EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 02016R0323-20230213

Consolidated text: Regolamento di esecuzione (UE) 2016/323 della Commissione, del 24 febbraio 2016, che stabilisce le modalità di cooperazione e di scambio di informazioni tra gli Stati membri per quanto riguarda i prodotti sottoposti ad accisa a norma del regolamento (UE) n. 389/2012 del Consiglio

ELI: http://data.europa.eu/eli/reg_impl/2016/323/2023-02-13

02016R0323 — IT — 13.02.2023 — 004.001


Il presente testo è un semplice strumento di documentazione e non produce alcun effetto giuridico. Le istituzioni dell’Unione non assumono alcuna responsabilità per i suoi contenuti. Le versioni facenti fede degli atti pertinenti, compresi i loro preamboli, sono quelle pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e disponibili in EUR-Lex. Tali testi ufficiali sono direttamente accessibili attraverso i link inseriti nel presente documento

►B

▼M4

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2016/323 DELLA COMMISSIONE

del 24 febbraio 2016

che stabilisce le modalità di cooperazione e di scambio di informazioni tra gli Stati membri per quanto riguarda i prodotti sottoposti ad accisa a norma del regolamento (UE) n. 389/2012 del Consiglio

▼B

(GU L 066 del 11.3.2016, pag. 1)

Modificato da:

 

 

Gazzetta ufficiale

  n.

pag.

data

►M1

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2018/505 DELLA COMMISSIONE del 7 marzo 2018

  L 86

52

28.3.2018

►M2

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2019/2223 DELLA COMMISSIONE del 13 dicembre 2019

  L 333

82

27.12.2019

 M3

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2021/2263 DELLA COMMISSIONE del 17 dicembre 2021

  L 455

20

20.12.2021

►M4

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2022/2573 DELLA COMMISSIONE del 13 dicembre 2022

  L 334

1

28.12.2022




▼B

▼M4

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2016/323 DELLA COMMISSIONE

del 24 febbraio 2016

che stabilisce le modalità di cooperazione e di scambio di informazioni tra gli Stati membri per quanto riguarda i prodotti sottoposti ad accisa a norma del regolamento (UE) n. 389/2012 del Consiglio

▼B



CAPO I

DISPOSIZIONI GENERALI

Articolo 1

Oggetto

▼M4

Ai fini della cooperazione e dello scambio di informazioni tra gli Stati membri per quanto riguarda i movimenti di prodotti sottoposti ad accisa di cui al capo IV e al capo V, sezione 2, della direttiva (UE) 2020/262 del Consiglio ( 1 ), il presente regolamento stabilisce le modalità relativamente ai seguenti aspetti:

▼B

a) 

la struttura e il contenuto dei documenti di assistenza amministrativa reciproca scambiati mediante il sistema informatizzato di cui all'articolo 2, punto 8, del regolamento (UE) n. 389/2012 ai fini degli articoli 8, 15 e 16 dello stesso regolamento;

b) 

la struttura e il contenuto delle comunicazioni di ritorno di informazione sulle azioni di follow-up intraprese a seguito della cooperazione su richiesta o della trasmissione facoltativa di informazioni;

c) 

le norme e le procedure che devono essere utilizzate dalle autorità competenti che si scambiano documenti di assistenza amministrativa reciproca;

d) 

la struttura e il contenuto dei documenti di assistenza amministrativa reciproca di riserva e le norme e procedure relative al loro uso.

▼M4

Articolo 2

Definizioni

Ai fini del presente regolamento, per «movimento» si intende un movimento tra due o più Stati membri di prodotti sottoposti ad accisa, conformemente a quanto disposto al capo IV e al capo V, sezione 2, della direttiva (UE) 2020/262.

▼B

Articolo 3

Struttura e contenuto dei documenti di assistenza amministrativa reciproca

1.  
I documenti di assistenza amministrativa reciproca sono redatti in conformità all'allegato I.

▼M4

2.  
Ove siano necessari codici per completare alcuni campi di dati nei documenti di assistenza amministrativa reciproca in conformità all'allegato I del presente regolamento, si utilizzano i codici elencati nell'allegato II del presente regolamento, nell'allegato II del regolamento di esecuzione (UE) n. 612/2013 della Commissione ( 2 ) e nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636 della Commissione ( 3 ) secondo quanto indicato nelle tabelle dell'allegato I del presente regolamento.

▼B



CAPO II

COOPERAZIONE SU RICHIESTA



SEZIONE I

Richieste di scaricare informazioni contenute nel sistema informatizzato

Articolo 4

Richiesta di scaricare informazioni nel caso in cui l'autorità richiedente sia a conoscenza del codice di riferimento amministrativo di un movimento

▼M4

1.  
Se l'autorità richiedente è a conoscenza del codice di riferimento amministrativo del documento amministrativo elettronico o del documento amministrativo elettronico semplificato sotto la scorta del quale si svolge un movimento, assegnato in conformità all'articolo 20, paragrafo 3, terzo comma, o all'articolo 36, paragrafo 2, terzo comma, della direttiva (UE) 2020/262, essa può chiedere qualsiasi documento di cui all'allegato I del regolamento delegato (UE) 2022/1636 e qualsiasi altro documento concernente il movimento.

A tal fine l'autorità richiedente invia all'autorità interpellata nello Stato membro di spedizione il documento «Richiesta di scaricamento relativa a un movimento» di cui all'allegato I, tabella 1. La richiesta riporta il codice di riferimento amministrativo del documento amministrativo elettronico o del documento amministrativo elettronico semplificato sotto la cui scorta si svolge il movimento.

▼B

2.  
Se l'autorità interpellata è a conoscenza del codice di riferimento amministrativo, essa risponde alle richieste effettuate in conformità al paragrafo 1 utilizzando il documento «Risposta di scaricamento relativa a un movimento» di cui all'allegato I, tabella 2, indicando lo stato del movimento.

▼M4

L'autorità interpellata trasmette inoltre il documento «Iter storico di un movimento» di cui all'allegato I, tabella 3, contenente una copia del documento amministrativo elettronico o del documento amministrativo elettronico semplificato sotto la scorta del quale si svolge il movimento e la copia di eventuali altri documenti relativi allo stesso.

▼B

3.  
Se l'autorità interpellata non è a conoscenza del codice di riferimento amministrativo, essa risponde alle richieste effettuate in conformità al paragrafo 1 utilizzando il documento «Risposta di scaricamento relativa a un movimento» indicando nel dato relativo allo stato «nessuno».

Articolo 5

Richiesta di scaricare informazioni nel caso in cui l'autorità richiedente non sia a conoscenza del codice di riferimento amministrativo

1.  
►M4  Se il codice o i codici di riferimento amministrativi di uno o più documenti amministrativi elettronici o documenti amministrativi elettronici semplificati che l'autorità richiedente cerca di ottenere non sono noti e la stessa autorità ritiene che lo Stato membro di spedizione sia un altro Stato membro, essa può chiedere che l'autorità competente di tale altro Stato membro effettui una ricerca per ottenere un elenco di documenti amministrativi elettronici o di documenti amministrativi elettronici semplificati sotto la scorta dei quali si svolgono i movimenti interessati. ◄

A tal fine l'autorità richiedente invia all'autorità interpellata il documento «Richiesta generale» di cui all'allegato I, tabella 4. La richiesta indica i criteri di ricerca pertinenti e comprende eventuali informazioni a sostegno della scelta di tali criteri.

▼M4

2.  
L'autorità interpellata risponde alle richieste presentate in conformità al paragrafo 1 inviando un elenco di documenti amministrativi elettronici o documenti amministrativi elettronici semplificati che corrispondono ai criteri di ricerca selezionati in conformità al paragrafo 1, secondo comma, identificati mediante i rispettivi codici di riferimento amministrativi, tramite il documento «Elenco di e-AD/e-DAS a seguito di una ricerca generale» di cui all'allegato I, tabella 5.

▼B

3.  
Se nessun documento corrisponde ai criteri di ricerca selezionati in conformità al paragrafo 1, secondo comma, o il numero dei codici di riferimento amministrativi che corrispondono ai criteri di ricerca selezionati è superiore a 99, l'autorità interpellata trasmette all'autorità richiedente il documento «Rifiuto di richiesta generale» di cui all'allegato I, tabella 6.



SEZIONE II

Richieste di informazioni non contenute nel sistema informatizzato

Articolo 6

Richieste di informazioni e di indagini amministrative

▼M4

1.  
Le richieste di informazioni relative a prodotti sottoposti ad accisa di cui al capo IV e al capo V, sezione 2, della direttiva (UE) 2020/262 che non sono contenute nel sistema informatizzato sono effettuate inviando il documento «Richiesta generale di cooperazione amministrativa» di cui all'allegato I, tabella 7, del presente regolamento. Il tipo di richiesta deve essere impostato su «Cooperazione amministrativa».

▼B

2.  
Ogni richiesta inoltrata a norma del paragrafo 1 può riguardare uno o più operatori economici registrati nello Stato membro dell'autorità richiedente in conformità all'articolo 19, paragrafo 1, lettera a), del regolamento (UE) n. 389/2012. Essa non può riguardare più di un operatore economico registrato nello Stato membro dell'autorità interpellata.
3.  
Dopo aver effettuato le indagini necessarie, l'autorità interpellata ne comunica i risultati all'autorità richiedente per mezzo del documento «Risultati della cooperazione amministrativa» di cui all'allegato I, tabella 10.

▼M2



SEZIONE II bis

Richiesta di chiusura manuale

▼M4

Articolo 6 bis

Richiesta di chiusura manuale

Ai fini dell'articolo 8, paragrafo 1, del regolamento (UE) n. 389/2012, se il movimento di prodotti sottoposti ad accisa di cui al capo IV e al capo V, sezione 2, della direttiva (UE) 2020/262 non può essere chiuso a norma degli articoli 24, 25 o 37 di detta direttiva, l'autorità richiedente può chiedere all'autorità competente dello Stato membro di spedizione di chiudere manualmente un movimento di prodotti sottoposti ad accisa di cui al capo IV e al capo V, sezione 2, di detta direttiva. Tale richiesta è effettuata mediante l'invio del documento «Richiesta di chiusura manuale» di cui all'allegato I, tabella 15, del presente regolamento.

▼B



SEZIONE III

Termini e rifiuti

Articolo 7

Termini

1.  
Un'autorità richiedente può ricordare a un'autorità interpellata che non ha ancora risposto a una precedente richiesta di cooperazione inviando il documento «Messaggio di sollecito di cooperazione amministrativa» di cui all'allegato I, tabella 9.
2.  
Se non risponde alla richiesta entro i termini stabiliti all'articolo 11, paragrafo 1, del regolamento (UE) n. 389/2012, l'autorità interpellata ne spiega i motivi nel documento «Messaggio di risposta» di cui all'allegato I, tabella 8, del presente regolamento.

Articolo 8

Rifiuto di cooperare

▼M1

Se l'autorità interpellata si rifiuta di trattare una richiesta di informazioni, di effettuare un'indagine amministrativa relativa alle informazioni richieste o di fornire le informazioni richieste, ne informa l'autorità richiedente utilizzando il documento «Messaggio di risposta» di cui all'allegato I, tabella 8, del presente regolamento.

▼B

Essa invia tale comunicazione non appena presa la decisione e in ogni caso entro tre mesi dalla data di ricevimento della richiesta.



CAPO III

SCAMBIO DI INFORMAZIONI SENZA PREVENTIVA RICHIESTA

Articolo 9

Scambio facoltativo di informazioni

1.  
In casi diversi da quelli di cui al paragrafo 2, lo scambio facoltativo di informazioni di cui all'articolo 16 del regolamento (UE) n. 389/2012 è effettuato utilizzando il documento «Risultati della cooperazione amministrativa» di cui all'allegato I, tabella 10.
2.  
Se lo scambio facoltativo di informazioni riguarda i risultati di un controllo documentale o fisico di prodotti durante un movimento, tali risultati sono trasmessi utilizzando il documento «Relazione sul controllo» di cui all'allegato I, tabella 11.

▼M4

Articolo 10

Scambio obbligatorio di informazioni — Risultati della cooperazione amministrativa

Se si riscontra uno dei casi di cui all'articolo 15, paragrafo 1, lettere da a) a e), del regolamento (UE) n. 389/2012 a seguito di un controllo documentale o fisico di prodotti presso i locali di un destinatario registrato ai sensi dell'articolo 3, punto 9, della direttiva (UE) 2020/262 («destinatario registrato»), di un depositario autorizzato ai sensi dell'articolo 3, punto 1, di tale direttiva («depositario autorizzato»), di uno speditore certificato ai sensi dell'articolo 3, punto 12, di tale direttiva («speditore certificato»), o di un destinatario certificato ai sensi dell'articolo 3, punto 13, di tale direttiva («destinatario certificato»), la trasmissione obbligatoria delle informazioni necessarie è effettuata utilizzando il documento «Risultati della cooperazione amministrativa» di cui all'allegato I, tabella 10, del presente regolamento.

Il documento «Risultati della cooperazione amministrativa» è inviato alle autorità competenti dello Stato membro interessato entro sette giorni dalla data del controllo.

▼B

Articolo 11

Scambio obbligatorio di informazioni — relazione sul controllo

Se si riscontra uno dei casi di cui all'articolo 15, paragrafo 1, lettere da a) a e), del regolamento (UE) n. 389/2012 a seguito di un controllo documentale o fisico di prodotti durante un movimento, la trasmissione obbligatoria della relazione sul controllo è effettuata utilizzando il documento «Relazione sul controllo» di cui all'allegato I, tabella 11, del presente regolamento.

Il documento «Relazione sul controllo» è inviato alle autorità competenti dello Stato membro interessato entro sette giorni dalla data del controllo.

