Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 02014R0065-20170307

Regolamento delegato (UE) n . 65/2014 della Commissione del 1 o ottobre 2013 che integra la direttiva 2010/30/UE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l’etichettatura energetica dei forni e delle cappe da cucina per uso domestico (Testo rilevante ai fini del SEE)

ELI: http://data.europa.eu/eli/reg_del/2014/65/2017-03-07

02014R0065 — IT — 07.03.2017 — 001.001


Il presente testo è un semplice strumento di documentazione e non produce alcun effetto giuridico. Le istituzioni dell’Unione non assumono alcuna responsabilità per i suoi contenuti. Le versioni facenti fede degli atti pertinenti, compresi i loro preamboli, sono quelle pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e disponibili in EUR-Lex. Tali testi ufficiali sono direttamente accessibili attraverso i link inseriti nel presente documento

►B

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 65/2014 DELLA COMMISSIONE

del 1o ottobre 2013

che integra la direttiva 2010/30/UE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l’etichettatura energetica dei forni e delle cappe da cucina per uso domestico

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(GU L 029 dell'31.1.2014, pag. 1)

Modificato da:

 

 

Gazzetta ufficiale

  n.

pag.

data

►M1

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) 2017/254 DELLA COMMISSIONE del 30 novembre 2016

  L 38

1

15.2.2017


Rettificato da:

►C1

Rettifica, GU L 061, 5.3.2015, pag.  26 (65/2014)




▼B

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 65/2014 DELLA COMMISSIONE

del 1o ottobre 2013

che integra la direttiva 2010/30/UE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l’etichettatura energetica dei forni e delle cappe da cucina per uso domestico

(Testo rilevante ai fini del SEE)



Articolo 1

Oggetto e campo di applicazione

1.  Il presente regolamento stabilisce requisiti per l’etichettatura e la fornitura di informazioni complementari per forni a gas ed elettrici per uso domestico (anche quando integrati nelle cucine) e per cappe da cucina elettriche per uso domestico, anche quando venduti per scopi non domestici.

2.  Il presente regolamento non si applica:

a) ai forni alimentati da fonti diverse dall’energia elettrica e dal gas;

b) ai forni che offrono una funzione di «riscaldamento a microonde»;

c) ai forni di piccole dimensioni;

d) ai forni portatili;

e) ai forni ad accumulo di calore;

f) ai forni che utilizzano il vapore come funzione primaria di riscaldamento;

g) ai forni progettati per essere utilizzati unicamente con gas appartenenti alla «terza famiglia» (propano e butano).

Articolo 2

Definizioni

In aggiunta alle definizioni di cui all’articolo 2 della direttiva 2010/30/UE, ai fini del presente regolamento s’intende per:

1) «forno», un apparecchio o parte di un apparecchio che comprende uno o più compartimenti funzionanti ad energia elettrica o a gas in cui gli alimenti sono preparati mediante il modo convenzionale o ventilato;

2) «compartimento», il compartimento chiuso in cui la temperatura può essere controllata per la preparazione degli alimenti;

3) «forno a compartimenti multipli», un forno con due o più compartimenti, ciascuno dei quali è riscaldato separatamente;

4) «forno di piccole dimensioni», un forno in cui tutti i compartimenti hanno una larghezza e una profondità inferiori a 250 mm o un’altezza inferiore a 120 mm;

5) «forno portatile» un forno con una massa inferiore a 18 kg, a condizione che non sia progettato per installazioni ad incasso;

6) «riscaldamento a microonde», riscaldamento di alimenti mediante energia elettromagnetica;

7) «modo convenzionale», il modo di funzionamento di un forno che utilizza esclusivamente la convezione naturale per la circolazione dell’aria riscaldata all’interno del compartimento del forno;

8) «modo ventilato», una modalità di cottura del forno in cui una ventola integrata fa circolare aria calda all’interno del compartimento del forno;

9) «ciclo», il periodo di riscaldamento di un carico normalizzato nel compartimento del forno in determinate condizioni;

10) «cucina», un apparecchio costituito da un forno e da una piastra di cottura che utilizza gas o energia elettrica;

11) «modo operativo», lo stato di un forno durante il funzionamento;

12) «fonte di calore», la principale forma di energia utilizzata per il riscaldamento di un forno;

13) «cappa da cucina», un apparecchio azionato da un motore controllato dall’apparecchio stesso avente la funzione di raccogliere l’aria contaminata dall’alto di una piastra di cottura o dotato di un sistema a corrente d’aria discendente destinato a essere installato in prossimità di cucine, piastre di cottura e prodotti di cottura simili, che convoglia il vapore in un condotto interno di scarico;

14) «modo di funzionamento automatico durante il periodo di cottura», una condizione in cui il flusso d’aria della cappa da cucina durante il periodo di cottura è automaticamente controllato mediante uno o più sensori, anche per quanto riguarda l’umidità, la temperatura ecc.;

15) «cappa da cucina completamente automatizzata», una cappa da cucina in cui il flusso d’aria e/o altre funzioni sono controllate automaticamente mediante il o i sensori per 24 ore, anche per quanto riguarda il periodo di cottura;

16) «punto di massima efficienza» (BEP), il punto di lavoro della cappa da cucina in cui si verifica la massima efficienza fluidodinamica (FDEhood);

17) «efficienza luminosa» (LEhood), il rapporto fra l’illuminamento medio del sistema di illuminazione della cappa da cucina per uso domestico e la potenza del sistema di illuminazione espressa in lux/W;

18) «efficienza del filtraggio dei grassi» (GFEhood), la percentuale di grasso rimasta nei filtri antigrasso della cappa da cucina;

19) «modo spento», la condizione in cui l’apparecchio è collegato alle fonti principali di alimentazione ma non esegue alcuna funzione o fornisce soltanto un’indicazione della condizione di modo spento, o fornisce unicamente le funzionalità destinate a garantire la compatibilità elettromagnetica a norma della direttiva 2004/108/CE del Parlamento europeo e del Consiglio ( 1 );

20) «modo standby», la condizione in cui l’apparecchio è collegato alla fonte di alimentazione principale, dipende dall’energia proveniente dalla fonte di alimentazione principale per funzionare come previsto e fornisce le seguenti funzioni, che possono continuare per un lasso di tempo indefinito: esclusivamente funzione di riattivazione o funzione di riattivazione con esclusivamente un’indicazione della funzione di riattivazione attivata e/o visualizzazione delle informazioni o dello stato;

21) «funzione di riattivazione», una funzione che facilita l’attivazione di altri modi, incluso il modo acceso, mediante un interruttore a distanza, compreso un telecomando, un sensore interno, un timer, a una condizione finalizzata a fornire funzioni aggiuntive, inclusa la funzione principale;

22) «visualizzazione di informazioni o dello stato», una funzione continua che fornisce informazioni o indica lo stato dell’apparecchiatura, compresi gli orologi, su uno schermo;

23) «utilizzatore finale», un consumatore che acquista, o si prevede che acquisti, un prodotto;

24) «punto vendita», un luogo in cui gli apparecchi sono esposti e/o offerti in vendita o a noleggio;

25) «modello equivalente», un modello immesso sul mercato con gli stessi parametri tecnici di un altro modello immesso sul mercato dallo stesso fabbricante o importatore con un numero di codice commerciale diverso.

