Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 31980R3177

Regolamento (CEE) n. 3177/80 della Commissione, del 5 dicembre 1980, relativo al luogo d' introduzione da prendere in considerazione ai sensi dell' articolo 14, paragrafo 2, del regolamento (CEE) n. 1224/80 del Consiglio, relativo al valore in dogana delle merci

OJ L 335, 12.12.1980, p. 1–2 (DA, DE, EN, FR, IT, NL)
Greek special edition: Chapter 02 Volume 010 P. 214 - 215
Spanish special edition: Chapter 02 Volume 007 P. 114 - 115
Portuguese special edition: Chapter 02 Volume 007 P. 114 - 115

No longer in force, Date of end of validity: 01/01/1994; abrogato da 393R2454

ELI: http://data.europa.eu/eli/reg/1980/3177/oj

31980R3177

Regolamento (CEE) n. 3177/80 della Commissione, del 5 dicembre 1980, relativo al luogo d' introduzione da prendere in considerazione ai sensi dell' articolo 14, paragrafo 2, del regolamento (CEE) n. 1224/80 del Consiglio, relativo al valore in dogana delle merci

Gazzetta ufficiale n. L 335 del 12/12/1980 pag. 0001 - 0002
edizione speciale greca: capitolo 02 tomo 10 pag. 0214
edizione speciale spagnola: capitolo 02 tomo 7 pag. 0114
edizione speciale portoghese: capitolo 02 tomo 7 pag. 0114


++++

( 1 ) GU N . L 134 DEL 31 . 5 . 1980 , PAG . 1 .

( 2 ) GU N . L 134 DEL 19 . 6 . 1970 , PAG . 33 .

( 3 ) GU N . L 124 DEL 18 . 5 . 1977 , PAG . 5 .

REGOLAMENTO ( CEE ) 3177/80 DELLA COMMISSIONE

DEL 5 DICEMBRE 1980

RELATIVO AL LUOGO DI INTRODUZIONE DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE AI SENSI DELL'ARTICOLO 14 , PARAGRAFO 2 , DEL REGOLAMENTO ( CEE ) N . 1224/80 DEL CONSIGLIO , RELATIVO AL VALORE IN DOGANA DELLE MERCI

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITA EUROPEE ,

VISTO IL TRATTATO CHE ISTITUISCE LA COMUNITA ECONOMICA EUROPEA ,

VISTO IL REGOLAMENTO ( CEE ) N . 1224/80 DEL CONSIGLIO , DEL 28 MAGGIO 1980 , RELATIVO AL VALORE IN DOGANA DELLE MERCI ( 1 ) , IN PARTICOLARE L'ARTICOLO 14 , PARAGRAFO 2 ,

CONSIDERANDO CHE IL CITATO REGOLAMENTO ( CEE ) N . 1224/80 , ALL'ARTICOLO 14 , PARAGRAFO 1 , DEFINISCE IL LUOGO D'INTRODUZIONE DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE IN DOGANA ;

CONSIDERANDO CHE L'ARTICOLO 14 , PARAGRAFO 2 , DI DETTO REGOLAMENTO PRECISA CHE , PER LE MERCI INTRODOTTE NEL TERRITORIO DOGANALE DELLA COMUNITA E SPEDITE FINO AL LUOGO DI DESTINAZIONE IN UN'ALTRA PARTE DI QUESTO TERRITORIO , ATTRAVERSO IL TERRITORIO DI UN PAESE TERZO O PER VIA MARITTIMA DOPO AVER ATTRAVERSATO UNA PARTE DEL TERRITORIO DOGANALE DELLA COMUNITA , IL LUOGO DI INTRODUZIONE NELLA COMUNITA DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE E STABILITO SECONDO LA PROCEDURA PREVISTA ALL'ARTICOLO 19 DI DETTO REGOLAMENTO ;

CONSIDERANDO CHE , PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE IN DOGANA DELLE MERCI CHE SONO INTRODOTTE NELLE CIRCOSTANZE SUCCITATE , SEMBRA GIUSTIFICATO PRENDERE IN CONSIDERAZIONE IL PRIMO LUOGO DI INTRODUZIONE NELLA COMUNITA , TENUTO CONTO DEL FATTO CHE L'ATTRAVERSAMENTO DEI TERRITORI AUSTRIACO , SVIZZERO O DELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA TEDESCA , O ANCORA LA SPEDIZIONE VIA MARE , PUO COSTITUIRE LA VIA DI TRASPORTO PIU NORMALE VERSO IL LUOGO DI DESTINAZIONE E CHE , IN TALE CASO , E NECESSARIO NON INFLUENZARE LA SCELTA DELL'IMPORTATORE QUANTO AL LUOGO DI SDOGANAMENTO ; CHE QUESTA NORMA PUO TUTTAVIA VALERE SOLTANTO A CONDIZIONE CHE SI TRATTI DI UN INOLTRO DIRETTO , AMMETTENDOSI CHE LE MERCI POSSANO FORMARE OGGETTO DI UNO SBARCO , DI UN TRASBORDO O DI UNA SOSTA MOMENTANEA , IMPOSTI DA RAGIONI INERENTI AL LORO TRASPORTO ;

