Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 12003TN11/04/A

Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati sui quali si fonda l'Unione europea - Allegato XI: Elenco di cui all'articolo 24 dell'atto di adesione: Malta - 4. Agricoltura - A. Normativa agricola

OJ L 236, 23.9.2003, p. 862–866 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, GA, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

In force

12003TN11/04/A

Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati sui quali si fonda l'Unione europea - Allegato XI: Elenco di cui all'articolo 24 dell'atto di adesione: Malta - 4. Agricoltura - A. Normativa agricola

Gazzetta ufficiale n. L 236 del 23/09/2003 pag. 0862 - 0866


A. NORMATIVA AGRICOLA

1. 31975 R 2759: Regolamento (CEE) n. 2759/75 del Consiglio, del 29 ottobre 1975, relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore delle carni suine (GU L 282 dell'1.11.1975, pag. 1), modificato da ultimo da:

- 32000 R 1365: Regolamento (CE) n. 1365/2000 del Consiglio, del 19.6.2000 (GU L 156 del 29.6.2000, pag. 5);

31975 R 2771: Regolamento (CEE) n. 2771/75 del Consiglio, del 29 ottobre 1975, relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore delle uova (GU L 282 dell'1.11.1975, pag. 49), modificato da ultimo da:

- 32002 R 0493: Regolamento (CE) n. 493/2002 della Commissione, del 19.3.2002 (GU L 77 del 20.3.2002, pag. 7);

31975 R 2777: Regolamento (CEE) n. 2777/75 del Consiglio, del 29 ottobre 1975, relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore del pollame (GU L 282 dell'1.11.1975, pag. 77), modificato da ultimo da:

- 32002 R 0493: Regolamento (CE) n. 493/2002 della Commissione, del 19.3.2002 (GU L 77 del 20.3.2002, pag. 7);

31992 R 1766: Regolamento (CEE) n. 1766/92 del Consiglio, del 30 giugno 1992, relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore dei cereali (GU L 181 dell'1.7.1992, pag. 21), modificato da ultimo da:

- 32000 R 1666: Regolamento (CE) n. 1666/2000 del Consiglio, del 17.7.2000 (GU L 193 del 29.7.2000, pag. 1);

31995 R 3072: Regolamento (CE) n. 3072/95 del Consiglio, del 22 dicembre 1995, relativo all'organizzazione comune del mercato del riso (GU L 329 del 30.12.1995, pag. 18), modificato da ultimo da:

- 32002 R 0411: Regolamento (CE) n. 411/2002 della Commissione, del 4.3.2002 (GU L 62 del 5.3.2002, pag. 27);

31996 R 2200: Regolamento (CE) n. 2200/96 del Consiglio, del 28 ottobre 1996, relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore degli ortofrutticoli (GU L 297 del 21.11.1996, pag. 1), modificato da ultimo da:

- 32002 R 1881: Regolamento (CE) n. 1881/2002 del Consiglio, del 14.10.2002 (GU L 285 del 23.10.2002, pag. 13);

31996 R 2201: Regolamento (CE) n. 2201/96 del Consiglio, del 28 ottobre 1996, relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore dei prodotti trasformati a base di ortofrutticoli (GU L 297 del 21.11.1996, pag. 29), modificato da ultimo da:

- 32002 R 0453: Regolamento (CE) n. 453/2002 della Commissione, del 13.3.2002 (GU L 72 del 14.3.2002, pag. 9);

31999 R 1254: Regolamento (CE) n. 1254/1999 del Consiglio, del 17 maggio 1999, relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore delle carni bovine (GU L 160 del 26.6.1999, pag. 21), modificato da ultimo da:

- 32001 R 2345: Regolamento (CE) n. 2345/2001 della Commissione, del 30.11.2001 (GU L 315 dell'1.12.2001, pag. 29);

31999 R 1255: Regolamento (CE) n. 1255/1999 del Consiglio, del 17 maggio 1999, relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari (GU L 160 del 26.6.1999, pag. 48), modificato da ultimo da:

- 32002 R 0509: Regolamento (CE) n. 509/2002 della Commissione, del 21.3.2002 (GU L 79 del 22.3.2002, pag. 15);