Articolo 3

Responsabilità dei fornitori e calendario

I fornitori provvedono affinché:

1. per quanto riguarda le etichette, le schede e la documentazione tecnica

a) dei forni per uso domestico:

i) ciascun forno per uso domestico sia dotato di un’etichetta o di etichette stampate contenenti informazioni nel formato definito nell’allegato III, punto 1, per ciascun compartimento del forno;

ii) una scheda del prodotto, di cui all’allegato IV, punto A, sia resa disponibile per i forni per uso domestico immessi sul mercato;

iii) la documentazione tecnica di cui all’allegato V, punto A sia messa a disposizione delle autorità degli Stati membri, a richiesta;

iv) qualsiasi pubblicità di un modello specifico di forno per uso domestico, se fornisce informazioni relative all’energia o indicazioni di prezzo, contenga l’indicazione della classe di efficienza energetica;

v) qualsiasi materiale promozionale tecnico relativo a un modello specifico di forno per uso domestico che ne descriva i parametri tecnici specifici, includa la classe di efficienza energetica di detto modello;

vi) un’etichetta elettronica che presenti il formato e contenga le informazioni di cui all’allegato III, punto 1, sia messa a disposizione dei distributori per ciascun compartimento di ciascun modello di forno per uso domestico;

vii) una scheda del prodotto elettronico, a norma dall’allegato IV, punto A, sia messa a disposizione dei distributori per ciascun modello di forno per uso domestico;

b) delle cappe da cucina per uso domestico:

i) ogni cappa per uso domestico sia corredata di un’etichetta stampata contenente informazioni nel formato definito nell’allegato III, punto 2;

ii) una scheda del prodotto, di cui all’allegato IV, punto B, sia resa disponibile per le cappe per uso domestico immesse sul mercato;

iii) la documentazione tecnica di cui all’allegato V, punto B sia messa a disposizione delle autorità degli Stati membri, a richiesta;

iv) qualsiasi pubblicità di un modello specifico di cappa da cucina per uso domestico, se fornisce informazioni relative all’energia o indicazioni di prezzo, contenga l’indicazione della classe di efficienza energetica;

v) qualsiasi materiale promozionale tecnico relativo a un modello specifico di cappa da cucina per uso domestico che ne descriva i parametri tecnici specifici, includa la classe di efficienza energetica;

vi) un’etichetta elettronica che presenti il formato e contenga le informazioni di cui all’allegato III, punto 2, sia messa a disposizione dei distributori per ciascun modello di cappa da cucina per uso domestico;

vii) una scheda del prodotto elettronico, a norma dell’allegato IV, punto B, sia messa a disposizione dei distributori per ciascun modello di cappa da cucina per uso domestico;

2. per quanto riguarda le classi di efficienza energetica:

a) dei forni per uso domestico, la classe del compartimento del forno sia determinata conformemente all’allegato I, punto 1 e all’allegato II, punto 1;

b) delle cappe da cucina per uso domestico:

i) le classi di efficienza energetica siano determinate conformemente allegato I, punto 2.a) e all’allegato II, punto 2.1;

ii) le classi di efficienza fluidodinamica siano determinate conformemente all’allegato I, punto 2.b) e all’allegato II, punto 2.2;

iii) le classi di efficienza luminosa siano determinate conformemente allegato I, punto 2.c) e all’allegato II, punto 2.3;

iv) le classi di efficienza di filtraggio dei grassi siano determinate conformemente all’allegato I, punto 2.d), e all’allegato II, punto 2.4;

3. per quanto riguarda i formati delle etichette:

a) dei forni per uso domestico, il formato dell’etichetta per il compartimento del forno sia conforme a quanto stabilito all’allegato III, paragrafo 1, per gli apparecchi immessi sul mercato a decorrere dal 1o gennaio 2015;

b) delle cappe da cucina per uso domestico, il formato dell’etichetta sia conforme a quanto stabilito nell’allegato III, paragrafo 2, secondo il seguente calendario:

i) per le cappe da cucina per uso domestico immesse sul mercato a decorrere dal 1o gennaio 2015 con classi di efficienza energetica A, B, C, D, E, F, G, le etichette sono conformi all’allegato III, punto 2.1.1 (etichetta 1) o, qualora i fabbricanti lo ritengano opportuno, al punto 2.1.2 di detto allegato (etichetta 2);

ii) per le cappe da cucina per uso domestico immesse sul mercato a decorrere dal 1o gennaio 2016 con classi di efficienza energetica A+, A, B, C, D, E, F, le etichette sono conformi all’allegato III, punto 2.1.2 (etichetta 2) o, qualora i fabbricanti lo ritengano adeguato, al punto 2.1.3 di detto allegato (etichetta 3);

iii) per le cappe da cucina per uso domestico immesse sul mercato a decorrere dal 1o gennaio 2018 con classi di efficienza energetica A++, A+, A, B, C, D, E, le etichette sono conformi all’allegato III, punto 2.1.3 (etichetta 3) o, qualora i fabbricanti lo ritengano adeguato, al punto 2.1.4 di detto allegato (etichetta 4);

iv) per le cappe da cucina per uso domestico immesse sul mercato a decorrere dal 1o gennaio 2020 con classi di efficienza energetica A+++, A++, A+, A, B, C, D, le etichette sono conformi all’allegato III, punto 2.1.4 (etichetta 4).

Articolo 4

Responsabilità dei distributori

I distributori provvedono affinché:

1. per quanto riguarda i forni per uso domestico:

a) ciascun forno esposto nel punto vendita rechi l’etichetta per ciascun compartimento messa a disposizione dai fornitori ai sensi dell’articolo 3, paragrafo 1, lettera a), punto i), presentata sulla parte anteriore o superiore dell’apparecchio, o in prossimità dello stesso, in modo che risulti chiaramente visibile e identificabile come l’etichetta relativa a tale modello, senza che sia necessario leggere il nome della marca o il numero del modello sull’etichetta;

b) i forni offerti in vendita o a noleggio in situazioni in cui non è previsto che l’utilizzatore finale veda l’apparecchio esposto, ai sensi dell’articolo 7 della direttiva 2010/30/UE, siano commercializzati corredati delle informazioni messe a disposizione dai fornitori ai sensi dell’allegato VI, parte A, del presente regolamento, tranne quando l’offerta è effettuata tramite Internet, nel qual caso si applicano le disposizioni di cui all’allegato VII;

c) qualsiasi pubblicità per qualsiasi forma o mezzo di vendita a distanza e commercializzazione relativa a un modello specifico di forno, se fornisce informazioni relative all’energia o indicazioni di prezzo, contenga l’indicazione della classe di efficienza energetica;

d) qualsiasi materiale promozionale tecnico relativo a un modello specifico di forno che ne descriva i parametri tecnici specifici, includa la classe di efficienza energetica;

2. per quanto riguarda le cappe da cucina per uso domestico:

a) ciascuna cappa da cucina per uso domestico esposta nel punto vendita sia provvista dell’etichetta messa a disposizione dai fornitori ai sensi dell’articolo 3, paragrafo 1, lettera b), punto i), presentata sulla parte anteriore o superiore dell’apparecchio, o in prossimità dello stesso, in modo che risulti chiaramente visibile e identificabile come l’etichetta relativa a tale modello, senza che sia necessario leggere il nome della marca o il numero del modello sull’etichetta;

b) le cappe da cucina per uso domestico offerte in vendita o a noleggio in situazioni in cui non è previsto che l’utilizzatore finale veda l’apparecchio esposto, ai sensi dell’articolo 7 della direttiva 2010/30/UE, siano commercializzate corredate delle informazioni messe a disposizione dai fornitori ai sensi dell’allegato VI, parte B, del presente regolamento, tranne quando l’offerta è effettuata tramite Internet, nel qual caso si applicano le disposizioni di cui all’allegato VII;

c) qualsiasi pubblicità per qualsiasi forma o mezzo di vendita a distanza e commercializzazione relativa a un modello specifico di cappa da cucina per uso domestico, se fornisce informazioni relative all’energia o indicazioni di prezzo, contenga l’indicazione della classe di efficienza energetica;

d) qualsiasi materiale promozionale tecnico relativo a un modello specifico di cappa da cucina per uso domestico che ne descriva i parametri tecnici specifici, inclusa la classe di efficienza energetica.

Articolo 5

Metodi di misurazione e di calcolo

Le informazioni da fornire ai sensi degli articoli 3 e 4 sono ottenute tramite procedure di misurazione affidabili, accurate e riproducibili, che tengano conto delle metodologie più avanzate generalmente riconosciute.

Articolo 6

Procedura di verifica ai fini della sorveglianza del mercato

Quando effettuano le verifiche ai fini della sorveglianza del mercato per la conformità ai requisiti di cui al presente regolamento, le autorità degli Stati membri applicano la procedura di verifica di cui all’allegato VIII.

Articolo 7

Riesame

La Commissione procede al riesame del presente regolamento alla luce del progresso tecnologico entro il 1o gennaio 2021.

Articolo 8

Abrogazione

La direttiva 2002/40/CE è abrogata con effetto dal 1o gennaio 2015.

Articolo 9

Disposizioni transitorie

1.  I forni per uso domestico conformi alle disposizioni di cui al presente regolamento e immessi sul mercato per vendita, noleggio o vendita a rate anteriormente al 1o gennaio 2015 sono considerati conformi ai requisiti della direttiva 2002/40/CE.

2.  Dal 1o gennaio al 1o aprile 2015 i distributori possono applicare l’articolo 4, paragrafo 1, lettera b), a forni specifici che rientrino nel campo di applicazione di tale disposizione.

3.  Dal 1o gennaio al 1o aprile 2015, i distributori possono applicare l’articolo 4, paragrafo 2, lettera b), a cappe da cucina specifiche che rientrino nel campo di applicazione di tale disposizione.