Articolo 12

Scambio obbligatorio di informazioni — interruzione definitiva di un movimento

Se un'autorità competente viene a conoscenza dell'interruzione definitiva di un movimento a motivo di uno dei casi di cui all'articolo 15, paragrafo 1, lettere da a) a e), del regolamento (UE) n. 389/2012, la trasmissione obbligatoria di tali informazioni è effettuata utilizzando il documento «Interruzione di movimento» di cui all'allegato I, tabella 13, del presente regolamento.

Il documento «Interruzione di movimento» è trasmesso alle autorità competenti degli Stati membri interessati entro un giorno dal momento in cui l'autorità competente di cui al primo comma viene a conoscenza dell'interruzione definitiva.

▼M4

Articolo 13

Scambio obbligatorio di informazioni — notifica di allarme o rifiuto

Se un'autorità competente viene a conoscenza del fatto che prodotti sottoposti ad accisa spediti ai sensi del capo IV e del capo V, sezione 2, della direttiva (UE) 2020/262 non sono stati richiesti, o che il contenuto del documento amministrativo elettronico o del documento amministrativo elettronico semplificato non è corretto, e l'autorità competente sospetta che ciò sia dovuto a uno dei casi di cui all'articolo 15, paragrafo 1, lettere a), b), c) o e), del regolamento (UE) n. 389/2012, essa invia all'autorità competente dello Stato membro di spedizione il documento «Allarme o rifiuto di e-AD/e-DAS» di cui all'allegato I, tabella 14, del presente regolamento.

Il documento «Allarme o rifiuto di e-AD/e-DAS» è trasmesso all'autorità competente dello Stato membro di spedizione entro un giorno dal momento in cui l'autorità competente viene a conoscenza dei fatti di cui al primo comma.

▼B

Articolo 14

Scambio obbligatorio di informazioni — relazioni sull'evento

Se un'autorità competente viene a conoscenza di fatti concernenti un movimento diversi da quelli indicati agli articoli 10, 11, 12 o 13 e se detta autorità sospetta che siano in relazione con uno dei casi di cui all'articolo 15, paragrafo 1, lettere da a) a e), del regolamento (UE) n. 389/2012, la trasmissione obbligatoria delle informazioni necessarie è effettuata utilizzando il documento «Relazione sull'evento» di cui all'allegato I, tabella 12, del presente regolamento.

Il documento «Relazione sull'evento» è trasmesso entro sette giorni dal momento in cui l'autorità competente viene a conoscenza dei fatti di cui al primo comma.

▼M2

Articolo 14 bis

Scambio obbligatorio di informazioni - chiusura manuale

▼M4

Ai fini dell'articolo 15, paragrafo 1, lettera c), del regolamento (UE) n. 389/2012, se un'autorità competente dello Stato membro di spedizione ha ricevuto la prova del completamento di un movimento di prodotti sottoposti ad accisa ai sensi del capo IV e del capo V, sezione 2, della direttiva (UE) 2020/262, e il movimento non può essere chiuso conformemente agli articoli 24, 25 o 37 di detta direttiva, essa decide se chiudere manualmente il movimento di prodotti sottoposti ad accisa.

▼M2

L’autorità competente dello Stato membro di spedizione comunica la propria decisione alle autorità competenti dello Stato membro di destinazione o dello Stato membro di esportazione.

La comunicazione di una decisione di chiusura manuale di un movimento è effettuata mediante un documento di «Risposta di chiusura manuale» di cui all’allegato I, tabella 16, del presente regolamento.

▼B



CAPO IV

DISPOSIZIONI COMUNI IN MATERIA DI SCAMBIO DI INFORMAZIONI

Articolo 15

Indisponibilità del sistema informatizzato e ricorso al documento di assistenza amministrativa reciproca di riserva

1.  

Ai fini dell'articolo 15, paragrafo 4, del regolamento (UE) n. 389/2012, gli Stati membri possono considerare il sistema informatizzato indisponibile nei seguenti casi:

a) 

il sistema informatizzato non è disponibile a causa di guasti informatici o di telecomunicazione;

b) 

si verificano malfunzionamenti di rete che non sono sotto il controllo diretto della Commissione o dello Stato membro interessato;

c) 

forza maggiore;

d) 

manutenzione programmata notificata almeno quarantotto ore prima dell'inizio previsto del periodo di manutenzione.

2.  
Ai fini dell'articolo 9, paragrafo 1, secondo comma, e dell'articolo 15, paragrafo 4, del regolamento (UE) n. 389/2012 il documento di assistenza amministrativa reciproca di riserva indica il tipo di documento di assistenza amministrativa reciproca che sostituisce. Le informazioni richieste sono redatte secondo quanto indicato nelle tabelle dell'allegato I del presente regolamento, sotto forma di dati espressi come nel documento di assistenza amministrativa reciproca. Tutti i dati nonché i gruppi e i sottogruppi di dati cui detti dati appartengono sono identificati dai numeri e dalle lettere riportati nelle colonne A e B delle tabelle corrispondenti dell'allegato I.

Il documento di assistenza amministrativa reciproca di riserva è scambiato con qualsiasi mezzo scelto di comune accordo dalle autorità competenti interessate.

3.  
Non appena il sistema informatizzato è nuovamente disponibile, le informazioni scambiate a norma del paragrafo 2 sono trasmesse mediante il sistema informatizzato sotto forma dei documenti di assistenza amministrativa reciproca appropriati.

▼M1

Articolo 16

Ritorno di informazione sulle azioni di follow-up intraprese a seguito di uno scambio di informazioni

Le richieste di ritorno di informazione e di ritorno di informazione sulle azioni di follow-up a norma dell'articolo 8, paragrafo 5, dell'articolo 15, paragrafo 2, o dell'articolo 16, paragrafo 2, del regolamento (UE) n. 389/2012 sono effettuate per mezzo del documento «Risultati della cooperazione amministrativa» di cui all'allegato I, tabella 10, del presente regolamento. Il ritorno di informazione è fornito mediante l'invio di un ulteriore documento «Risultati della cooperazione amministrativa» di cui alla tabella 10.

▼B



CAPO V

DISPOSIZIONI FINALI

Articolo 17

Entrata in vigore

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.




ALLEGATO I

STRUTTURA DEI MESSAGGI COMUNI

▼M4

Messaggi elettronici utilizzati per lo scambio di informazioni sui prodotti sottoposti ad accisa ai sensi del capo IV e del capo V, sezione 2, della direttiva (UE) 2020/262

▼B

NOTE ESPLICATIVE

(1)  ►M4  I dati dei messaggi elettronici utilizzati per lo scambio di informazioni sui prodotti sottoposti ad accisa ai sensi del capo IV e del capo V, sezione 2, della direttiva (UE) 2020/262 mediante il sistema informatizzato di cui all'articolo 1 della decisione (UE) 2020/263 e all'articolo 2, punto 17, del regolamento (UE) n. 389/2012, sono strutturati in gruppi e, se del caso, in sottogruppi di dati. Informazioni particolareggiate sui dati e sul loro utilizzo figurano nelle tabelle del presente allegato, nelle quali: ◄

(a) 

la colonna A riporta il codice numerico (numero) attribuito a ciascun gruppo e sottogruppo di dati; ciascun sottogruppo segue lo stesso numero progressivo del (sotto) gruppo di dati di cui fa parte (ad esempio: se il numero del gruppo di dati è 1, un sottogruppo di questo gruppo di dati è 1.1 e un sottogruppo di questo sottogruppo è 1.1.1);

(b) 

la colonna B riporta il codice alfabetico (lettera) attribuito a ciascun dato in un (sotto)gruppo di dati;

(c) 

la colonna C identifica il (sotto)gruppo di dati o il dato;

(d) 

la colonna D riporta per ciascun (sotto)gruppo di dati o per ciascun dato un valore indicante se l'inserimento del dato corrispondente è:

— 
«R» (richiesto), ossia il dato deve essere fornito; quando un (sotto)gruppo di dati è «O» (opzionale) o «C» (condizionale), i dati di quel gruppo possono comunque essere «R» (richiesti) se le autorità competenti dello Stato membro hanno deciso che i dati di tale (sotto)gruppo devono essere inseriti o se si applica la condizione corrispondente,
— 
«O» (opzionale), ossia l'inserimento del dato è facoltativo per la persona che trasmette il messaggio (lo speditore o il destinatario), tranne se lo Stato membro ha stabilito che i dati devono essere forniti conformemente all'opzione prevista nella colonna E per alcuni dei (sotto)gruppi di dati o dei dati facoltativi,
— 
«C» (condizionale), ossia l'utilizzo del (sotto)gruppo di dati o dei dati dipende da altri (sotto)gruppi o da altri dati contenuti nello stesso messaggio;
(e) 

la colonna E indica le condizioni da cui dipende l'inserimento dei dati, specifica, se del caso, l'utilizzo dei dati opzionali e precisa quali dati devono essere forniti dalle autorità competenti;

(f) 

la colonna F contiene spiegazioni, ove necessario, sulla compilazione del messaggio;

(g) 

la colonna G indica:

— 
per alcuni (sotto)gruppi di dati un numero seguito dal carattere «x» indicante quante volte il (sotto)gruppo di dati può essere ripetuto nel messaggio (valore per difetto = 1),
— 
per ciascun dato, ad eccezione dei dati indicanti l'ora o la data, le caratteristiche che identificano il tipo e la lunghezza del dato; i codici relativi al tipo di dato sono i seguenti:

a

alfabetico,

n

numerico,

an

alfanumerico.

Il numero che segue il codice indica la lunghezza ammissibile del dato. I due puntini prima dell'indicazione della lunghezza denotano che il dato non ha una lunghezza fissa: in tal caso l'indicazione concerne il numero massimo di caratteri utilizzabile. Una virgola nella lunghezza del dato indica che il dato può contenere decimali, nel qual caso la cifra prima della virgola indica la lunghezza totale dell'attributo e la cifra che segue la virgola indica il numero massimo dei decimali.

Per i dati indicanti l'ora o la data, la menzione «date», «time» o «dateTime» significa che la data, l'ora o la data e l'ora devono essere indicate utilizzando la norma ISO 8601 per la notazione di data e ora.

(2) Le abbreviazioni seguenti sono utilizzate nelle tabelle del presente allegato:

— 
e-AD: documento amministrativo elettronico

▼M4

— 
e-DAS documento amministrativo elettronico semplificato,

▼B

— 
ARC: codice di riferimento amministrativo
— 
SEED: sistema per lo scambio di dati relativi alle accise [System for Exchange of Excise Data — la banca dati elettronica di cui all'articolo 19, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 389/2012];
— 
Codice NC: Codice della nomenclatura combinata
— 
MRN: Numero di riferimento del movimento
— 
LRN: Numero di riferimento locale
— 
LNG: Lingua
— 
IVA: Imposta sul valore aggiunto
— 
ACO: Cooperazione amministrativa

▼M4



Tabella 1

(di cui all'articolo 4)

Richiesta di scaricamento relativa a un movimento

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Identificatore di correlazione della richiesta

R

 

Il valore di <Identificatore di correlazione della richiesta> è unico per ciascuno Stato membro

an..44

2

e-AD/e-DAS DEL MOVIMENTO DEI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA

R

 

 

 

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..2

 

c

Indicatore delle informazioni richieste sul movimento nazionale

R

 

Il formato booleano è digitale: «0» o «1» («0» = No o Falso; «1» = Sì o Vero)

n1

 

d

Stato

R

 

I valori possibili sono:

— X01 = Accettato

— X02 = Cancellato

— X03 = Consegnato

— X04 = Deviato

— X05 = Respinto

— X06 = Sostituito

— X07 = e-AD/e-DAS chiuso manualmente

— X08 = Rifiutato

— X09 = Nessuno

— X10 = Parzialmente rifiutato

— X11 = Esportazione

— X12 = Accettato per l'esportazione

— X13 = Fermato

an3

 

e

Tipo di messaggio ricevuto da ultimo

R

 

I valori possibili sono:

— IE801 = E-AD/E-DAS

— IE803 = NOTIFICA DI E-AD/E-DAS DEVIATO

— IE807 = INTERRUZIONE DI MOVIMENTO

— IE810 = CANCELLAZIONE DI E-AD

— IE813 = CAMBIAMENTO DI DESTINAZIONE

— IE818 = NOTA DI RICEVIMENTO/DI ESPORTAZIONE ACCETTATA O (PARZIALMENTE) RIFIUTATA

— IE819 = ALLARME O RIFIUTO DI E-AD/E-DAS

— IE829 = NOTIFICA DI ESPORTAZIONE ACCETTATA

— IE839 = RIFIUTO DI E-AD PER ESPORTAZIONE

— IE881 = RISPOSTA DI CHIUSURA MANUALE

— IE905 = RISPOSTA SULLO STATO

— None = NESSUNO

Nota:  L'IE905 dovrebbe essere incluso solo per gli iter storici di un movimento chiuso manualmente con un messaggio IE905.

an..5

 

f

Tipo di messaggio della richiesta relativa allo stato

O

 

I valori possibili sono:

— 1 = Richiesta di sincronizzazione dello stato

— 2 = Richiesta dell'iter storico di un movimento

n1



Tabella 2

(di cui all'articolo 4)

Richiesta di scaricamento relativa a un movimento

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Identificatore di correlazione della richiesta

R

 

Il valore di <Identificatore di correlazione della richiesta> è unico per ciascuno Stato membro

an..44

2

e-AD/e-DAS DEL MOVIMENTO DEI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA

R

 

 

 

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..2

 

c

Stato

R

 

I valori possibili di <Stato> sono:

— X01 = Accettato

— X02 = Cancellato

— X03 = Consegnato

— X04 = Deviato

— X05 = Respinto

— X06 = Sostituito

— X07 = e-AD/e-DAS chiuso manualmente

— X08 = Rifiutato

— X09 = Nessuno

— X10 = Parzialmente rifiutato

— X11 = Esportazione

— X12 = Accettato per l'esportazione

— X13 = Fermato

an3

 

d

Tipo di messaggio ricevuto da ultimo

 

 

I valori possibili sono:

— IE801 = E-AD/E-DAS

— IE803 = NOTIFICA DI E-AD/E-DAS DEVIATO

— IE807 = INTERRUZIONE DI MOVIMENTO

— IE810 = CANCELLAZIONE DI E-AD

— IE813 = CAMBIAMENTO DI DESTINAZIONE

— IE818 = NOTA DI RICEVIMENTO/DI ESPORTAZIONE ACCETTATA O (PARZIALMENTE) RIFIUTATA

— IE819 = ALLARME O RIFIUTO DI E-AD/E-DAS

— IE829 = NOTIFICA DI ESPORTAZIONE ACCETTATA

— IE839 = RIFIUTO DI E-AD PER ESPORTAZIONE

— IE881 = RISPOSTA DI CHIUSURA MANUALE

— IE905 = RISPOSTA SULLO STATO

— None = NESSUNO

Nota:  L'IE905 dovrebbe essere incluso solo per gli iter storici di un movimento chiuso manualmente con un messaggio IE905.

an..5



Tabella 3

(di cui all'articolo 4)

ITER storico di un movimento

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Identificatore di correlazione della richiesta

R

 

Il valore di <Identificatore di correlazione della richiesta> è unico per ciascuno Stato membro

an..44

2

Tutti gli e-AD/e-DAS convalidati

R

 

L'insieme di tutte le bozze di documenti amministrativi elettronici (semplificati) e dei documenti amministrativi elettronici (semplificati) relativi al movimento, la cui struttura figura nell'allegato I, tabella 1, del regolamento delegato (UE) 2022/1636

99x

3

Tutte le NOTE di ricevimento/di esportazione

O

 

L'insieme di tutti messaggi «Nota di ricevimento/Nota di esportazione» relativi al movimento, la cui struttura figura nell'allegato I, tabella 6, del regolamento delegato (UE) 2022/1636

99x

4

Ultima notifica di e-AD deviato

O

 

Il contenuto dell'ultimo messaggio «Notifica di cambio di destinazione/Notifica di frazionamento» relativo al movimento, la cui struttura figura nell'allegato I, tabella 4, del regolamento delegato (UE) 2022/1636

1x

5

Tutte le relazioni di controllo

O

 

L'insieme di tutti messaggi «Relazione di controllo» relativi al movimento, la cui struttura figura nella tabella 11

99x

6

Tutte le relazioni sull'evento

O

 

L'insieme di tutti messaggi «Relazione sull'evento» relativi al movimento, la cui struttura figura nella tabella 12

99x

7

Tutte le spiegazioni del ritardo di consegna

O

 

L'insieme di tutti i messaggi «Spiegazioni del ritardo di consegna» relativi al movimento

99x

7.1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Ruolo del messaggio

R

 

I valori possibili sono:

— 1 = spiegazione del ritardo nell'invio della nota di ricevimento/di esportazione

— 2 = spiegazione del ritardo nell'indicare la destinazione

n1

 

b

Data e ora di convalida della spiegazione del ritardo

C

— «R» dopo l'esito positivo della convalida

— Non si applica negli altri casi

 

dateTime

 

c

Tipo di notificatore

R

 

I valori possibili sono:

— 1 = Speditore

— 2 = Destinatario

n1

 

d

Identificazione del notificatore R an13 Rule072

R

 

L'<Identificazione del notificatore> è un codice accisa dell'operatore valido.

[cfr. l'elenco codici 1 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013]

an13

 

e

Codice spiegazione

R

 

(cfr. l'elenco codici 7 nell'allegato II)

n..2

 

f

Informazioni complementari

C

— «R» se <Codice spiegazione> è «Altro»

— «O» negli altri casi

(cfr. il codice spiegazione nel riquadro 7.1e)

 

an..350

 

g

LNG_delle informazioni complementari

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

7.2

MOVIMENTO DI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA

R

 

 

 

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..2

8

Tutte le notifiche di esportazione

O

 

L'insieme di tutti i messaggi «Notifica di esportazione accettata» relativi al movimento

99x

8.1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Data e ora del rilascio

R

 

 

dateTime

8.2

e-AD/e-DAS DEL MOVIMENTO DEI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA

R

 

 

99x

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..2

8.3

OPERATORE Destinatario

C

Non si applica se il <Tipo di messaggio> di tutti gli e-AD interessati è «Presentazione per esportazione (domiciliazione)»

— «R» negli altri casi

 

 

 

a

Identificazione dell'operatore

C

— «R» se <Codice del tipo di destinazione> è:

— 

— «Destinazione — Deposito fiscale»

— «Destinazione — Destinatario registrato»

— «Destinazione — Destinatario registrato temporaneamente»

— «Destinazione — Consegna diretta»

— «O» se <Codice del tipo di destinazione> è:

— «Destinazione — Esportazione»

— Non si applica negli altri casi

I valori possibili di <Identificazione dell'operatore> sono indicati nella tabella seguente:

an..16

Codice del tipo di destinazione

OPERATORE DESTINATA-RIO Identificazione dell'operatore

OPERATORE Luogo di consegna. Identificazione dell'operatore

1 -  Destinazione - Deposito fiscale

Codice accisa (1)

Riferimento del deposito fiscale (codice accisa) (5)

2 -  Destinazione - Destinatario registrato

Codice accisa (2)

Qualsiasi identificazione (*)

3 -  Destinazione - Destinatario registrato temporaneamente

Riferimento dell'autorizza-zione temporanea (4)

Qualsiasi identificazione (*)

4 -  Destinazione - Consegna diretta

Codice accisa (3)

(Non si applica)

5 -  Destinazione - Destinatario esentato

(Non si applica)

Qualsiasi identificazione (*)

6 -  Destinazione - Esportazione

Codice IVA (facoltativo)

(il gruppo di dati <OPERATORE Luogo di consegna> non esiste)

1)  Il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

2)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

3)  il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato» o «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

4)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato temporaneamente». un <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> esistente nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>;

5)  un identificatore esistente <Riferimento del deposito fiscale> nell'insieme <DEPOSITO FISCALE>;

(*)  Per il luogo di consegna, per «qualsiasi identificazione» si intende: un codice IVA o qualsiasi altro identificatore; è facoltativo.

(cfr. l'elenco codici 1 e l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013, se pertinente)

 

b

Codice EORI

C

— «O» se <Codice del tipo di destinazione> è «Destinazione – Esportazione»

— Non si applica negli altri casi

Fornire il codice EORI della persona responsabile della presentazione della dichiarazione di esportazione a norma dell'articolo 21, paragrafo 2, della direttiva (UE) 2020/262 del Consiglio.

an..17

 

c

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

 

d

Via

R

 

 

an..65

 

e

Numero civico

O

 

 

an..11

 

f

Codice postale

R

 

 

an..10

 

g

Città

R

 

 

an..50

 

h

NAD_LNG

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

8.4

UFFICIO Luogo di esportazione

O

 

 

 

 

a

Numero di riferimento dell'ufficio

R

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

8.5

ACCETTAZIONE DELL'ESPORTAZIONE

R

 

 

 

 

a

Numero di riferimento dell'ufficio doganale speditore

R

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

b

Identificazione del funzionario doganale speditore

O

 

 

an..35

 

c

Data di accettazione

R

 

 

data

 

d

MRN di esportazione

R

 

Un numero valido di MRN o di DAU, convalidato con dati doganali, secondo il caso.

MRN = Numero di riferimento del movimento

DAU = Documento amministrativo unico

an..21

9

Tutte le notifiche di rifiuto da parte delle autorità doganali

O

 

L'insieme di tutti i messaggi «Rifiuto dell'e-AD da parte delle autorità doganali» relativi al movimento

99x

9.1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Data e ora del rilascio

R

 

 

dateTime

9.2

Bozza di e-AD

C

In caso di rifiuto all'importazione deve essere consegnata una bozza dell'e-AD, in caso di rifiuto all'esportazione devono essere consegnati uno o più e-AD convalidati.

(cfr. Tutti i e-AD convalidati nel riquadro 9.3)

 

 

 

a

Numero di riferimento locale

R

 

 

an..22

9.3

Tutti gli e-AD convalidati

C

In caso di rifiuto all'importazione deve essere consegnata una bozza dell'e-AD, in caso di rifiuto all'esportazione devono essere consegnati uno o più e-AD convalidati.

(cfr. Bozza di e-AD nel riquadro 9.2)

 

99x

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

R

 

 

n..2

9.4

RIFIUTO

R

 

 

 

 

a

Data e ora del rifiuto

R

 

 

dateTime

 

b

Codice del motivo del rifiuto

R

 

I valori possibili sono:

— 1 = Dati relativi all'importazione non disponibili

— 2 = Il contenuto dell'e-AD non corrisponde ai dati relativi all'importazione

— 3 = Dati relativi all'esportazione non disponibili

— 4 = Il contenuto dell'e-AD non corrisponde ai dati relativi all'esportazione

— 5 = I prodotti sono rifiutati per il regime di esportazione

n1

9.5

Diagnosi delle verifiche incrociate all'esportazione

C

«R» se <Codice del motivo del rifiuto> è «Il contenuto dell'e-AD non corrisponde ai dati relativi all'esportazione»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il codice del motivo del rifiuto nel riquadro 9.4b)

 

 

 

a

LRN di esportazione

C

Almeno uno dei seguenti attributi deve essere presente:

— <MRN di esportazione>

— <LRN di esportazione>

(cfr. MRN di esportazione nel riquadro 9.5b)

 

an..22

 

b

MRN di esportazione

C

Almeno uno dei seguenti attributi deve essere presente:

— <MRN di esportazione>

— <LRN di esportazione>

(cfr. LRN di esportazione nel riquadro 9.5a)

Un numero valido di MRN o di DAU, convalidato con dati doganali, secondo il caso.

MRN = Numero di riferimento del movimento

DAU = Documento amministrativo unico

an..21

9.6

DIAGNOSI

R

 

 

999x

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Riferimento unico del corpo di dati

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..3

 

c

Codice diagnosi

R

 

I valori possibili sono:

— 1 = ARC sconosciuto

— 2 = il riferimento unico del corpo di dati non esiste nell'e-AD

— 3 = non esiste un ARTICOLO corrispondente nella dichiarazione di esportazione

— 4 = il peso/la massa non corrispondono

— 5 = il codice del tipo di destinazione dell'e-AD non è l'esportazione

— 6 = i codici NC non corrispondono

n1

9.7

OPERATORE Destinatario

C

Non si applica se il <Tipo di messaggio> di tutti gli e-AD interessati è «Presentazione per esportazione (domiciliazione)»

— «R» negli altri casi

I tipi di messaggio possibili sono:

— 1 = Presentazione standard (da utilizzare in tutti i casi di movimento di prodotti sottoposti ad accisa in sospensione dall'accisa tranne quando la presentazione riguarda un'esportazione con domiciliazione)

— 2 = Presentazione per esportazione con domiciliazione per il movimento di prodotti sottoposti ad accisa in sospensione dall'accisa [applicazione dell'articolo 283 del regolamento (CEE) n. 2454/93 della Commissione (1)]

Il tipo di messaggio non deve comparire nell'e-AD a cui è stato attribuito un ARC né nei documento di riserva di cui all'articolo 9, paragrafo 1, del regolamento delegato (UE) 2022/1636

 

 

a

Identificazione dell'operatore

C

— «R» se <Codice del tipo di destinazione> è:

— 

— «Destinazione - — Deposito fiscale»

— «Destinazione - Destinatario registrato»

— «Destinazione - Destinatario registrato temporaneamente»

— «Destinazione - Consegna diretta»

— «O» se <Codice del tipo di destinazione> è:

— «Destinazione - Esportazione»

— Non si applica negli altri casi

I valori possibili di <Identificazione dell'operatore> sono indicati nella tabella seguente:

an..16

Codice del tipo di destinazione

OPERATORE DESTINATA-RIO Identificazione dell'operatore

OPERATORE Luogo di consegna. Identificazione dell'operatore

1 -  Destinazione — Deposito fiscale

Codice accisa (1)

Riferimento del deposito fiscale (codice accisa) (5)

2 -  Destinazione— Destinatario registrato

Codice accisa (2)

Qualsiasi identificazione (*)

3 -  Destinazione— Destinatario registrato temporanea-mente

Riferimento dell'autorizza-zione temporanea (4)

Qualsiasi identificazione (*)

4 -  Destinazione — Consegna diretta

Codice accisa (3)

(Non si applica)

5 -  Destinazione— Destinatario esentato

(Non si applica)

Qualsiasi identificazione (*)

6 -  Destinazione — Esportazione

Codice IVA (facoltativo)

(il gruppo di dati <OPERATORE Luogo di consegna> non esiste)

1)  Il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

2)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

3)  il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato» o «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

4)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato temporaneamente». un <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> esistente nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>;

5)  un identificatore esistente <Riferimento del deposito fiscale> nell'insieme <DEPOSITO FISCALE>;

(*)  Per il luogo di consegna, per «qualsiasi identificazione» si intende: un codice IVA o qualsiasi altro identificatore; è facoltativo.