31999 R 1493: Regolamento (CE) n. 1493/1999 del Consiglio, del 17 maggio 1999, relativo all'organizzazione comune del mercato vitivinicolo (GU L 179 del 14.7.1999, pag. 1), modificato da ultimo da:

- 32001 R 2585: Regolamento (CE) n. 2585/2001 del Consiglio, del 19.12.2001 (GU L 345 del 29.12.2001, pag. 10);

32001 R 1260: Regolamento (CE) n. 1260/2001 del Consiglio, del 19 giugno 2001, relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore dello zucchero (GU L 178 del 30.6.2001, pag. 1), modificato da ultimo da:

- 32002 R 0680: Regolamento (CE) n. 680/2002 della Commissione, del 19.4.2002 (GU L 104 del 20.4.2002, pag. 26).

Programma speciale per la politica di mercato per l'agricoltura maltese (SMPPMA)

a) Aiuti di Stato speciali a carattere temporaneo a sostegno dei produttori agricoli

In deroga all'articolo 21 del regolamento (CEE) n. 2759/75, all'articolo 19 del regolamento (CEE) n. 2771/75, all'articolo 19 del regolamento (CEE) n. 2777/75, all'articolo 43 del regolamento (CE) n. 2200/96, all'articolo 23 del regolamento (CE) n. 2201/96, all'articolo 38, paragrafo 1 del regolamento (CE) n. 1255/1999 e all'articolo 71 del regolamento (CE) n. 1493/1999, Malta può concedere aiuti di Stato speciali a carattere temporaneo ai produttori maltesi di pomodori per la trasformazione, ortofrutticoli freschi, vino, carni suine, latte, pollame e uova. Questo sostegno sarà adattato per ciascuno dei settori interessati sulla base degli aiuti esistenti nell'ambito delle attuali norme della politica agricola comune.

Detti aiuti possono essere concessi per un periodo di sette anni dalla data di adesione per i prodotti di origine animale e di 11 anni dalla data di adesione per i prodotti agricoli, conformemente al seguente programma di degressività:

- per i prodotti di origine animale: primo anno 100 %, secondo anno 95 %, terzo anno 90 %, quarto anno 72 %, quinto anno 54 %, sesto anno 36 % e settimo anno 18 %;

- per i prodotti agricoli: primo e secondo anno 100 %, terzo e quarto anno 95 %, quinto e sesto anno 90 %, settimo anno 75 %, ottavo anno 60 %, nono anno 45 %, decimo anno 30 % e undicesimo anno 15 %.

Detti aiuti sono limitati ai seguenti importi per ciascun settore:

Programma per i prodotti agricoli

(milioni di euro) |

Anno | Settore dei pomodori per la trasformazione, compreso l'aiuto supplementare | Settore vitivinicolo, compreso l'aiuto supplementare | Settore della frutta fresca | Settore degli ortaggi freschi | Totale per i prodotti agricoli |

2004 | 1,37 | 2,76 | 2,43 | 0,96 | 7,52 |

2005 | 1,48 | 2,62 | 2,43 | 0,96 | 7,49 |

2006 | 2,68 | 1,23 | 2,31 | 0,91 | 7,13 |

2007 | 2,68 | 1,10 | 2,31 | 0,91 | 7,00 |

2008 | 2,63 | 1,04 | 2,18 | 0,86 | 6,71 |

2009 | 2,63 | 0,94 | 2,18 | 0,86 | 6,61 |

2010 | 2,15 | 0,83 | 1,82 | 0,72 | 5,52 |

2011 | 1,46 | 0,83 | 1,46 | 0,57 | 4,32 |

2012 | 0,85 | 0,76 | 1,10 | 0,43 | 3,14 |

2013 | 0,42 | 0,51 | 0,73 | 0,29 | 1,95 |

2014 | 0,18 | 0,36 | 0,37 | 0,15 | 1,06 |

Totale | 18,53 | 12,98 | 19,32 | 7,62 | 58,45 |

Programma per i prodotti di origine animale

(milioni di euro) |

Anno | Programma SMPPMA per il settore lattiero-caseario, compreso l'aiuto alla ristrutturazione | Settore delle carni suine, compreso l'aiuto alla ristrutturazione | Settore delle uova, compreso l'aiuto alla ristrutturazione | Settore del pollame, compreso l'aiuto alla ristrutturazione | Totale per i prodotti di origine animale, compreso l'aiuto alla ristrutturazione |