Articolo 10

Entrata in vigore e applicazione

1.  Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

2.  Esso si applica a decorrere dal 1o gennaio 2015. Tuttavia, l’articolo 3, paragrafo 1, lettera a), punti iv) e v), l’articolo 3, paragrafo 1, lettera b), punti iv) e v), l’articolo 4, paragrafo 1, lettere b), c) e d) e l’articolo 4, paragrafo 2, lettere b), c) e d), si applicano a decorrere dal 1o aprile 2015.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.




ALLEGATO I

Classi di efficienza

1.   FORNI PER USO DOMESTICO

Le classi di efficienza energetica dei forni per uso domestico sono determinate separatamente per ciascun compartimento in conformità ai valori definiti nella tabella 1 del presente allegato. L’efficienza energetica dei forni è determinata conformemente all’allegato II, punto 1.



Tabella 1

Classi di efficienza energetica dei forni per uso domestico

Classe di efficienza energetica

Indice di efficienza energetica (EEIcavity)

A+++ (efficienza massima)

EEIcavity< 45

A++

45 ≤ EEIcavity < 62

A+

62 ≤ EEIcavity < 82

A

82 ≤ EEIcavity < 107

B

107 ≤ EEIcavity < 132

C

132 ≤ EEIcavity < 159

D (efficienza minima)

EEIcavity ≥ 159

2.   CAPPE DA CUCINA PER USO DOMESTICO

a) Le classi di efficienza energetica delle cappe da cucina per uso domestico sono determinate in conformità ai valori definiti nella tabella 2 del presente allegato. L’indice di efficienza energetica (EEIhood) delle cappe da cucina per uso domestico è calcolato conformemente all’allegato II, punto 2.1.



Tabella 2

Classi di efficienza energetica delle cappe da cucina per uso domestico

Classe di efficienza energetica

Indice di efficienza energetica (EEIhood)

Etichetta 1

Etichetta 2

Etichetta 3

Etichetta 4

A+++ (efficienza massima)

 

 

 

EEIhood < 30

A++

 

 

EEIhood < 37

30 ≤ EEIhood < 37

A+

 

EEIhood < 45

37 ≤ EEIhood < 45

37 ≤ EEIhood < 45

A

EEIhood < 55

45 ≤ EEIhood < 55

45 ≤ EEIhood < 55

45 ≤ EEIhood < 55

B

55 ≤ EEIhood < 70

55 ≤ EEIhood < 70

55 ≤ EEIhood < 70

55 ≤ EEIhood < 70

C

70 ≤ EEIhood < 85

70 ≤ EEIhood < 85

70 ≤ EEIhood < 85

70 ≤ EEIhood < 85

D

85 ≤ EEIhood < 100

85 ≤ EEIhood < 100

85 ≤ EEIhood < 100

EEIhood ≥ 85

E

100 ≤ EEIhood < 110

100 ≤ EEIhood < 110

EEIhood ≥ 100

 

F

110 ≤ EEIhood < 120

EEIhood ≥ 110

 

 

G (efficienza minima)

EEIhood ≥ 120

 

 

 

b) Le classi di efficienza fluidodinamica di una cappa da cucina per uso domestico sono determinate in base alla sua efficienza fluidodinamica (FDEhood) come indicato nella seguente tabella 3. L’efficienza fluidodinamica delle cappe da cucina per uso domestico è determinata conformemente all’allegato II, punto 2.2.



Tabella 3

Classi di efficienza fluidodinamica delle cappe da cucina per uso domestico

Classe di efficienza fluidodinamica

Efficienza fluidodinamica (FDEhood)

A (efficienza massima)

FDEhood> 28

B

23 < FDEhood ≤ 28

C

18 < FDEhood≤ 23

D

13 < FDEhood≤ 18

E

8 < FDEhood≤ 13

F

4 < FDEhood ≤ 8

G (efficienza minima)

FDEhood≤ 4

c) Le classi di efficienza luminosa di una cappa da cucina per uso domestico sono determinate in base alla sua efficienza luminosa (LEhood) come indicato nella seguente tabella 4. L’efficienza luminosa delle cappe da cucina per uso domestico è determinata conformemente all’allegato II, punto 2.3.



Tabella 4

Classi di efficienza luminosa delle cappe da cucina per uso domestico

Classe di efficienza luminosa

Efficienza luminosa (LEhood)

A (efficienza massima)

LEhood > 28

B

20 <LEhood ≤ 28

C

16 < LEhood ≤ 20

D

12 < LEhood ≤ 16

E

8 < LEhood ≤ 12

F

4 < LEhood ≤ 8

G (efficienza minima)

LEhood ≤ 4

d) Le classi di efficienza di filtraggio dei grassi di una cappa da cucina per uso domestico sono determinate in base alla sua efficienza di filtraggio dei grassi (GFEhood) come indicato nella seguente tabella 5. L’efficienza di filtraggio dei grassi delle cappe da cucina per uso domestico è determinata conformemente all’allegato II, punto 2.4.



Tabella 5

Classi di efficienza di filtraggio dei grassi (GFEhood) delle cappe da cucina per uso domestico

Classe di efficienza di filtraggio dei grassi

Efficienza di filtraggio dei grassi (%)

A (efficienza massima)

GFEhood > 95

B

85 < GFEhood≤ 95

C

75 < GFEhood ≤ 85

D

65 < GFEhood ≤ 75

E

55 < GFEhood≤ 65

F

45 < GFEhood≤ 55

G (efficienza minima)

GFEhood ≤ 45




ALLEGATO II

Misurazioni e calcoli

Ai fini della conformità e della verifica della conformità ai requisiti del presente regolamento, le misurazioni e i calcoli sono effettuati utilizzando un metodo affidabile, accurato e riproducibile che tiene conto dei metodi di misurazione e calcolo più avanzati generalmente riconosciuti; sono incluse le norme armonizzate i cui numeri di riferimento sono stati pubblicati a tal fine nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. Tali metodi sono conformi alle definizioni tecniche, alle condizioni, alle equazioni e ai parametri fissati nel presente allegato.

1.   FORNI PER USO DOMESTICO

Il consumo di energia di un compartimento di un forno per uso domestico è misurato per un ciclo normalizzato, in modo convenzionale e in modo ventilato, se disponibile, riscaldando un carico normalizzato impregnato di acqua. Si verifica che la temperatura all’interno del compartimento del forno raggiunga la temperatura impostata sul termostato e/o sul display di controllo del forno entro la durata del ciclo di prova. Nei calcoli che seguono viene utilizzato il consumo energetico per ciclo corrispondente al modo più efficiente (convenzionale o ventilato).

Per ciascun compartimento di forno per uso domestico, l’indice di efficienza energetica (EEIcavity) è calcolato secondo le seguenti formule:

per i forni elettrici per uso domestico:

image

image

(in kWh)

per i forni a gas per uso domestico:

image

image

(in MJ)

dove:

EEIcavity = indice di efficienza energetica per ciascun compartimento di un forno per uso domestico, espresso in %, arrotondato al primo decimale;

SECelectric cavity = consumo energetico standard (energia elettrica) necessario per riscaldare un carico normalizzato in un compartimento di un forno elettrico per uso domestico durante un ciclo, espresso in kWh, arrotondato al secondo decimale;

SECgas cavity = consumo energetico standard necessario per riscaldare un carico normalizzato in un compartimento di un forno a gas per uso domestico durante un ciclo, espresso in MJ, arrotondato al secondo decimale;

V = volume del compartimento del forno per uso domestico espresso in litri (l), arrotondato alla cifra intera più vicina;

ECelectric cavity = consumo di energia necessario per riscaldare un carico normalizzato in un compartimento di un forno elettrico per uso domestico durante un ciclo, espresso in kWh, arrotondato al secondo decimale;

ECgas cavity = consumo di energia necessario per riscaldare un carico normalizzato in un compartimento di un forno a gas per uso domestico durante un ciclo, espresso in MJ, arrotondato al secondo decimale.

2.   CAPPE DA CUCINA PER USO DOMESTICO

2.1.    Calcolo dell’indice di efficienza energetica (EEIhood)

L’indice di efficienza energetica (EEIhood ) è calcolato come segue:

image

ed è arrotondato al primo decimale,

dove:

  SAEChood è il consumo annuo standard di energia della cappa da cucina per uso domestico, espresso in kWh/a e arrotondato al primo decimale;

  AEChood è il consumo annuo di energia della cappa da cucina per uso domestico, espresso in kWh/a e arrotondato al primo decimale.

