Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 02008R1334-20181025

Regolamento (CE) n. 1334/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2008, relativo agli aromi e ad alcuni ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti destinati a essere utilizzati negli e sugli alimenti e che modifica il regolamento (CEE) n. 1601/91 del Consiglio, i regolamenti (CE) n. 2232/96 e (CE) n. 110/2008 e la direttiva 2000/13/CE (Testo rilevante ai fini del SEE)Testo rilevante ai fini del SEE

ELI: http://data.europa.eu/eli/reg/2008/1334/2018-10-25

02008R1334 — IT — 25.10.2018 — 017.001


Il presente testo è un semplice strumento di documentazione e non produce alcun effetto giuridico. Le istituzioni dell’Unione non assumono alcuna responsabilità per i suoi contenuti. Le versioni facenti fede degli atti pertinenti, compresi i loro preamboli, sono quelle pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e disponibili in EUR-Lex. Tali testi ufficiali sono direttamente accessibili attraverso i link inseriti nel presente documento

►B

REGOLAMENTO (CE) N. 1334/2008 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

del 16 dicembre 2008

relativo agli aromi e ad alcuni ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti destinati a essere utilizzati negli e sugli alimenti e che modifica il regolamento (CEE) n. 1601/91 del Consiglio, i regolamenti (CE) n. 2232/96 e (CE) n. 110/2008 e la direttiva 2000/13/CE

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(GU L 354 dell'31.12.2008, pag. 34)

Modificato da:

 

 

Gazzetta ufficiale

  n.

pag.

data

►M1

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 872/2012 DELLA COMMISSIONE del 1o ottobre 2012

  L 267

1

2.10.2012

►M2

REGOLAMENTO (UE) N. 545/2013 DELLA COMMISSIONE del 14 giugno 2013

  L 163

15

15.6.2013

►M3

REGOLAMENTO (UE) N. 985/2013 DELLA COMMISSIONE del 14 ottobre 2013

  L 273

18

15.10.2013

►M4

REGOLAMENTO (UE) N. 246/2014 DELLA COMMISSIONE del 13 marzo 2014

  L 74

58

14.3.2014

►M5

REGOLAMENTO (UE) N. 1098/2014 DELLA COMMISSIONE del 17 ottobre 2014

  L 300

41

18.10.2014

►M6

REGOLAMENTO (UE) 2015/648 DELLA COMMISSIONE del 24 aprile 2015

  L 107

15

25.4.2015

►M7

REGOLAMENTO (UE) 2015/1102 DELLA COMMISSIONE dell'8 luglio 2015

  L 181

54

9.7.2015

►M8

REGOLAMENTO (UE) 2015/1760 DELLA COMMISSIONE del 1o ottobre 2015

  L 257

27

2.10.2015

 M9

REGOLAMENTO (UE) 2016/54 DELLA COMMISSIONE del 19 gennaio 2016

  L 13

40

20.1.2016

►M10

REGOLAMENTO (UE) 2016/55 DELLA COMMISSIONE del 19 gennaio 2016

  L 13

43

20.1.2016

►M11

REGOLAMENTO (UE) 2016/178 DELLA COMMISSIONE del 10 febbraio 2016

  L 35

6

11.2.2016

►M12

REGOLAMENTO (UE) 2016/637 DELLA COMMISSIONE del 22 aprile 2016

  L 108

24

23.4.2016

►M13

REGOLAMENTO (UE) 2016/692 DELLA COMMISSIONE del 4 maggio 2016

  L 120

7

5.5.2016

►M14

REGOLAMENTO (UE) 2016/1244 DELLA COMMISSIONE del 28 luglio 2016

  L 204

7

29.7.2016

►M15

REGOLAMENTO (UE) 2017/378 DELLA COMMISSIONE del 3 marzo 2017

  L 58

14

4.3.2017

►M16

REGOLAMENTO (UE) 2017/1250 DELLA COMMISSIONE dell'11 luglio 2017

  L 179

3

12.7.2017

►M17

REGOLAMENTO (UE) 2018/678 DELLA COMMISSIONE del 3 maggio 2018

  L 114

13

4.5.2018

►M18

REGOLAMENTO (UE) 2018/1246 DELLA COMMISSIONE del 18 settembre 2018

  L 235

3

19.9.2018

►M19

REGOLAMENTO (UE) 2018/1482 DELLA COMMISSIONE del 4 ottobre 2018

  L 251

19

5.10.2018




▼B

REGOLAMENTO (CE) N. 1334/2008 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

del 16 dicembre 2008

relativo agli aromi e ad alcuni ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti destinati a essere utilizzati negli e sugli alimenti e che modifica il regolamento (CEE) n. 1601/91 del Consiglio, i regolamenti (CE) n. 2232/96 e (CE) n. 110/2008 e la direttiva 2000/13/CE

(Testo rilevante ai fini del SEE)



CAPO I

OGGETTO, AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONI

Articolo 1

Oggetto

Il presente regolamento stabilisce norme relative agli aromi e agli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti destinati a essere utilizzati negli e sugli alimenti, al fine di assicurare l’efficace funzionamento del mercato interno garantendo al contempo un elevato livello di tutela della salute umana e di protezione dei consumatori, comprese la tutela dei loro interessi e le prassi leali nel commercio alimentare, tenuto eventualmente conto della tutela dell’ambiente.

A tali fini il presente regolamento stabilisce:

a) un elenco comunitario di aromi e materiali di base di cui è autorizzato l’uso negli e sugli alimenti, riportato nell’allegato I (in seguito denominato l'«elenco comunitario»);

b) le condizioni per l’uso degli aromi e degli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti negli e sugli alimenti;

c) le norme relative all’etichettatura degli aromi.

Articolo 2

Ambito di applicazione

1.  Il presente regolamento si applica:

a) agli aromi utilizzati o destinati a essere utilizzati negli e sugli alimenti, fatte salve le disposizioni più specifiche stabilite nel regolamento (CE) n. 2065/2003;

b) agli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti;

c) agli alimenti contenenti aromi e/o ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti;

d) ai materiali di base per aromi e/o ai materiali di base per ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti.

2.  Il presente regolamento non si applica:

a) alle sostanze aventi esclusivamente un sapore dolce, aspro o salato;

b) agli alimenti crudi;

c) agli alimenti non composti e ai miscugli quali, ma non esclusivamente, spezie e/o erbe fresche, essiccate o congelate, alle miscele di tè e miscele per tisane nella loro forma originale se non sono stati utilizzati come ingredienti alimentari.

Articolo 3

Definizioni

1.  Ai fini del presente regolamento, si applicano le definizioni di cui ai regolamenti (CE) n. 178/2002 e (CE) n. 1829/2003.

2.  Ai fini del presente regolamento, si applicano inoltre le seguenti definizioni:

a) per «aromi» s’intendono i prodotti:

i) non destinati ad essere consumati nella loro forma originale, che sono aggiunti agli alimenti al fine di conferire o modificare un aroma e/o sapore;

ii) fabbricati con o contenenti le seguenti categorie di sostanze: sostanze aromatizzanti, preparazioni aromatiche, aromi ottenuti per trattamento termico, aromatizzanti di affumicatura, precursori degli aromi o altri aromi o miscele di aromi;

b) per «sostanza aromatizzante» s’intende una sostanza chimica definita con proprietà aromatizzanti;

c) per «sostanza aromatizzante naturale» s’intende una sostanza aromatizzante ottenuta mediante appropriati procedimenti fisici, enzimatici o microbiologici da un materiale di origine vegetale, animale o microbiologica, che si trova allo stato grezzo o che è stato trasformato per il consumo umano mediante uno o più procedimenti tradizionali di preparazione degli alimenti di cui all’allegato II. Le sostanze aromatizzanti naturali corrispondono a sostanze normalmente presenti e identificate in natura;

d) per «preparazione aromatica» s’intende un prodotto, diverso dalle sostanze aromatizzanti, ottenuto da:

i) alimenti mediante appropriati procedimenti fisici, enzimatici o microbiologici che si trovano allo stato grezzo del materiale o che sono stati trasformati per il consumo umano mediante uno o più procedimenti tradizionali di preparazione degli alimenti di cui all’allegato II;

e/o

ii) materiale di origine vegetale, animale o microbiologica, diverso dagli alimenti, mediante appropriati procedimenti fisici, enzimatici o microbiologici, impiegato nella forma originale o preparato mediante uno o più procedimenti tradizionali di preparazione degli alimenti di cui all’allegato II;

e) per «aroma ottenuto per trattamento termico» s’intende un prodotto ottenuto previo trattamento termico da una miscela di ingredienti che non hanno necessariamente di per sé proprietà aromatizzanti, di cui almeno uno contiene azoto (amino) e un altro è uno zucchero riduttore; gli ingredienti utilizzati per la produzione di aromi ottenuti per trattamento termico possono essere:

i) alimenti;

e/o

ii) materiali di base diversi dagli alimenti;

f) per «aromatizzante di affumicatura» s’intende un prodotto ottenuto mediante il frazionamento e la purificazione di un fumo condensato che produca condensati di fumo primari, frazioni di catrame primarie e/o aromatizzanti di affumicatura derivati, quali definiti all’articolo 3, punti 1), 2) e 4) de regolamento (CE) n. 2065/2003;

g) per «precursore di aroma» s’intende un prodotto, che di per sé non ha necessariamente proprietà aromatizzanti, aggiunto intenzionalmente agli alimenti al solo fine di produrre un aroma mediante scomposizione o reazione con altri componenti durante la trasformazione degli alimenti; può essere ottenuto da:

i) alimenti;

e/o

ii) materiali di base diversi dagli alimenti;

h) per «altro aroma» s’intende un aroma aggiunto o destinato ad essere aggiunto agli alimenti al fine di conferire un aroma e/o sapore e che non rientra nelle definizioni di cui alle lettere da b) a g);

i) per «ingrediente alimentare con proprietà aromatizzanti» s’intende un ingrediente alimentare diverso dagli aromi che può essere aggiunto agli alimenti allo scopo principale di aggiungerne o modificarne l’aroma e che contribuisce significativamente alla presenza negli alimenti di talune sostanze indesiderabili presenti in natura;

j) per «materiale di base» s’intende un materiale di origine vegetale, animale, microbiologica o minerale da cui sono prodotti gli aromi o gli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti; può trattarsi di:

i) alimenti;

o

ii) materiali di base diversi dagli alimenti;

k) per «appropriato procedimento fisico» s’intende un procedimento fisico che non modifica intenzionalmente la natura chimica dei componenti degli aromi, fatto salvo l’elenco dei procedimenti tradizionali di preparazione degli alimenti di cui all’allegato II, e che non comporta tra l’altro l’uso di ossigeno singoletto, ozono, catalizzatori inorganici, catalizzatori metallici, reagenti metallorganici e/o radiazioni UV.

3.  Ai fini delle definizioni di cui al paragrafo 2, lettere d), e), g) ed j), i materiali di base di cui è noto l’uso nella produzione di aromi sono considerati alimenti ai sensi del presente regolamento.

4.  Gli aromi possono contenere additivi alimentari consentiti dal regolamento (CE) n. 1333/2008 e/o altri ingredienti alimentari incorporati per scopi tecnologici.



CAPO II

CONDIZIONI D’USO DEGLI AROMI, DEGLI INGREDIENTI ALIMENTARI CON PROPRIETÀ AROMATIZZANTI E DEI MATERIALI DI BASE

Articolo 4

Condizioni generali d’uso degli aromi o degli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti

Possono essere utilizzati negli o sugli alimenti solo gli aromi o gli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti che soddisfano le seguenti condizioni:

a) in base ai dati scientifici disponibili non presentano un rischio per la salute dei consumatori e

b) il loro uso non induce in errore il consumatore.

Articolo 5

Divieto relativo agli aromi non conformi e/o agli alimenti non conformi

È vietato immettere sul mercato aromi o alimenti in cui siano presenti aromi e/o ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti il cui impiego non sia conforme al presente regolamento.

Articolo 6

Presenza di talune sostanze

1.  Le sostanze di cui all’allegato III, parte A non sono aggiunte in quanto tali agli alimenti.

2.  Fatto salvo il regolamento (CE) n. 110/2008, i tenori massimi negli alimenti composti di cui all’allegato III, parte B di talune sostanze naturalmente presenti negli aromi e/o negli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti non sono superati per effetto dell’uso di aromi e/o ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti negli o sugli alimenti. I tenori massimi delle sostanze specificate nell’allegato III si applicano agli alimenti immessi sul mercato, salvo indicazioni contrarie. In deroga a questo principio, per gli alimenti essiccati e/o concentrati che devono essere ricostituiti i tenori massimi si applicano agli alimenti ricostituiti secondo le istruzioni riportate sull’etichetta, tenuto conto del fattore minimo di diluizione.

3.  Modalità d’applicazione del paragrafo 2 possono essere adottate secondo la procedura di regolamentazione di cui all’articolo 21, paragrafo 2, seguendo, se necessario, il parere dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (di seguito «l'Autorità»).

Articolo 7

Uso di taluni materiali di base

1.  I materiali di base di cui all’allegato IV, parte A non sono utilizzati per la produzione di aromi e/o ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti.

2.  Gli aromi e/o gli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti prodotti a partire da materiali di base elencati nell’allegato IV, parte B possono essere utilizzati soltanto alle condizioni stabilite in detto allegato.

Articolo 8

Aromi e ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti non soggetti all’obbligo della valutazione e dell’autorizzazione

1.  I seguenti aromi e ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti possono essere utilizzati negli o sugli alimenti senza che siano necessarie una valutazione ed un’autorizzazione a norma del presente regolamento, purché conformi all’articolo 4:

a) le preparazioni aromatiche di cui all’articolo 3, paragrafo 2, lettera d), punto i);

b) gli aromi ottenuti per trattamento termico di cui all’articolo 3, paragrafo 2, lettera e), punto i), che sono conformi alle condizioni di produzione degli aromi ottenuti per trattamento termico e ai tenori massimi di talune sostanze in tali aromi di cui all’allegato V;

c) i precursori di aroma di cui all’articolo 3, paragrafo 2, lettera g), punto i);

d) gli ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti.

2.  In deroga al paragrafo 1, se la Commissione, uno Stato membro o l’Autorità esprimono dubbi quanto alla sicurezza di un aroma o di un ingrediente alimentare con proprietà aromatizzanti di cui al paragrafo 1, l’Autorità esegue una valutazione del rischio di tale aroma o ingrediente alimentare con proprietà aromatizzanti. Gli articoli 4, 5 e 6 del regolamento (CE) n. 1331/2008 si applicano in tal caso per analogia. Se necessario, la Commissione adotta, in seguito al parere dell’Autorità, misure intese a modificare elementi non essenziali del presente regolamento, anche completandolo, secondo la procedura di regolamentazione con controllo di cui all’articolo 21, paragrafo 3. Tali misure figurano, secondo il caso, negli allegati III, IV e/o V. Per motivi imperativi di urgenza la Commissione può applicare la procedura d’urgenza di cui all’articolo 21, paragrafo 4.