2004 | 2,50 | 5,40 | 2,30 | 1,80 | 12,0 |

2005 | 2,45 | 5,17 | 2,18 | 1,70 | 11,5 |

2006 | 2,40 | 4,94 | 2,03 | 1,63 | 11,0 |

2007 | 1,97 | 4,15 | 1,70 | 1,38 | 9,20 |

2008 | 1,63 | 3,28 | 1,34 | 1,15 | 7,40 |

2009 | 1,28 | 2,46 | 0,99 | 0,87 | 5,60 |

2010 | 0,94 | 1,65 | 0,59 | 0,62 | 3,80 |

Totale | 13,17 | 27,05 | 11,13 | 9,15 | 60,5 |

Per ciascun settore, gli aiuti di Stato possono essere assegnati soltanto entro i seguenti massimali:

Prodotti agricoli (quantitativi annui):

Pomodori per la trasformazione : 27000 tonnellate

Frutta fresca : 19400 tonnellate

Ortaggi freschi : 38200 tonnellate

Vite : 1000 ha

Prodotti di origine animale (quantitativi annui):

Prodotti lattiero-caseari : 45000 tonnellate

Carni suine : 125200 capi

Pollame : 7000 tonnellate

Uova : 5000 tonnellate

b) Aiuti di Stato speciali a carattere temporaneo a sostegno dei trasformatori e dei dettaglianti riconosciuti di prodotti agricoli importati

In deroga all'articolo 21 del regolamento (CEE) n. 2759/75, all'articolo 19 del regolamento (CEE) n. 1766/92, all'articolo 19 del regolamento (CE) n. 3072/95, all'articolo 23 del regolamento (CE) n. 2201/96, all'articolo 40 del regolamento (CE) n. 1254/1999, all'articolo 38, paragrafo 1 del regolamento (CE) n. 1255/1999 e all'articolo 45 del regolamento (CE) n. 1260/2001, Malta può concedere aiuti di Stato speciali a carattere temporaneo per sostenere l'acquisto di prodotti agricoli importati che prima dell'adesione beneficiavano di restituzioni all'esportazione o erano importati da paesi terzi in esenzione da dazio purché Malta preveda un meccanismo per garantire che del sostegno si avvantaggino effettivamente i consumatori. Gli aiuti sono calcolati sulla base della differenza tra i prezzi UE (compreso il trasporto) e quelli del mercato mondiale, non devono superare tale differenza e tengono conto del livello delle restituzioni all'esportazione.

Detti aiuti di Stato sono concessi in modo decrescente per un periodo massimo di sette anni dalla data di adesione: primo anno 100 %, secondo anno 95 %, terzo anno 90 %, dal quarto al settimo anno una riduzione del 18 % l'anno.

Detti aiuti sono limitati ai seguenti importi per ciascun settore:

Misure relative alle forniture

Milioni di euro |

Prodotti | 2004 | 2005 | 2006 | 2007 | 2008 | 2009 | 2010 | Totale |

Cereali | 3,0 | 2,9 | 2,7 | 2,2 | 1,6 | 1,1 | 0,5 | 14,0 |

Zucchero | 11,0 | 10,5 | 9,9 | 7,9 | 5,9 | 4,0 | 2,0 | 51,2 |

Prodotti a base di carne | 0,8 | 0,8 | 0,8 | 0,6 | 0,5 | 0,3 | 0,2 | 3,9 |

Prodotti lattiero-caseari | 1,0 | 1,0 | 0,9 | 0,7 | 0,5 | 0,4 | 0,2 | 4,7 |

Prodotti semilavorati a base di pomodori | 0,8 | 0,8 | 0,7 | 0,6 | 0,4 | 0,3 | 0,1 | 3,7 |

Totale | 77,4 |

Per ciascun settore, gli aiuti di Stato possono essere assegnati soltanto entro i seguenti massimali:

Prodotto | Quantitativo (tonnellate per anno) |

Zucchero

Zucchero | 35000 |

Cereali

Frumento (grano) tenero e frumento segalato, destinati alla semina | 52000 |

Orzo, escluso quello destinato alla semina | 61000 |

Granturco, escluso quello destinato alla semina | 62000 |

Riso | 3000 |

Malto di altri cereali, escluse le farine di frumento (grano) | 2500 |

Semolino [semole e semolini di frumento (grano) duro] | 3500 |

Prodotti lattiero-caseari

Crema di latte in polvere o in altra forma solida, tenore di materia grassa < 1,5 % | 521 |

Burro naturale, tenore di materia grassa ≤ 85 %, imballaggio immediato | 250 |

Altri tipi di burro, tenore di materia grassa ≤ 85 %, imballaggio immediato | 250 |

Formaggio Cheddar | 1200 |

Formaggio Edam | 1000 |

Altri formaggi fusi (Kefalo tyri, ecc.) | 1500 |

Prodotti a base di carne

Quarti posteriori di bovini non disossati, congelati | 4200 |

Tagli di carni bovine disossate detti "crop", "chuck and blade" e tagli detti "brisket", congelati | 2000 |

Altri prodotti preparati e lavorati a base di carni della specie suina domestica | 500 |

"Corned beef" in recipienti ermeticamente chiusi | 1200 |

Altri prodotti

Pomodori preparati, tenore di sostanza secca > 30 %, confezioni di peso > 3 kg | 5500 |

Pomodori conservati, interi o in pezzi, in contenitori di peso > 3 kg | 3000 |

c) Per quanto riguarda ciascuno dei prodotti agricoli che rientrano nell'SMPPMA, la clausola di salvaguardia economica di carattere generale di cui all'articolo 37 del presente atto si applica a Malta fino a cinque anni dopo la data di adesione.

d) Malta presenta alla Commissione relazioni annuali sull'attuazione delle misure relative agli aiuti di Stato, indicando le forme degli aiuti e gli importi per settore.

2. 31992 R 3950: Regolamento (CEE) n. 3950/92 del Consiglio, del 28 dicembre 1992, che istituisce un prelievo supplementare nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari (GU L 405 del 31.12.1992, pag. 1), modificato da ultimo da:

- 32002 R 0582: Regolamento (CE) n. 582/2002 della Commissione, del 4.4.2002 (GU L 89 del 5.4.2002, pag. 7).

In deroga all'articolo 11 del regolamento (CEE) n. 3950/92, il tenore rappresentativo di materia grassa del latte consegnato per Malta viene determinato dopo un periodo di cinque anni dalla data di adesione.

Finché non viene determinato il tenore rappresentativo di materia grassa, non è applicabile a Malta il raffronto del tenore di materia grassa per il calcolo del prelievo supplementare di cui agli articoli 3 e 4 del regolamento (CE) n. 1392/2001 recante modalità d'applicazione del regolamento (CEE) n. 3950/92 [4].

3. 31996 R 2201: Regolamento (CE) n. 2201/96 del Consiglio, del 28 ottobre 1996, relativo all'organizzazione comune di mercati nel settore dei prodotti trasformati a base di ortofrutticoli (GU L 297 del 21.11.1996, pag. 29), modificato da ultimo da:

- 32002 R 0453: Regolamento (CE) n. 453/2002 della Commissione, del 13.3.2002 (GU L 72 del 14.3.2002, pag. 9).

In deroga all'articolo 3, paragrafo 1 del regolamento (CE) n. 2201/96, nelle campagne di commercializzazione dal 2004/2005 al 2008/2009 possono beneficiare del regime di cui all'articolo 2 di detto regolamento anche i contratti tra i trasformatori e i singoli produttori. Rispetto al quantitativo totale di pomodori contrattato da un determinato trasformatore, i quantitativi per i quali possono essere stipulati contratti tra detto trasformatore e singoli produttori non possono superare il 75 % per la campagna 2004/2005, il 65 % per la campagna 2005/2006, il 55 % per la campagna 2006/2007, il 40 % per la campagna 2007/2008 e il 25 % per la campagna 2008/2009. Le attuali cooperative ed altre associazioni di produttori maltesi non riconosciute quali organizzazioni di produttori a norma della legislazione comunitaria vengono considerate "singoli produttori"