Il consumo annuo standard di energia (SAEChood ) di una cappa da cucina per uso domestico è calcolato come segue:

image

dove:

  WBEP è la potenza elettrica assorbita dalla cappa da cucina per uso domestico al punto di massima efficienza, espressa in Watt e arrotondata al primo decimale;

  WL è la potenza elettrica nominale assorbita dal sistema d’illuminazione della cappa da cucina per uso domestico sulla superficie di cottura, espressa in Watt e arrotondata al primo decimale.

Il consumo annuo di energia (AEChood ) di una cappa da cucina per uso domestico è calcolato come segue:

i) per le cappe da cucina per uso domestico completamente automatizzate:

▼C1

image

ii) per tutte le altre cappe da cucina per uso domestico:

image

dove:

  tL è la durata media di illuminazione giornaliera, espressa in minuti (tL = 120);

  tH è la durata media di funzionamento giornaliero per le cappe da cucina per uso domestico, espressa in minuti (tH = 60);

  Po è la potenza elettrica assorbita dalla cappa da cucina per uso domestico in modo spento, espressa in Watt e arrotondata al secondo decimale;

  Ps è la potenza elettrica assorbita dalla cappa da cucina per uso domestico in modo standby, espressa in Watt e arrotondata al secondo decimale;

  f è il fattore di incremento nel tempo, calcolato come segue e arrotondato al primo decimale:

 
image

2.2.    Calcolo dell’efficienza fluidodinamica (FDEhood)

L’efficienza fluidodinamica (FDEhood ) al punto di massima efficienza è calcolata con la seguente formula e arrotondata al primo decimale:

image

dove:

  QBEP è la portata d’aria della cappa per uso domestico nel punto di massima efficienza, espressa in m3/h e arrotondata al primo decimale;

  PBEP è la differenza di pressione statica della cappa da cucina per uso domestico al punto di massima efficienza, espressa in Pa e arrotondata alla cifra intera più vicina;

  WBEP è la potenza elettrica assorbita dalla cappa da cucina per uso domestico al punto di massima efficienza, espressa in Watt e arrotondata al primo decimale.

2.3.    Calcolo dell’efficienza luminosa (LEhood)

L’efficienza luminosa (LEhood) di una cappa da cucina per uso domestico è data dal rapporto tra l’illuminamento medio e la potenza elettrica nominale assorbita dal sistema di illuminazione. È calcolata in lux per Watt e arrotondata alla cifra intera più vicina, come segue:

image

dove:

  Emiddle è l’illuminamento medio del sistema sulla superficie di cottura misurato in condizioni standard, espresso in lux e arrotondato alla cifra intera più vicina;

  WL è la potenza elettrica nominale assorbita dal sistema d’illuminazione della cappa da cucina per uso domestico sulla superficie di cottura, espressa in Watt e arrotondata al primo decimale.

2.4.    Calcolo dell’efficienza di filtraggio dei grassi (GFEhood)

L’efficienza di filtraggio dei grassi (GFEhood) di una cappa da cucina per uso domestico è la percentuale di grasso rimasta nei filtri antigrasso della cappa da cucina. È calcolata come segue e arrotondata al primo decimale:

image

dove:

wg = è la massa di grasso presente nel filtro antigrasso, compresi tutti i rivestimenti amovibili, espressa in g e arrotondata al primo decimale;

wr = è la massa di grasso rimasta nei condotti d’aria della cappa da cucina, espressa in g e arrotondata al primo decimale;

wt = è la massa di grasso trattenuta nel filtro assoluto, espressa in g e arrotondata al primo decimale.

2.5.    Rumore

Il livello di rumore (espresso in dB) è misurato sotto forma di potenza sonora ponderata A delle emissioni di rumore aereo (valore medio ponderato - LWA) di una cappa da cucina per uso domestico azionata alla potenza massima di uso normale, arrotondato alla cifra intera più vicina.




ALLEGATO III

L’etichetta

1.   ETICHETTA DEI FORNI PER USO DOMESTICO:

1.1.    Forni elettrici per uso domestico

1.1.1.    Presentazione dell’etichetta — per ciascun compartimento del forno elettrico per uso domestico

image

1.1.2.    Informazioni sull’etichetta — forni elettrici per uso domestico

L’etichetta deve riportare le seguenti informazioni:

I. nome o marchio del fornitore;

II. identificatore del modello del fornitore, ossia il codice, solitamente alfanumerico, che distingue un modello specifico di forno per uso domestico da altri modelli della stessa marca o che riportano il nome dello stesso fornitore;

III. fonte energetica del forno per uso domestico;

IV. classe di efficienza energetica del compartimento, definita ai sensi dell’allegato I. La punta della freccia contenente la lettera di riferimento si trova all’altezza della punta della freccia indicante la relativa classe di efficienza energetica;

V. volume utile del compartimento espresso in litri, arrotondato alla cifra intera più vicina;

VI. consumo di energia per ciclo, espresso in kWh/ciclo (consumo di energia elettrica) per la funzione/le funzioni di riscaldamento (convezione convenzionale e, se disponibile, ventilata) del compartimento riferito a un carico normalizzato determinato conformemente alle procedure di prova, arrotondato alla seconda cifra decimale (ECelectric cavity ).

1.1.3.    Modello dell’etichetta — forni elettrici per uso domestico

Il modello dell’etichetta per ogni compartimento di forno elettrico per uso domestico è conforme a quanto illustrato nella figura seguente:

image

Dove:

i) l’etichetta è larga almeno 85 mm e alta 170 mm. Se l’etichetta è stampata in un formato superiore, il contenuto rimane comunque proporzionato alle specifiche di cui sopra;

ii) lo sfondo è bianco;

iii) si utilizza la quadricromia CMYK — ciano, magenta, giallo e nero — come indicato di seguito: 00-70-X-00: 0 % ciano, 70 % magenta, 100 % giallo, 0 % nero;

iv) l’etichetta deve rispettare tutti i requisiti elencati di seguito (i numeri si riferiscono alla figura riportata sopra):

image   Tratto del bordo: 4 pt — colore: ciano 100 % — angoli arrotondati: 3 mm.

image   Logo UE: colori: X-80-00-00 e 00-00-X-00.

image   Logo Energia: colore: X-00-00-00; pittogramma raffigurato: logo UE + etichetta energia: larghezza: 70 mm, altezza: 14 mm.

image   Bordo al di sotto dei loghi: 1,5 pt — colore: ciano 100 % — lunghezza: 70 mm.

image   Scala delle classi di efficienza energetica

  Freccia: altezza: 5,5 mm, spazio intermedio: 1 mm — colori:

 

classe più elevata: X-00-X-00;

seconda classe: 70-00-X-00;

terza classe: 30-00-X-00;

quarta classe: 00-00-X-00;

quinta classe: 00-30-X-00;

sesta classe: 00-70-X-00;

ultima classe: 00-X-X-00.

  Testo: Calibri grassetto 18 pt, maiuscolo e bianco; simboli «+»: Calibri grassetto 12 pt, bianco, allineati su un’unica riga.

image   Classe di efficienza energetica

  Freccia: larghezza: 20 mm, altezza: 10 mm, 100 % nero;

  Testo: Calibri grassetto 24 pt, maiuscolo e bianco; simboli «+»: Calibri grassetto 18 pt, bianco, allineati su un’unica riga.

image   Consumo di energia per ciclo

  Bordo: 1,5 pt — colore: ciano 100 % — angoli arrotondati: 3 mm.

  Valore: Calibri grassetto 19 pt, 100 % nero; e Calibri normale 10 pt, 100 % nero.

image   Volume

  Bordo: 1,5 pt — colore: ciano 100 % — angoli arrotondati: 3 mm.

  Valore: Calibri grassetto 20 pt, 100 % nero e Calibri normale 10 pt, 100 % nero.

image   Asterisco: Calibri normale 6 pt, 100 % nero.

image   Numero del regolamento: Calibri grassetto 10 pt, 100 % nero.

image   Nome o marchio del fornitore

image   Identificatore del modello del fornitore

image  Le informazioni sul fornitore e sul modello devono essere contenute in un riquadro di 70 × 13 mm.