CAPO III

ELENCO COMUNITARIO DEGLI AROMI E DEI MATERIALI DI BASE DI CUI È AUTORIZZATO L’USO NEGLI O SUGLI ALIMENTI

Articolo 9

Aromi e materiali di base soggetti all’obbligo della valutazione e dell’autorizzazione

Il presente capo si applica:

a) alle sostanze aromatizzanti;

b) alle preparazioni aromatiche di cui all’articolo 3, paragrafo 2, lettera d), punto ii);

c) agli aromi ottenuti per trattamento termico mediante riscaldamento di ingredienti che rientrano in tutto o in parte tra quelli di cui all’articolo 3, paragrafo 2), lettera e), punto ii) e/o che non sono conformi alle condizioni di produzione degli aromi ottenuti per trattamento termico e/o ai tenori massimi di talune sostanze indesiderabili di cui all’allegato V;

d) ai precursori di aroma di cui all’articolo 3, paragrafo 2, lettera g), punto ii);

e) agli altri aromi di cui all’articolo 3, paragrafo 2, lettera h);

f) ai materiali di base diversi dagli alimenti di cui all’articolo 3, paragrafo 2), lettera j), punto ii).

Articolo 10

Elenco comunitario degli aromi e dei materiali di base

Degli aromi e dei materiali di base di cui all’articolo 9, solo quelli inclusi nell’elenco comunitario possono essere immessi sul mercato nella loro forma originale o utilizzati negli o sugli alimenti alle condizioni d’impiego ivi specificate, ove applicabili.

Articolo 11

Inclusione di aromi e materiali di base nell’elenco comunitario

1.  Un aroma o un materiale di base può essere incluso nell’elenco comunitario secondo la procedura di cui al regolamento (CE) n. 1331/2008 solo se è conforme alle condizioni di cui all’articolo 4 del presente regolamento.

2.  Per ogni aroma o materiale di base incluso nell’elenco comunitario sono indicati:

a) l’identificazione dell’aroma o materiale di base autorizzato;

b) se necessario, le condizioni d’uso dell’aroma.

3.  L’elenco comunitario è modificato secondo la procedura di cui al regolamento (CE) n. 1331/2008.

Articolo 12

Aromi o materiali di base che rientrano nell’ambito di applicazione del regolamento (CE) n. 1829/2003

1.  Un aroma o materiale di base che rientra nell’ambito di applicazione del regolamento (CE) n. 1829/2003 può essere incluso nell’elenco comunitario di cui all’allegato I a norma del presente regolamento soltanto se è autorizzato ai sensi del regolamento (CE) n. 1829/2003.

2.  Quando un aroma già incluso nell’elenco comunitario è prodotto partendo da una base diversa che rientra nell’ambito di applicazione del regolamento (CE) n. 1829/2003 non è richiesta una nuova autorizzazione ai sensi del presente regolamento, nella misura in cui la nuova base è coperta da un’autorizzazione a norma del regolamento (CE) n. 1829/2003 e l’aroma è conforme ai requisiti stabiliti dal presente regolamento.

Articolo 13

Decisioni di interpretazione

Se necessario, può essere adottata secondo la procedura di regolamentazione di cui all’articolo 21, paragrafo 2 una decisione per stabilire:

a) se una sostanza o una miscela di sostanze, materiali o tipi di alimenti rientrino nelle categorie di cui all’articolo 2, paragrafo 1;

b) la categoria specifica di cui all’articolo 3, paragrafo 2, lettere da b) a j), alla quale appartiene una determinata sostanza;

c) se un particolare prodotto appartenga o meno ad una categoria di alimenti o sia un alimento di cui all’allegato I o all’allegato III, parte B.



CAPO IV

ETICHETTATURA

Articolo 14

Etichettatura degli aromi non destinati alla vendita ai consumatori finali

1.  Gli aromi non destinati alla vendita ai consumatori finali possono essere immessi sul mercato solo con l’etichettatura di cui agli articoli 15 e 16, che deve essere facilmente visibile, chiaramente leggibile e indelebile. Le informazioni di cui all’articolo 15 sono redatte in un linguaggio facilmente comprensibile per gli acquirenti.

2.  Nel proprio territorio, lo Stato membro nel quale il prodotto è immesso sul mercato può, ai sensi del trattato, stabilire che le informazioni di cui all’articolo 15 figurino in una o più delle lingue ufficiali della Comunità, determinate da tale Stato membro. Ciò non preclude la possibilità di indicare tali informazioni in diverse lingue.

Articolo 15

Prescrizioni generali relative all’etichettatura degli aromi non destinati alla vendita ai consumatori finali

1.  Quando gli aromi non destinati alla vendita ai consumatori finali sono venduti separatamente o in associazione tra loro e/o ad altri ingredienti alimentari e/o quando vi sono aggiunte altre sostanze conformemente all’articolo 3, paragrafo 4, l’imballaggio o i recipienti in cui sono contenuti recano le seguenti informazioni:

a) la descrizione di vendita: il termine «aroma» o una denominazione più specifica o una descrizione dell’aroma;

b) l’indicazione «per alimenti» o «per alimenti (uso limitato)» o un’indicazione più specifica dell’uso alimentare cui l’aroma è destinato;

c) se necessario, le condizioni particolari di conservazione e/o d’impiego;

d) un marchio di identificazione della partita o del lotto;

e) in ordine decrescente in base al peso, un elenco:

i) delle categorie di aromi presenti e

ii) delle denominazioni di ciascuna delle altre sostanze o degli altri materiali contenuti nel prodotto o, se del caso, del loro numero E;

f) la denominazione o ragione sociale e l’indirizzo del produttore, dell’imballatore o del venditore;

g) l’indicazione della quantità massima di ogni componente o gruppo di componenti soggetti ad una limitazione quantitativa negli alimenti e/o informazioni appropriate, formulate in modo chiaro e facilmente comprensibile, che consentano all’acquirente di conformarsi al presente regolamento o ad altre normative comunitarie pertinenti;

h) la quantità netta;

i) il termine minimo di conservazione o la data di scadenza;

j) se pertinenti, informazioni su un aroma o su altre sostanze di cui al presente articolo ed elencati nell’allegato III bis della direttiva 2000/13/CE concernente l’indicazione degli ingredienti dei prodotti alimentari.

2.  In deroga al paragrafo 1, le informazioni di cui alle lettere e) e g) di tale paragrafo possono figurare solo sui documenti relativi alla partita che devono essere forniti all’atto della consegna o anteriormente ad essa, purché l’indicazione «non destinato alla vendita al dettaglio» sia apposta su una parte facilmente visibile dell’imballaggio o del recipiente del prodotto in questione.

3.  In deroga al paragrafo 1, quando gli aromi sono forniti in cisterne, tutte le informazioni possono figurare solo sui documenti di accompagnamento relativi alla partita che devono essere forniti all’atto della consegna.

Articolo 16

Disposizioni specifiche per l’uso del termine «naturale»

1.  Se il termine «naturale» è utilizzato per designare un aroma nella descrizione di vendita di cui all’articolo 15, paragrafo 1, lettera a) si applicano le disposizioni di cui ai paragrafi da 2 a 6 del presente articolo.

2.  Il termine «naturale» può essere utilizzato per descrivere un aroma solo se il componente aromatizzante contiene esclusivamente preparazioni aromatiche e/o sostanze aromatizzanti naturali.

3.  Il termine «sostanza aromatizzante naturale» può essere utilizzato solo per gli aromi il cui componente aromatizzante contiene esclusivamente sostanze aromatizzanti naturali.

4.  Il termine «naturale» può essere utilizzato in associazione ad un riferimento ad un alimento, ad una categoria di alimenti o ad una fonte d’aroma vegetale o animale solo se la totalità o almeno il 95 % (p/p) del componente aromatizzante è stato ottenuto dal materiale di base a cui è fatto riferimento.

La descrizione è così formulata: «aroma naturale di “alimento o categoria di alimenti o materiale di base alimentare”».

5.  Il termine «aroma naturale di “alimento o categoria di alimenti o materiale di base alimentare” con altri aromi naturali» può essere utilizzato solo se il componente aromatizzante è parzialmente derivato dal materiale di base a cui è fatto riferimento, l’aroma del quale è facilmente riconoscibile.

6.  Il termine «aroma naturale» può essere utilizzato soltanto se il componente aromatizzante è derivato da materiali di base diversi e se un riferimento ai materiali di base non ne indica l’aroma o il sapore.

Articolo 17

Etichettatura degli aromi destinati alla vendita ai consumatori finali

1.  Fatti salvi la direttiva 2000/13/CE, la direttiva 89/396/CEE del Consiglio, del 14 giugno 1989, relativa alle diciture o marche che consentono di identificare la partita alla quale appartiene una derrata alimentare ( 1 ), e il regolamento (CE) n. 1829/2003, gli aromi venduti separatamente o in associazione ad altri aromi e/o ad altri ingredienti alimentari e/o ai quali sono aggiunte altre sostanze e che sono destinati alla vendita ai consumatori finali possono essere immessi sul mercato soltanto se il loro imballaggio reca facilmente visibile, chiaramente leggibile e indelebile l’indicazione «per alimenti» o «per alimenti (uso limitato)» o un’indicazione più precisa dell’uso alimentare cui gli aromi sono destinati.

2.  Se il termine «naturale» è utilizzato per designare un aroma nella descrizione di vendita di cui all’articolo 15, paragrafo 1, lettera a), si applicano le disposizioni dell’articolo 16.

Articolo 18

Altre prescrizioni relative all’etichettatura

Gli articoli da 14 a 17 lasciano impregiudicate le disposizioni legislative, regolamentari o amministrative più dettagliate o più ampie che riguardano i pesi e le misure o che si applicano alla presentazione, alla classificazione, all’imballaggio e all’etichettatura delle sostanze e delle preparazioni pericolose o al trasporto di tali sostanze e preparazioni.



CAPO V

DISPOSIZIONI PROCEDURALI E ATTUAZIONE

Articolo 19

Informazioni che devono essere comunicate dagli operatori del settore alimentare

1.  Un produttore o un utilizzatore di una sostanza aromatizzante, o il rappresentante di tale produttore o utilizzatore, su richiesta della Commissione, comunica il quantitativo di sostanza aggiunta agli alimenti nella Comunità in dodici mesi. Le informazioni fornite in tale contesto sono trattate come riservate nella misura in cui tali informazioni non sono richieste ai fini della valutazione della sicurezza.

La Commissione mette a disposizione degli Stati membri le informazioni sui livelli d’uso per determinate categorie alimentari nella Comunità.

2.  Se d’applicazione i produttori o gli utilizzatori di un aroma già autorizzato ai sensi del presente regolamento e ottenuto con metodi di produzione o da materie prime significativamente diversi da quelli oggetto della valutazione del rischio effettuata dall’Autorità presentano alla Commissione, prima dell’immissione sul mercato dell’aroma, i dati necessari per consentire all’Autorità di procedere ad una valutazione dell’aroma in questione per quanto riguarda i metodi di produzione modificati o le caratteristiche modificate.

3.  I produttori o gli utilizzatori di aromi e/o materiali di base comunicano immediatamente alla Commissione qualsiasi nuova informazione scientifica o tecnica loro nota e accessibile che possa incidere sulla valutazione della sicurezza della sostanza aromatizzante.

4.  Le modalità di applicazione del paragrafo 1 sono adottate secondo la procedura di regolamentazione di cui all’articolo 21, paragrafo 2.

Articolo 20

Monitoraggio e informazioni comunicate dagli Stati membri

1.  Gli Stati membri stabiliscono sistemi di monitoraggio del consumo e dell’uso degli aromi inclusi nell’elenco comunitario nonché del consumo delle sostanze di cui all’allegato III con un approccio basato sui rischi e comunicano alla Commissione e all’Autorità le relative informazioni con l’appropriata periodicità.

2.  Previa consultazione dell’Autorità, è adottata entro il 20 gennaio 2011, secondo la procedura di regolamentazione di cui all’articolo 21, paragrafo 2, una metodologia comune per la raccolta, da parte degli Stati membri, di informazioni sul consumo e sull’uso degli aromi inclusi nell’elenco comunitario e delle sostanze di cui all’allegato III.

Articolo 21

Comitato

1.  La Commissione è assistita dal comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali.

2.  Nei casi in cui è fatto riferimento al presente paragrafo, si applicano gli articoli 5 e 7 della decisione 1999/468/CE, tenendo conto delle disposizioni dell’articolo 8 della stessa.

Il periodo di cui all’articolo 5, paragrafo 6 della decisione 1999/468/CE è fissato a tre mesi.

3.  Nei casi in cui è fatto riferimento al presente paragrafo si applicano l’articolo 5 bis, paragrafi da 1 a 4, e l’articolo 7 della decisione 1999/468/CE, tenendo conto delle disposizioni dell’articolo 8 della stessa.

4.  Nei casi in cui è fatto riferimento al presente paragrafo si applicano l’articolo 5 bis, paragrafi 1, 2, 4 e 6, e l’articolo 7 della decisione 1999/468/CE, tenendo conto delle disposizioni dell’articolo 8 della stessa.

Articolo 22

Modifica degli allegati da II a V

Le modifiche da apportare agli allegati da II a V del presente regolamento per tener conto dell’evoluzione delle conoscenze scientifiche e tecniche, intese a modificare elementi non essenziali del presente regolamento, sono adottate secondo la procedura di regolamentazione con controllo di cui all’articolo 21, paragrafo 3, in seguito al parere dell’Autorità, se necessario.

Per motivi imperativi di urgenza la Commissione può ricorrere alla procedura d’urgenza di cui all’articolo 21, paragrafo 4.

Articolo 23

Finanziamento comunitario delle politiche armonizzate

L’atto di base per il finanziamento delle misure adottate a titolo del presente regolamento è l’articolo 66, paragrafo 1, lettera c) del regolamento (CE) n. 882/2004.



CAPO VI

DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

Articolo 24

Abrogazioni

1.  La direttiva 88/388/CEE, la decisione 88/389/CEE e la direttiva 91/71/CEE sono abrogate con decorrenza dal 20 gennaio 2011.

2.  Il regolamento (CE) n. 2232/96 è abrogato con decorrenza dalla data di applicazione dell’elenco di cui all’articolo 2, paragrafo 2 di detto regolamento.

3.  I riferimenti agli atti abrogati s’intendono come riferimenti al presente regolamento.

Articolo 25

Inserimento dell’elenco di sostanze aromatizzati nell’elenco comunitario degli aromi e dei materiali di base e regime transitorio

1.  L’elenco comunitario è istituito inserendo l’elenco di sostanze aromatizzanti di cui all’articolo 2, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 2232/96 nell’allegato I del presente regolamento all’atto della sua adozione.

2.  In attesa dell’istituzione dell’elenco comunitario si applica il regolamento (CE) n. 1331/2008 per la valutazione e l’autorizzazione delle sostanze aromatizzanti non incluse nel programma di valutazione di cui all’articolo 4 del regolamento (CE) n. 2232/96.

In deroga a tale procedura non si applica alla valutazione e all’autorizzazione il termine di nove mesi di cui all’articolo 5, paragrafo 1, e all’articolo 7 del regolamento (CE) n. 1331/2008.