4. 31997 R 2597: Regolamento (CE) n. 2597/97 del Consiglio, del 18 dicembre 1997, che fissa le disposizioni complementari dell'organizzazione comune dei mercati nel settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari per quanto riguarda il latte alimentare (GU L 351 del 23.12.1997, pag. 13), modificato da ultimo da:

- 31999 R 1602: Regolamento (CE) n. 1602/1999 del Consiglio, del 19.7.1999 (GU L 189 del 22.7.1999, pag. 43).

In deroga all'articolo 3, paragrafo 1, lettera b) del regolamento (CE) n. 2597/97, le prescrizioni relative al tenore minimo di materia grassa del latte intero non si applicano al latte alimentare prodotto a Malta per un periodo di tre anni dalla data di adesione. Il latte alimentare non conforme alle prescrizioni relative al tenore di materia grassa può essere commercializzato solo a Malta o esportato in un paese terzo.

5. 31999 R 1254: Regolamento (CE) n. 1254/1999 del Consiglio, del 17 maggio 1999, relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore delle carni bovine (GU L 160 del 26.6.1999, pag. 21), modificato da ultimo da:

- 32001 R 2345: Regolamento (CE) n. 2345/2001 della Commissione, del 30.11.2001 (GU L 315 dell'1.12.2001, pag. 29).

In deroga all'articolo 12, paragrafi 1 e 2 del regolamento (CE) n. 1254/1999, a Malta l'applicazione del coefficiente di densità viene introdotta gradualmente su base lineare da 4,5 UBA per ettaro nel primo anno successivo all'adesione a 1,8 UBA per ettaro cinque anni dopo l'adesione. Durante tale periodo, per determinare il coefficiente di densità nell'azienda non si tiene conto delle vacche da latte necessarie per produrre il quantitativo di riferimento totale di latte assegnato al produttore.

Malta presenta alla Commissione una relazione sull'attuazione di questa misura entro il 31 dicembre 2007.

6. 31999 R 1493: Regolamento (CE) n. 1493/1999 del Consiglio, del 17 maggio 1999, relativo all'organizzazione comune del mercato vitivinicolo (GU L 179 del 14.7.1999, pag. 1), modificato da ultimo da:

- 32001 R 2585: Regolamento (CE) n. 2585/2001 del Consiglio, del 19.12.2001 (GU L 345 del 29.12.2001, pag. 10).

In deroga all'allegato V, punto C.3, del regolamento (CE) n. 1493/1999, fino al 31 dicembre 2008 Malta può mantenere all'8 % l'attuale titolo alcolometrico volumico minimo naturale del vino prodotto con le varietà indigene Ġellewża e Ghirgentina, con la possibilità di un aumento (arricchimento) che non ecceda un volume del 3 %.

Durante tale periodo Malta assicura un efficace adeguamento delle sue tecniche viticole, al fine di poter produrre uve da vino indigene di alta qualità entro il 31 dicembre 2008.

7. 32001 R 1260: Regolamento (CE) n. 1260/2001 del Consiglio, del 19 giugno 2001, relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore dello zucchero (GU L 178 del 30.6.2001, pag. 1), modificato da ultimo da:

- 32002 R 0680: Regolamento (CE) n. 680/2002 della Commissione, del 19.4.2002 (GU L 104 del 20.4.2002, pag. 26).

In deroga all'articolo 45 del regolamento (CE) n. 1260/2001 e ai corrispondenti articoli degli altri regolamenti relativi all'organizzazione comune dei mercati agricoli, Malta può concedere, per un periodo di cinque anni a decorrere dalla data di adesione con una decrescenza lineare (20 % all'anno), aiuti di Stato destinati al trasporto via traghetto di prodotti agricoli da Gozo.

Malta presenta alla Commissione una relazione annuale sull'attuazione delle misure relative agli aiuti di Stato, indicando le forme degli aiuti e gli importi.

[4] GU L 187 del 10.7.2001, pag. 19.

--------------------------------------------------

Top