1.2.    Forni a gas per uso domestico

1.2.1.    Presentazione dell’etichetta — per ciascun compartimento del forno a gas per uso domestico

image

1.2.2.    Informazioni raffigurate sull’etichetta

L’etichetta deve riportare le seguenti informazioni:

I. nome o marchio del fornitore;

II. identificatore del modello del fornitore ossia il codice, solitamente alfanumerico, che distingue un modello specifico di forno per uso domestico da altri modelli della stessa marca o che riportano il nome dello stesso fornitore;

III. fonte energetica del forno per uso domestico;

IV. classe di efficienza energetica del compartimento, definita ai sensi dell’allegato I. La punta della freccia contenente la lettera di riferimento si trova all’altezza della punta della freccia indicante la relativa classe di efficienza energetica;

V. volume utile del compartimento espresso in litri, arrotondato alla cifra intera più vicina;

VI. consumo di energia per ciclo, espresso in MJ/ciclo e in kW/h ciclo ( 2 ) (consumo di gas) per la funzione/le funzioni di riscaldamento (convezione convenzionale e, se disponibile, ventilata) del compartimento riferito a un carico normalizzato determinato conformemente alle procedure di prova, arrotondato alla seconda cifra decimale (ECgas cavity ).

1.2.3.    Modello dell’etichetta — forni a gas per uso domestico

Il modello dell’etichetta per ogni compartimento di un forno a gas per uso domestico è conforme a quanto illustrato nella figura seguente:

image

Dove:

i) l’etichetta è larga almeno 85 mm e alta 170 mm. Se l’etichetta è stampata in un formato superiore, il contenuto rimane comunque proporzionato alle specifiche di cui sopra;

ii) lo sfondo è bianco;

iii) si utilizza la quadricromia CMYK — ciano, magenta, giallo e nero — come indicato di seguito: 00-70-X-00: 0 % ciano, 70 % magenta, 100 % giallo, 0 % nero;

iv) l’etichetta deve rispettare tutti i requisiti elencati di seguito (i numeri si riferiscono alla figura riportata sopra):

image   Tratto del bordo: 4 pt — colore: ciano 100 % — angoli arrotondati: 3 mm.

image   Logo UE: colori: X-80-00-00 e 00-00-X-00.

image   Logo Energia: colore: X-00-00-00; pittogramma raffigurato: logo UE + etichetta energia: larghezza: 70 mm, altezza: 14 mm.

image   Bordo al di sotto dei loghi: 1,5 — colore: ciano 100 % — lunghezza: 70 mm.

image   Scala delle classi di efficienza energetica

  Freccia: altezza: 5,5 mm, spazio intermedio: 1 mm — colori:

 

classe più elevata: X-00-X-00;

seconda classe: 70-00-X-00;

terza classe: 30-00-X-00;

quarta classe: 00-00-X-00;

quinta classe: 00-30-X-00;

sesta classe: 00-70-X-00;

ultima classe: 00-X-X-00;

  Testo: Calibri grassetto 18 pt, maiuscolo e bianco; simboli «+»: Calibri grassetto 12 pt, bianco, allineati su un’unica riga.

image   Classe di efficienza energetica

  Freccia: larghezza: 20 mm, altezza: 10 mm, 100 % nero;

  Testo: Calibri grassetto 24 pt, maiuscolo e bianco; simboli «+»: Calibri grassetto 18 pt, bianco, allineati su un’unica riga.

image   Consumo di energia per ciclo

  Bordo: 1,5 pt — colore: ciano 100 % — angoli arrotondati: 3 mm.

  Valore: Calibri grassetto 19 pt, 100 % nero; e Calibri normale 10 pt, 100 % nero.

image   Volume

  Bordo: 1,5 pt — colore: ciano 100 % — angoli arrotondati: 3 mm.

  Valore: Calibri grassetto 20 pt, 100 % nero e Calibri normale 10 pt, 100 % nero.

image   Asterisco: Calibri normale 6 pt, 100 % nero.

image   Numero del regolamento: Calibri grassetto 10 pt, 100 % nero.

image   Nome o marchio del fornitore

image   Identificatore del modello del fornitore

image  Le informazioni sul fornitore e sul modello devono essere contenute in un riquadro di 70 × 13 mm.

2.   ETICHETTA PER LE CAPPE DA CUCINA PER USO DOMESTICO

2.1.    Formati dell’etichetta

2.1.1.    Cappe da cucina per uso domestico con classi di efficienza energetica da A a G (etichetta 1)

image

2.1.2.    Cappe da cucina per uso domestico con classi di efficienza energetica da A + a F (etichetta 2)

image

2.1.3.    Cappe da cucina per uso domestico con classi di efficienza energetica da A++ a E (etichetta 3)

image

2.1.4.    Cappe da cucina per uso domestico con classi di efficienza energetica da A+++ a D (etichetta 4)

image

2.2.    Informazioni raffigurate sull’etichetta — cappe da cucina per uso domestico

L’etichetta deve riportare le seguenti informazioni:

I. nome o marchio del fornitore;

II. identificatore del modello del fornitore, ossia il codice, solitamente alfanumerico, che distingue un modello specifico di cappa da cucina per uso domestico da altri modelli della stessa marca o che riportano il nome dello stesso fornitore;

III. classe di efficienza energetica della cappa da cucina per uso domestico, definita ai sensi dell’allegato I. La punta della freccia contenente la classe di efficienza energetica cappa da cucina per uso domestico si trova all’altezza della punta della freccia indicante la relativa classe di efficienza energetica;

IV. consumo annuo di energia calcolato come descritto nell’allegato II, espresso in kWh, arrotondato alla cifra intera più vicina;

V. classe di efficienza fluidodinamica determinata conformemente all’allegato I;

VI. classe di efficienza luminosa determinata conformemente all’allegato I;

VII. classe di efficienza del filtraggio dei grassi determinata conformemente all’allegato I;

VIII. livello di rumore determinato conformemente all’allegato II, punto 2.5, arrotondato alla cifra intera più vicina.

2.3.    Modello dell’etichetta — cappe da cucina per uso domestico

Il modello dell’etichetta deve essere conforme alle figure riportate di seguito:

image

Dove:

i) l’etichetta è larga almeno 60 mm e alta 120 mm. Se l’etichetta è stampata in un formato superiore, il contenuto rimane comunque proporzionato alle specifiche di cui sopra;

ii) lo sfondo è bianco;

iii) si utilizza la quadricromia CMYK — ciano, magenta, giallo e nero — come indicato di seguito: 00-70-X-00: 0 % ciano, 70 % magenta, 100 % giallo, 0 % nero;

iv) l’etichetta deve rispettare tutti i requisiti elencati di seguito (i numeri si riferiscono alla figura riportata sopra):

image   Tratto del bordo: 3 pt — colore: ciano 100 % — angoli arrotondati: 2 mm.

image   Logo UE: colori: X-80-00-00 e 00-00-X-00.

image   Logo Energia: colore: X-00-00-00; Pittogramma raffigurato: logo UE + etichetta energia: larghezza: 51 mm, altezza: 10 mm.

image   Bordo al di sotto dei loghi: 1 pt — colore: ciano 100 % — lunghezza: 51 mm.

image   Scala delle classi di efficienza energetica

  Freccia: altezza: 4 mm, spazio intermedio: 0,75 mm — colori:

 

classe più elevata: X-00-X-00;

seconda classe: 70-00-X-00;

terza classe: 30-00-X-00;

quarta classe: 00-00-X-00;

quinta classe: 00-30-X-00;

sesta classe: 00-70-X-00;

ultima classe: 00-X-X-00;

  Testo: Calibri grassetto 10 pt, maiuscolo e bianco; simboli «+»: Calibri grassetto 7 pt, bianco, allineati su un’unica riga.

image   Classe di efficienza energetica

  Freccia: larghezza: 15 mm, altezza: 8 mm, 100 % nero;

  Testo: Calibri grassetto 17 pt, maiuscolo e bianco; simboli «+»: Calibri grassetto 12 pt, bianco, allineati su un’unica riga.

image   Consumo annuo di energia

  Bordo: 1 pt — colore: ciano 100 % — angoli arrotondati: 2,5 mm.

  Valore: Calibri grassetto 21 pt, 100 % nero; e Calibri normale 8 pt, 100 % nero.

image   Efficienza fluidodinamica

 Pittogramma raffigurato

  Bordo: 1 pt — colore: ciano 100 % — angoli arrotondati: 2,5 mm.

  Valore: Calibri normale 6 pt, 100 % nero e Calibri grassetto 11,5 pt, 100 % nero.

image   Efficienza luminosa

  Pittogramma raffigurato

  Bordo: 1 pt — colore: ciano 100 % — angoli arrotondati: 2,5 mm.