3.  Le opportune misure transitorie, intese a modificare elementi non essenziali del presente regolamento, anche completandolo, sono adottate secondo la procedura di regolamentazione con controllo di cui all’articolo 21, paragrafo 3.

Articolo 26

Modifica del regolamento (CEE) n. 1601/91

L’articolo 2, paragrafo 1, è modificato come segue:

1) alla lettera a), terzo trattino, il primo sottotrattino è sostituito dal seguente:

«— sostanze aromatizzanti e/o preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettere b) e d) del regolamento (CE) n. 1334/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2008, relativo agli aromi e ad alcuni ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti destinati ad essere utilizzati negli e sugli alimenti ( *1 ); e/o

2) alla lettera b), secondo trattino, il primo sottotrattino è sostituito dal seguente:

«— sostanze aromatizzanti e/o preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettere b) e d) del regolamento (CE) n. 1334/2008, e/o»;

3) alla lettera c), secondo trattino, il primo sottotrattino è sostituito dal seguente:

«— sostanze aromatizzanti e/o preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettere b) e d) del regolamento (CE) n. 1334/2008, e/o».

Articolo 27

Modifica del regolamento (CE) n. 2232/96

L’articolo 5, paragrafo 1 del regolamento (CE) n. 2232/96 è sostituito dal seguente:

«1)  L’elenco delle sostanze aromatizzanti di cui all’articolo 2, paragrafo 2, è adottato secondo la procedura di cui all’articolo 7 entro il 31 dicembre 2010.»

Articolo 28

Modifica del regolamento (CE) n. 110/2008

Il regolamento (CE) n. 110/2008 è modificato come segue:

1) all’articolo 5, paragrafo 2, la lettera c) è sostituita dalla seguente:

«c) possono contenere sostanze aromatizzanti quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera b) del regolamento (CE) n. 1334/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2008, relativo agli aromi e ad alcuni ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti destinati ad essere utilizzati negli e sugli alimenti ( *2 ) e preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera d) del medesimo regolamento;»

2) all’articolo 5, paragrafo 3, la lettera c) è sostituita dalla seguente:

«c) possono contenere uno o più aromi quali definiti all’articolo 3, paragrafo 2, lettera a) del regolamento (CE) n. 1334/2008;»

3) nell’allegato I, il punto 9 è sostituito dal seguente:

«9.  Aromatizzazione

L’operazione che consiste nell'impiegare, per l’elaborazione di una bevanda spiritosa, uno o più aromi, quali definiti all’articolo 3, paragrafo 2, lettera a), del regolamento (CE) n. 1334/2008»;

4) l’allegato II è modificato come segue:

a) al paragrafo 19, la lettera c) è sostituita dalla seguente:

«c) possono essere impiegate come complemento altre sostanze aromatizzanti quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera b) del regolamento (CE) n. 1334/2008 e/o preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera d) del medesimo regolamento, e/o piante aromatiche o parti di esse, ma le caratteristiche organolettiche del ginepro devono essere percettibili, sebbene talvolta attenuate;»;

b) al paragrafo 20, la lettera c) è sostituita dalla seguente:

«c) nella produzione del gin possono essere impiegate soltanto sostanze aromatizzanti quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera b) del regolamento (CE) n. 1334/2008 e/o preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera d) del medesimo regolamento, in modo che il gusto di ginepro sia predominante;»;

c) al paragrafo 21, lettera a), il punto ii) è sostituito dal seguente:

«ii) la miscela del prodotto di tale distillazione con alcole etilico di origine agricola di uguale composizione, purezza e titolo alcolometrico. Per l’aromatizzazione del gin distillato possono essere impiegate anche sostanze aromatizzanti e/o preparazioni aromatiche come indicato alla categoria 20, lettera c);»;

d) al paragrafo 23, la lettera c) è sostituita dalla seguente:

«c) possono essere impiegate come complemento altre sostanze aromatizzanti quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera b) del regolamento (CE) n. 1334/2008 e/o preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera d) del medesimo regolamento, ma il gusto del carvi deve essere predominante.»;

e) al paragrafo 24, la lettera c) è sostituita dalla seguente:

«c) possono essere impiegate come complemento altre sostanze aromatizzanti naturali quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera c) del regolamento (CE) n. 1334/2008 e/o preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera d) del medesimo regolamento, ma il gusto di queste bevande è attribuibile in gran parte a distillati di semi di carvi (Carum carvi L.) e/o di semi di aneto (Anethum graveolens L.), mentre è vietata l’aggiunta di oli essenziali.»;

f) al paragrafo 30, la lettera a) è sostituita dalla seguente:

«a) Le bevande spiritose di gusto amaro o bitter sono bevande spiritose dal gusto prevalentemente amaro, ottenute mediante aromatizzazione di alcole etilico di origine agricola con sostanze aromatizzanti quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera b) del regolamento (CE) n. 1334/2008 e/o preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera d) del medesimo regolamento;»;

g) al paragrafo 32, lettera c), il primo comma e l’alinea del secondo comma sono sostituiti dai seguenti:

«c) nella preparazione di liquori possono essere utilizzate sostanze aromatizzanti quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera b) del regolamento (CE) n. 1334/2008 e preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera d) del medesimo regolamento. Tuttavia, solo le sostanze aromatizzanti naturali quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera c) del regolamento (CE) n. 1334/2008 e le preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera d) del medesimo regolamento sono impiegate nell’elaborazione dei seguenti liquori:»;

h) al paragrafo 41, la lettera c) è sostituita dalla seguente:

«c) nell’elaborazione del liquore a base di uova o advocaat o avocat o advokat possono essere utilizzate solo sostanze aromatizzanti quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera b) del regolamento (CE) n. 1334/2008 e preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera d) del medesimo regolamento.»;

i) al paragrafo 44, la lettera a) è sostituita dalla seguente:

«a) Il Väkevä glögi o spritglögg è una bevanda spiritosa ottenuta mediante aromatizzazione di alcole etilico di origine agricola con aromi naturali di chiodi di garofano e/o di cannella, usando uno dei seguenti procedimenti: macerazione e/o distillazione, ridistillazione dell’alcole in presenza di parti delle piante suddette, aggiunta di sostanze aromatizzanti quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettera c) del regolamento (CE) n. 1334/2008, di chiodi di garofano o di cannella o una combinazione di tali procedimenti;»;

j) al paragrafo 44, la lettera c) è sostituita dalla seguente:

«c) possono essere impiegati anche altri aromi aromatizzanti e/o preparazioni aromatiche quali definite all’articolo 3, paragrafo 2, lettere b), d) ed h) del regolamento (CE) n. 1334/2008, ma l’aroma delle spezie menzionate deve essere predominante;»;

k) (Non concerne la versione italiana).

Articolo 29

Modifica della direttiva 2000/13/CE

Nella direttiva 2000/13/CE l’allegato III è sostituito dal seguente:




«ALLEGATO III

DENOMINAZIONE DEGLI AROMI NELL’ELENCO DEGLI INGREDIENTI

1. Fatto salvo il paragrafo 2, gli aromi sono denominati con i termini:

 “aromi”, o con una denominazione più specifica o con una descrizione dell’aroma se il componente aromatizzante contiene aromi quali definiti all’articolo 3, paragrafo 2, lettere b), c), d), e), f), g) ed h) del regolamento (CE) n. 1334/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2008, relativo agli aromi e ad alcuni ingredienti alimentari con proprietà aromatizzanti destinati a essere utilizzati negli e sugli alimenti ( *3 );

 “aromatizzanti di affumicatura”, o “aromatizzanti di affumicatura ‘prodotti da’ alimenti o da categorie o basi di alimenti” (cioè aromatizzanti di affumicatura prodotti a partire dal faggio) se il componente aromatizzante contiene aromi quali definiti all’articolo 3, paragrafo 2, lettera f) del regolamento (CE) n. 1334/2008 e conferisce un aroma di affumicatura agli alimenti.

2. Il termine “naturale” per descrivere un aroma è utilizzato conformemente all’articolo 16 del regolamento (CE) n. 1334/2008.

Articolo 30

Entrata in vigore

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Esso si applica a decorrere dal 20 gennaio 2011.

L’articolo 10 si applica a decorrere da 18 mesi dopo la data di applicazione dell’elenco comunitario.

Gli articoli 26 e 28 si applicano dalla data di applicazione dell’elenco comunitario.

L’articolo 22 si applica a decorrere dal 20 gennaio 2009. Gli alimenti immessi sul mercato o etichettati legalmente prima del 20 gennaio 2011 che non sono conformi al presente regolamento possono essere commercializzati fino al termine minimo di conservazione o alla data di scadenza.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.




ALLEGATO I

▼M1

ELENCO DELL'UNIONE DELLE SOSTANZE AROMATIZZANTI E DEI MATERIALI DI BASE

PARTE A

Elenco dell'Unione delle sostanze aromatizzanti.

SEZIONE 1

Contenuto dell'elenco

La tabella 1 contiene le seguenti informazioni:

Colonna 1 (n. FL): numero di identificazione unico della sostanza

Colonna 2 (denominazione chimica): il nome della sostanza

Colonna 3 (n. CAS): numero CAS (Chemical Abstracts Service)

Colonna 4 (n. JECFA): numero del comitato misto FAO/OMS di esperti per gli additivi alimentari (JEFCA)

Colonna 5 (n. CoE): numero del Consiglio d'Europa (CoE)

Colonna 6 (purezza minima della sostanza indicata del 95% salvo altrimenti specificato): la purezza della sostanza aromatizzante in questione deve essere almeno del 95%. Se inferiore, la composizione della sostanza aromatizzante è riportata in questa colonna.

Colonna 7 (limitazioni dell'uso): l'uso delle sostanze aromatizzanti è concesso conformemente alle buone prassi di fabbricazione a meno che questa colonna riporti restrizioni specifiche. Le sostanze aromatizzanti soggette a limitazioni dell'uso possono essere inserite solo nelle categorie alimentari elencate e alle condizioni d'uso specificate. Ai fini delle restrizioni di cui sopra e ai sensi dell'allegato II del regolamento (CE) n. 1333/2008, verrà fatto riferimento alle seguenti categorie di alimenti:



Numero della categoria

Categoria di alimenti

1

Prodotti lattieri e prodotti analoghi

2

Oli e grassi ed emulsioni di oli e grassi

3

Gelati

4.2

Ortofrutticoli trasformati

5

Prodotti di confetteria

5.3

Gomme da masticare (chewing-gum)

6

Cereali e prodotti a base di cereali

7

Prodotti da forno

8

Carne

9

Pesce e prodotti della pesca

10

Uova e ovoprodotti

11

Zuccheri, sciroppi, miele ed edulcoranti da tavola

12

Sali, spezie, zuppe, minestre, salse, insalate, prodotti a base di proteine

13

Alimenti destinati a un'alimentazione particolare, quali definiti dalla direttiva 2009/39/CE (1)

14.1

Bevande analcoliche

14.2

Bevande alcoliche, incluse le bevande analoghe senza alcol o a basso tenore alcolico

15

Salatini e snack pronti al consumo

16

Dessert, tranne i prodotti compresi nelle categorie 1, 3 e 4

17

Integratori alimentari, quali definiti nella direttiva 2002/46/CE (2), del Parlamento europeo e del Consiglio, tranne gli integratori alimentari destinati ai lattanti e ai bambini nella prima infanzia

18

Alimenti trasformati non coperti dalle categorie 1-17, tranne gli alimenti per lattanti e bambini nella prima infanzia

(1)   GU L 124 del 20.5.2009, pag. 21.

(2)   GU L 183 del 12.7.2002, pag. 51.

Colonna 8 (note): la nota «1» è assegnata alle sostanze aromatizzanti la cui valutazione deve essere completata dall'Autorità. Le note dalla «2» alla «4» fanno riferimento alle scadenze stabilite per l'adempimento da parte dei richiedenti delle prescrizioni espresse dall'Autorità nei pareri pubblicati. Laddove i dati necessary non siano comunicati entro la scadenza stabilita, la sostanza aromatizzante in questione sarà esclusa dall'elenco dell'Unione. L'Autorità valuterà i dati trasmessi entro 9 mesi dal ricevimento. Le sostanze già valutate da JECFA sono riconoscibili grazie al numero JECFA riportato nella colonna 4.

(1) valutazione in corso di completamento da parte dell'Autorità

(2) dati scientifici supplementari da trasmettere entro il 31 dicembre 2012

(3) dati scientifici supplementari da trasmettere entro il 30 giugno 2013

(4) dati scientifici supplementari da trasmettere entro il 31 dicembre 2013

Colonna 9 (riferimento): riferimento all'organismo scientifico che ha condotto la valutazione.

SEZIONE 2

Note

Nota 1: i sali di ammonio, sodio, potassio e calcio, così come i cloruri, i carbonati e i solfati, sono compresi nelle rispettive sostanze generiche, posto che abbiano proprietà aromatizzanti.

Nota 2: qualora la sostanza aromatizzante autorizzata sia un racemo (miscela equimolare di enantiomeri), l'uso delle forme R- e S- dovrebbe anch'esso essere autorizzato. Se solo la forma R- è stata autorizzata, la forma S- non è coperta dalla stessa autorizzazione e viceversa.

Nota 3: le quantità massime si riferiscono ai livelli negli o sugli alimenti commercializzati. In deroga a questo principio, per gli alimenti essiccati e/o concentrati che devono essere ricostituiti le quantità massime si applicano agli alimenti ricostituiti secondo le istruzioni riportate sull'etichetta tenuto conto del fattore minimo di diluizione.

Nota 4: la presenza di una sostanza aromatizzante è autorizzata:

a) in un alimento composto diverso da quelli di cui all'allegato II, quando l'additivo è autorizzato in uno degli ingredienti dell'alimento composto;

b) in un alimento destinato a essere utilizzato soltanto nella preparazione di un alimento composto, a condizione che l'alimento composto sia conforme al presente regolamento.



Tabella 1

(1)

(2)

(3)

(4)

(5)

(6)

(7)

(8)

(9)

N. FL

Denominazione chimica

N. CAS

N. JECFA

N. CoE

Purezza minima della sostanza indicata del 95% salvo altrimenti specificato

Limitazioni dell'uso

Nota

Riferimento

01.001

limonene

138-86-3

 

491

 

 

 

EFSA

01.002

1-isopropil-4-metilbenzene

99-87-6

1325

620

 

 

 

EFSA

01.003

pin-2(10)-ene

127-91-3

1330

2114

 

 

2

EFSA

01.004

pin-2(3)-ene

80-56-8

1329

2113

 

 

2

EFSA

01.005

terpinolene

586-62-9

1331

2115

 

 

 

EFSA

01.006

alfa-fellandrene

99-83-2

1328

2117

Almeno l'85%. Componenti secondari: 10-12% cimene e altri idrocarburi terpenici

 

 

EFSA

01.007

beta-cariofillene

87-44-5

1324

2118

80-92% beta-cariofillene e 15-19% idrocarburi terpenici C15H24 (ad es. valencene)

 

2

EFSA

01.008

mircene

123-35-3

1327

2197

Almeno il 90%. Componenti secondari: idrocarburi terpenici C15H24 (ad es. valencene); il tenore minimo può includere tracce di limonene, alfa- e beta-pinene e altri terpeni comuni C10H16.