(cfr. l'elenco codici 1 e l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013, se pertinente)

 

b

Codice EORI

C

— «O» se <Codice del tipo di destinazione> è «Destinazione – Esportazione»

— Non si applica negli altri casi

Fornire il codice EORI della persona responsabile della presentazione della dichiarazione di esportazione a norma dell'articolo 21, paragrafo 2, della direttiva (UE) 2020/262.

an..17

 

c

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

 

d

Via

R

 

 

an..65

 

e

Numero civico

O

 

 

an..11

 

f

Codice postale

R

 

 

an..10

 

g

Città

R

 

 

an..50

 

h

NAD_LNG

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

9.8

UFFICIO Luogo di esportazione

O

 

 

 

 

a

Numero di riferimento dell'ufficio

R

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

10

Possibile interruzione di movimento

O

 

Il contenuto del messaggio «Possibile interruzione di movimento» relativo al movimento, la cui struttura figura nella tabella 13

1x

11

Possibile cancellazione dell'e-AD

O

 

Il contenuto del messaggio «Possibile cancellazione dell'e-AD» relativo al movimento, la cui struttura figura nell'allegato I, tabella 2, del regolamento delegato (UE) 2022/1636

1x

12

Tutti i cambiamenti di destinazione

O

 

L'insieme di tutti messaggi «Cambiamento di destinazione» relativi al movimento, la cui struttura figura nell'allegato I, tabella 3, del regolamento delegato (UE) 2022/1636

99x

13

Tutte le notifiche di allarme o rifiuto di e-AD/e-DAS

O

 

L'insieme di tutti messaggi «allarme o rifiuto di e-AD/e-DAS» relativi al movimento, la cui struttura figura nella tabella 14

99x

13.1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Data e ora di convalida dell'allarme o rifiuto

C

— «R» dopo l'esito positivo della convalida

— Non si applica negli altri casi

 

dateTime

13.2

MOVIMENTO DI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA

R

 

 

 

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..2

13.3

OPERATORE Destinatario

R

 

 

 

 

a

Identificazione dell'operatore

C

— «R» se <Codice del tipo di destinazione> è:

— 

— «Destinazione — Deposito fiscale»

— «Destinazione — Destinatario registrato»

— «Destinazione — Destinatario registrato temporaneamente»

— «Destinazione — Consegna diretta»

— «Destinazione — Destinatario certificato»

— «Destinazione — Destinatario certificato occasionale»

— "Destinazione — Ritorno al luogo di spedizione dello speditore, per un movimento B2B ad accisa assolta

— «O» se <Codice del tipo di destinazione> è «Destinazione – Esportazione»

— Non si applica negli altri casi

I valori possibili di <Identificazione dell'operatore> sono indicati nella tabella seguente:

an..16

Codice del tipo di destinazione

OPERATORE DESTINATA-RIO Identificazione dell'operatore

OPERATORE Luogo di consegna. Identificazione dell'operatore

1 -  Destinazione — Deposito fiscale

Codice accisa (1)

Riferimento del deposito fiscale (codice accisa) (5)

2 -  Destinazione— Destinatario registrato

Codice accisa (2)

Qualsiasi identificazione (*)

3 -  Destinazione— Destinatario registrato temporanea-mente

Riferimento dell'autorizzazione temporanea (4)

Qualsiasi identificazione (*)

4 -  Destinazione — Consegna diretta

Codice accisa (3)

(Non si applica)

5 -  Destinazione— Destinatario esentato

(Non si applica)

Qualsiasi identificazione (*)

6 -  Destinazione — Esportazione

Codice IVA (facoltativo)

(il gruppo di dati <OPERATORE Luogo di consegna> non esiste)

9 -  Destinazione— Destinatario certificato

Codice accisa (6)

Qualsiasi identificazione (*)

10 -  Destinazione— Destinatario certificato occasionale

Riferimento dell'autorizza-zione temporanea (7)

Qualsiasi identificazione (*)

11 -  Destinazione — Ritorno al luogo di spedizione dello speditore, per un movimento B2B ad accisa assolta

Codice accisa (6) o riferimento dell'autorizza-zione temporanea (7)

Qualsiasi identificazione (*)

1)  Il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

2)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

3)  il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato» o «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

4)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato temporaneamente». un <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> esistente nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>;

5)  un identificatore esistente <Riferimento del deposito fiscale> nell'insieme <DEPOSITO FISCALE>;

6)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario certificato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

7)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario certificato occasionale ». un <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> esistente nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>;

(*)  Per il luogo di consegna, per «qualsiasi identificazione» si intende: un codice IVA o qualsiasi altro identificatore; è facoltativo.

(cfr. l'elenco codici 1 e l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013, se pertinente)

 

b

Codice EORI

C

— «O» se <Codice del tipo di destinazione> è «Destinazione – Esportazione»

— Non si applica negli altri casi

Fornire il codice EORI della persona responsabile della presentazione della dichiarazione di esportazione a norma dell'articolo 21, paragrafo 2, della direttiva (UE) 2020/262.

an..17

 

c

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

 

d

Via

R

 

 

an..65

 

e

Numero civico

O

 

 

an..11

 

f

Codice postale

R

 

 

an..10

 

g

Città

R

 

 

an..50

 

h

NAD_LNG

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

13.4

UFFICIO di destinazione

R

 

 

 

 

a

Numero di riferimento dell'ufficio

R

 

(cfr. l'elenco codici 5 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

13.5

ALLARME

R

 

 

 

 

a

Data dell'allarme

R

 

 

data

 

b

Indicatore di movimento rifiutato

R

 

Il formato booleano è digitale: «0» o «1» («0» = No o Falso; «1» = Sì o Vero)

n1

13.6

Codice del MOTIVO DELL'ALLARME O DEL RIFIUTO DI MOVIMENTO

C

— «R» se <Indicatore di movimento rifiutato> è vero

— «O» se <Indicatore di movimento rifiutato> è falso

(cfr. l'indicatore di movimento rifiutato nel riquadro 13.5b)

 

9x

 

a

Codice del MOTIVO DELL'ALLARME O DEL RIFIUTO DEL MOVIMENTO

R

 

(cfr. l'elenco codici 5 nell'allegato II)

n..2

 

b

Informazioni complementari

C

— «R» se <Codice del motivo dell'allarme o del rifiuto del movimento> è «Altro»

— «O» negli altri casi

(cfr. Codice del motivo dell'allarme o del rifiuto del movimento nel riquadro 13.6a)

 

an..350

 

c

LNG_delle informazioni complementari

C

— «R» se il campo testo corrispondente è utilizzato

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

14

Tutte le spiegazioni sui motivi della carenza

O

 

 

99x

14.1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Tipo di notificatore

R

 

I valori possibili sono:

— 1 = Speditore

— 2 = Destinatario

n1

 

b

Data e ora di convalida della spiegazione della carenza

C

— «R» dopo l'esito positivo della convalida

— Non si applica negli altri casi

 

dateTime

14.2

MOVIMENTO DI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA

R

 

 

 

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..2

14.3

OPERATORE Speditore

C

— «R» se <Tipo di notificatore> è «Speditore»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il tipo di notificatore nel riquadro 14.1 a)

 

 

 

a

Codice accisa dell'operatore

R

 

Per OPERATORE Speditore

Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>

Il <Codice del tipo di operatore> dell'<OPERATORE> di riferimento deve essere:

— «Depositario autorizzato» O

— «Speditore registrato» O

— «Speditore certificato»

O

Un identificatore esistente <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>. Il <Codice del tipo di operatore> dell'<OPERATORE> di riferimento deve essere «Speditore certificato occasionale»:

Per OPERATORE Luogo di spedizione

Un identificatore esistente <Riferimento del deposito fiscale> (codice accisa nella banca dati SEED).

[cfr. l'elenco codici 1 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013]

an13

 

b

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

 

c

Via

R

 

 

an..65

 

d

Numero civico

O

 

 

an..11

 

e

Codice postale

R

 

 

an..10

 

f

Città

R

 

 

an..50

 

g

NAD_LNG

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

14.4

OPERATORE Destinatario

C

— «R» se <Tipo di notificatore> non è «Speditore»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il tipo di notificatore nel riquadro 14.1 a)

 

 

 

a

Identificazione dell'operatore

C

— «R» se <Codice del tipo di destinazione> è:

— 

— «Destinazione — Deposito fiscale»

— «Destinazione — Destinatario registrato»

— «Destinazione — Destinatario registrato temporaneamente»

— «Destinazione — Consegna diretta»

— «Destinazione — Destinatario certificato»

— «Destinazione — Destinatario certificato occasionale»

— "Destinazione — Ritorno al luogo di spedizione dello speditore, per un movimento B2B ad accisa assolta

— «O» se <Codice del tipo di destinazione> è «Destinazione – Esportazione»

— Non si applica negli altri casi

I valori possibili di <Identificazione dell'operatore> sono indicati nella tabella seguente:

an..16

Codice del tipo di destinazione

OPERATORE DESTINATA-RIO Identificazione dell'operatore

OPERATORE Luogo di consegna. Identificazione dell'operatore

1 -  Destinazione — Deposito fiscale

Codice accisa (1)

Riferimento del deposito fiscale (codice accisa) (5)

2 -  Destinazione— Destinatario registrato

Codice accisa (2)

Qualsiasi identificazione (*)

3 -  Destinazione— Destinatario registrato temporanea-mente

Riferimento dell'autorizza-zione temporanea (4)

Qualsiasi identificazione (*)

4 -  Destinazione — Consegna diretta

Codice accisa (3)

(Non si applica)

5 -  Destinazione — Destinatario esentato

(Non si applica)

Qualsiasi identificazione (*)

6 -  Destinazione — Esportazione

Codice IVA (facoltativo)

(il gruppo di dati <OPERATORE Luogo di consegna> non esiste)

8 -  Destinazione ignota

(Non si applica)

(Non si applica)

9 -  Destinazione— Destinatario certificato

Codice accisa (6)

Qualsiasi identificazione (*)

10 -  Destinazione— Destinatario certificato occasionale

Riferimento dell'autorizza-zione temporanea (7)

Qualsiasi identificazione (*)

11 -  Destinazione — Ritorno al luogo di spedizione dello speditore, per un movimento B2B ad accisa assolta

Codice accisa (6) o riferimento dell'autorizza-zione temporanea (7)

Qualsiasi identificazione (*)

1)  Il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

2)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

3)  il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato» o «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

4)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato temporaneamente». un <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> esistente nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>;

5)  un identificatore esistente <Riferimento del deposito fiscale> nell'insieme <DEPOSITO FISCALE>;

6)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario certificato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

7)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario certificato occasionale». un <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> esistente nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>;

(*)  Per il luogo di consegna, per «qualsiasi identificazione» si intende: un codice IVA o qualsiasi altro identificatore; è facoltativo.

(cfr. l'elenco codici 1 e l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013, se pertinente)

 

b

Codice EORI

 

— «O» se <Codice del tipo di destinazione> è «Destinazione – Esportazione»

— Non si applica negli altri casi

Fornire il codice EORI della persona responsabile della presentazione della dichiarazione d'esportazione a norma dell'articolo 21, paragrafo 1, della direttiva (UE) 2020/262 del Consiglio

an..17

 

c

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

 

d

Via

R

 

 

an..65

 

e

Numero civico

O

 

 

an..11

 

f

Codice postale

R

 

 

an..10

 

g

Città

R

 

 

an..50

 

h

NAD_LNG

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

14.5

ANALISI

C

Deve essere presente almeno uno dei gruppi di dati <ANALISI> o <Corpo dell'ANALISI>

 

 

 

a

Data dell'analisi

R

 

 

data

 

b

Spiegazione globale

R

 

 

an..350

 

c

LNG_della spiegazione globale

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

14.6

Corpo dell'analisi

C

Deve essere presente almeno uno dei gruppi di dati <ANALISI> o <Corpo dell'ANALISI>

 

999x

 

a

Riferimento unico del corpo di dati

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

Il <Riferimento unico del corpo di dati> deve essere unico all'interno del messaggio e deve riferirsi a un <Riferimento unico del corpo di dati> del corpo dell'e-AD/e-DAS dell'e-AD/e-DAS associato per il quale sono state dichiarate carenze o eccedenze.

n..3

 

b

Codice del prodotto sottoposto ad accisa

R

 

(cfr. l'elenco codici 10 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an4

 

c

Spiegazione

O

 

 

an..350

 

d

LNG_della spiegazione

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

e

Quantità effettiva

O

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..15,3

15

Tutti i messaggi di sollecito per movimenti di prodotti sottoposti ad accisa

O

 

 

99x

15.1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Tipo di messaggio

R

 

I valori possibili sono:

— 1 = messaggio di sollecito alla scadenza del termine per effettuare il cambiamento di destinazione (o il frazionamento)

— 2 = messaggio di sollecito alla scadenza del termine per inviare la nota di ricevimento/di esportazione

— 3 = messaggio di sollecito alla scadenza del termine per indicare le informazioni sulla destinazione (articolo 22 della direttiva (UE) 2020/262)

n1

 

b

Data e ora dell'invio del sollecito

R

 

 

dateTime

 

c

Data e ora limite

R

 

 

dateTime

 

d

Informazioni sul sollecito

O

 

 

an..350

 

e

LNG_delle informazioni sul sollecito

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

15.2

MOVIMENTO DI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA

R

 

 

 

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..2



Tabella 4

(di cui all'articolo 5)

Richiesta generale

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Tipo di richiesta

R

 

I valori possibili sono:

1 = (riservato)

2 = Richiesta di dati di riferimento

3 = (riservato)

4 = (riservato)

5 = Richiesta di risincronizzazione del registro degli operatori economici

6 = Richiesta di ricerca di elenco di e-AD/e-DAS

7 = Richiesta di statistiche SEED

8 = Richiesta di ricerca di elenco di e-AD

9 = Richiesta di ricerca di elenco di e-DAS

n1

 

b

Denominazione del messaggio di richiesta

C

— «R» se <Tipo di richiesta> è «2»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Tipo di richiesta nel riquadro 1a)

I valori possibili sono:

«C_COD_DAT» = elenco comune di codici

«C_PAR_DAT» = parametri comuni del sistema

«ALL» = per la struttura completa

a..9

 

c

Ufficio richiedente

R

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

d

Identificatore di correlazione della richiesta

C

— «R» se <Tipo di richiesta> è «2», «5», «6» o «7»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Tipo di richiesta nel riquadro 1a)

Il valore di <Identificatore di correlazione della richiesta> è unico per ciascuno Stato membro

an..44

 

e

Data di inizio

C

Per 1e ed f:

— «R» se <Tipo di richiesta> è «2» o «5»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Tipo di richiesta nel riquadro 1a)

 

Data

 

f

Data di fine

C

 

Data

 

g

Data unica

C

— «R» se <Tipo di richiesta> è «2» o «5»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Tipo di richiesta nel riquadro 1a)