  Valore: Calibri normale 6 pt, 100 % nero e Calibri grassetto 11,5 pt, 100 % nero.

image   Efficienza del filtraggio dei grassi

  Pittogramma raffigurato

  Bordo: 1 pt — colore: ciano 100 % — angoli arrotondati: 2,5 mm.

  Valore: Calibri normale 10 pt, 100 % nero e Calibri grassetto 14 pt, 100 % nero.

image   Livello di rumore

  Pittogramma raffigurato

  Bordo: 1 pt — colore: ciano 100 % — angoli arrotondati: 2,5 mm.

  Valore: Calibri normale 6 pt, 100 % nero. e Calibri grassetto 11,5 pt, 100 % nero.

image   Numero del regolamento: Calibri grassetto 8 pt, 100 % nero.

image   Nome o marchio del fornitore

image   Identificatore del modello del fornitore

image  Le informazioni sul fornitore e sul modello devono essere contenute in un riquadro di 51 × 9 mm.




ALLEGATO IV

Scheda

A.   SCHEDA PER FORNI PER USO DOMESTICO

1. Le informazioni contenute nella scheda dei forni per uso domestico di cui all’articolo 3, paragrafo 1, lettera a), punto ii), sono riportate come definito in appresso e nell’ordine specificato di seguito e sono inserite nella brochure allegata al prodotto o in altra documentazione fornita con il prodotto stesso:

a) il nome o il marchio del fornitore;

b) l’identificatore del modello del fornitore, ossia il codice, solitamente alfanumerico, che distingue un modello specifico di forno per uso domestico da altri modelli dello stesso marchio o che riportano il nome dello stesso fornitore e con diversi valori dichiarati relativamente ai parametri inclusi nell’etichetta per i forni per uso domestico (allegato III, punto 1);

c) l’indice di efficienza energetica (EEIcavity) per ogni compartimento del modello calcolato conformemente all’allegato II, punto 1, e arrotondato al primo decimale; l’indice di efficienza energetica dichiarato non supera l’indice riportato nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

d) la classe di efficienza energetica del modello per ogni compartimento di cui all’allegato I, tabella 1; la classe dichiarata non è più favorevole rispetto alla classe riportata nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

e) il consumo di energia per ciclo per ogni compartimento, se disponibile, in modo convenzionale e in modo ventilato (il consumo di energia misurato è espresso in kWh (forni elettrici e a gas) e in MJ (forni a gas), arrotondato al secondo decimale; il valore dichiarato non è inferiore al valore riportato nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

f) il numero di compartimenti, fonte o fonti di calore per compartimento, volume di ciascun compartimento.

2. Fatte salve le disposizioni relative al sistema di etichettatura ecologica dell’Unione, se un modello ha ricevuto il «marchio UE di qualità ecologica» ai sensi del regolamento (CE) n. 66/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio ( 3 ), del 25 novembre 2009, è possibile aggiungere una riproduzione del marchio.

3. Una scheda può riguardare diversi modelli di forni per uso domestico forniti dallo stesso fornitore.

4. Le informazioni riportate sulla scheda possono essere fornite mediante una riproduzione a colori o in bianco e nero dell’etichetta per ciascun compartimento. In tal caso, occorre fornire le informazioni di cui al punto 1 che non figurano già sull’etichetta.

B.   SCHEDA PER CAPPE DA CUCINA PER USO DOMESTICO

1. Le informazioni contenute nella scheda delle cappe da cucina per uso domestico di cui all’articolo 3, paragrafo 1, lettera b), punto ii), sono riportate come definito in appresso e nell’ordine specificato di seguito e sono inserite nella brochure allegata al prodotto o in altra documentazione fornita con il prodotto stesso:

a) il nome o il marchio del fornitore;

b) l’identificatore del modello del fornitore, ossia il codice, solitamente alfanumerico, che distingue un modello specifico di cappa da cucina per uso domestico da altri modelli dello stesso marchio o che riportano il nome dello stesso fornitore e con diversi valori dichiarati relativamente ai parametri inclusi nell’etichetta per cappe da cucina per uso domestico (allegato III, punto 2);

c) il consumo annuo di energia (AEChood), calcolato conformemente all’allegato II, punto 2, espresso in kWh/a e arrotondato al primo decimale; il valore dichiarato non è inferiore al valore riportato nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

d) la classe di efficienza energetica come definita nell’allegato I, tabella 2; la classe dichiarata non è più favorevole rispetto alla classe riportata nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

e) l’efficienza fluidodinamica (FDEhood), calcolata conformemente all’allegato II, punto 2, arrotondata al primo decimale; il valore dichiarato non è superiore al valore riportato nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

f) la classe di efficienza fluidodinamica come definita nell’allegato I, tabella 3; la classe dichiarata non è superiore alla classe riportata nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

g) l’efficienza luminosa (LEhood), calcolata conformemente all’allegato II, punto 2, espressa in lux/watt e arrotondata al primo decimale; il valore dichiarato non è superiore al valore riportato nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

h) la classe di efficienza luminosa come definita nell’allegato I, tabella 4; la classe dichiarata non è superiore alla classe riportata nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

i) l’efficienza di filtraggio dei grassi, calcolata conformemente all’allegato II, punto 2, espressa in percentuale e arrotondata al primo decimale; il valore dichiarato non è superiore al valore riportato nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

j) la classe di efficienza del filtraggio dei grassi come definita nell’allegato I, tabella 5; la classe dichiarata non è superiore alla classe riportata nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

k) il flusso d’aria (in m3/h e arrotondato alla cifra intera più vicina), alla potenza minima e massima in condizioni di uso normale, escluso il modo intenso o boost; i valori dichiarati non sono superiori ai valori riportati nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

l) se disponibile, il flusso d’aria (in m3/h e arrotondato alla cifra intera più vicina), in condizioni di uso intenso o boost; il valore dichiarato non è superiore ai valori riportati nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

m) la potenza sonora ponderata A delle emissioni di rumore aereo (in dB, arrotondata alla cifra intera più vicina), alla potenza minima e massima in condizioni di uso normale; il valore dichiarato non è inferiore al valore riportato nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

n) se disponibile, la potenza sonora ponderata A delle emissioni di rumore aereo (in dB, arrotondata alla cifra intera più vicina), in condizioni di uso intenso o boost; il valore dichiarato non è inferiore al valore riportato nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

o) se applicabile, il consumo di energia in modo spento (Po), in Watt e arrotondato al secondo decimale; i valori dichiarati non sono inferiori ai valori riportati nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

p) se applicabile, il consumo di energia in modo standby (Ps), in Watt e arrotondato al secondo decimale; i valori dichiarati non sono inferiori ai valori riportati nella documentazione tecnica di cui all’allegato V.

2. Un’unica scheda può comprendere diversi modelli di cappe da cucina per uso domestico fornite dallo stesso fornitore.

3. Le informazioni riportate sulla scheda possono essere fornite mediante una riproduzione a colori o in bianco e nero dell’etichetta. In tal caso, occorre fornire le informazioni di cui al punto 1 che non figurano già sull’etichetta.




ALLEGATO V

Documentazione tecnica

A.   DOCUMENTAZIONE TECNICA RELATIVA AI FORNI PER USO DOMESTICO

1. La documentazione tecnica di cui all’articolo 3, paragrafo 1, lettera a), punto iii), include almeno:

a) il nome e l’indirizzo del fornitore;

b) una descrizione generale del modello dell’apparecchio che consenta di identificarlo inequivocabilmente e agevolmente, che comprenda l’identificatore del modello del fornitore, ossia il codice, solitamente alfanumerico, inteso a distinguere un modello specifico di forno per uso domestico da altri con lo stesso marchio o che riportano il nome dello stesso fornitore e con diversi valori dichiarati relativamente ai parametri inclusi nell’etichetta del forno per uso domestico (allegato III, punto 1);

c) i parametri tecnici per le misurazioni come specificato di seguito:

i) il numero di compartimenti; il volume di ciascun compartimento; la fonte o le fonti di calore per compartimento; la funzione o le funzioni di riscaldamento (convenzionale e/o a ventilata) per compartimento;

ii) il consumo di energia per ciclo per ciascun compartimento, se disponibile, in modo convenzionale e in modo ventilato; il consumo di energia misurato è espresso in kWh (forni a gas ed elettrici) e in MJ (forni a gas), arrotondato al secondo decimale;

iii) l’indice di efficienza energetica (EEIcavity) per ciascun compartimento del forno per uso domestico calcolato conformemente all’allegato II, punto 1, e arrotondato al primo decimale;

iv) la classe di efficienza energetica per ciascun compartimento del forno per uso domestico definita nell’allegato I, tabella 1;

d) una copia del calcolo e i risultati dei calcoli eseguiti in conformità all’allegato II;

e) se del caso, i riferimenti alle norme armonizzate applicate;

f) se del caso, le altre norme e specifiche tecniche utilizzate;

g) l’indicazione e la firma della persona autorizzata a vincolare il fornitore.