 

4

EFSA

01.009

Canfene

79-92-5

1323

2227

Almeno l'80%. Componenti secondari: 15-19% idrocarburi terpenici C15H24 (ad es. valencene)

 

2

EFSA

01.010

1-isopropenil-4-metilbenzene

1195-32-0

1333

2260

 

 

 

EFSA

▼M7 —————

▼M4 —————

▼M1

01.016

1,4(8),12-bisabolatriene

495-62-5

1336

10979

 

 

 

EFSA

01.017

valencene

4630-07-3

1337

11030

Almeno il 94%. Componenti secondari: 1-4% di altri sesquiterpeni C15H24

 

2

EFSA

01.018

beta-ocimene

13877-91-3

1338

11015

Almeno l'80%. Componenti secondari: 15-17% cis-beta-ocimene

 

4

EFSA

01.019

alfa-terpinene

99-86-5

1339

11023

Almeno l'89%. Componenti secondari: 6-7% 1,4- e 1,8-cineolo

 

 

EFSA

01.020

gamma-terpinene

99-85-4

1340

11025

 

 

 

EFSA

01.024

beta-burbonene

5208-59-3

1345

11931

 

 

2

EFSA

01.026

1(5),7(11)-guaiadiene

88-84-6

1347

 

 

 

2

EFSA

01.027

Bisabola-1,8,12-triene

17627-44-0

 

 

 

 

 

EFSA

01.028

beta-bisabolene

495-61-4

 

 

 

 

 

EFSA

01.029

delta-3-carene

13466-78-9

1342

10983

Almeno il 92%. Componenti secondari: 2-3% beta-pinene; 1-2% limonene; 1-2% mircene; 0-1% p-cimene

 

2

EFSA

01.033

2,2-dimetilesano

590-73-8

 

 

 

 

 

EFSA

01.034

2,4-dimetilesano

589-43-5

 

 

 

 

 

EFSA

01.035

2,6-dimetilotta-2,4,6-triene

673-84-7

 

 

 

 

2

EFSA

01.038

dodecano

112-40-3

 

 

 

 

 

EFSA

01.039

delta-elemene

20307-84-0

 

10996

 

 

 

EFSA

01.040

alfa-farnesene

502-61-4

1343

10998

Almeno 38% alfa- e 29% beta- (somma degli isomeri cis e trans). Componenti secondari: 20% bisabolene, fino al 10% di altri isomeri (valencene, burbonene, cadinene, guaiene)

 

4

EFSA

01.045

d-limonene

5989-27-5

1326

491

 

 

 

EFSA

01.046

l-limonene

5989-54-8

 

491

 

 

 

EFSA

01.054

pentadecano

629-62-9

 

 

 

 

 

EFSA

01.057

tetradecano

629-59-4

 

 

 

 

 

EFSA

01.059

4(10)-tuiene

3387-41-5

 

11018

 

 

2

EFSA

01.061

undeca-1,3,5-triene

16356-11-9

1341

 

Almeno il 94% (somma degli isomeri cis e trans). Componente secondario: 2,4,6-undecatriene (Z,Z,E)

 

4

EFSA

01.064

cis-3,7-dimetil-1,3,6-ottatriene

3338-55-4

 

 

 

 

2

EFSA

01.070

1-ottene

111-66-0

 

 

 

 

2

EFSA

01.077

1-metil-1,3-cicloesadiene

1489-56-1

1344

 

 

 

 

EFSA

02.001

2-metilpropan-1-olo

78-83-1

251

49

 

 

 

JECFA

02.002

propan-1-olo

71-23-8

82

50

 

 

 

JECFA

02.003

isopentanolo

123-51-3

52

51

 

 

 

JECFA

02.004

butan-1-olo

71-36-3

85

52

 

 

 

JECFA

02.005

esan-1-olo

111-27-3

91

53

 

 

 

JECFA

02.006

ottan-1-olo

111-87-5

97

54

 

 

 

JECFA

02.007

nonan-1-olo

143-08-8

100

55

 

 

 

JECFA

02.008

dodecan-1-olo

112-53-8

109

56

 

 

 

JECFA

02.009

esadecan-1-olo

36653-82-4

114

57

 

 

 

JECFA

02.010

alcole benzilico

100-51-6

25

58

 

 

 

EFSA

02.011

citronellolo

106-22-9

1219

59

Almeno il 90%. Componenti secondari: 5-8% alcoli di-insaturi e saturi C10, 1% acetato di citronellile, 1% citronellale.

 

 

EFSA

02.012

geraniolo

106-24-1

1223

60

 

 

 

EFSA

02.013

linalolo

78-70-6

356

61

 

 

 

JECFA

02.014

alfa-terpineolo

98-55-5

366

62

 

 

 

JECFA

02.015

mentolo

89-78-1

427

63

 

 

 

JECFA

02.016

DL-borneolo

507-70-0

1385

64

 

 

 

EFSA

02.017

alcole cinnamilico

104-54-1

647

65

 

 

 

EFSA

02.018

nerolidolo

7212-44-4

1646

67

 

 

 

EFSA

02.019

2-feniletan-1-olo

60-12-8

987

68

 

 

 

EFSA

02.020

es-2-en-1-olo

2305-21-7

1354

 

 

 

2

EFSA

02.021

eptan-1-olo

111-70-6

94

70

 

 

 

JECFA

02.022

ottan-2-olo

123-96-6

289

71

 

 

 

JECFA

02.023

ott-1-en-3-olo

3391-86-4

1152

 

 

 

1

EFSA

02.024

decan-1-ol

112-30-1

103

73

 

 

 

JECFA

02.026

3,7-dimetilottan-1-olo

106-21-8

272

75

Almeno il 90%. Componenti secondari: 5-7% geraniolo e citronellolo

 

 

JECFA

02.027

(-)-rodinolo

6812-78-8

1222

76

 

 

 

EFSA

02.028

3,7-dimetilottan-3-olo

78-69-3

357

77

 

 

 

JECFA

02.029

3,7,11-trimetildodeca-2,6,10-trien-1-olo

4602-84-0

1230

78

 

 

 

EFSA

02.030

alcole alfa-pentilcinnamilico

101-85-9

674

79

 

 

 

EFSA

02.031

3-fenilpropan-1-olo

122-97-4

636

80

 

 

 

EFSA

02.033

1-fenilpropan-1-olo

93-54-9

822

82

 

 

 

EFSA

02.034

1-fenilpentan-2-olo

705-73-7

825

83

 

 

 

EFSA

02.035

2-metil-1-fenilpropan-2-olo

100-86-7

1653

84

 

 

 

EFSA

02.036

4-fenilbutan-2-olo

2344-70-9

815

85

 

 

 

EFSA

02.037

3-metil-1-fenilpentan-3-olo

10415-87-9

1649

86

 

 

 

EFSA

02.038

alcole fenchilico

1632-73-1

1397

87

 

 

 

EFSA

02.039

alcole 4-isopropilbenzilico

536-60-7

864

88

 

 

 

EFSA

02.040

pentan-1-olo

71-41-0

88

514

 

 

 

JECFA

02.041

2-metilbutan-2-olo

75-85-4

 

515

 

 

 

EFSA

02.042

2-(4-metilfenil)propan-2-olo

1197-01-9

1650

530

Almeno il 90%. Componente secondario: 9-11% p-isopropeniltoluene

 

 

EFSA

02.043

2-etilbutan-1-olo

97-95-0

 

543

 

 

 

SCF/CoE

02.044

eptan-3-olo

589-82-2

286

544

 

 

 

JECFA

02.045

eptan-2-olo

543-49-7

284

554

 

 

 

JECFA

02.047

3,7-dimetilottan-1,7-diolo

107-74-4

610

559

 

 

 

JECFA

02.049

nona-2,6-dien-1-olo

7786-44-9

1184

589

 

 

2

EFSA

02.050

pent-2-en-1-olo

20273-24-9

1793

665

 

 

2

EFSA

02.051

5-fenilpentan-1-olo

10521-91-2

675

674

 

 

 

EFSA

02.052

2-metilpropan-2-olo

75-65-0

 

698

 

 

 

EFSA

02.054

p-mentan-1,8-diolo

80-53-5

 

701

 

 

 

EFSA

02.055

3,5,5-trimetilesan-1-olo

3452-97-9

268

702

 

 

 

JECFA

02.056

es-3(cis)-en-1-olo

928-96-1

315

750c

 

 

 

JECFA

02.057

undecan-1-olo

112-42-5

106

751

 

 

 

JECFA

02.058

(Z)-nerolo

106-25-2

1224

2018

 

 

 

EFSA

02.059

DL-isoborneolo

124-76-5

1386

2020

Almeno il 92%. Componente secondario: 3-5% borneolo

 

 

EFSA

▼M14

02.060

p-menta-1,8-dien-7-olo

536-59-4

974

2024

 

Nelle categorie 1, 3, 4.2, 5 (eccetto 5.3), 6, 7, 14.1, 14.2 e 16

1

EFSA

▼M1

02.061

diidrocarveolo

619-01-2

378

2025

 

 

 

JECFA

02.062

carveolo

99-48-9

381

2027

 

 

 

JECFA

02.063

d-neomentolo

2216-52-6

428

2028

 

 

 

JECFA

02.064

1-feniletan-1-olo

98-85-1

799

2030

 

 

 

EFSA

02.065

4-metil-1-fenilpentan-2-olo

7779-78-4

827

2031

 

 

 

EFSA

02.066

4-fenilbut-3-en-2-olo

17488-65-2

819

 

 

 

2

EFSA

02.067

1R,2S,5R-isopulegolo

89-79-2

755

2033

 

 

4

EFSA

02.070

cicloesanolo

108-93-0

 

2138

 

 

 

EFSA

02.071

p-mentan-2-olo

499-69-4

376

2228

 

 

 

JECFA

02.072

4-terpinenolo

562-74-3

439

2229

 

 

 

JECFA

02.073

2-fenilpropan-1-olo

1123-85-9

1459

2257

 

 

 

EFSA

02.074

es-4-en-1-olo

6126-50-7

318

2295

 

 

 

JECFA

02.075

(1R,2S,5S)-neo-diidrocarveolo

18675-33-7

 

2296

 

 

 

EFSA

02.076

2-metilbutan-1-olo

137-32-6

1199

2346

 

 

 

EFSA

02.077

pentan-3-olo

584-02-1

 

2349

 

 

 

EFSA

02.078

etanolo

64-17-5

41

11891

 

 

 

JECFA

02.079

isopropanolo

67-63-0

277

 

 

 

 

JECFA

02.080

1-(p-tolil)etan-1-olo

536-50-5

805

10197

 

 

 

EFSA

02.081

2,6-dimetileptan-4-olo

108-82-7

303

11719

Almeno il 90%. Componente secondario: 8-9% 2-eptanolo

 

 

JECFA

02.082

2-etilesan-1-olo

104-76-7

267

11763

 

 

 

JECFA

02.083

p-ment-1-en-3-olo

491-04-3

434

10248

 

 

 

JECFA

02.085

sabinene idrato

546-79-2

441

10309

 

 

 

JECFA

02.086

undecan-2-olo

1653-30-1

297

11826

 

 

 

JECFA

02.087

nonan-2-olo

628-99-9

293

11803

 

 

 

JECFA

02.088

pentan-2-olo

6032-29-7

280

11696

 

 

 

JECFA

02.089

esan-3-olo

623-37-0

282

11775

 

 

 

JECFA

02.090

non-2(trans)-en-1-olo

31502-14-4

1365

10292

 

 

2

EFSA

▼M14

02.091

mirtenolo

515-00-4

981

10285

 

Nelle categorie 1, 3, 5, 6, 14.1, 14.2, 15 e 16

1

EFSA

▼M1

02.092

diidrodiidroionolo

57069-86-0

397

10195

Almeno il 70%. Componente secondario: 25-27% tetraidroionone

 

 

JECFA

▼M3

02.093

(Z)-Non-6-en-1-olo

35854-86-5

324

10294

 

 

 

JECFA

▼M1

02.094

ott-3-en-1-olo

20125-84-2

321

10296

 

 

 

JECFA

02.095

2-etilfencolo

18368-91-7

440

10208

 

 

 

JECFA

02.096

1-terpinenolo

586-82-3

373

10252

 

 

 

JECFA

02.097

beta-terpineolo

138-87-4

374

10254

 

 

 

JECFA

02.098

ottan-3-olo

589-98-0

291

11715

 

 

 

JECFA

02.099

pent-1-en-3-olo

616-25-1

1150

11717

 

 

1

EFSA

02.100

pinocarveolo

5947-36-4

1403

10303

 

 

 

EFSA

02.101

pin-2-en-4-olo

473-67-6

1404

10304

 

 

 

EFSA

02.102

ott-3-en-2-olo

76649-14-4

1140

 

 

 

1

EFSA

02.103

decan-3-ol

1565-81-7

295

10194

 

 

 

JECFA

02.104

es-1-en-3-olo

4798-44-1

1151

10220

 

 

1

EFSA

02.105

4-(2,6,6-trimetil-2-cicloesenil)but-3-en-2-olo

25312-34-9

391

 

 

 

2

JECFA

02.106

4-(2,2,6-trimetil-1-cicloesenil)but-3-en-2-olo

22029-76-1

392

 

Almeno il 92%. Componenti secondari: 3-8% ionolo e ionone

 

2

JECFA

02.107

diidro-beta-ionolo

3293-47-8

395

 

 

 

 

JECFA

02.108

2-metil-4-fenilbutan-2-olo

103-05-9

1477

10281

 

 

 

EFSA

02.109

3-metilbut-2-en-1-olo

556-82-1

1200

11795

 

 

 

EFSA

▼M3

02.110

2,6-dimetilept-6-en-1-olo

36806-46-9

348

 

Almeno il 90 %. Componente secondario: 5-10 % 2,6-dimetil-5-epten-1-olo

 

 

JECFA

▼M1

02.111

3-metilbutan-2-olo

598-75-4

300

 

 

 

 

JECFA

02.112

non-2(cis)-en-1-olo

41453-56-9

1369

10292

 

 

2

EFSA

02.113

ott-5(cis)-en-1-olo

64275-73-6

322

 

Almeno il 90%. Componente secondario: 7-9% trans-5-octen-1-olo

 

 

JECFA

02.114

2-(2,2,3-trimetilciclopent-3-enil)etan-1-olo

1901-38-8

970

 

 

 

 

EFSA

02.115

3-metilpentan-1-olo

589-35-5

263

10275

 

 

 

JECFA

02.119

Cedrenolo

28231-03-0

 

10189

 

 

 

EFSA

02.120

(+)-cedrolo

77-53-2

 

10190

 

 

 

EFSA

02.121

butan-2-olo

78-92-2

 

11735

 

 

 

SCF/CoE

▼M4 —————

▼M1

02.123

2-metilbut-3-en-2-olo

115-18-4

 

11794

 

 

 

EFSA

02.124

6-metilept-5-en-2-olo

1569-60-4

 

10264

 

 

 

EFSA

02.125

undec-10-en-1-olo

112-43-6

 

10319

 

 

 

EFSA

02.126

tetradecan-1-olo

112-72-1

 