 

Data

2

RICHIESTA DI ELENCO DI E-AD/E-DAS

C

— «R» se <Tipo di richiesta> è «6», «8» o «9»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Tipo di richiesta nel riquadro 1a)

 

 

 

a

Codice Stato membro

R

 

(cfr. l'elenco codici 3 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

a2

2.1

AR_CRITERIO PRIMARIO

R

 

 

99x

 

a

Codice del tipo di criterio primario

R

 

I valori possibili sono:

1 = ARC

2 = Marchio del prodotto

3 = Categorie di prodotti sottoposti ad accisa del movimento

4 = (riservato)

5 = (riservato)

6 = (riservato)

7 = (riservato)

8 = Città del destinatario

9 = Città dello speditore

10 = Città del garante

11 = (riservato)

12 = Città del luogo di consegna

13 = Città del deposito fiscale di spedizione

14 = Città del trasportatore

15 = Codice NC del prodotto

16 = Data della fattura

17 = Codice accisa del destinatario

18 = Codice accisa dello speditore

19 = Codice accisa del garante

20 = (riservato)

21 = (riservato)

22 = Codice accisa del deposito fiscale di destinazione

23 = Codice accisa del deposito fiscale di spedizione

24 = (riservato)

25 = Codice del prodotto sottoposto ad accisa

26 = Durata del tragitto

27 = Stato membro di destinazione

28 = Stato membro di spedizione

29 = Nome del destinatario

30 = Nome dello speditore

31 = Nome del garante

32 = (riservato)

33 = Nome del luogo di consegna

34 = Nome del deposito fiscale di spedizione

35 = Nome del trasportatore

36 = Numero della fattura

37 = Codice postale del destinatario

38 = Codice postale dello speditore

39 = Codice postale del garante

40 = (riservato)

41 = Codice postale del luogo di consegna

42 = Codice postale del deposito fiscale di spedizione

43 = Codice postale del trasportatore

44 = Quantità di prodotti (in un corpo di dati dell'e-AD/e-DAS)

45 = Numero di riferimento locale (numero progressivo assegnato dallo speditore)

46 = Tipo di trasporto

47 = (riservato)

48 = (riservato)

49 = Codice IVA del destinatario

50 = (riservato)

51 = Codice IVA trasportatore

52 = Cambio di destinazione (numero di sequenza ≥ 2)

n..2

2.1.1.

AR_VALORE PRIMARIO

O

 

 

99x

 

a

Valore

R

 

Se il <Codice del tipo di criterio primario> è «46» (Tipo di trasporto), è utilizzato un <Codice del modo di trasporto> esistente nell'elenco <MODI DI TRASPORTO>

an..255

3

RICHIESTA_STAT

C

— «R» se <Tipo di richiesta> è «7»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Tipo di richiesta nel riquadro 1a)

 

 

 

a

Tipo di statistica

R

 

I valori possibili sono:

1 = Operatori economici attivi, inattivi e cancellati

2 = Scadenze pendenti

3 = Operatori economici suddivisi per tipo e per deposito fiscale

4 = Attività sottoposta ad accisa

5 = Modifiche alle autorizzazioni relative alle accise

n1

3.1

Codice dell'ELENCO DEGLI STATI MEMBRI

R

 

 

99x

 

a

Codice Stato membro

R

 

(cfr. l'elenco codici 3 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

a2

4

PERIODO_STAT

C

— «R» se <Tipo di richiesta> è «7»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Tipo di richiesta nel riquadro 1a)

 

 

 

a

Anno

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero

n4

 

b

Semestre

C

Per 4 b, c e d:

i tre seguenti campi di dati sono facoltativi ed esclusivi:

— <Semestre>

— <Trimestre>

— <Mese>

ossia se uno di questi campi di dati è indicato, gli altri due non si applicano.

I valori possibili sono:

1 = Primo semestre

2 = Secondo semestre

n1

 

c

Trimestre

C

I valori possibili sono:

1 = Primo trimestre

2 = Secondo trimestre

3 = Terzo trimestre

4 = Quarto trimestre

n1

 

d

Mese

C

I valori possibili sono:

1 = Gennaio

2 = Febbraio

3 = Marzo

4 = Aprile

5 = Maggio

6 = Giugno

7 = Luglio

8 = Agosto

9 = Settembre

10 = Ottobre

11 = Novembre

12 = Dicembre

n..2

5

RICHIESTA_RIF

C

— «R» se <Tipo di richiesta> è «2»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Tipo di richiesta nel riquadro 1a)

 

 

 

a

Indicatore dei criteri di valutazione del rischio comuni

O

 

I valori possibili sono:

0 = No o Falso

1 = Sì o Vero

n1

5.1

Codice dell'ELENCO DEI CODICI

O

 

 

99x

 

a

Elenco di codici richiesto

O

 

I valori possibili sono:

1 = Unità di misura

2 = Tipi di eventi

3 = Tipi di prove

4 = (riservato)

5 = (riservato)

6 = Codici lingue

7 = Amministrazioni nazionali

8 = Codici paesi

9 = Codici imballaggio

10 = Motivi di insoddisfazione nella nota di ricevimento o nella relazione di controllo

11 = Motivi dell'interruzione

12 = (riservato)

13 = Modi di trasporto

14 = Unità di trasporto

15 = Zone viticole

16 = Codici delle operazioni vitivinicole

17 = Categorie dei prodotti sottoposti ad accisa

18 = Prodotti sottoposti ad accisa

19 = Codici NC

20 = Corrispondenza codice NC - prodotto sottoposto ad accisa

21 = Motivo della cancellazione

22 = Motivi dell'allarme o del rifiuto di e-AD/e-DAS

23 = Spiegazione del ritardo

24 = (riservato)

25 = Persone che presentano una relazione sull'evento

26 = Motivi del rifiuto

27 = Motivi del ritardo del risultato

28 = Azione richiesta

29 = Motivi della richiesta

30 = (riservato)

31 = (riservato)

32 = (riservato)

33 = (riservato)

34 = Motivi dell'impossibilità dell'azione di cooperazione amministrativa

35 = (riservato)

36 = Tipo di documento

37 = (riservato)

38 = (riservato)

39 = Motivi della richiesta di chiusura manuale

40 = Motivi del rifiuto di chiusura manuale

41 = Amministrazione nazionale - Grado Plato

n..2



Tabella 5

(di cui all'articolo 5, paragrafo 2)

Elenco di e-AD/e-DAS a seguito di una ricerca generale

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Ufficio richiedente

R

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

b

Identificatore di correlazione della richiesta

R

 

Il valore di <Identificatore di correlazione della richiesta> è unico per ciascuno Stato membro

an..44

2

ELEMENTO DELL'ELENCO DI E-AD/E-DAS

O

 

 

99x

 

a

Data di spedizione

R

 

 

data

2.1

MOVIMENTO DI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA

R

 

 

 

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Data e ora di convalida dell'e-AD/e-DAS

R

 

 

dateTime

 

c

Numero progressivo

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero

n..2

2.2

OPERATORE Speditore

R

 

 

 

 

a

Codice accisa dell'operatore

R

 

Per OPERATORE Speditore

Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>

Il <Codice del tipo di operatore> dell'<OPERATORE> di riferimento deve essere:

— «Depositario autorizzato» O

— «Speditore registrato» O

— «Speditore certificato»

O

Un identificatore esistente <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>. Il <Codice del tipo di operatore> dell'<OPERATORE> di riferimento deve essere:

[cfr. l'elenco codici 1 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013]

an13

 

b

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

2.3

OPERATORE Luogo di spedizione

C

SE <codice del tipo di origine dell'e-AD/e-DAS> è «Origine — Deposito fiscale» o «Origine — Accisa assolta»

ALLORA

<OPERATORE Luogo di spedizione> è «R»

<UFFICIO di spedizione - importazione> non si applica

ALTRIMENTI

<OPERATORE Luogo di spedizione> non si applica

<UFFICIO di spedizione - importazione> è «R»

 

 

 

a

Riferimento del deposito fiscale

R

 

Per OPERATORE Luogo di spedizione

Un identificatore esistente <Riferimento del deposito fiscale> (codice accisa nella banca dati SEED).

[cfr. l'elenco codici 1 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013]

an13

 

b

Nome dell'operatore

O

 

 

an..182

2.4

UFFICIO di spedizione – importazione

C

SE <codice del tipo di origine dell'e-AD> è «Origine - Deposito fiscale» o «Origine - Accisa assolta»

ALLORA

<OPERATORE Luogo di spedizione> è «R»

<UFFICIO di spedizione - importazione> non si applica

ALTRIMENTI

<OPERATORE Luogo di spedizione> non si applica

<UFFICIO di spedizione - importazione> è «R»

 

 

 

a

Numero di riferimento dell'ufficio

R

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

2.5

OPERATORE Destinatario

C

«R», tranne per il tipo di messaggio «2 – Presentazione per esportazione con domiciliazione» o per il codice del tipo di destinazione 8

 

 

 

a

Identificazione dell'operatore

C

SE <Codice del tipo di destinazione> è:

— «Destinazione — Deposito fiscale»

— «Destinazione — Destinatario registrato»

— «Destinazione — Destinatario registrato temporaneamente»

— «Destinazione — Consegna diretta»

— «Destinazione — Destinatario certificato»

— «Destinazione — Destinatario certificato occasionale»

— «Destinazione — Ritorno al luogo di spedizione dello speditore, per un movimento B2B ad accisa assolta»

ALLORA <OPERATORE Destinatario. Identificazione dell'operatore> è «R»

ALTRIMENTI

SE <Codice del tipo di destinazione> è:

— «Destinazione - Esportazione»

ALLORA <OPERATORE Destinatario. Identificazione dell'operatore> è «O»

OPPURE <OPERATORE Destinatario. Identificazione dell'operatore> non si applica

I valori possibili di <Identificazione dell'operatore> sono indicati nella tabella seguente:

an..16

Codice del tipo di destinazione

OPERATORE DESTINA-TARIO Identificazione dell'operatore

OPERATORE Luogo di consegna. Identificazione dell'operatore

1 -  Destinazione — Deposito fiscale

Codice accisa (1)

Riferimento del deposito fiscale (codice accisa) (5)

2 -  Destinazione— Destinatario registrato

Codice accisa (2)

Qualsiasi identifica-zione (*)

3 -  Destinazione— Destinatario registrato temporaneamente

Riferimento dell'autoriz-zazione temporanea (4)

Qualsiasi identifica-zione (*)

4 -  Destinazione — Consegna diretta

Codice accisa (3)

(Non si applica)

5 -  Destinazione— Destinatario esentato

(Non si applica)

Qualsiasi identifica-zione (*)

6 -  Destinazione — Esportazione

Codice IVA (facoltativo)

(il gruppo di dati <OPERATORE Luogo di consegna> non esiste)

8 -  Destinazione ignota

(Non si applica)

(Non si applica)

9 -  Destinazione— Destinatario certificato

Codice accisa (6)

Qualsiasi identificazione (*)

10 -  Destinazione— Destinatario certificato occasionale

Riferimento dell'autoriz-zazione temporanea (7)

Qualsiasi identifica-zione (*)

11 -  Destinazione — Ritorno al luogo di spedizione dello speditore, per un movimento B2B ad accisa assolta

Codice accisa (6) o riferimento dell'autoriz-zazione temporanea (7)

Qualsiasi identifica-zione (*)

1)  Il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

2)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

3)  il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato» o «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

4)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato temporaneamente». un <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> esistente nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>;

5)  un identificatore esistente <Riferimento del deposito fiscale> nell'insieme <DEPOSITO FISCALE>;

6)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario certificato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

7)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario certificato occasionale». un <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> esistente nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>;

(*)  Per il luogo di consegna, per «qualsiasi identificazione» si intende: un codice IVA o qualsiasi altro identificatore; è facoltativo.

(cfr. l'elenco codici 1 e l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013, se pertinente)

 

b

Codice EORI

C

— «O» se <Codice del tipo di destinazione> è «Destinazione - Esportazione»

— Non si applica negli altri casi

Fornire il codice EORI della persona responsabile della presentazione della dichiarazione d'esportazione a norma dell'articolo 21, paragrafo 1, della direttiva (UE) 2020/262 del Consiglio

an..17

 

c

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

2.6

OPERATORE Luogo di consegna

C

Il carattere facoltativo del gruppo di dati <OPERATORE Luogo di consegna> è descritto qui di seguito, secondo il <Codice del tipo di destinazione>:

— «R» per i codici del tipo di destinazione 1, 4, «9» e «10»

— «O» per i codici del tipo di destinazione 2, 3 e 5

— Non si applica negli altri casi.