CONSIDERANDO CHE L'INOLTRO DELLE MERCI PUO IMPLICARE SIA L'ATTRAVERSAMENTO DEL TERRITORIO DEI PAESI TERZI CITATI CHE L'UTILIZZO DELLA VIA MARITTIMA ;

CONSIDERANDO CHE , ALLORQUANDO LE CONDIZIONI RELATIVE ALLA DETERMINAZIONE DI UN LUOGO D'INTRODUZIONE NON SONO OSSERVATE , OCCORRE RIFERIRSI AL LUOGO DI INTRODUZIONE SUCCESSIVO DOVE SONO ADEMPIUTE LE DISPOSIZIONI DELL'ARTICOLO 14 , PARAGRAFI 1 , 2 O 3 DEL REGOLAMENTO ( CEE ) N . 1224/80 ;

CONSIDERANDO CHE I REGOLAMENTI ( CEE ) N . 1150/70 ( 2 ) E ( CEE ) N . 1025/77 ( 3 ) DELLA COMMISSIONE SONO SOSTITUITI DAL PRESENTE REGOLAMENTO ;

CONSIDERANDO CHE LE MISURE PREVISTE DAL PRESENTE REGOLAMENTO SONO CONFORMI AL PARERE DEL COMITATO DEL VALORE IN DOGANA ,

HA ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO :

ARTICOLO 1

1 . PER LE MERCI INTRODOTTE NEL TERRITORIO DOGANALE DELLA COMUNITA E SPEDITE FINO AL LUOGO DI DESTINAZIONE IN UN'ALTRA PARTE DI QUESTO TERRITORIO , ATTRAVERSO I TERRITORI AUSTRIACO , SVIZZERO O DELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA TEDESCA , IL VALORE IN DOGANA E DETERMINATO PRENDENDO IN CONSIDERAZIONE IL PRIMO LUOGO D'INTRODUZIONE NEL TERRITORIO DOGANALE DELLA COMUNITA , A CONDIZIONE CHE LE MERCI FORMINO OGGETTO DI UNA SPEDIZIONE DIRETTA ATTRAVERSO I TERRITORI AUSTRIACO , SVIZZERO O DELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA TEDESCA , E CHE L'ATTRAVERSAMENTO DI QUESTI TERRITORI CORRISPONDA AD UNA VIA NORMALE RISPETTO AL LUOGO DI DESTINAZIONE .

2 . PER LE MERCI INTRODOTTE NEL TERRITORIO DOGANALE DELLA COMUNITA E SPEDITE PER VIA MARITTIMA FINO AL LUOGO DI DESTINAZIONE IN UN'ALTRA PARTE DELLO STESSO TERRITORIO , IL VALORE IN DOGANA E DETERMINATO PRENDENDO IN CONSIDERAZIONE IL PRIMO LUOGO D'INTRODUZIONE NEL TERRITORIO DOGANALE DELLA COMUNITA , A CONDIZIONE CHE LE MERCI FORMINO OGGETTO DI UNA SPEDIZIONE DIRETTA PER UNA VIA NORMALE VERSO IL LUOGO DI DESTINAZIONE .

ARTICOLO 2

LE DISPOSIZIONI DELL'ARTICOLO 1 SONO APPLICABILI ANCHE QUANDO , PER RAGIONI INERENTI AL TRASPORTO , LE MERCI ABBIANO FORMATO OGGETTO NEI TERRITORI AUSTRIACO , SVIZZERO O DELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA TEDESCA DI UNO SBARCO , DI UN TRASBORDO O DI UNA SOSTA MOMENTANEA .

ARTICOLO 3

ALLORQUANDO LE CONDIZIONI PREVISTE DALL'ARTICOLO 1 NON SONO OSSERVATE , IL VALORE IN DOGANA E DETERMINATO PRENDENDO IN CONSIDERAZIONE IL SUCCESSIVO LUOGO D'INTRODUZIONE DOVE SONO ADEMPIUTE LE DISPOSIZIONI DELL'ARTICOLO 14 DEL REGOLAMENTO ( CEE ) N . 1224/80 .

ARTICOLO 4

I REGOLAMENTI ( CEE ) N . 1150/70 E ( CEE ) N . 1025/77 SONO ABROGATI . I RIFERIMENTI A TALI REGOLAMENTI DEVONO INTENDERSI FATTI AL PRESENTE REGOLAMENTO .

ARTICOLO 5

IL PRESENTE REGOLAMENTO ENTRA IN VIGORE IL 1 GENNAIO 1981 .

IL PRESENTE REGOLAMENTO E OBBLIGATORIO IN TUTTI I SUOI ELEMENTI E DIRETTAMENTE APPLICABILI IN CIASCUNO DEGLI STATI MEMBRI .

FATTO A BRUXELLES , IL 5 DICEMBRE 1980 .

PER LA COMMISSIONE

ETIENNE DAVIGNON

MEMBRO DELLA COMMISSIONE

Top