Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 31985L0303

Direttiva 85/303/CEE del Consiglio del 10 giugno 1985 che modifica la direttiva 69/335/CEE concernente le imposte indirette sulla raccolta di capitali

OJ L 156, 15.6.1985, p. 23–24 (DA, DE, EL, EN, FR, IT, NL)
Spanish special edition: Chapter 09 Volume 001 P. 171 - 172
Portuguese special edition: Chapter 09 Volume 001 P. 171 - 172
Special edition in Czech: Chapter 09 Volume 001 P. 122 - 123
Special edition in Estonian: Chapter 09 Volume 001 P. 122 - 123
Special edition in Latvian: Chapter 09 Volume 001 P. 122 - 123
Special edition in Lithuanian: Chapter 09 Volume 001 P. 122 - 123
Special edition in Hungarian Chapter 09 Volume 001 P. 122 - 123
Special edition in Maltese: Chapter 09 Volume 001 P. 122 - 123
Special edition in Polish: Chapter 09 Volume 001 P. 122 - 123
Special edition in Slovak: Chapter 09 Volume 001 P. 122 - 123
Special edition in Slovene: Chapter 09 Volume 001 P. 122 - 123
Special edition in Bulgarian: Chapter 09 Volume 001 P. 75 - 76
Special edition in Romanian: Chapter 09 Volume 001 P. 75 - 76

No longer in force, Date of end of validity: 31/12/2008; abrog. impl. da 32008L0007

ELI: http://data.europa.eu/eli/dir/1985/303/oj

31985L0303

Direttiva 85/303/CEE del Consiglio del 10 giugno 1985 che modifica la direttiva 69/335/CEE concernente le imposte indirette sulla raccolta di capitali

Gazzetta ufficiale n. L 156 del 15/06/1985 pag. 0023 - 0024
edizione speciale spagnola: capitolo 09 tomo 1 pag. 0171
edizione speciale portoghese: capitolo 09 tomo 1 pag. 0171


*****

DIRETTIVA DEL CONSIGLIO

del 10 giugno 1985

che modifica la direttiva 69/335/CEE concernente le imposte indirette sulla raccolta di capitali

(85/303/CEE)

IL CONSIGLIO DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

visto il trattato che istituisce la Comunità economica europea, in particolare gli articoli 99 e 100,

vista la proposta della Commissione (1),

visto il parere del Parlamento europeo (2),

visto il parere del Comitato economico e sociale (3),

considerando che le imposte indirette sulla raccolta di capitali sono state armonizzate nella Comunità con la direttiva 69/335/CEE (4), modificata da ultimo dalla direttiva 74/553/CEE (5); che la direttiva 73/80/CEE (6) ha fissato le aliquote comuni di tali imposte;

considerando che gli effetti economici dell'imposta sui conferimenti sono sfavorevoli al raggruppamento e allo sviluppo delle imprese; che tali effetti sono particolarmente negativi nell'attuale congiuntura, la quale impone di attribuire priorità al rilancio degli investimenti;

considerando che la migliore soluzione per realizzare tali obiettivi consisterebbe nel sopprimere l'imposta sui conferimenti; che, peraltro, la diminuzione del gettito fiscale che ne deriverebbe risulta inaccettabile per alcuni Stati membri: che si deve quindi lasciare agli Stati membri la possibilità di esentare o di assoggettare all'imposta sui conferimenti, totalmente o parzialmente, le operazioni che rientrano nel campo d'applicazione di tale imposta, restando inteso che l'aliquota applicata deve essere unica all'interno di uno stesso Stato membro;

considerando che è opportuno esentare obbligatoriamente le operazioni attualmente soggette all'aliquota ridotta dell'imposta sui conferimenti;

considerando che al 1o luglio 1984 non esisteva in Grecia un'imposta sui conferimenti; che dunque occorre prevedere la facoltà di introdurre in Grecia un'imposta di questo tipo e di esentare da essa talune operazioni,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DIRETTIVA:

Articolo 1

La direttiva 69/335/CEE è modificata come segue:

1) all'articolo 4, paragrafo 2:

- il testo della frase introduttiva è sostituito dal testo seguente:

«2. Le seguenti operazioni possono continuare ad essere assoggettate all'imposta sui conferimenti se, alla data del 1o luglio 1984, l'aliquota ad esse applicabile era dell'1 %: »;

- alla fine, è aggiunto il comma seguente:

« Tuttavia la Repubblica ellenica stabilisce quali tra le operazioni suddette essa assoggetta all'imposta sui conferimenti. »;

2) il testo dell'articolo 7 è sostituito dal testo seguente:

« Articolo 7

1. Gli Stati membri esentano dall'imposta sui conferimenti le operazioni diverse da quelle di cui all'articolo 9 e che, alla data del 1o luglio 1984, erano esentate o assoggettate ad un'aliquota pari o inferiore a 0,50 %.

L'esenzione è sottoposta alle condizioni che a tale data erano applicabili per la concessione dell'esenzione o, se del caso, per l'assoggettamento ad un'aliquota pari o inferiore a 0,50 %.

La Repubblica ellenica stabilisce le operazioni che essa esenta dall'imposta sui conferimenti.

2. Gli Stati membri possono esentare dall'imposta sui conferimenti o assoggettare ad un'unica aliquota non superiore all'1 % le operazioni diverse da quelle di cui al paragrafo 1.

3. Nel caso dell'aumento del capitale sociale di cui all'articolo 4, paragrafo 1, lettera c), che faccia seguito a una riduzione del capitale sociale effettuata a causa di perdite subite, può essere esentata la parte dell'aumento corrispondente alla riduzione del capitale, sempreché detto aumento avvenga nei quattro anni successivi alla riduzione del capitale. »;

3) il testo della frase introduttiva dell'articolo 8 è sostituito dal testo seguente:

« Con riserva dell'articolo 7, paragrafo 1, gli Stati membri possono esentare dall'imposta sui conferimenti le operazioni di cui all'articolo 4, paragrafi 1 e 2, concernenti: ».

Articolo 2

La direttiva 73/80/CEE è abrogata.

Articolo 3

Gli Stati membri prendono le misure necessarie per conformarsi alla presente direttiva entro e non oltre il 1o gennaio 1986. Essi ne informano immediatamente la Commissione.

Articolo 4

Gli Stati membri sono destinatari della presente direttiva.

Fatto a Lussemburgo, addì 10 giugno 1985.

Per il Consiglio

Il Presidente

M. FIORET

(1) GU n. C 267 del 6. 10. 1984, pag. 5.

(2) GU n. C 46 del 18. 2. 1985, pag. 77.

(3) GU n. C 87 del 9. 4. 1985, pag. 21.

(4) GU n. L 249 del 3. 10. 1969, pag. 25.

(5) GU n. L 303 del 13. 11. 1974, pag. 9.

(6) GU n. L 103 del 18. 4. 1973, pag. 15.

Top