10314

 

 

 

EFSA

02.128

alcole p-anisilico

105-13-5

871

66

 

 

 

EFSA

02.129

(l)-alfa-bisabololo

23089-26-1

 

10178

Almeno il 95% (somma degli isomeri)

 

 

EFSA

02.131

but-3-en-2-olo

598-32-3

 

 

 

 

1

EFSA

02.132

butan-1,3-diolo

107-88-0

 

 

 

 

 

EFSA

02.133

butan-2,3-diolo

513-85-9

 

10181

 

 

 

EFSA

02.134

2-cicloesiletan-1-olo

4442-79-9

 

 

 

 

 

EFSA

02.135

ciclopentanolo

96-41-3

 

10193

 

 

 

EFSA

02.136

dec-1-en-3-olo

51100-54-0

1153

 

 

 

1

EFSA

02.137

dec-2-en-1-olo

22104-80-9

1794

11750

 

 

2

EFSA

02.138

dec-9-en-1-olo

13019-22-2

 

 

 

 

 

EFSA

▼M15

02.139

Deca-2,4-dien-1-olo

18409-21-7

1189

11748

 

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 2: non oltre 1,5 mg/kg,

categoria 3: non oltre 5 mg/kg,

categoria 5: non oltre 9 mg/kg,

categoria 7: non oltre 15 mg/kg,

categoria 8: non oltre 5 mg/kg,

categoria 12: non oltre 3 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 2 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 16: non oltre 2 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

02.140

1,2-diidrolinalolo

2270-57-7

 

 

 

 

 

EFSA

02.141

2-(6,6-dimetilbiciclo[3.1.1]ept-2-en-2-il)etan-1-olo

128-50-7

986

 

 

 

 

EFSA

02.142

3,3-dimetilbutan-2-olo

464-07-3

 

 

 

 

 

EFSA

02.144

2,6-dimetilott-7-en-2-olo

18479-58-8

 

 

 

 

 

EFSA

▼M3

02.145

2,6-dimetilotta-1,5,7-trien-3-olo

29414-56-0

 

 

 

 

 

EFSA

▼M1

02.146

(E)-3,7-dimetilotta-1,5,7-trien-3-olo

53834-70-1

 

10202

Almeno il 93%. Componenti secondari: 2-3% linalolo, 1-2% ossido di linalolo e fino a 1% ossido di nerolo

 

4

EFSA

02.147

3,6-dimetilottan-3-olo

151-19-9

 

 

 

 

 

EFSA

02.148

dodecan-2-olo

10203-28-8

 

11760

 

 

 

EFSA

02.149

(-)-alfa-elemolo

639-99-6

 

10205

 

 

 

EFSA

02.150

(E,E)-geranile linalolo

1113-21-9

 

 

 

 

 

EFSA

02.152

ept-3-en-1-olo

10606-47-0

 

10219

 

 

 

EFSA

▼M15

02.153

Epta-2,4-dien-1-olo

33467-79-7

1784

 

 

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 35 mg/kg,

categoria 2: non oltre 25 mg/kg,

categoria 3: non oltre 30 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 50 mg/kg,

categoria 5: non oltre 50 mg/kg,

categoria 6: non oltre 25 mg/kg,

categoria 7: non oltre 50 mg/kg,

categoria 8: non oltre 10 mg/kg,

categoria 9: non oltre 10 mg/kg,

categoria 12: non oltre 100 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 25 mg/kg,

categoria 15: non oltre 50 mg/kg,

categoria 16: non oltre 25 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

02.154

eptadecan-1-olo

1454-85-9

 

 

 

 

 

EFSA

02.155

1-epten-3-olo

4938-52-7

1842

10218

 

 

1

EFSA

02.156

es-2(cis)-en-1-olo

928-94-9

1374

69

Almeno il 92%. Componente secondario: 3-4% es-2(trans)-en-1-olo

 

2

EFSA

02.159

es-3-en-1-olo

544-12-7

315

750

 

 

 

SCF/CoE

▼M15

02.162

Esa-2,4-dien-1-olo

111-28-4

1174

 

 

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 3: non oltre 4 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 2 mg/kg,

categoria 5: non oltre 2 mg/kg,

categoria 12: non oltre 4 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 4 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 15: non oltre 1 mg/kg,

categoria 16: non oltre 2 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

02.164

alcole 4-idrossi-3,5-dimetossibenzilico

530-56-3

 

 

 

 

 

EFSA

02.165

alcole 4-idrossibenzilico

623-05-2

955

 

 

 

 

EFSA

02.166

2-(4-idrossifenil)etan-1-olo

501-94-0

 

10226

 

 

 

EFSA

02.167

(1R,2R,5S)-isodiidrocarveolo

18675-35-9

 

 

 

 

 

EFSA

02.168

isofitolo

505-32-8

 

10233

 

 

 

EFSA

02.170

(R)-(-)-lavandulolo

498-16-8

 

 

 

 

 

EFSA

02.171

p-mentan-8-olo

498-81-7

 

 

 

 

 

EFSA

02.173

3-(4-metossifenil)propan-1-olo

5406-18-8

 

 

 

 

 

EFSA

02.174

2-metilbut-2-en-1-olo

4675-87-0

 

10258

 

 

1

EFSA

02.175

2-metilbut-3-en-1-olo

4516-90-9

 

10259

 

 

 

EFSA

02.176

3-metilbut-3-en-1-olo

763-32-6

 

10260

 

 

 

EFSA

02.177

2-metilesan-3-olo

617-29-8

 

10266

 

 

 

EFSA

02.178

2-metilottan-1-olo

818-81-5

 

 

 

 

 

EFSA

02.180

4-metilpentan-1-olo

626-89-1

 

10278

 

 

 

EFSA

02.181

2-metilpentan-2-olo

590-36-3

 

10274

 

 

 

EFSA

02.182

3-metilpentan-2-olo

565-60-6

 

10276

 

 

 

EFSA

02.183

4-metilpentan-2-olo

108-11-2

 

10279

 

 

 

EFSA

02.184

3-metilpentan-3-olo

77-74-7

 

10277

 

 

 

EFSA

02.186

mirtanolo

514-99-8

 

 

 

 

 

EFSA

02.187

non-1-en-3-olo

21964-44-3

 

10291

 

 

1

EFSA

▼M15

02.188

Nona-2,4-dien-1-olo

62488-56-6

1183

11802

Almeno il 92 %. Componente secondario: 3-4 % 2-nonen-1-olo

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 2 mg/kg,

categoria 2: non oltre 5 mg/kg,

categoria 3: non oltre 5 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 5 mg/kg,

categoria 5: non oltre 10 mg/kg,

categoria 6: non oltre 1 mg/kg,

categoria 7: non oltre 14,5 mg/kg,

categoria 8: non oltre 5 mg/kg,

categoria 12: non oltre 10 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 2 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 5 mg/kg,

categoria 15: non oltre 5 mg/kg,

categoria 16: non oltre 2,5 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

02.189

(Z,Z)-nona-3,6-dien-1-olo

76649-25-7

1283

10289

 

 

 

EFSA

02.190

nonan-3-olo

624-51-1

 

10290

 

 

 

EFSA

02.192

ott-2-en-1-olo

22104-78-5

 

 

 

 

2

EFSA

02.193

ott-2-en-4-olo

4798-61-2

1141

 

 

 

1

EFSA

▼M3

02.194

otta-1,5-dien-3-olo

83861-74-9

 

 

 

 

 

EFSA

▼M1

02.195

otta-(3Z,5E)-dien-1-olo

70664-96-9

 

 

 

 

 

EFSA

02.196

ottadecan-1-olo

112-92-5

 

 

 

 

 

EFSA

02.197

1,2,3,4,4a,5,6,7-ottaidro-2,5,5-trimetilnaftalen-2-olo

41199-19-3

 

10173

 

 

 

EFSA

02.198

ottan-1,3-diolo

23433-05-8

 

 

 

 

 

EFSA

02.201

pent-4-en-1-olo

821-09-0

 

 

 

 

 

EFSA

02.202

pentadecan-1-olo

629-76-5

 

 

 

 

 

EFSA

02.203

2-fenilpropan-2-olo

617-94-7

 

11704

 

 

 

EFSA

02.204

fitolo

150-86-7

1832

10302

 

 

 

EFSA

02.205

alcole piperonilico

495-76-1

 

10306

 

 

 

EFSA

02.206

(-)-sclareolo

515-03-7

 

10311

 

 

 

EFSA

02.207

alcole tuilico

21653-20-3

1865

 

 

 

 

EFSA

02.209

3,3,5-trimetilcicloesan-1-olo

116-02-9

1099

 

 

 

 

EFSA

02.210

undec-2-en-1-olo

37617-03-1

1384

 

 

 

2

EFSA

▼M3

02.211

undeca-1,5-dien-3-olo

56722-23-7

 

 

 

 

 

EFSA

▼M1

02.213

alcole vanillilico

498-00-0

886

690

 

 

 

EFSA

▼M11 —————

▼M1

02.216

12-beta-santalen-14-olo

77-42-9

 

74

 

 

2

EFSA

02.217

12-alpha-santalen-14-olo

115-71-9

 

74

 

 

2

EFSA

02.219

2,6-dimetil-2-eptanolo

13254-34-7

 

 

 

 

 

EFSA

02.222

3-pentenolo-1

39161-19-8

 

10298

 

 

 

EFSA

02.224

3-(1-metossi)propan-1,2-diolo

87061-04-9

1408

 

 

 

 

EFSA

02.226

[S-(cis)]-3,7,11-trimetil-1,6,10-dodecatrien-3-olo

142-50-7

 

67

 

 

 

EFSA

▼M3

02.229

(-)-3,7-dimetil-6-otten-1-olo

7540-51-4

 

 

Almeno il 90 % (cis-isomero). Componenti secondari: 2-6 % alcoli di-insaturi e saturi C 10, 2-4 % acetato di citronellile, 2-3 % citronellale

 

 

EFSA

▼M1

02.230

terpineolo

8000-41-7

 

 

Somma degli isomeri: 91-99 %. Contributo relativo di ciascun isomero: 55-75% alfa, 16-23% gamma, 1-10% cis-beta, 1-13% trans-beta, 0-1% delta

 

 

EFSA

02.231

trans-2, cis-6-nonadien-1-olo

28069-72-9

 

 

 

 

2

EFSA

02.234

(Z)-non-3-en-1-olo

10340-23-5

 

10293

 

 

 

EFSA

02.242

2-butossietan-1-olo

111-76-2

 

10182

 

 

 

EFSA

02.243

(E,Z)-3,6-nonadien-1-olo

56805-23-3

1284

 

Almeno il 92%. Componente secondario: 6% (E,E)-3,6-nonadien-1-olo

 

 

EFSA

02.245

2,3,4-trimetil-3-pentanolo

3054-92-0

1643

 

 

 

 

EFSA

02.246

p-mentan-3,8-diolo

42822-86-6

1416

 

 

 

 

EFSA

02.247

l-metossietanolo

38618-23-4

1853

 

 

 

 

EFSA

02.248

vanillina 3-(l-metossi)propan-1,2-diolo acetale

180964-47-0

1879

 

 

 

 

EFSA

02.249

(4Z)-epten-1-olo

6191-71-5

1280

 

 

 

 

EFSA

02.250

2,4,8-trimetil-7-nonen-2-olo

437770-28-0

1644

 

 

 

 

EFSA

02.251

2,4,8-trimetil-3,7-nonadien-2-olo

479547-57-4

1645

 

 

 

 

EFSA

▼M3

02.252

4,8-dimetil-3,7-nonadien-2-olo

67845-50-5

1841

 

 

 

 

EFSA

▼M1

02.253

2,4-dimetil-4-nonanolo

74356-31-3

1850

 

 

 

 

EFSA

02.254

(1R, 2S, 5S)-3-metossi-2-metilpropano-1,2-diolo

195863-84-4

1411

 

 

 

 

EFSA

02.255

(Z)-4-epten-2-olo

66642-85-1

 

 

Almeno il 91%. Componenti secondari: (E)-4-epten-2-olo (4-5%), 2-eptanolo (fino all'1%), trans-3-epten-2-olo (fino all'1%), cis -3-epten-2-olo (fino all'1%).

 

 

EFSA

03.001

1,8-cineolo

470-82-6

1234

182

 

 

 

EFSA

03.003

etere di benzile etile

539-30-0

1252

521

 

 

 

EFSA

03.004

etere di dibenzile

103-50-4

1256

11856

 

 

 

EFSA

03.005

etere di 2-butile etile

2679-87-0

1231

10911

 

 

 

EFSA

03.006

2-metossietile benzene

3558-60-9

1254

11812

 

 

 

EFSA

03.007

1,4-cineolo

470-67-7

1233

11225

Almeno il 75%. Componente secondario: 20-25% 1,8-cineolo.

 

 

EFSA

03.008

2-acetossi-1,8-cineolo

57709-95-2

 

 

 

 

 

EFSA

03.010

etere di benzile butile

588-67-0

1253

520

Almeno il 93%. Componente secondario: 2-5% alcole benzilico

 

 

EFSA

03.011

etere di benzile metile

538-86-3

 

10910

 

 

 

EFSA

03.012

etere di benzile ottile

54852-64-1

 

 

 

 

 

EFSA

03.015

etere di etile geranile

40267-72-9

 

 

 

 

 

EFSA

03.016

etere di esile metile

4747-07-3

 

 

 

 

 

EFSA

03.019

etere di prenile etile

22094-00-4

1232

 

 

 

 

EFSA

03.020

etere di alfa-terpinile metile

14576-08-0

 

 

 

 

 

EFSA

03.022

1-metossi-1-decene

79930-37-3

1802

 

 

 

 

EFSA

03.023

1-etossietil acetato

1608-72-6

 

 

 

 

 

EFSA

03.024

etere di digeranile

31147-36-1

 

 

 

 

 

EFSA

04.002

6-etossiprop-3-enilfenolo

94-86-0

1264

170

 

 

 

EFSA

04.003

eugenolo

97-53-0

1529

171

 

 

 

EFSA

04.004

isoeugenolo

97-54-1

1260

172

 

 

 

EFSA

04.005

2-metossifenolo

90-05-1

713

173

 

 

 

EFSA

04.006

timolo

89-83-8

709

174

 

 

 

EFSA

04.007

2-metossi-4-metilfenolo

93-51-6

715

175

 

 

 

EFSA

04.008

4-etilguaiacolo

2785-89-9

716

176

 

 

 

EFSA

04.009

2-metossi-4-vinilfenolo

7786-61-0

725

177

 

 

 

EFSA

04.010

1-metossi-4-(prop-1(trans)-enil)benzene

4180-23-8

217

183

 

 

 

JECFA

04.013

1,2-dimetossi-4-(prop-1-enil)benzene

93-16-3

1266

186

 

 

 

EFSA

04.014

1-metossi-2-metilbenzene

578-58-5

1242

187

 

 

 

EFSA

04.015

1-metossi-4-metilbenzene

104-93-8

1243

188

 

 

 

EFSA

04.016

1,3-dimetossibenzene

151-10-0

1249

189

 

 

 

EFSA

04.017

1-etossi-2-metossi-4-(prop-1-enil)benzene

7784-67-0

1267

190

 