2. I fornitori possono aggiungere ulteriori informazioni in calce all’elenco di cui sopra.

B.   DOCUMENTAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE CAPPE DA CUCINA PER USO DOMESTICO

1. La documentazione tecnica di cui all’articolo 3, paragrafo 1, lettera b), punto iii), include almeno:

a) il nome e l’indirizzo del fornitore;

b) una descrizione generale del modello dell’apparecchio che consenta di identificarlo inequivocabilmente e agevolmente, che comprenda l’identificatore del modello del fornitore, ossia il codice, solitamente alfanumerico, inteso a distinguere un modello specifico di cappa per uso domestico da altri modelli con lo stesso marchio o che riportano il nome dello stesso fornitore e con diversi valori dichiarati relativamente ai parametri inclusi nell’etichetta della cappa per uso domestico (allegato III, punto 2);

c) i parametri tecnici per le misurazioni come specificato di seguito:

1) l’indice di efficienza energetica (EEIhood), calcolato conformemente all’allegato II, punto 2, e arrotondato al primo decimale;

2) la classe di efficienza energetica definita nell’allegato I, tabella 2;

3) il consumo annuo di energia (AEChood), calcolato conformemente all’allegato II, punto 2, espresso in kWh/a e arrotondato al primo decimale;

4) il fattore di incremento nel tempo (f), calcolato conformemente all’allegato II, punto 2, arrotondato al primo decimale;

5) l’efficienza fluidodinamica (FDEhood), calcolata conformemente all’allegato II, punto 2, arrotondata al primo decimale;

6) la classe di efficienza fluidodinamica definita nell’allegato I, tabella 3;

7) la portata d’aria della cappa da cucina per uso domestico misurata al punto di massima efficienza (QBEP), espressa in m3/h e arrotondata al primo decimale;

8) il valore della differenza di pressione statica della cappa da cucina per uso domestico misurata al punto di massima efficienza (PBEP), espresso in Pa e arrotondato alla cifra intera più vicina;

9) il valore della potenza elettrica assorbita dalla cappa da cucina per uso domestico misurata al punto di massima efficienza (WBEP), espresso in Watt e arrotondato al primo decimale;

10) l’illuminamento medio del sistema di illuminazione sulla superficie di cottura (Emiddle), espresso in lux e arrotondato alla cifra intera più vicina;

11) il consumo energetico nominale del sistema di illuminazione sulla superficie di cottura (WL), espresso in Watt e arrotondato al primo decimale;

12) il valore misurato dell’efficienza luminosa (LEhood), calcolato conformemente all’allegato II, punto 2, espresso in lux/Watt e arrotondato alla cifra intera più vicina;

13) la classe di efficienza luminosa definita nell’allegato I, tabella 4;

14) il valore misurato dell’efficienza di filtraggio dei grassi (GFEhood), calcolato conformemente all’allegato II, punto 2, arrotondato al primo decimale;

15) la classe di efficienza di filtraggio dei grassi definita nell’allegato I, tabella 5;

16) se applicabile, il consumo di energia in modo spento (Po), espresso in Watt e arrotondato al secondo decimale;

17) se applicabile, il consumo di energia in modo standby (Ps), espresso in Watt e arrotondato al secondo decimale;

18) la potenza sonora ponderata A delle emissioni di rumore aereo, alla potenza minima e massima disponibili in condizioni di uso normale, espressa in dB e arrotondata alla cifra intera più vicina;

19) se disponibile, la potenza sonora ponderata A delle emissioni di rumore aereo, in modo intenso o boost, espressa in dB e arrotondata alla cifra intera più vicina;

20) i valori del flusso d’aria della cappa da cucina per uso domestico misurati alla potenza minima e massima in condizioni d’uso normale, espressi in m3/h e arrotondati al primo decimale;

21) se disponibile, il valore del flusso d’aria della cappa da cucina per uso domestico in condizioni di uso intenso o boost, espresso in m3/h e arrotondato al primo decimale;

d) una copia del calcolo e i risultati dei calcoli eseguiti in conformità all’allegato II;

e) se del caso, i riferimenti alle norme armonizzate applicate;

f) se del caso, le altre norme e specifiche tecniche utilizzate;

g) l’indicazione e la firma della persona autorizzata a vincolare il fornitore;

2. I fornitori possono aggiungere ulteriori informazioni.




ALLEGATO VI

Informazioni da fornire nei casi in cui non è previsto che l’utilizzatore finale veda l’apparecchio esposto, eccetto in Internet

A.   FORNI PER USO DOMESTICO

1. Le informazioni di cui all’articolo 4, paragrafo 1, lettera b), sono fornite nell’ordine seguente:

a) il nome o il marchio del fornitore;

b) l’identificatore del modello del fornitore, ossia l’identificatore del modello specifico del forno per uso domestico cui si applicano le cifre riportate di seguito;

c) la classe di efficienza energetica del modello per ciascun compartimento, definita nell’allegato I, tabella 1; la classe dichiarata non è più favorevole rispetto alla classe riportata nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

d) il consumo di energia per ciclo per ciascun compartimento se disponibile in modo convenzionale e in modo ventilato; il consumo energetico misurato è espresso in kWh (forni a gas ed elettrici) e in MJ (forni a gas), arrotondato al secondo decimale; il valore dichiarato non è inferiore al valore riportato nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

e) il numero di compartimenti; la fonte o le fonti di calore per compartimento; il volume di ciascun compartimento.

2. Qualsiasi altra informazione contenuta nella scheda informativa del prodotto è fornita nella forma e nell’ordine definiti nell’allegato IV.

3. Tutte le informazioni di cui al presente allegato sono stampate o esposte in forma e caratteri leggibili.

B.   CAPPE DA CUCINA PER USO DOMESTICO

1. Le informazioni di cui all’articolo 4, paragrafo 2, lettera b), sono fornite nell’ordine seguente:

a) il nome o il marchio del fornitore;

b) l’identificatore del modello del fornitore, ossia l’identificatore del modello specifico del forno per uso domestico cui si applicano le cifre riportate di seguito;

c) la classe di efficienza energetica del modello, definita nell’allegato I, tabella 2; la classe dichiarata non è più favorevole rispetto alla classe riportata nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

d) il consumo annuo di energia del modello espresso in kWh, definito nell’allegato II, punto 2.1; il valore dichiarato non è inferiore al valore riportato nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

e) la classe di efficienza fluidodinamica del modello, definita nell’allegato I, tabella 3; la classe dichiarata non è più favorevole rispetto alla classe riportata nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

f) la classe di efficienza luminosa del modello, definita nell’allegato I, tabella 4; la classe dichiarata non è più favorevole rispetto alla classe riportata nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

g) la classe di efficienza del filtraggio dei grassi, definita nell’allegato I, tabella 5; la classe dichiarata non è più favorevole rispetto alla classe riportata nella documentazione tecnica di cui all’allegato V;

h) la potenza sonora ponderata A delle emissioni di rumore aereo (valore medio ponderato — LWA), alla potenza minima e massima disponibile in condizioni di uso normale, espressa in dB e arrotondata alla cifra intera più vicina; il valore dichiarato non è inferiore al valore riportato nella documentazione tecnica di cui all’allegato V.

2. Qualsiasi altra informazione contenuta nella scheda informativa del prodotto è fornita nella forma e nell’ordine definiti nell’allegato IV.

3. Tutte le informazioni di cui al presente allegato sono stampate o esposte in forma e caratteri leggibili.




ALLEGATO VII

Informazioni da fornire nel caso di vendita, noleggio o vendita a rate via Internet

1. Ai fini dei punti da 2 a 5 del presente allegato s’intende per:

a) «meccanismo di visualizzazione», uno schermo, compresi lo schermo tattile o altre tecnologie visive utilizzate per mostrare il contenuto di Internet agli utenti;

b) «visualizzazione annidata», un’interfaccia visiva in cui un insieme di dati o immagini è accessibile tramite un clic del mouse, un movimento del cursore del mouse o un’espansione dello schermo tattile operati su un’altra immagine o un altro insieme di dati;

c) «schermo tattile», uno schermo sensibile al tocco, quale lo schermo di un tablet, di uno slate o di uno smartphone;

d) «testo alternativo», un testo fornito in alternativa a un testo grafico che consente di presentare l’informazione in forma non grafica nei casi in cui i dispositivi di visualizzazione non possano riprodurre il testo grafico o come aiuto all’accessibilità, ad esempio nelle applicazioni di sintesi vocale.