 

a

Identificazione dell'operatore

C

SE <Codice del tipo di destinazione> è «Destinazione - Deposito fiscale» o «Destinazione — Destinatario certificato» o «Destinazione— Destinatario certificato occasionale»

ALLORA <OPERATORE Luogo di consegna. Identificazione dell'operatore> è «R»

ALTRIMENTI

SE <Codice del tipo di destinazione> è «Destinazione — Consegna diretta»

ALLORA <OPERATORE Luogo di consegna. Identificazione dell'operatore> non si applica

ALTRIMENTI <OPERATORE Luogo di consegna. Identificazione dell'operatore> è «O»

I valori possibili di <Identificazione dell'operatore> sono indicati nella tabella seguente:

an..16

Codice del tipo di destinazione

OPERATORE DESTINATA-RIO Identificazione dell'operatore

OPERATORE Luogo di consegna. Identificazione dell'operatore

1 -  Destinazione — Deposito fiscale

Codice accisa (1)

Riferimento del deposito fiscale (codice accisa) (5)

2 -  Destinazione— Destinatario registrato

Codice accisa (2)

Qualsiasi identificazione (*)

3 -  Destinazione— Destinatario registrato temporanea-mente

Riferimento dell'autoriz-zazione temporanea (4)

Qualsiasi identifica-zione (*)

4 -  Destinazione — Consegna diretta

Codice accisa (3)

(Non si applica)

5 -  Destinazione— Destinatario esentato

(Non si applica)

Qualsiasi identifica-zione (*)

6 -  Destinazione — Esportazione

Codice IVA (facoltativo)

(il gruppo di dati <OPERATORE Luogo di consegna> non esiste)

8 -  Destinazione ignota

(Non si applica)

(Non si applica)

9 -  Destinazione— Destinatario certificato

Codice accisa (6)

Qualsiasi identifica-zione (*)

10 -  Destinazione— Destinatario certificato occasionale

Riferimento dell'autoriz-zazione temporanea (7)

Qualsiasi identifica-zione (*)

11 -  Destinazione — Ritorno al luogo di spedizione dello speditore, per un movimento B2B ad accisa assolta

Codice accisa (6) o riferimento dell'autoriz-zazione temporanea (7)

Qualsiasi identifica-zione (*)

1)  Il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

2)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

3)  il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato» o «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

4)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato temporaneamente». un <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> esistente nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>;

5)  un identificatore esistente <Riferimento del deposito fiscale> nell'insieme <DEPOSITO FISCALE>;

6)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario certificato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

7)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario certificato occasionale ». un <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> esistente nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>;

(*)  Per il luogo di consegna, per «qualsiasi identificazione» si intende: un codice IVA o qualsiasi altro identificatore; è facoltativo.

(cfr. l'elenco codici 1 e l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013, se pertinente)

 

b

Nome dell'operatore

C

SE <Codice del tipo di destinazione> è «Destinazione — Consegna diretta»

ALLORA <Nome dell'operatore> è «O»

ALTRIMENTI <Nome dell'operatore> è «R»

 

an..182

2.7

UFFICIO Luogo di consegna - Dogana

C

Il carattere facoltativo del gruppo di dati <UFFICIO Luogo di consegna - Dogana> è descritto qui di seguito, secondo il <Codice del tipo di destinazione>:

— «R» per il codice del tipo di destinazione 6

— Non si applica negli altri casi.()

 

 

 

a

Numero di riferimento dell'ufficio

R

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

2.8

Codice della CATEGORIA DI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA

R

 

 

9x

 

a

Codice della categoria di prodotti sottoposti ad accisa

R

 

(cfr. l'elenco codici 3 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013)

a1

2.9

OPERATORE Organizzatore del trasporto

C

SE <Intestazione dell'E-AD/E-DAS. Organizzazione del trasporto> (IE801) (oppure <Intestazione dell'E-AD/E-DAS. Organizzazione del trasporto> (IE815)] è «speditore» o «destinatario»

ALLORA <OPERATORE Organizzatore del trasporto> non si applica

ALTRIMENTI <OPERATORE Organizzatore del trasporto> è «R»

 

 

 

a

Numero IVA

O

 

 

an..14

 

b

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

2.10

OPERATORE Primo trasportatore

O

 

 

 

 

a

Numero IVA

O

 

 

an..14

 

b

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182



Tabella 6

(di cui all'articolo 5)

Rifiuto di richiesta generale

A

B

C

D

E

F

G

1

Messaggio di richiesta generale

R

 

Il contesto del messaggio di richiesta generale relativo al movimento, la cui struttura figura nella tabella 4

 

2

Rifiuto

R

 

 

99x

 

a

Data e ora del rifiuto

R

 

 

dateTime

 

b

Codice del motivo del rifiuto

R

 

I valori possibili sono:

— 0 = Altro

— 2 = Nessun e-AD/e-DAS trovato corrisponde ai criteri di selezione

— 3 = Dati di riferimento non disponibili

— 4 = Elenco degli uffici delle accise non disponibile

— 5 = Dati SEED non disponibili

— 7 = Dati richiesti sconosciuti

— 8 = Incremento fuori dall'intervallo

— 26 = Duplicato constatato

— 112 = Valore (codice) errato

— 115 = Non supportato in questa posizione

n..3



Tabella 7

(di cui all'articolo 6, paragrafo 1)

Richiesta generale di cooperazione amministrativa

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Tipo di richiesta

R

 

I valori possibili sono:

1 = Cooperazione amministrativa

2 = (riservato)

n1

 

b

Termine per i risultati

R

 

 

data

2

FOLLOW-UP

R

 

 

 

 

a

Identificativo di correlazione del follow-up

R

 

(cfr. l'elenco codici 1 nell'allegato II)

an28

 

b

Data di emissione

R

 

 

data

 

c

Codice Stato membro che effettua l'invio

R

 

Un'amministrazione nazionale identificata da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

 

d

Numero di riferimento dell'ufficio doganale che effettua l'invio

O

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

e

Funzionario responsabile dell'invio

O

 

 

an..35

 

f

Codice Stato membro destinatario

R

 

Un'amministrazione nazionale identificata da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

 

g

Numero di riferimento dell'ufficio doganale destinatario

O

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

h

Funzionario destinatario

O

 

 

an..35

 

i

Identificativo nazionale di riferimento del caso

O

 

 

an..99

3

RICHIESTA_COA

C

— «R» se <Tipo di richiesta> è «1»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Tipo di richiesta nel riquadro 1a)

 

 

 

a

Informazioni relative alla richiesta di cooperazione amministrativa

R

 

 

an..999

 

b

LNG_delle informazioni relative alla richiesta di cooperazione amministrativa

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

c

Indicatore

O

 

I valori possibili sono:

0 = No o Falso

1 = Sì o Vero

n1

3.1

Codice del MOTIVO DELLA RICHIESTA

R

 

 

99x

 

a

Codice del motivo della richiesta di cooperazione amministrativa

R

 

(cfr. l'elenco codici 8 nell'allegato II)

n..2

 

b

Informazioni complementari_COA

C

— «R» se <Codice del motivo della richiesta di cooperazione amministrativa> è «Altro»

— «O» negli altri casi

an..999

 

c

LNG_delle informazioni complementari_COA

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

3.1.1.

RIFERIMENTO DELLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO

O

 

 

99x

 

a

Altro profilo di rischio

O

 

 

an..999

 

b

LNG_dell'altro profilo di rischio

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

3.2

Elenco ARC

O

 

 

99x

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

O

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..2

3.3

OPERATORE persona

O

 

 

99x

 

a

Codice accisa dell'operatore

C

Per 3.3 a, b e c: almeno uno dei seguenti attributi deve essere presente:

— <Codice accisa dell'operatore>

— <Codice IVA>

— <Nome dell'operatore>

Un identificatore esistente (codice accisa) <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE> oppure <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>.

(cfr. l'elenco codici 1 e l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013)

an13

 

b

Numero IVA

C

 

an..14

 

c

Nome dell'operatore

C

 

an..182

 

d

Codice Stato membro

C

— «R» se <Nome dell'operatore> è fornito e <Codice accisa dell'operatore> e <Codice IVA> non sono forniti

— Non si applica negli altri casi

(Cfr. il codice accisa dell'operatore nel riquadro 3.3a, codice IVA nel riquadro 3.3b, nome dell'operatore nel riquadro 3.3c)

Un'amministrazione nazionale identificata da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

 

e

Via

O

 

 

an..65

 

f

Numero civico

O

 

 

an..11

 

g

Codice postale

O

 

 

an..10

 

h

Città

O

 

 

an..50

 

i

NAD_LNG

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

j

Numero di telefono

O

 

 

an..35

 

k

Numero di fax

O

 

 

an..35

 

l

Indirizzo di posta elettronica

O

 

 

an..70

3.4

DOCUMENTI GIUSTIFICATIVI

O

 

 

9x

 

a

Breve descrizione del documento giustificativo

C

— «R» se <Tipo di documento giustificativo> è «Altro»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il riferimento del documento giustificativo nel riquadro 3.4c e l'immagine del documento nel riquadro 3.4e)

 

an..999

 

b

LNG_Breve descrizione del documento giustificativo

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

c

Riferimento del documento giustificativo

C

Almeno uno di questi tre campi:

— <Tipo di documento giustificativo>

— <Riferimento del documento giustificativo>

— <Immagine del documento>

(cfr. la breve descrizione del documento giustificativo nel riquadro 3.4a e l'immagine del documento nel riquadro 3.4e)

 

an..999

 

d

LNG_Riferimento del documento giustificativo

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

e

Immagine del documento

C

Almeno uno di questi tre campi:

— <Tipo di documento giustificativo>

— <Riferimento del documento giustificativo>

— <Immagine del documento>

(cfr. la breve descrizione del documento giustificativo nel riquadro 3.4a e il riferimento del documento giustificativo nel riquadro 3.4c)

 

 

 

f

Tipo di documento giustificativo

C

Almeno uno di questi tre campi:

— <Tipo di documento giustificativo>

— <Riferimento del documento giustificativo>

— <Immagine del documento>

Cfr. il riferimento del documento giustificativo nel riquadro 3.4c e l'immagine del documento nel riquadro 3.4e

(cfr. l'elenco codici 15 nell'allegato II)

an..4

3.5

AZIONI richieste

O

 

 

99x

 

a

Codice dell'azione di cooperazione amministrativa

R

 

(cfr. l'elenco codici 9 nell'allegato II)

n..2

 

b

Integrazione dell'azione di cooperazione amministrativa

C

— «R» se <Codice dell'azione di cooperazione amministrativa> è «Altro»

— «O» negli altri casi

(Cfr. codice dell'azione di cooperazione amministrativa nel riquadro 3.5a)

 

an..999

 

c

LNG_dell'integrazione dell'azione di cooperazione amministrativa

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

4

<riservato>

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5

CONTATTO

O

 

 

 

 

a

Numero di riferimento dell'ufficio

R

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

b

Funzionario delle accise responsabile

O

 

 

an..35

 

c

Numero di telefono

O

 

 

an..35

 

d

Numero di fax

O

 

 

an..35

 

e

Indirizzo di posta elettronica

O

 

 

an..70



Tabella 8

(di cui all'articolo 7)

Messaggio di risposta

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Tipo di messaggio

R

 

I valori possibili sono:

— 1 = Messaggio di risposta relativo alla cooperazione amministrativa

— 2 = (riservato)

n1

2

FOLLOW-UP

R

 

 

 

 

a

Identificativo di correlazione del follow-up

R

 

(cfr. l'elenco codici 1 nell'allegato II)

an28

 

b

Data di emissione

R

 

 

data

 

c

Codice Stato membro che effettua l'invio

R

 

Uno Stato membro identificato da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento (UE) 2022/1636

a2

 

d

Numero di riferimento dell'ufficio doganale che effettua l'invio

O

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

e

Funzionario responsabile dell'invio

O

 

 

an..35

 

f

Codice Stato membro destinatario

R

 

Uno Stato membro identificato da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento (UE) 2022/1636

a2

 

g

Numero di riferimento dell'ufficio doganale destinatario

O

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

h

Funzionario destinatario

O

 

 

an..35

 

i

Identificativo nazionale di riferimento del caso

C

— «O» se <Identificativo di correlazione del follow-up> non corrisponde a <Identificativo di correlazione del follow-up> in un messaggio di richiesta

— «R» se <Identificativo di correlazione del follow-up> corrisponde a <Identificativo di correlazione del follow-up> in un messaggio di richiesta E

<Identificativo nazionale di riferimento del caso> è presente nel messaggio di richiesta

SE <Identificativo di correlazione del follow-up> corrisponde a <Identificativo di correlazione del follow-up> in un messaggio di richiesta E <Identificativo nazionale di riferimento del caso> è presente nel messaggio di richiesta

ALLORA

<Identificativo nazionale di riferimento del caso> deve essere uguale al valore di <Identificativo nazionale di riferimento del caso> nel messaggio di richiesta.

an..99

3

RISPOSTA

R

 

 

 

 

a

Termine per i risultati

C

Per 3 a e b:

— «R» se <Codice del motivo del rifiuto> è fornito

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il codice del motivo del rifiuto nel riquadro 3c)

 

dateTime

 

b

Codice del motivo del ritardo dei risultati

C

(cfr. l'elenco codici 3 nell'allegato II)

n..2

 

c

Codice del motivo del rifiuto

O

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II)

n..2

 

d

Integrazione del motivo del rifiuto

C

— «R» se <Codice del motivo del rifiuto> è «Altro»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il codice del motivo del rifiuto nel riquadro 3c)

 

an..999

 

e

LNG_dell'integrazione del motivo del rifiuto

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2



Tabella 9

(di cui all'articolo 7)

Messaggio di sollecito di cooperazione amministrativa

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Tipo di messaggio

R

 

I valori possibili sono:

— 1 = Messaggio di sollecito relativo ai risultati della cooperazione amministrativa

— 2 = Riservato

n1

2

FOLLOW-UP

R

 

 

 

 

a

Identificativo di correlazione del follow-up

R

 

(cfr. l'elenco codici 1 nell'allegato II)

an28

 

b

Data di emissione

R

 

 

data

 

c

Codice Stato membro che effettua l'invio

R

 

Un'amministrazione nazionale identificata da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

 

d

Numero di riferimento dell'ufficio doganale che effettua l'invio

O

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

e

Funzionario responsabile dell'invio

O

 

 

an..35

 

f

Codice Stato membro destinatario

R

 

Un'amministrazione nazionale identificata da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

 

g

Numero di riferimento dell'ufficio doganale destinatario

O

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

h

Funzionario destinatario

O

 

 

an..35

 

i

Identificativo nazionale di riferimento del caso

C

— «O» se <Identificativo di correlazione del follow-up> non corrisponde a <Identificativo di correlazione del follow-up> in un messaggio di richiesta

— «R» se <Identificativo di correlazione del follow-up> corrisponde a <Identificativo di correlazione del follow-up> in un messaggio di richiesta E

<Identificativo nazionale di riferimento del caso> è presente nel messaggio di richiesta