 

 

EFSA

04.018

etere di benzile isoeugenile

120-11-6

1268

522

 

 

 

EFSA

04.019

2,5-dimetilfenolo

95-87-4

706

537

 

 

 

EFSA

04.020

3,5-dimetilfenolo

108-68-9

 

538

 

 

 

EFSA

04.021

3-etilfenolo

620-17-7

 

549

 

 

 

EFSA

04.022

4-etilfenolo

123-07-9

694

550

 

 

 

EFSA

04.026

3-metilfenolo

108-39-4

692

617

 

 

 

EFSA

04.027

2-metilfenolo

95-48-7

691

618

 

 

 

EFSA

04.028

4-metilfenolo

106-44-5

693

619

 

 

 

EFSA

04.029

benzen-1,2-diolo

120-80-9

 

680

 

 

 

SCF/CoE

04.031

carvacrolo

499-75-2

710

2055

 

 

 

EFSA

04.032

anisolo

100-66-3

1241

2056

 

 

 

EFSA

04.033

etere di beta-naftile etile

93-18-5

1258

2058

 

 

 

EFSA

04.034

1,4-dimetossibenzene

150-78-7

1250

2059

 

 

 

EFSA

04.035

etere di bifenile

101-84-8

1255

2201

 

 

 

EFSA

04.036

2,6-dimetossifenolo

91-10-1

721

2233

 

 

 

EFSA

04.037

4-etossifenolo

622-62-8

720

2258

 

 

 

EFSA

04.038

etere di carvacrile etile

4732-13-2

1247

11840

 

 

 

EFSA

04.039

1-metossi-4-propilbenzene

104-45-0

1244

11835

 

 

 

EFSA

04.040

1,2-dimetossi-4-vinilbenzene

6380-23-0

1251

11228

 

 

 

EFSA

04.041

fenolo

108-95-2

690

11811

 

 

 

EFSA

04.042

2,6-dimetilfenolo

576-26-1

707

11261

 

 

 

EFSA

04.043

1-isopropil-2-metossi-4-metilbenzene

1076-56-8

1246

11245

 

 

 

EFSA

04.044

2-isopropilfenolo

88-69-7

697

11234

 

 

 

EFSA

04.045

2-(etossimetil)fenolo

20920-83-6

714

11905

 

 

 

EFSA

04.046

2-propilfenolo

644-35-9

695

11908

 

 

 

EFSA

04.047

benzen-1,3-diolo

108-46-3

712

11250

 

 

 

EFSA

04.048

3,4-dimetilfenolo

95-65-8

708

11262

 

 

 

EFSA

04.049

2-metossi-4-propilfenolo

2785-87-7

717

 

 

 

 

EFSA

04.050

4-propilfenolo

645-56-7

696

 

 

 

 

EFSA

04.051

4-allil-2,6-dimetossifenolo

6627-88-9

726

11214

 

 

 

EFSA

04.052

4-etil-2,6-dimetossifenolo

14059-92-8

723

11231

 

 

 

EFSA

04.053

4-metil-2,6-dimetossifenolo

6638-05-7

722

 

 

 

 

EFSA

04.054

etere di isobutile beta-naftile

2173-57-1

1259

11886

 

 

 

EFSA

04.055

2,6-dimetossi-4-prop-1-enilfenolo

20675-95-0

1265

 

 

 

 

EFSA

04.056

2,6-dimetossi-4-propilfenolo

6766-82-1

724

 

 

 

 

EFSA

04.057

4-vinilfenolo

2628-17-3

711

11257

 

 

 

EFSA

04.058

4-allilfenolo

501-92-8

1527

11218

 

 

 

EFSA

04.059

etere di carvacrile metile

6379-73-3

 

11224

 

 

 

EFSA

04.061

2,6-dimetossi-4-vinilfenolo

28343-22-8

 

11229

 

 

 

EFSA

04.062

1,2-dimetossibenzene

91-16-7

1248

10320

 

 

 

EFSA

04.063

1,3-dimetil-4-metossibenzene

6738-23-4

1245

 

 

 

 

EFSA

04.064

4-(1,1-dimetiletil)fenolo

98-54-4

733

 

 

 

 

EFSA

04.065

2,3-dimetilfenolo

526-75-0

 

11258

 

 

 

EFSA

04.066

2,4-dimetilfenolo

105-67-9

 

11259

 

 

 

EFSA

04.067

1-etossi-2-metossibenzene

17600-72-5

 

 

 

 

 

EFSA

04.068

1-etossi-4-metossibenzene

5076-72-2

 

 

 

 

 

EFSA

04.069

1-etil-4-metossibenzene

1515-95-3

 

 

 

 

 

EFSA

04.070

2-etilfenolo

90-00-6

 

11232

 

 

 

EFSA

04.072

3-isopropilfenolo

618-45-1

 

 

 

 

 

EFSA

04.073

4-isopropilfenolo

99-89-8

 

 

 

 

 

EFSA

04.074

2-metossinaftalene

93-04-9

1257

 

 

 

 

EFSA

04.075

1-metossinaftalene

2216-69-5

 

 

 

 

 

EFSA

04.076

3-metossifenolo

150-19-6

 

 

 

 

 

EFSA

04.077

4-metossifenolo

150-76-5

 

11241

 

 

 

EFSA

04.078

5-metil-2-(terz-butil)fenolo

88-60-8

 

 

 

 

 

EFSA

04.079

etere di metile 4-metossibenzile

1515-81-7

 

 

 

 

 

EFSA

04.084

1,2,3-trimetossibenzene

634-36-6

 

 

 

 

 

EFSA

04.085

2,3,6-trimetilfenolo

2416-94-6

737

 

 

 

 

EFSA

04.088

1-metossi-4-(1-propenil)benzene

104-46-1

 

183

 

 

 

CoE

04.091

etere di etile 4-idrossibenzile

57726-26-8

 

 

 

 

 

EFSA

04.092

etere di 4-idrossibenzile metile

5355-17-9

 

 

 

 

 

EFSA

04.093

etere di butile vanillile

82654-98-6

888

 

 

 

 

EFSA

04.094

etere di etile 4-idrossi-3-metossibenzile

13184-86-6

887

 

 

 

 

EFSA

04.095

2,4,6-trimetilfenolo

527-60-6

 

 

 

 

 

EFSA

04.096

2-metossi-6-(2-propenil)fenolo

579-60-2

1528

 

 

 

 

EFSA

04.097

4-prop-1-enilfenolo

539-12-8

 

 

 

 

 

EFSA

05.001

acetaldeide

75-07-0

80

89

 

 

 

JECFA

05.002

propanale

123-38-6

83

90

 

 

 

JECFA

05.003

butanale

123-72-8

86

91

 

 

 

JECFA

05.004

2-metilpropanale

78-84-2

252

92

 

 

 

JECFA

05.005

pentanale

110-62-3

89

93

 

 

 

JECFA

05.006

3-metilbutanale

590-86-3

258

94

 

 

 

JECFA

05.007

2-etilbutanale

97-96-1

256

95

 

 

 

JECFA

05.008

esanale

66-25-1

92

96

 

 

 

JECFA

05.009

ottanale

124-13-0

98

97

Almeno il 92%. Componente secondario: 4-7% 2-metileptanale

 

 

JECFA

05.010

decanale

112-31-2

104

98

Almeno il 92%. Componente secondario: 4-7% 2-metilnonanale

 

 

JECFA

05.011

dodecanale

112-54-9

110

99

Almeno il 92%. Componenti secondari: 3-6% tetradecanale; 2-5% decanale; 1-2% esadecanale

 

 

JECFA

05.012

3,7-dimetil-7-idrossiottanale

107-75-5

611

100

 

 

 

JECFA

05.013

benzaldeide (aldeide benzoica)

100-52-7

22

101

 

 

 

EFSA

05.014

cinnamaldeide

104-55-2

656

102

 

 

 

EFSA

05.015

4-metossibenzaldeide

123-11-5

878

103

 

 

 

EFSA

05.016

piperonale

120-57-0

896

104

 

 

 

EFSA

05.017

veratraldeide

120-14-9

877

106

 

 

 

EFSA

05.018

vanillina

121-33-5

889

107

 

 

 

EFSA

05.019

etilvanillina

121-32-4

893

108

 

 

 

EFSA

05.020

Citrale

5392-40-5

1225

109

 

 

 

EFSA

05.021

citronellale

106-23-0

1220

110

Almeno l'85%. Componenti secondari: 12-14% miscela di materiali terpenoidi (principalmente 1,8-cineolo, 2-isopropiliden-5-metilcicloesanolo, linalolo, acetato di citronellile e altri terpeni naturali)

 

 

EFSA

05.022

4-isopropilbenzaldeide

122-03-2

868

111

 

 

 

EFSA

05.023

2,6-dimetilottanale

7779-07-9

273

112

 

 

 

JECFA

05.024

2-metilottanale

7786-29-0

270

113

 

 

 

JECFA

05.025

nonanale

124-19-6

101

114

Almeno il 92%. Componente secondario: 4-8% 2-metilottanale

 

 

JECFA

▼M3

05.026

o-tolualdeide

529-20-4

 

 

 

 

 

EFSA

▼M1

05.027

tolualdeide

1334-78-7

866

115

Almeno il 95% (somma degli isomeri o-, m- e p-)

 

 

EFSA

▼M3

05.028

m-tolualdeide

620-23-5

 

 

 

 

 

EFSA

05.029

p-tolualdeide

104-87-0

 

 

 

 

 

EFSA

▼M1

05.030

fenilacetaldeide

122-78-1

1002

116

 

 

 

EFSA

05.031

eptanale

111-71-7

95

117

Almeno il 92%. Componente secondario: 4-7% 2-metilesanale

 

 

EFSA

05.032

tetradecanale

124-25-4

112

118

Almeno l'85%. Componenti secondari: 10-12% dodecanale, esadecanale e ottadecanale

 

 

JECFA

05.033

2-etilept-2-enale

10031-88-6

1216

120

 

 

1

EFSA

05.034

undecanale

112-44-7

107

121

Almeno il 92%. Componente secondario: 4-8% 2-metildecanale

 

 

JECFA

05.035

undec-10-enale

112-45-8

330

122

 

 

 

JECFA

05.036

undec-9-enale

143-14-6

329

123

 

 

 

JECFA

05.037

2-dodecenale

4826-62-4

1350

124

Almeno il 93%. Componente secondario: 3-4% acido 2-dodecenoico

 

2

EFSA

05.038

2-fenilpropanale

93-53-8

1467

126

 

 

 

EFSA

05.039

alfa-butilcinnamaldeide

7492-44-6

684

127

 

 

 

EFSA

05.040

alfa-pentilcinnamaldeide

122-40-7

685

128

 

 

 

EFSA

05.041

alfa-esilcinnamaldeide

101-86-0

686

129

 

 

 

EFSA

05.042

p-tolilacetaldeide

104-09-6

1023

130

 

 

 

EFSA

05.043

2-(p-tolil)propionaldeide

99-72-9

1471

131

 

 

 

EFSA

05.044

p-isopropilfenilacetaldeide

4395-92-0

1024

132

 

 

 

EFSA

05.045

3-(p-cumenil)-2-metilpropionaldeide

103-95-7

1465

133

Almeno il 90%. Componente secondario: 5% acido 3-(p-cumenil)-2-metilpropionico

 

 

EFSA

05.046

2-metil-4-fenilbutirraldeide

40654-82-8

1462

134

 

 

 

EFSA

05.047

4-idrossibenzaldeide

123-08-0

956

558

 

 

 

EFSA

05.048

2-metossicinnamaldeide

1504-74-1

688

571

Almeno il 94%. Componente secondario: 3% acido o-metossicinnamico

 

 

EFSA

05.049

2-metilbutirraldeide

96-17-3

254

575

 

 

 

JECFA

05.050

alfa-metilcinnamaldeide

101-39-3

683

578

 

 

 

EFSA

05.051

3-(4-metossifenil)-2-metilprop-2-enale

65405-67-6

689

584

 

 

 

EFSA

05.052

2-metil-3-(p-tolil)propionaldeide

41496-43-9

1466

587

 

 

 

EFSA

05.053

2,4,6-trimetil-1,3,5-triossano

123-63-7

 

594

 

 

 

SCF/CoE

05.055

salicilaldeide

90-02-8

897

605

 

 

 

EFSA

05.056

4-etossibenzaldeide

10031-82-0

879

626

 

 

 

EFSA

▼M15

05.057

Esa-2(trans),4(trans)-dienale

142-83-6

1175

640

 

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 10 mg/kg,

categoria 3: non oltre 10 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 15 mg/kg,

categoria 5: non oltre 20 mg/kg,

categoria 6: non oltre 0,05 mg/kg,

categoria 7: non oltre 15 mg/kg,

categoria 8: non oltre 15 mg/kg,

categoria 9: non oltre 20 mg/kg,

categoria 11: non oltre 50 mg/kg,

categoria 12: non oltre 4 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 15 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 16: non oltre 10 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.058

nona-2(trans),6(cis)-dienale

557-48-2

1186

659

Almeno il 92%. Componente secondario: 4-7% (E,E)-2,6-nonadienale

 

2

EFSA

05.059

non-6(cis)-enale

2277-19-2

325

661

Almeno il 90%. Componente secondario: 6-9% trans-6-nonenale

 

 

JECFA

05.060

ott-2-enale

2363-89-5

1363

663

Almeno il 92%. Componenti secondari: 3-4% acido 2-ottenoico e ottanoato di etile

 

2

EFSA

05.061

ott-6-enale

63826-25-5

 

664

 

 

 

EFSA

05.062

2-fenilcrotonaldeide

4411-89-6

1474

670

 

 

2

EFSA

▼M15

05.064

Trideca-2(trans),4(cis),7(cis)-trienale

13552-96-0

1198

685

Almeno il 71 %. Componenti secondari: 14 % 4-cis-7-cis-tridecadienolo; 6 % 3-cis-7-cis- tridecadienolo; 5 % 2-trans-7-cis-tridecadienale; 3 % 2-trans-4-trans-7-cis-tridecatrienale

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 8: non oltre 2 mg/kg,

categoria 9: non oltre 1 mg/kg,

categoria 12: non oltre 1 mg/kg,

categoria 15: non oltre 1 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.066

4-etossi-3-metossibenzaldeide

120-25-2

 

703

 

 

 

EFSA

05.068

4-etilbenzaldeide

4748-78-1

865

705

 

 

 

EFSA

05.069

2-metilpentanale

123-15-9

260

706

 

 

 

JECFA

05.070

2-eptenale

2463-63-0

1360

730

 

 

2

SCF/CoE

▼M15

05.071

Nona-2,4-dienale

6750-03-4

1185

732

Almeno l'89 %. Componenti secondari: 5-6 % 2,4-nonadien-1-olo e 1-2 % 2-nonen-1-olo

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 1,5 mg/kg,

categoria 2: non oltre 5 mg/kg,

categoria 3: non oltre 1 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 5: non oltre 5 mg/kg,

categoria 6: non oltre 1 mg/kg,

categoria 7: non oltre 5 mg/kg,

categoria 8: non oltre 5 mg/kg,

categoria 9: non oltre 5 mg/kg,

categoria 10: non oltre 1 mg/kg,

categoria 11: non oltre 1 mg/kg,

categoria 12: non oltre 10 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 15: non oltre 5 mg/kg,

categoria 16: non oltre 1 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.072

trans-2-nonenale

18829-56-6

 

