle diverse spese. Queste ultime dovranno essere ben circostanziate e giustificate mediante preventivi, onorari e/o, altrimenti, mediante una valutazione motivata delle spese. I preventivi e gli altri documenti giustificativi devono essere allegati al progetto.

Tale bilancio dovrà includere il costo della valutazione dei risultati dell'azione intrapresa.

c) Informazioni di natura tale che consentano alla Commissione di valutare le garanzie professionali e finanziarie offerte dal realizzatore così come la propria esperienza e la propria specializzazione nello specifico settore.

(8) La stesura della relazione descrittiva è un lavoro complesso, ma essenziale nella presentazione del progetto. Se la relazione è completa e ben redatta, essa costituirà per la Commissione uno degli elementi capitali su cui valutare i motivi della realizzazione dell'azione di promozione, la sua qualità, le possibilità effettive di raggiungere i risultati perseguiti e il suo interesse in relazione agli obiettivi della politica della pesca.

ALLEGATO II AZIONE DI PROSPEZIONE DEI MERCATI CERTIFICATO PER IL PAGAMENTO DI UNA FRAZIONE DEL CONTRIBUTO MODELLO 1a Progetto n.: ....................................................................... Titolo del progetto: .

Beneficiario: .

Indirizzo: .

Il/la ................................................................................................................... (¹), autorità intermediaria designata dalle autorità nazionali, dichiara che sono stati controllati i documenti menzionati nell'elenco dei documenti contabili accluso (modello 3).

TALE CONTROLLO CONSENTE DI CERTIFICARE CHE:

1. I lavori sono iniziati il ........................................ .

2. In data .................................... , l'importo delle spese totali reali effettivamente pagate era di ........................................................... , di cui le spese imputabili, eslusa la parte recuperabile dell'IVA, ammontavano a ............................................................ (in moneta nazionale).

3. Detto importo è stato finanziato come indicato nelmodello 2 accluso.

4. I lavori effettuati, oggetto di questi documenti, sono conformi al progetto presentato alla Commissione (salvo quelli concernenti ....................................................... , per i quali sono riportate in allegato, nel modello 4, le spiegazioni e le giustificazioni).

5. La partecipazione finanziaria nazionale e quella del beneficiario, stabilite tenendo conto di tutti gli aiuti di qualsiasi natura, sono conformi - o lo saranno al più tardi a lavori ultimati - alle disposizioni degli articoli 42 e 43 del regolamento (CEE) n. 4028/86.

6. Il beneficiario si impegna a portare a termine i lavori al più tardi il ................................. .

7. Le condizioni speciali indicate nell'allegato della decisione di concessione del contributo sono state rispettate.

8. I documenti giustificativi controllati sono depositati presso: .

.

Fatto a ........................................... , il .....................

Per l'autorità competente .Firma e timbro (¹) Denominazione dell'autorità intermediaria.

CERTIFICATO PER IL PAGAMENTO DEL SALDO O DELLA TOTALITÀ DEL CONTRIBUTO MODELLO 1b Progetto n.: ....................................................................... Titolo del progetto: .

Beneficiario: .

Indirizzo: .

Il/la ................................................................................................................... (¹), autorità intermediaria designata dalle autorità nazionali, dichiara che sono stati controllati i documenti menzionati nell'elenco dei documenti contabili accluso (modello 3).

TALE CONTROLLO CONSENTE DI CERTIFICARE CHE:

1. La realizzazione dei lavori è iniziata il ........................................

2. In data .................................... i lavori sono stati ultimati.

3. L'importo delle spese totali reali effettivamente pagate era di ............................................, di cui le spese imputabili, esclusa la parte recuperabile dell'IVA, ammontavano a ............................................ (in moneta nazionale).

4. Detto importo è stato finanziato come indicato nel modello 2 accluso.

5. L'importo delle spese summenzionate è suddiviso tra le varie categorie di lavori previsti, come indicato nell'elenco dei documenti contabili accluso alla presente domanda di pagamento (modello 3).

6. Il/la ................................................................................................... ha constatato che i lavori realizzati sono conformi a quelli descritti nella decisione di concessione del contributo della Commissione, salvo quelli concernenti le categorie ...................................., per i quali sono fornite spiegazioni nel modello 4.

7. La partecipazione finanziaria del beneficiario e quella dello Stato membro sono conformi alle disposizioni degli articoli 42 e 43 del regolamento (CEE) n. 4028/86.

8. Le condizioni speciali indicate nell'allegato della decisione di concessione del contributo sono state rispettate.

9. I documenti giustificativi controllati sono depositati presso: .

.

Fatto a ............ , il ....................................................

Per l'autorità competente .Firma e timbro (¹) Denominazione dell'autorità intermediaria.

ALLEGATO AL CERTIFICATO, RELATIVO AL FINANZIAMENTO DELLE SPESE SOSTENUTE MODELLO 2 Finanziamento delle spese sostenute fino al: ..............................

Progetto n.: .

in località: .

1.

Partecipazione del beneficiario/dei beneficiari:

- Capitali propri .

- Prestazioni in natura (¹):

.

- Prestiti al tasso di mercato (*):

.

2.

Partecipazione dello Stato membro:

- Sovvenzione in conto capitale versata il ........................................ :

.

- Equivalente sovvenzione in conto capitale .

- Altri aiuti (da specificare):

.

.

3.

Già ricevuto dalla Commissione:

.

Totale:

4.

Il sottoscritto si impegna a compensare con fondi propri o con prestiti da contrattare alle condizioni normali del mercato (*) qualsiasi eventuale differenza risultante da una minore partecipazione della Commissione e/o dello Stato membro al finanziamento del progetto.

Data: ........................................

Firma: .

(beneficiario) Attestato dell'autorità competente Data, firma e timbro .

.

.

(¹) Indicare le basi di calcolo.

(*) Per il prestito alle condizioni normali del mercato si intende un prestito senza bonifico d'interesse.

ELENCO DEI DOCUMENTI CONTABILI

MODELLO 3 (Periodo dal ................... al ...................) Cate- goria N.

Oggetto Spese preventivate Documenti contabili (¹) N.

Data Rilasciati da Oggetto Importo al netto dell'IVA recuperabile Modalità di pagamento (²) Data di pagamento (³) Pagamenti effettuati. Importo senza decimali, al netto dell'IVA recuperabile (¹) Indicare tutti i documenti relativi alla realizzazione del progetto finanziato.

(²) Modalità di pagamento: 1. Banca, 2. Assegno, 3. Contanti, 4. Altri.

(³) La data da indicare è quella relativa al pagamento effettivo e non la data della scadenza di un debito, ad esempio in caso di pagamento mediante tratta.

Data: .

Firma del beneficiario: .

Attestato dell'autorità competente:

Timbro:

.

.

.

Progetto n. .

SPIEGAZIONE DELLE DIFFERENZE TRA I LAVORI PREVISTI ED I LAVORI REALIZZATI

MODELLO 4 Lavori ed azioni previsti nel fascicolo iniziale Lavori ed azioni realizzati Breve descrizione Costo al netto dell'IVA recuperabile Breve descrizione Costo al netto dell'IVA recuperabile Giustificazioni delle variazioni (¹) (¹) Fatture corrispondenti accluse e, se del caso, scambio di corrispondenza in proposito tra il ministero e il beneficiario.

Data: .

Firma del beneficiario: .

Attestato dell'autorità competente:

Data, firma e timbro:

.

.

.

Progetto n.: .

Top