— Altrimenti non si applica

SE <Identificativo di correlazione del follow-up> corrisponde a <Identificativo di correlazione del follow-up> in un messaggio di richiesta E <Identificativo nazionale di riferimento del caso> è presente nel messaggio di richiesta

ALLORA

<Identificativo nazionale di riferimento del caso> deve essere uguale al valore di <Identificativo nazionale di riferimento del caso> nel messaggio di richiesta.

an..99



Tabella 10

(di cui all'articolo 6, paragrafo 3, all'articolo 9, paragrafo 1, e agli articoli 10 e 16)

Risultati della cooperazione amministrativa

A

B

C

D

E

F

G

1

FOLLOW-UP

R

 

 

 

 

a

Identificativo di correlazione del follow-up

R

 

(cfr. l'elenco codici 1 nell'allegato II)

an28

 

b

Data di emissione

R

 

 

data

 

c

Codice Stato membro che effettua l'invio

R

 

Un'amministrazione nazionale identificata da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

 

d

Numero di riferimento dell'ufficio doganale che effettua l'invio

O

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

e

Funzionario responsabile dell'invio

O

 

 

an..35

 

f

Codice Stato membro destinatario

R

 

Un'amministrazione nazionale identificata da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

 

g

Numero di riferimento dell'ufficio doganale destinatario

O

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

h

Funzionario destinatario

O

 

 

an..35

 

i

Identificativo nazionale di riferimento del caso

C

— «O» se <Identificativo di correlazione del follow-up> non corrisponde a <Identificativo di correlazione del follow-up> in un messaggio di richiesta

— «R» se <Identificativo di correlazione del follow-up> corrisponde a <Identificativo di correlazione del follow-up> in un messaggio di richiesta E

<Identificativo nazionale di riferimento del caso> è presente nel messaggio di richiesta

— Altrimenti non si applica

SE <Identificativo di correlazione del follow-up> corrisponde a <Identificativo di correlazione del follow-up> in un messaggio di richiesta E <Identificativo nazionale di riferimento del caso> è presente nel messaggio di richiesta

ALLORA

<Identificativo nazionale di riferimento del caso> deve essere uguale al valore di <Identificativo nazionale di riferimento del caso> nel messaggio di richiesta.

an..99

2

CONTATTO

O

 

 

 

 

a

Numero di riferimento dell'ufficio

R

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

b

Funzionario delle accise responsabile

O

 

 

an..35

 

c

Numero di telefono

O

 

 

an..35

 

d

Numero di fax

O

 

 

an..35

 

e

Indirizzo di posta elettronica

O

 

 

an..70

3

RISULTATO DELL'AZIONE_COA

O

 

 

99x

 

a

ARC

O

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

C

— «O» se <ARC> è presente

— Non si applica negli altri casi

(cfr. ARC nel riquadro 3a)

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..2

 

c

Codice dell'azione di cooperazione amministrativa

R

 

(cfr. l'elenco codici 9 nell'allegato II)

n..2

 

d

Integrazione dell'azione di cooperazione amministrativa

C

— «R» se <Codice dell'azione di cooperazione amministrativa> è «Altro»

— «O» negli altri casi

(Cfr. codice dell'azione di cooperazione amministrativa nel riquadro 3c)

 

an..999

 

e

LNG_dell'integrazione dell'azione di cooperazione amministrativa

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

f

Codice del motivo dell'impossibilità dell'azione di cooperazione amministrativa

O

 

(cfr. l'elenco codici 11 nell'allegato II)

n..2

 

g

Integrazione del motivo dell'impossibilità dell'azione di cooperazione amministrativa

C

— «R» se <Codice del motivo dell'impossibilità dell'azione di cooperazione amministrativa> è «Altro»

— «O» negli altri casi

(cfr. Codice del motivo dell'impossibilità dell'azione di cooperazione amministrativa nel riquadro 3f)

 

an..999

 

h

LNG_dell'integrazione del motivo dell'impossibilità dell'azione di cooperazione amministrativa

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

i

Constatazione a destinazione

O

 

I valori possibili sono:

0 = Altra constatazione

1 = (riservato)

2 = Spedizione a posto/conforme

3 = La spedizione non ha raggiunto la destinazione

4 = Spedizione arrivata in ritardo

5 = Carenza constatata

6 = Prodotti sottoposti ad accisa non a posto/conformi

7 = Spedizione non registrata nella contabilità di magazzino

8 = Impossibile contattare l'operatore

9 = Operatore mancante

10 = Eccedenza constatata

11 = Codice del prodotto soggetto ad accisa (CPA) errato

12 = Codice del tipo di destinazione errato

13 = Differenze confermate

14 = Chiusura manuale consigliata

15 = Interruzione consigliata

16 = Riscontrate irregolarità

n..2

 

j

Altro tipo di constatazione

C

— «R» se <Constatazione a destinazione> è «Altra constatazione»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Constatazione a destinazione nel riquadro 3i)

 

an..999

 

k

LNG_dell'altro tipo di constatazione

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

l

Spiegazioni complementari

O

 

 

an..999

 

m

LNG_delle spiegazioni complementari

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

n

Riferimento della relazione sul controllo

O

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II)

Un messaggio «Relazione sul controllo» esiste nel sistema (compreso il caso in cui sia incluso in un messaggio ricevuto «Iter storico di un movimento») con lo stesso <Riferimento della relazione sul controllo> del messaggio inviato. Inoltre, se <ARC> è fornito nel messaggio inviato, coincide con <ARC> del messaggio «Relazione sul controllo».

(cfr. ARC nel riquadro 3a)

an16

4

RICHIESTA DI UN RITORNO DI INFORMAZIONE

O

 

 

 

 

a

Ritorno di informazione richiesto o fornito

R

 

I valori possibili sono:

0 = Ritorno di informazione non richiesto

1 = Ritorno di informazione richiesto

2 = Ritorno di informazione fornito

n1

 

b

Azioni di follow-up

C

Almeno uno dei due campi seguenti se il riquadro 4a è presente:

— <Azioni di follow-up>

— <Pertinenza delle informazioni>

an..999

 

c

LNG_Azioni di follow-up

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

d

Pertinenza delle informazioni fornite

C

Almeno uno dei due campi seguenti se il riquadro 4a è presente:

— <Azioni di follow-up>

— <Pertinenza delle informazioni>

an..999

 

e

LNG_Pertinenza delle informazioni

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

5

DOCUMENTI GIUSTIFICATIVI

O

 

 

9x

 

a

Breve descrizione del documento giustificativo

C

— «R» se <Tipo di documento giustificativo> è «Altro»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il tipo di documento giustificativo nel riquadro 5f)

 

an..999

 

b

LNG_Breve descrizione del documento giustificativo

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

c

Riferimento del documento giustificativo

C

Almeno uno di questi tre campi:

— <Breve descrizione del documento giustificativo>

— <Riferimento del documento giustificativo>

— <Immagine del documento>

(cfr. la breve descrizione del documento giustificativo nel riquadro 5a e l'immagine del documento nel riquadro 5e)

 

an..999

 

d

LNG_Riferimento del documento giustificativo

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

e

Immagine del documento

C

Almeno uno di questi tre campi:

— <Breve descrizione del documento giustificativo>

— <Riferimento del documento giustificativo>

— <Immagine del documento>

(cfr. la breve descrizione del documento giustificativo nel riquadro 5a e il riferimento del documento giustificativo nel riquadro 5c)

 

 

 

f

Tipo di documento giustificativo

C

Almeno uno di questi tre campi:

— <Breve descrizione del documento giustificativo>

— <Riferimento del documento giustificativo>

— <Immagine del documento>

(cfr. la breve descrizione del documento giustificativo nel riquadro 5a, il riferimento del documento giustificativo nel riquadro 5c e l'immagine del documento nel riquadro 5e)

(cfr. l'elenco codici 15 nell'allegato II)

an..4



Tabella 11

(di cui all'articolo 9, paragrafo 2, e all'articolo 11)

Relazione sul controllo

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Tipo di messaggio

R

 

I valori possibili sono:

1 = Documento convalidato

n1

 

b

Data e ora di convalida della relazione sul controllo

C

— «R» dopo l'esito positivo della convalida

— Non si applica negli altri casi

dateTime

2

INTESTAZIONE DELLA RELAZIONE SUL CONTROLLO

R

 

 

 

 

a

Riferimento della relazione sul controllo

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II)

an16

2.1

UFFICIO DI CONTROLLO

R

 

 

 

 

a

Numero di riferimento dell'ufficio di controllo

O

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

b

Codice Stato membro

C

Per 2.1 b, c, d, e, f e g:

— «R», tranne per <Numero civico> che è «O» se <Numero di riferimento dell'ufficio di controllo> non è indicato

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Numero di riferimento dell'ufficio di controllo nel riquadro 2.1a)

Un'amministrazione nazionale identificata da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

 

c

Denominazione dell'ufficio di controllo

C

 

an..35

 

d

Via

C

 

an..65

 

e

Numero civico

C

 

an..11

 

f

Codice postale

C

 

an..10

 

g

Città

C

 

an..50

 

h

Numero di telefono

C

Per 2.1 h, i e j:

Se <Numero di riferimento dell'ufficio di controllo> non è indicato, deve essere presente almeno uno dei tre attributi seguenti:

— <Numero di telefono>

— <Numero di fax>

— <Indirizzo di posta elettronica>

— in caso contrario nessuno dei tre attributi è applicabile

(cfr. Numero di riferimento dell'ufficio di controllo nel riquadro 2.1a)

 

an..35

 

i

Numero di fax

C

 

an..35

 

j

Indirizzo di posta elettronica

C

 

an..70

 

k

NAD_LNG

C

«R» se il campo o i campi di testo libero corrispondenti sono utilizzati

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

3

MOVIMENTO DI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA

C

Uno dei gruppi di dati <MOVIMENTO DI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA> o <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO> deve essere presente

 

 

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..2

4

ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO

C

Uno dei gruppi di dati <MOVIMENTO DI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA> o <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO> deve essere presente

 

 

 

a

Tipo dell'altro documento di accompagnamento

R

 

I valori possibili sono:

0 = Altro

2 = SAAD

n1

 

b

Breve descrizione dell'altro documento di accompagnamento

C

«R» se <Tipo dell'altro documento di accompagnamento> è «Altro»

Non si applica negli altri casi

 

an…350

 

c

LNG_Breve descrizione dell'altro documento di accompagnamento

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

n2

 

d

Numero dell'altro documento di accompagnamento

R

 

 

an…350

 

e

Data dell'altro documento di accompagnamento

R

 

 

data

 

f

Immagine dell'altro documento di accompagnamento

O

 

 

 

 

g

Stato membro di spedizione

R

 

Un'amministrazione nazionale identificata da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

 

h

Stato membro di destinazione

R

 

Un'amministrazione nazionale identificata da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

4.1

OPERATORE persona coinvolta nel movimento

O

 

 

9x

 

a

Codice accisa dell'operatore

C

Almeno uno dei seguenti attributi deve essere presente:

— <Codice accisa dell'operatore>

— <Identificazione dell'operatore>

— <Nome dell'operatore>

Un identificatore esistente (codice accisa) <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE> oppure <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>.

[cfr. l'elenco codici 1 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013]

an13

 

b

Identificazione dell'operatore

C

Almeno uno dei seguenti attributi deve essere presente:

— <Codice accisa dell'operatore>

— <Identificazione dell'operatore>

— <Nome dell'operatore>

Un codice IVA o qualsiasi altro numero nazionale

an16

 

c

Nome dell'operatore

C

Almeno uno dei seguenti attributi deve essere presente:

— <Codice accisa dell'operatore>

— <Identificazione dell'operatore>

— <Nome dell'operatore>

an..182

 

d

Tipo di operatore persona

O

 

I valori possibili sono indicati di seguito:

1 = Speditore

2 = Destinatario

3 = Rappresentante fiscale

4 = Venditore

5 = Debitore

6 = Cliente privato

n..2

 

e

Codice Stato membro

C

«R» se <Nome dell'operatore> è fornito E <Codice accisa dell'operatore> e <Identificazione dell'operatore> non sono forniti

Non si applica negli altri casi

(cfr. l'elenco codici 3 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

a2

 

f

Via

O

 

 

an..65

 

g

Numero civico

O

 

 

an..11

 

h

Codice postale

O

 

 

an..10

 

i

Città

O

 

 

an..50

 

j

NAD_LNG

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

k

Numero di telefono

O

 

 

an..35

 

m

Indirizzo di posta elettronica

O

 

 

an..70

4.2

ARTICOLO

O

 

 

999x

 

a

Descrizione dei prodotti

O

 

 

an..55

 

b

Codice NC

C

— «R» se <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO. Immagine dell'altro documento di accompagnamento> non è presente in almeno un caso nel gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO>

— Non si applica negli altri casi

(cfr. i riquadri 4 e 4f)

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n8

 

c

Descrizione commerciale dei prodotti

O

 

 

an..999

 

d

Codice aggiuntivo

O

 

 

an..35

 

e

Quantitativo

C

— «R» se <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO. Immagine dell'altro documento di accompagnamento> non è presente in almeno un caso nel gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO>

— Non si applica negli altri casi

(cfr. i riquadri 4 e 4f)

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..15,3

 

f

Codice dell'unità di misura

C

— «R» se <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO. Immagine dell'altro documento di accompagnamento> non è presente in almeno un caso nel gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO>

— Non si applica negli altri casi

(cfr. i riquadri 4 e 4f)

(cfr. l'elenco codici 11 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

n..2

 

g

Massa lorda

O

 

La massa lorda deve essere pari o superiore alla massa netta.

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..16,6

 

h

Massa netta

O

 

La massa lorda deve essere pari o superiore alla massa netta.