2. L’etichetta messa a disposizione dai fornitori ai sensi dell’articolo 3, paragrafo 1, lettera a), punto vi), o dell’articolo 3, paragrafo 1, lettera b), punto vi), è riportata sul meccanismo di visualizzazione in prossimità del prezzo del prodotto secondo il calendario di cui all’articolo 3, paragrafo 3. Per i forni, l’etichetta pertinente è presentata per ciascun compartimento del forno. Le dimensioni sono tali da rendere l’etichetta risulta chiaramente visibile e leggibile e sono proporzionate alle dimensioni specificate nell’allegato III. L’etichetta può essere visualizzata mediante una visualizzazione annidata, nel qual caso l’immagine utilizzata per accedere all’etichetta è conforme alle specifiche di cui al punto 3 del presente allegato. Se è applicata la visualizzazione annidata, l’etichetta appare con il primo clic o il primo movimento del cursore del mouse sull’immagine o con l’espansione della stessa sullo schermo tattile.

3. Nel caso di visualizzazione annidata l’immagine utilizzata per accedere all’etichetta:

a) è costituita da una freccia nel colore corrispondente alla classe di efficienza energetica del prodotto sull’etichetta;

b) riporta sulla freccia la classe di efficienza energetica del prodotto in bianco in caratteri di dimensione equivalente a quella del prezzo; nonché

c) si presenta in uno dei seguenti due formati:



image

image

4. Nel caso di visualizzazione annidata la sequenza di visualizzazione dell’etichetta corrisponde ai seguenti formati:

a) l’immagine di cui al punto 3 del presente allegato compare sul meccanismo di visualizzazione in prossimità del prezzo del prodotto;

b) l’immagine costituisce un link all’etichetta;

c) l’etichetta è visualizzata con un clic o un movimento del cursore del mouse sull’immagine o un’espansione della stessa sullo schermo tattile;

d) l’etichetta appare in una finestra pop-up (sovrapposta), in una nuova scheda, in una nuova pagina, o in un riquadro dello schermo;

e) per l’ingrandimento dell’etichetta sugli schermi tattili, si applicano le convenzioni di tali dispositivi;

f) l’etichetta scompare mediante un’opzione di chiusura o un altro meccanismo di chiusura standard;

g) il testo alternativo al testo grafico, che si deve visualizzare laddove non sia possibile visualizzare l’etichetta, indica la classe di efficienza energetica del prodotto in caratteri di dimensione equivalente a quella del prezzo.

5. La scheda del prodotto messa a disposizione dai fornitori ai sensi dell’articolo 3, paragrafo 1, lettera a), punto vi) o dell’articolo 3, paragrafo 1, lettera b), punto vi), è riportata sul meccanismo di visualizzazione in prossimità del prezzo del prodotto. Le dimensioni del testo sono tali da rendere le scheda del prodotto chiaramente visibile e leggibile. La scheda del prodotto può essere visualizzata mediante una visualizzazione annidata, nel qual caso il link utilizzato per la consultazione della scheda indica in modo chiaro e leggibile «scheda del prodotto». Se si utilizza la visualizzazione annidata, la scheda del prodotto appare mediante il primo clic del mouse, il primo movimento del cursore del mouse o l’espansione dello schermo tattile sul link.

▼M1




ALLEGATO VIII

Verifica di conformità dei prodotti da parte delle autorità di sorveglianza del mercato

Le tolleranze definite nel presente allegato si applicano esclusivamente alla verifica dei parametri misurati dalle autorità degli Stati membri e non devono essere utilizzate dal fornitore per stabilire i valori riportati nella documentazione tecnica. I valori e le classi che figurano sull'etichetta o sulla scheda prodotto non sono più favorevoli per il fornitore dei valori riportati nella documentazione tecnica.

Per verificare la conformità di un modello di prodotto ai requisiti stabiliti nel presente regolamento delegato, per le specifiche di cui al presente allegato, le autorità degli Stati membri applicano la seguente procedura:

1) le autorità dello Stato membro sottopongono a verifica una singola unità del modello;

2) si considera il modello conforme alle specifiche applicabili se:

a) i valori riportati nella documentazione tecnica di cui all'articolo 5, lettera b), della direttiva 2010/30/UE (valori dichiarati) e, se del caso, i valori usati per calcolarli, non sono più favorevoli per il fornitore dei corrispondenti valori che figurano nei risultati delle prove di cui al punto iii) della suddetta lettera; e

b) i valori che figurano sull'etichetta e sulla scheda di prodotto non sono più favorevoli per il fornitore dei valori dichiarati, e la classe di efficienza energetica indicata non è più favorevole per il fornitore della classe determinata dai valori dichiarati; e

c) quando le autorità dello Stato membro sottopongono a prova l'unità del modello, i valori determinati (i valori dei pertinenti parametri misurati nelle prove e i valori calcolati da tali misurazioni) rientrano nelle rispettive tolleranze di verifica riportate nella tabella 6;

3) se non si ottiene quanto indicato al punto 2, lettera a) o b), il modello e tutti i modelli che risultano equivalenti nella documentazione tecnica del fornitore sono considerati non conformi al presente regolamento delegato;

4) se non si ottiene quanto indicato al punto 2, lettera c), le autorità dello Stato membro selezionano tre unità supplementari dello stesso modello per sottoporle a prova. In alternativa, le tre unità supplementari selezionate possono essere di uno o più dei diversi modelli che risultano equivalenti nella documentazione tecnica del fornitore;

5) il modello è considerato conforme alle specifiche applicabili se, per queste tre unità, la media aritmetica dei valori determinati rientra nelle rispettive tolleranze riportate nella tabella 6;

6) se non si ottiene quanto indicato al punto 5, il modello e tutti i modelli che risultano equivalenti nella documentazione tecnica del fornitore sono considerati non conformi al presente regolamento delegato;

7) le autorità dello Stato membro comunicano tutte le informazioni pertinenti alle autorità degli altri Stati membri e alla Commissione subito dopo l'adozione della decisione relativa alla non conformità del modello ai sensi dei punti 3 e 6.

Le autorità dello Stato membro si avvalgono dei metodi di calcolo e misurazione stabiliti nell'allegato II.

Le autorità dello Stato membro applicano esclusivamente le tolleranze di verifica stabilite nella tabella 6 e si avvalgono unicamente della procedura descritta ai punti da 1 a 7 per le specifiche di cui al presente allegato. Non si applicano altre tolleranze, quali quelle stabilite dalle norme armonizzate o in qualsiasi altro metodo di misurazione.



Tabella 6

Tolleranze di verifica

Parametri

Tolleranze di verifica

Massa del forno, M

Il valore determinato non supera il valore dichiarato M di oltre il 5 %.

Volume del compartimento del forno, V

Il valore determinato non è inferiore al valore dichiarato V di oltre il 5 %.

ECelectric cavity , ECgas cavity

I valori determinati non superano i valori dichiarati ECelectric cavity e ECgas cavity di oltre il 5 %.

WBEP , WL

I valori determinati non superano i valori dichiarati WBEP e WL di oltre il 5 %.

QBEP , PBEP

I valori determinati non sono inferiori ai valori dichiarati QBEP e PBEP di oltre il 5 %.

Qmax

Il valore determinato non supera il valore dichiarato Qmax di oltre l'8 %.

Emiddle

Il valore determinato non è inferiore al valore dichiarato Emiddle di oltre il 5 %.

GFEhood

Il valore determinato non è inferiore al valore dichiarato GFEhood di oltre il 5 %.

Po , Ps

I valori determinati del consumo energetico Po e Ps non superano di oltre il 10 % i rispettivi valori dichiarati. I valori determinati del consumo energetico Po e Ps, quando sono inferiori o pari a 1,00 W, non superano di oltre 0,10 W i rispettivi valori dichiarati.

Livello di potenza sonora, LWA

Il valore determinato non supera il valore dichiarato LWA .



( 1 ) Direttiva 2004/108/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 dicembre 2004, concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative alla compatibilità elettromagnetica e che abroga la direttiva 89/336/CEE (GU L 390 del 31.12.2004, pag. 24).

( 2 ) 1 kWh/ciclo = 3,6 MJ/ciclo.

( 3 ) GU L 27 del 30.1.2010, pag. 1.

Top