733

Almeno il 92%. Componente secondario: 3-4% acido 2-nonenoico

 

2

CoE

05.073

es-2(trans)-enale

6728-26-3

1353

748

Almeno il 92%. Componente secondario: 3-4% acido 2-esenoico

 

2

CoE

05.074

2,6-dimetilept-5-enale

106-72-9

349

2006

Almeno l'85%. Componenti secondari: 9-10% 6-metil-5-epten-2-one; 1-2% 2,6-dimetil-6-eptenale

 

 

JECFA

05.075

es-3(cis)-enale

6789-80-6

316

2008

 

 

 

JECFA

05.076

dec-2-enale

3913-71-1

1349

2009

Almeno il 92%. Componenti secondari: 3-4% acido 2-decenoico

 

2

EFSA

05.077

2-metilundecanale

110-41-8

275

2010

 

 

 

JECFA

05.078

tridec-2-enale

7774-82-5

1359

2011

Almeno il 92%. Componenti secondari: 3-4% acido 2-tridecenoico

 

2

EFSA

05.079

ossiacetaldeide di citronellile

7492-67-3

592

2012

Almeno il 75%. Componenti secondari: 20-21% geranilossiacetaldeide; 1-2% citronellolo

 

 

EFSA

05.080

3-fenilpropanale

104-53-0

645

2013

 

 

 

EFSA

▼M15

05.081

2,4-Decadienale

2363-88-4

3135

2120

Almeno l'89 %. Componenti secondari: miscela di (cis, cis)-, (cis, trans)- e (trans, cis)- 2,4-decadienali (somma di tutti gli isomeri: 95 %); acetone e isopropanolo

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 1,5 mg/kg,

categoria 2: non oltre 5 mg/kg,

categoria 3: non oltre 1,5 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 5 mg/kg,

categoria 5: non oltre 5 mg/kg (ad eccezione della categoria 5.3 — non oltre 10 mg/kg),

categoria 6: non oltre 5 mg/kg,

categoria 7: non oltre 5 mg/kg,

categoria 8: non oltre 10 mg/kg,

categoria 9: non oltre 3 mg/kg,

categoria 10: non oltre 1 mg/kg,

categoria 11: non oltre 7,5 mg/kg,

categoria 12: non oltre 10 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 15: non oltre 20 mg/kg,

categoria 16: non oltre 1,5 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.082

(Z,Z)-3,6-dodecadienale

13553-09-8

 

2121

 

 

 

EFSA

▼M15

05.084

Epta-2,4-dienale

5.3.4313

1179

729

Almeno il 92 %. Componenti secondari: 2-4 % (E,Z)-2,4-eptadienale e 2-4 % acido 2,4-eptadienoico.

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 5 mg/kg,

categoria 2: non oltre 10 mg/kg,

categoria 3: non oltre 1 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 5: non oltre 5 mg/kg,

categoria 6: non oltre 0,5 mg/kg,

categoria 7: non oltre 10 mg/kg,

categoria 8: non oltre 6 mg/kg,

categoria 9: non oltre 6 mg/kg,

categoria 10: non oltre 1 mg/kg,

categoria 11: non oltre 1 mg/kg,

categoria 12: non oltre 2 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 15: non oltre 3 mg/kg,

categoria 16: non oltre 1 mg/kg.

1

EFSA

▼M3

05.085

(Z)-ept-4-enal

6728-31-0

320

2124

Almeno il 93 % di (Z)ept-4-enal. Componente secondario: 2-5 % di (E)ept-4-enal.

 

 

JECFA

▼M1

05.090

2-metilpent-2-enale

623-36-9

1209

2129

Almeno il 92%. Componenti secondari: 1,5-2,5% propionaldeide e 3,5-4,5% acido propionico

 

1

EFSA

05.091

2-idrossi-4-metilbenzaldeide

698-27-1

898

2130

 

 

 

EFSA

05.094

3-(4-isopropilfenil)propionaldeide

7775-00-0

680

2261

85-90% p-isomero e 5-10% o-isomero

 

 

EFSA

05.095

2-metilcrotonaldeide

497-03-0

1201

2281

 

 

1

EFSA

05.096

4-decenale

30390-50-2

326

2297

 

 

 

JECFA

05.097

3-metil-2-fenilbutirraldeide

2439-44-3

1463

135

 

 

 

EFSA

05.098

p-ment-1-en-9-ale

29548-14-9

971

10347

 

 

 

EFSA

05.099

2-fenil-5-metiles-2-enale

21834-92-4

1472

10365

 

 

2

EFSA

05.100

2-fenil-4-metil-2-pentenale

26643-91-4

1473

10366

 

 

2

EFSA

▼M15

05.101

Penta-2,4-dienale

764-40-9

1173

11695

 

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 3: non oltre 1 mg/kg,

categoria 5: non oltre 1 mg/kg,

categoria 6: non oltre 1 mg/kg,

categoria 7: non oltre 1 mg/kg,

categoria 8: non oltre 1 mg/kg,

categoria 12: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 16: non oltre 1 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.102

pent-2-enale

764-39-6

1364

10375

 

 

2

EFSA

05.103

3-fenilpent-4-enale

939-21-9

679

10378

 

 

 

EFSA

05.104

2,6,6-trimetilcicloesa-1,3-dien-1-carbaldeide

116-26-7

977

10383

 

 

 

EFSA

05.105

2-butilbut-2-enale

25409-08-9

1214

10324

 

 

1

EFSA

▼M14

05.106

mirtenale

564-94-3

980

10379

 

Nelle categorie 1, 2, 3, 4.2, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 14.1, 14.2, 15 e 16

1

EFSA

▼M1

05.107

2-isopropil-5-metiles-2-enale

35158-25-9

1215

10361

 

 

1

EFSA

▼M15

05.108

Undeca-2,4-dienale

13162-46-4

1195

10385

 

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 2: non oltre 5 mg/kg,

categoria 3: non oltre 1 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 5: non oltre 1 mg/kg (ad eccezione della categoria 5.3 — non oltre 10 mg/kg),

categoria 6: non oltre 1 mg/kg,

categoria 7: non oltre 5 mg/kg,

categoria 8: non oltre 3 mg/kg,

categoria 9: non oltre 3 mg/kg,

categoria 10: non oltre 1 mg/kg,

categoria 11: non oltre 1 mg/kg,

categoria 12: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 15: non oltre 3 mg/kg,

categoria 16: non oltre 1 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.109

2-undecenale

2463-77-6

1366

11827

 

 

2

EFSA

05.110

2,4-dimetilbenzaldeide

15764-16-6

869

 

 

 

 

EFSA

05.111

otta-2(trans),6(trans)-dienale

56767-18-1

1182

10371

 

 

2

EFSA

05.112

2,6,6-trimetilcicloes-1-en-1-acetaldeide

472-66-2

978

10338

Almeno il 92%. Componenti secondari: 2-3% beta-ciclocitrale; 0,5-1% beta-ionone; 2-4% beta-omociclogeranato di metile; 0,6-1% beta-omociclogeranato di etile

 

 

EFSA

05.113

es-4-enale

4634-89-3

319

10337

 

 

 

JECFA

05.114

4-metilpent-2-enale

5362-56-1

1208

10364

 

 

2

EFSA

05.115

2-fenilpent-4-enale

24401-36-3

1476

10377

 

 

 

EFSA

05.116

3,5,5-trimetilesanale

5435-64-3

269

10384

 

 

 

JECFA

▼M8 —————

▼M1

05.118

4-metossicinnamaldeide

1963-36-6

687

11919

 

 

 

EFSA

05.119

(1R) 2,2,3-trimetilciclopent-3-en-1-ile acetaldeide

4501-58-0

967

10325

 

 

 

EFSA

05.120

dodeca-2,6-dienale

21662-13-5

1197

 

 

 

2

EFSA

▼M12 —————

▼M1

05.122

p-metilcinnamaldeide

1504-75-2

682

10352

 

 

 

EFSA

05.123

(1R,2R,5S) 5-isopropenil-2-metilciclopentancarbossaldeide

55253-28-6

968

 

 

 

 

EFSA

05.124

3-metilcrotonaldeide

107-86-8

1202

10354

 

 

 

EFSA

▼M15

05.125

Dodeca-2,4-dienale

21662-16-8

1196

11758

Almeno l'85 %. Componente secondario: 11-12 % 2-trans-4-cis isomero

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 2: non oltre 5 mg/kg,

categoria 3: non oltre 1 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 5: non oltre 1 mg/kg (ad eccezione della categoria 5.3 — non oltre 10 mg/kg),

categoria 6: non oltre 1 mg/kg,

categoria 7: non oltre 3 mg/kg,

categoria 8: non oltre 3 mg/kg,

categoria 9: non oltre 3 mg/kg,

categoria 10: non oltre 1 mg/kg,

categoria 11: non oltre 1 mg/kg,

categoria 12: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 15: non oltre 3 mg/kg,

categoria 16: non oltre 1 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.126

2-metilott-2-enale

49576-57-0

1217

10363

 

 

1

EFSA

▼M15

05.127

Otta-2(trans),4(trans)-dienale

30361-28-5

1181

11805

 

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 3: non oltre 1 mg/kg,

categoria 5: non oltre 10 mg/kg,

categoria 6: non oltre 5 mg/kg,

categoria 7: non oltre 2 mg/kg,

categoria 8: non oltre 2 mg/kg,

categoria 12: non oltre 2 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 3 mg/kg,

categoria 15: non oltre 1 mg/kg,

categoria 16: non oltre 2 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.128

ott-5(cis)-enale

41547-22-2

323

 

Almeno l'85%. Componente secondario: 10-15% trans-5-ottenale

 

 

JECFA

05.129

2-metossibenzaldeide

135-02-4

 

10350

 

 

 

EFSA

05.134

2-metil-3-tolilpropionaldeide (miscela di o,m,p)

 

 

587

Almeno il 95% (somma degli isomeri p- 80%; o- 10%; m- 5%)

 

 

CoE

▼M3

05.137

dec-4(cis)-enale

21662-09-9

 

 

Almeno il 90 %. Componente secondario: almeno 5 % di trans-isomero.

 

 

EFSA

▼M1

05.139

dec-9-enale

39770-05-3

1286

 

 

 

 

EFSA

▼M15

05.140

Deca-2(trans),4(trans)-dienale

25152-84-5

1190

2120

Almeno l'89 %. Componenti secondari: 3-4 % miscela di (cis-cis)-, (cis-trans)- e (trans-cis)-2,4-decadienali; 3-4 % acetone e tracce di isopropanolo

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 1,5 mg/kg,

categoria 2: non oltre 5 mg/kg,

categoria 3: non oltre 1,5 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 5 mg/kg,

categoria 5: non oltre 5 mg/kg (ad eccezione della categoria 5.3 — non oltre 10 mg/kg),

categoria 6: non oltre 5 mg/kg,

categoria 7: non oltre 5 mg/kg.

categoria 8: non oltre 10 mg/kg,

categoria 9: non oltre 3 mg/kg,

categoria 10: non oltre 1 mg/kg,

categoria 11: non oltre 7,5 mg/kg,

categoria 12: non oltre 10 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 15: non oltre 20 mg/kg,

categoria 16: non oltre 1,5 mg/kg.

1

EFSA

05.141

Deca-2,4,7-trienale

51325-37-2

1786

 

 

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 3: non oltre 1 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 5: non oltre 1 mg/kg,

categoria 6: non oltre 1 mg/kg,

categoria 7: non oltre 1 mg/kg,

categoria 8: non oltre 1 mg/kg,

categoria 9: non oltre 1 mg/kg,

categoria 10: non oltre 1 mg/kg,

categoria 11: non oltre 1 mg/kg,

categoria 12: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 15: non oltre 1 mg/kg,

categoria 16: non oltre 1 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.142

3,4-diidrossibenzaldeide

139-85-5

 

10328

 

 

 

EFSA

05.143

2,5-dimetil-2-viniles-4-enale

56134-05-5

 

 

 

 

 

EFSA

05.144

dodec-2(trans)-enale

20407-84-5

 

 

Almeno il 93%. Componente secondario: 2-3% acido 2-dodecenoico

 

2

EFSA

05.147

2-etilesanale

123-05-7

 

10331

 

 

 

EFSA

05.148

farnesale

19317-11-4

1228

 

 

 

 

EFSA

05.149

glutaraldeide

111-30-8

 

 

 

 

 

EFSA

05.150

ept-2(trans)-enale

18829-55-5

1360

730

 

 

2

EFSA

05.152

esadecanale

629-80-1

 

10336

 

 

 

EFSA

05.153

4-idrossi-3,5-dimetossibenzaldeide

134-96-3

1878

10340

 

 

 

EFSA

05.154

(E)-4-idrossi-3,5-dimetossicinnamaldeide

4206-58-0

 

10341

 

 

 

EFSA

05.155

4-idrossi-3-metossicinnamaldeide (miscela di isomeri)

458-36-6

 

10342

 

 

 

EFSA

05.156

3-(4-idrossi-3-metossifenil)propanale

80638-48-8

 

 

 

 

 

EFSA

05.157

isociclocitrale

1335-66-6

 

 

 

 

 

EFSA

05.158

3-metossibenzaldeide

591-31-1

 

10351

 

 

 

EFSA

05.159

p-metossifenilacetaldeide

5703-26-4

 

 

 

 

 

EFSA

05.160

2-metildecanale

19009-56-4

 

 

 

 

 

EFSA

05.164

2-metilesanale

925-54-2

 

 

 

 

 

EFSA

05.166

4-metilpentanale

1119-16-0

 

10369

 

 

 

EFSA

05.167

12-metiltetradecanale

75853-50-8

 

 

 

 

 

EFSA

05.169

12-metiltridecanale

75853-49-5

1229

 

 

 

 

EFSA

05.170

nerale

106-26-3

 

 

 

 

1

EFSA

05.171

non-2-enale

2463-53-8

1362

733

Almeno il 92%. Componente secondario: 3-4% acido 2-nonenoico

 

2

EFSA

05.172

nona-2(trans),6(trans)-dienale

17587-33-6

1187

 

 

 

2

EFSA

▼M15

05.173

Nona-2,4,6-trienale

57018-53-8

1785

 

 

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 15 mg/kg,

categoria 2: non oltre 10 mg/kg,

categoria 3: non oltre 15 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 15 mg/kg,

categoria 5: non oltre 20 mg/kg,

categoria 6: non oltre 10 mg/kg,

categoria 7: non oltre 25 mg/kg,

categoria 8: non oltre 5 mg/kg,

categoria 9: non oltre 5 mg/kg,

categoria 12: non oltre 25 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 10 mg/kg,

categoria 15: non oltre 15 mg/kg,

categoria 16: non oltre 15 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.174

pent-4-enale

2100-17-6

1619

 

 

 

 

EFSA

05.175

2-fenilpent-2-enale

3491-63-2

 

 

 

 

2

EFSA

05.179

(E)-tetradec-2-enale

51534-36-2

1803

 

 

 

2

EFSA

▼M3

05.182

2,6,6-trimetilcicloes-2-en-1-carbossaldeide

432-24-6

 

 

 

 

 

EFSA

▼M1

05.183

4-(2,6,6-trimetilcicloesenil)-2-metilbutanale

73398-85-3

 

 

 

 

 

EFSA

05.184

undec-2(trans)-enale

53448-07-0

 

 

 

 

2

EFSA

▼M15

05.186

2,4-Ottadienale

5577-44-6

 

11805

 

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 3: non oltre 1 mg/kg,

categoria 5: non oltre 10 mg/kg,

categoria 6: non oltre 5 mg/kg,

categoria 7: non oltre 2 mg/kg,

categoria 8: non oltre 2 mg/kg,

categoria 12: non oltre 2 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 3 mg/kg,

categoria 15: non oltre 1 mg/kg,

categoria 16: non oltre 2 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.188

trans-3,7-dimetilotta-2,6-dienale

141-27-5

 

 

 

 

1

EFSA

05.189

2-esenale

505-57-7

 

 

Almeno il 92%. Componente secondario: 3-4% acido 2-esenoico

 

2

EFSA

05.190

trans-2-ottenale

2548-87-0

 

 

Almeno il 92%. Componenti secondari: 3-4% acido 2-ottenoico e ottanoato di etile

 

2

EFSA

05.191

trans-2-decenale

3913-81-3

 

 

Almeno il 92%. Componente secondario: 3-4% acido 2-decenoico

 

2

EFSA

05.192

3-esenale

4440-65-7

1271

 

Almeno 80% (somma degli isomeri cis e trans); Componente secondario: 18-20% trans-2-esenale

 

 

EFSA

▼M15

05.194

tr-2, tr-4-Nonadienale

5910-87-2

 

732

Almeno l'89 %. Componenti secondari: almeno 5 % di 2,4-nonadien-1-olo e 2-nonen-1-olo e altri isomeri di 2,4-nonadienale

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 1,5 mg/kg,

categoria 2: non oltre 5 mg/kg,

categoria 3: non oltre 1 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 5: non oltre 5 mg/kg,

categoria 6: non oltre 1 mg/kg,

categoria 7: non oltre 5 mg/kg,

categoria 8: non oltre 5 mg/kg,

categoria 9: non oltre 5 mg/kg,

categoria 10: non oltre 1 mg/kg,

categoria 11: non oltre 1 mg/kg,

categoria 12: non oltre 10 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 15: non oltre 5 mg/kg,

categoria 16: non oltre 1 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.195

trans-2-tridecenale

7069-41-2

 

 

Almeno il 92%. Componenti secondari: 2-5% acido 2-tridecenoico e 3-5% cis-2-tridecenale

 

2

EFSA

▼M15

05.196

tr-2, tr-4-Undecadienale

30361-29-6

 

10385

 

Limitazioni dell'uso come sostanza aromatizzante:

categoria 1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 2: non oltre 5 mg/kg,

categoria 3: non oltre 1 mg/kg,

categoria 4.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 5: non oltre 1 mg/kg (ad eccezione della categoria 5.3 — non oltre 10 mg/kg),

categoria 6: non oltre 1 mg/kg,

categoria 7: non oltre 5 mg/kg,

categoria 8: non oltre 3 mg/kg,

categoria 9: non oltre 3 mg/kg,

categoria 10: non oltre 1 mg/kg,

categoria 11: non oltre 1 mg/kg,

categoria 12: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.1: non oltre 1 mg/kg,

categoria 14.2: non oltre 1 mg/kg,

categoria 15: non oltre 3 mg/kg,

categoria 16: non oltre 1 mg/kg.

1

EFSA

▼M1

05.198

2-metil-4-(2,6,6-trimetil-2-cicloesen-1-il)-3-butenale

58102-02-6

 

 

 

 

 

EFSA

05.203

9-ottadecenale

5090-41-5

1641

 

 

 

 

EFSA

05.208

Z-8-tetradecenale

169054-69-7

1640

 

 

 

 

EFSA

05.211

6-metilottanale

30689-75-9

 

 

 

 

 

EFSA

05.217

(Z)-5-decenale

21662-08-8

 

 

 

 

 

EFSA

05.218

16-ottadecenale

56554-87-1

 

 

 

 

 

EFSA

05.219

3-metilesanale

19269-28-4

 

 

 

 

 

EFSA

05.220

4Z-dodecenale

21944-98-9

1636

 

Almeno il 94% di (4Z)-dodecenale. Componente secondario: 3-4% dodecanale

 

 

EFSA

05.221

6,6'-diidrossi-5,5'-dimetossi-bifenil-3,3'-dicarbaldeide

2092-49-1

1881

 

 

 

 

EFSA

05.222

2-fenil-4-metil-2-esenale

26643-92-5

 

 

 

 

2

EFSA

05.223

4-etilottanale

58475-04-0

1819

 

 

 

 

EFSA

05.224

(4E)-esenale

25166-87-4

1622

 

 

 

 

EFSA

05.225

6-metileptanale

63885-09-6

 

 

 

 

 

EFSA

05.226

E-4-undecenale

68820-35-9

 

 

 

 

 

EFSA

06.001

1,1-dietossietano

105-57-7

941

35

 

 

 

EFSA

06.002

5-idrossi-2-fenil-1,3-diossano

1708-40-3

838

36

Almeno il 98% (somma di 5-idrossi-2-fenil-1,3-diossano e 2-fenil-4-idrossimetil-1,3-diossalano)

 

 

EFSA

06.003

alfa,alfa-dimetossitoluene

1125-88-8

837

37

 

 

 

EFSA

06.004

citrale dietile acetale

7492-66-2

948

38

Almeno il 98% (somma degli isomeri + emiacetali + citrale)

 

 

EFSA

06.005

citrale dimetile acetale

7549-37-3

944

39

Almeno il 98% (somma degli isomeri + emiacetali + citrale)

 

 

EFSA

06.006

1,1-dimetossi-2-feniletano

101-48-4

1003

40

 

 

 

EFSA

06.007

fenilacetaldeide glicerile acetale

29895-73-6

1004

41

57% 5-idrossimetil-2-fenil-1,3-diossolano; 38% 5-idrossi-2-fenil-1,3-diossano

 

 

EFSA

06.008

1,1-dimetossiottano

10022-28-3

942

42

 

 

 

EFSA

06.009

1,1-dimetossidecano

7779-41-1

945

43

 

 

 

EFSA

06.010

1,1-dietossi-3,7-dimetilottan-7-olo

7779-94-4

613

44

 

 

 

JECFA

06.011

1,1-dimetossi-3,7-dimetilottan-7-olo

141-92-4

612

45

 

 

 

JECFA

06.012

tolualdeide glicerile acetale

1333-09-1

867

46

40% 5-idrossidiossano; 60% 5-idrossimetildiossalano

 

 

EFSA

06.013

alfa-pentilcinnamaldeide dimetile acetale

91-87-2

681

47

 

 

 

EFSA

06.014

cinnamaldeide etilene glicole acetale

5660-60-6

648

48

 

 

 

EFSA

06.015

1,1-dimetossietano

534-15-6

940

510

 

 

 

EFSA

06.016

1-feniletossi-1-propossi-etano

7493-57-4

1000

511

 

 

 

EFSA

06.017

(dietossimetil)benzene

774-48-1

 

517

 

 

 

EFSA

06.019

1-benzilossi-1-(2-metossietossi)etano

7492-39-9

840

523

 

 

 

EFSA

06.020

1,1-dietossidecano

34764-02-8

 

531

 

 

 

SCF/CoE

06.021

1,1-dietossieptano

688-82-4

 

553

 

 

 

SCF/CoE

06.023

1,1-dietossiesano

3658-93-3

 

557

 

 

 

SCF/CoE

06.024

1,1-di-isobutossi-2-feniletano

68345-22-2

1006

595

 

 

 

EFSA

06.025

1,1-dietossinona-2,6-diene

67674-36-6

946

660

 

 

2

EFSA

06.027

4,5-dimetil-2-benzil-1,3-diossolano

5468-06-4

1005

669

Almeno il 93%. Componente secondario: 2-3% butan-2,3-diolo

 

 

EFSA

06.028

1,1-dimetossieptano

10032-05-0

947

2015

 

 

 

EFSA

06.029

eptanale glicerile acetale (miscela di 1,2 e 1,3 acetali)

72854-42-3

912

2016

Miscela di acetali (56-58% diossolano; 37-39% diossano) e 1-2% eptanale non sottoposto a reazione

 

 

EFSA

06.030

1,1-dimetossi-2-fenilpropano

90-87-9

1468

2017

 

 

 

EFSA

06.031

1,1-dietossies-2-ene

54306-00-2

1383

2135

 

 

2

EFSA

06.032

4-metil-2-fenil-1,3-diossolano

2568-25-4

839

2226

 

 

 

EFSA

06.033

1,1-dibutossietano

871-22-7

 

2341

 

 

 

SCF/CoE

06.034

1,1-dipropossietano

105-82-8

 

2342

 

 

 

SCF/CoE

06.035

citrale propilene glicole acetale

10444-50-5

 

2343

 

 

 

SCF/CoE

06.036

1-butossi-1-(2-feniletossi)etano

64577-91-9

1001

10007

 

 

 

EFSA

06.037

1,1-dietossiept-4-ene (cis e trans)

1192738-48-9

949

10011

 

 

 

EFSA

06.038

4,4-dimetossibutan-2-one

5436-21-5

593

10029

 

 

 

JECFA

06.039

1,2-di((1'-etossi)-etossi)propano

67715-79-1

927

 

 

 

 

EFSA

06.040

1,2,3-tris([1'-etossi]-etossi)propano

67715-82-6

913

11930

 

 

 

EFSA

06.041

1-isobutossi-1-etossi-2-metilpropano

 

 

10055

 

 

 

EFSA

06.042

1-isobutossi-1-etossi-3-metilbutano

85136-40-9

 

10057

 

 

 

EFSA

06.043

1-isoamilossi-1-etossipropano

238757-30-7

 

10038

 

 

 

EFSA

06.044

1-isobutossi-1-etossipropano

67234-04-2

 

10058

 

 

 

EFSA

06.045

1-isobutossi-1-isopentilossi-2-metilpropano

 

 

10061

 

 

 

EFSA

06.046

1-isobutossi-1-isopentilossi-3-metilbutano

 

 

10060

 

 

 

EFSA

06.047

1-isopentilossi-1-propossietano

238757-63-6

 

10065

 

 

 

EFSA

06.048

1-isopentilossi-1-propossipropano

238757-65-8

 

10066

 

 

 

EFSA

06.049

1-butossi-1-(2-metilbutossi)etano

77249-20-8

 

 

 

 

 

EFSA

06.050

1-butossi-1-etossietano

57006-87-8

 

10003

 

 

 

EFSA

06.051

1,1-di(2-metilbutossi)etano

13535-43-8

 

 

 

 

 

EFSA

06.052

1,1-di-isobutossi-2-metilpropano

13262-24-3

 

10025

 

 

 

EFSA

06.053

1,1-di-isobutossietano

5669-09-0

 

10023

 

 

 

EFSA

06.054

1,1-di-isobutossipentano

13262-27-6

 

10026

 

 

 

EFSA

06.055

1,1-di-isopentilossietano

13002-09-0

1729

10028

 

 

 

EFSA

06.057

1,1-dietossi-2-metilbutano

3658-94-4

 

10013

 

 

 

EFSA

06.058

1,1-dietossi-2-metilpropano

1741-41-9

 

10015

 

 

 

EFSA

06.059

1,1-dietossi-3-metilbutano

3842-03-3

1730

10014

 

 

 

EFSA

06.061

1,1-dietossibutano

3658-95-5

 

10009

 

 

 

EFSA

06.062

1,1-dietossidodecano

53405-98-4

 

 

 

 

 

EFSA

06.063

(Z)-1,1-dietossies-3-ene

73545-18-3

 

 

 

 

 

EFSA

06.064

dietossimetano

462-95-3

 

10012

 

 

 

EFSA

06.065

1,1-dietossinonano

54815-13-3

 

10016

 

 

 

EFSA

06.066

1,1-dietossiottano

54889-48-4

 

 

 

 

 

EFSA

06.067

1,1-dietossipentano

3658-79-5

 

10017

 

 

 

EFSA

06.069

1,1-dietossipropano

4744-08-5

 

10018

 

 

 

EFSA

06.070

1,1-dietossiundecano

53405-97-3

 

 

 

 

 

EFSA

06.071

1,1-diesilossietano

5405-58-3

 

10022

 

 

 

EFSA

06.072

1,1-dimetossies-2(trans)-ene

18318-83-7

1728

 

 

 

2

EFSA

06.073

1,1-dimetossiesano

1599-47-9

 

 

 

 

 

EFSA

06.074

dimetossimetano

109-87-5

 

10031

 

 

 

EFSA

06.075

1,1-dimetossipentano

26450-58-8

 

 

 

 

 

EFSA

06.076

1,1-dimetossipropano

4744-10-9

 

 

 

 

 

EFSA

06.077

2,4-dimetil-1,3-diossolano

3390-12-3

1711

 

 

 

 

EFSA

06.078

1,1-difenetossietano

122-71-4

 

 

 

 

 

EFSA

06.079

1-etossi-1-(2-metilbutossi)etano

13602-09-0

 

10040

 

 

 

EFSA

06.080

1-etossi-1-(2-feniletossi)etano

2556-10-7

 

10049

 

 

 

EFSA

06.081

(Z)-1-etossi-1-(3-esenilossi)etano

28069-74-1

943

10034

 

 

 

EFSA

06.082

1-etossi-1-esilossietano

54484-73-0

 

11948

 

 

 

EFSA

06.083

1-etossi-1-isopentilossietano

13442-90-5

 

10037

 

 

 

EFSA

06.084

1-etossi-1-metossietano

10471-14-4

 

10039

 

 

 

EFSA

06.085

1-etossi-1-pentilossietano

13442-89-2

 

10046

 

 

 

EFSA

06.086

1-etossi-1-propossietano

20680-10-8

 

10050

 

 

 

EFSA

06.087

etile 2,4-dimetil-1,3-diossolano-2-acetato

6290-17-1

1715

 

 

 

 

EFSA

06.088

2-etil-4-metil-1,3-diossolano

4359-46-0

 

 

 

 

 

EFSA

06.089

2-esil-4,5-dimetil-1,3-diossolano

6454-22-4

1712

 

 

 

 

EFSA

06.090

4-idrossimetil-2-metil-1,3-diossolano

3773-93-1

 

 

 

 

 

EFSA

06.091

1-isobutossi-1-etossietano

6986-51-2

 

10054

 

 

 

EFSA

06.092

1-isobutossi-1-isopentilossietano

75048-15-6

 

10059

 

 

 

EFSA

06.094

4-metil-2-pentil-1,3-diossolano

1599-49-1

928

 

 

 

 

EFSA

06.095

4-metil-2-propil-1,3-diossolano

4352-99-2

 

 

 

 

 

EFSA

06.096

trietossimetano

122-51-0

 

10903