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..16,6

4.3

MEZZO DI TRASPORTO

C

— «R» se <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO. Immagine dell'altro documento di accompagnamento> non è presente in almeno un caso nel gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO>

— Non si applica negli altri casi

(cfr. i riquadri 4 e 4f)

 

 

 

a

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

 

b

Via

R

 

 

an..65

 

c

Numero civico

O

 

 

an..11

 

d

Paese del trasportatore

R

 

Indicare un codice paese dell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

 

e

Codice postale

R

 

 

an..10

 

f

Città

R

 

 

an..50

 

g

Codice del modo di trasporto

R

 

Indicare il modo di trasporto utilizzando i codici dell'allegato II, elenco codici 6, del regolamento delegato (UE) 2022/1636.

n..2

 

h

Informazioni complementari_COA

C

— «R» se <MEZZO DI TRASPORTO. Codice del modo di trasporto> è «Altro»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il riquadro 4.3g)

 

an..999

 

i

LNG_delle informazioni complementari_COA

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

j

Registrazione

R

 

 

an..35

 

k

Paese di registrazione

R

 

Indicare un «codice paese» dell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

5

RELAZIONE SUL CONTROLLO

R

 

 

 

 

a

Data del controllo

R

 

 

data

 

b

Luogo del controllo

R

 

 

an..350

 

c

LNG_del luogo del controllo

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

d

Tipo di controllo

R

 

I valori possibili sono:

1 = Controllo fisico

2 = Controllo documentale

n1

 

e

Motivo del controllo

R

 

I valori possibili sono:

0 = Altro motivo

1 = Controllo iniziato a caso

2 = Evento segnalato

3 = Richiesta di assistenza ricevuta

4 = Richiesta da un altro ufficio

5 = Allarme ricevuto

n1

 

f

Riferimento complementare sull'origine

O

 

 

an..350

 

g

LNG_del riferimento complementare sull'origine

C

— «R» se il campo testo corrispondente è utilizzato

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

h

Identità del funzionario responsabile del controllo

R

 

 

an..350

 

i

LNG_dell'identità del funzionario responsabile del controllo

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

j

Conclusione globale del controllo

R

 

I valori possibili sono:

1 = Soddisfacente

2 = Lievi discrepanze riscontrate

3 = Interruzione consigliata

4 = Intenzione di presentare una richiesta a norma dell'articolo 9 o dell'articolo 46 della direttiva (UE) 2020/262 del Consiglio

5 = Individuata una perdita ammissibile, in relazione all'articolo 6 o all'articolo 45 della direttiva (UE) 2020/262 del Consiglio

n1

 

k

Richiesta di controllo all'arrivo

R

 

I valori possibili sono:

0 = No o Falso

1 = Sì o Vero

n1

 

l

Indicatore

R

 

I valori possibili sono:

0 = No o Falso

1 = Sì o Vero

n1

 

m

Osservazioni

O

 

 

an..350

 

n

LNG_delle osservazioni

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

5.1

AZIONE DI CONTROLLO EFFETTUATA

R

 

 

99x

 

a

Azione di controllo effettuata

R

 

I valori possibili sono:

0 = Altra azione di controllo

1 = Verifica e conteggio degli imballaggi

2 = Scarico

3 = Apertura degli imballaggi

4 = Copia cartacea annotata dei documenti (ad esempio SAAD)

5 = Conteggio

6 = Campionamento

7 = Controllo amministrativo

8 = Prodotti pesati/misurati

9 = Controllo casuale

10 = Controllo delle registrazioni

11 = Confronto dei documenti presentati con l'e-AD/e-DAS

n..2

 

b

Altra azione di controllo

C

— «R» se <Azione di controllo effettuata> è «0»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. l'azione di controllo effettuata nel riquadro 5.1a)

 

an..350

 

c

LNG_dell'altra azione di controllo

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

5.2

PROVA DELL'EVENTO

C

— «R» se <Motivo del controllo> è «2»

— «O» negli altri casi

(cfr. Motivo del controllo nel riquadro 5e)

 

9x

 

a

Autorità di rilascio

O

 

 

an..35

 

b

LNG_dell'autorità di rilascio

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

c

Codice del tipo di prova

R

 

(cfr. l'elenco codici 6 nell'allegato II)

n..2

 

d

Integrazione del tipo di prova

C

— «R» se <Codice del tipo di prova> è «Altro»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il codice del tipo di operatore nel riquadro 5.2c)

 

an..350

 

e

LNG_dell'integrazione del tipo di prova

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

f

Riferimento della prova

O

 

 

an..350

 

g

LNG_del riferimento della prova

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

h

Immagine della prova

O

 

 

 

5.3

MOTIVO INSODDISFA-CENTE

O

 

 

9x

 

a

Codice del motivo insoddisfacente

R

 

(cfr. l'elenco codici 12 nell'allegato II)

n..2

 

b

Informazioni complementari

C

— «R» se <Codice del motivo insoddisfacente> è «Altro»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il codice del motivo insoddisfacente nel riquadro 5.3a)

 

an..350

 

c

LNG_delle informazioni complementari

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

5.4

INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL TRASPORTO

O

 

 

99x

 

a

Codice dell'unità di trasporto

R

 

(cfr. l'elenco codici 6 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

n..2

 

b

Identificazione delle unità di trasporto

C

— «R» se <Codice dell'unità di trasporto> non è «Installazioni di trasporto fisse»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il codice dell'unità di trasporto nel riquadro 5.4a)

 

an..35

 

c

Identificazione del sigillo commerciale

O

 

 

an..35

 

d

Informazioni sui sigilli

O

 

 

an..350

 

e

LNG_delle informazioni sui sigilli

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

f

Informazioni complementari

O

 

 

an..350

 

g

LNG_delle informazioni complementari

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

5.5

CORPO DELLA RELAZIONE SUL CONTROLLO

O

 

 

99x

 

a

Riferimento unico del corpo di dati

C

— «R» se il gruppo di dati <MOVIMENTO DEI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA> è presente

— Non si applica negli altri casi

Questo valore si riferisce al <Riferimento unico del corpo di dati> del corpo dell'e-AD/e-DAS dell'e-AD/e-DAS associato e deve essere unico all'interno del messaggio.

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..3

 

b

Descrizione dei prodotti

C

— «O» se il gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO> è presente

— Non si applica negli altri casi

an..55

 

c

Codice NC

C

— «R» se il gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO> è presente

— Non si applica negli altri casi

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n8

 

d

Codice aggiuntivo

C

— «O» se il gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO> è presente

— Non si applica negli altri casi

an..35

 

e

Indicatore di carenza o eccedenza

O

 

I valori possibili sono:

S = Carenza

E = Eccedenza

a1

 

f

Carenza o eccedenza constatata

C

— «R» se <Indicatore di carenza o eccedenza> è fornito

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Indicatore di carenza o eccedenza nel riquadro 5.5e)

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..15,3

 

g

Osservazioni

O

 

 

an..350

 

h

LNG_delle osservazioni

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

5.5.1.

MOTIVO INSODDISFACENTE

O

 

 

9x

 

a

Codice del motivo insoddisfacente

R

 

(cfr. l'elenco codici 12 nell'allegato II)

n..2

 

b

Informazioni complementari

C

— «R» se <Codice del motivo insoddisfacente> è «Altro»

— «O» negli altri casi

(cfr. il codice del motivo insoddisfacente nel riquadro 5.5.1a)

 

an..350

 

c

LNG_delle informazioni complementari

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2



Tabella 12

(di cui all'articolo 14)

Relazione sull'evento

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Tipo di messaggio

R

 

I valori possibili sono:

1 = Presentazione iniziale

3 = Documento convalidato

n1

 

b

Data e ora di convalida della relazione sull'evento

C

— «R» dopo l'esito positivo della convalida

— Non si applica negli altri casi

dateTime

2

INTESTAZIONE DELLA RELAZIONE SULL'EVENTO

R

 

 

 

 

a

Numero della relazione sull'evento

C

— «R» se <Tipo di messaggio> è «3»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il tipo di messaggio nel riquadro 1a)

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II)

an16

 

b

Riferimento della relazione sull'evento dello Stato membro di presentazione

C

— «R» se <Tipo di messaggio> è «1» o «3» e lo SM che presenta la relazione è diverso dallo SM dell'evento

— «O» se <Tipo di messaggio> è «1» o «3» e lo SM che presenta la relazione è lo SM dell'evento

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il tipo di messaggio nel riquadro 1a)

Il formato di <Riferimento della relazione sull'evento dello Stato membro di presentazione> è:

— 2 caratteri alfabetici: identificatore dell'amministrazione nazionale che presenta la relazione sull'evento

— seguito da un codice unico assegnato a livello nazionale

an..35

 

c

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

d

Numero progressivo

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero

n..2

3

ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO

C

Uno dei gruppi di dati <MOVIMENTO DI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA

> o <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO> deve essere presente

 

 

 

a

Tipo dell'altro documento di accompagnamento

R

 

I valori possibili sono:

0 = Altro

2 = SAAD

n1

 

b

Breve descrizione dell'altro documento di accompagnamento

C

— «R» se <Tipo dell'altro documento di accompagnamento> è «Altro»

— Non si applica negli altri casi

an..350

 

c

LNG_Breve descrizione dell'altro documento di accompagnamento

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

a2

 

d

Numero dell'altro documento di accompagnamento

R

 

 

an..350

 

e

Data dell'altro documento di accompagnamento

R

 

 

data

 

f

Immagine dell'altro documento di accompagnamento

O

 

 

 

 

g

Stato membro di spedizione

R

 

Un'amministrazione nazionale identificata da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

 

h

Stato membro di destinazione

R

 

Un'amministrazione nazionale identificata da un codice paese nell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

3.1

OPERATORE persona coinvolta nel movimento

O

 

 

9x

 

a

Codice accisa dell'operatore

C

— Almeno uno dei seguenti attributi deve essere presente:

— <Codice accisa dell'operatore>

— <Identificazione dell'operatore>

— <Nome dell'operatore>

Un identificatore esistente (codice accisa) <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE> oppure <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>.

[cfr. l'elenco codici 1 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013]

an13

 

b

Identificazione dell'operatore

C

— Almeno uno dei seguenti attributi deve essere presente:

— <Codice accisa dell'operatore>

— <Identificazione dell'operatore>

— <Nome dell'operatore>

Un codice IVA o qualsiasi altro numero nazionale

an16

 

c

Nome dell'operatore

C

— Almeno uno dei seguenti attributi deve essere presente:

— <Codice accisa dell'operatore>

— <Identificazione dell'operatore>

— <Nome dell'operatore>

an..182

 

d

Tipo di operatore persona

O

 

I valori possibili sono indicati di seguito:

1 = Speditore

2 = Destinatario

3 = Rappresentante fiscale

4 = Venditore

5 = Debitore

6 = Cliente privato

n..2

 

e

Codice Stato membro

C

— «R» se <Nome dell'operatore> è fornito E <Codice accisa dell'operatore> e <Identificazione dell'operatore> non sono forniti

— Non si applica negli altri casi

(cfr. l'elenco codici 3 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

a2

 

f

Via

O

 

 

an..65

 

g

Numero civico

O

 

 

an..11

 

h

Codice postale

O

 

 

an..10

 

j

NAD_LNG

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

k

Numero di telefono

O

 

 

an..35

 

l

Numero di fax

O

 

 

an..35

 

m

Indirizzo di posta elettronica

O

 

 

an..70

3.2

ARTICOLO

O

 

 

999x

 

a

Descrizione dei prodotti

O

 

 

an..55

 

b

Codice NC

C

— «R» se <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO. Immagine dell'altro documento di accompagnamento> non è presente nel gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO>

— Non si applica negli altri casi (cfr. i riquadri 3 e 3f)

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n8

 

c

Descrizione commerciale dei prodotti

O

 

 

an..999

 

d

Codice aggiuntivo

O

 

 

an..35

 

e

Quantitativo

C

— «R» se <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO. Immagine dell'altro documento di accompagnamento> non è presente nel gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO>

— Non si applica negli altri casi

(cfr. i riquadri 3 e 3f)

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..15,3

 

f

Codice dell'unità di misura

C

— «R» se <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO. Immagine dell'altro documento di accompagnamento> non è presente nel gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO>

— Non si applica negli altri casi

(cfr. i riquadri 3 e 3f)

(cfr. l'elenco codici 11 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

n..2

 

g

Massa lorda

O

 

La massa lorda deve essere pari o superiore alla massa netta.

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..16,6

 

h

Massa netta

O

 

La massa lorda deve essere pari o superiore alla massa netta.

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..16,6

3.3

MEZZO DI TRASPORTO

C

— «R» se <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO. Immagine dell'altro documento di accompagnamento> non è presente nel gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO>

— Non si applica negli altri casi

(cfr. i riquadri 3 e 3f)

 

 

 

a

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

 

b

Via

R

 

 

an..65

 

c

Numero civico

O

 

 

an..11

 

d

Paese del trasportatore

R

 

Indicare un «codice paese» dell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

 

e

Codice postale

R

 

 

an..10

 

f

Città

R

 

 

an..50

 

g

Codice del modo di trasporto

R

 

Indicare il modo di trasporto utilizzando i codici dell'allegato II, elenco codici 6, del regolamento delegato (UE) 2022/1636.

n..2

 

h

Informazioni complementari_COA

C

— «R» se <MEZZO DI TRASPORTO. Codice del modo di trasporto> è «Altro»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il riquadro 3.3g)

 

an..999

 

i

LNG_delle informazioni complementari_COA

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

j

Registrazione

R

 

 

an..35

 

k

Paese di registrazione

R

 

Indicare un «codice paese» dell'elenco codici 3 dell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636

a2

4

RELAZIONE SULL'EVENTO

R

 

 

 

 

a

Data dell'evento

R

 

 

data

 

b

Luogo dell'evento

R

 

 

an..350

 

c

LNG_del luogo dell'evento

C

— «R» se il campo testo corrispondente è utilizzato

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

d

Identificazione del funzionario delle accise

O

 

 

an..35

 

e

Persona che presenta la relazione

R

 

 

an..35

 

f

Codice della persona che presenta la relazione

R

 

(cfr. l'elenco codici 10 nell'allegato II)

n..2

 

g

Integrazione della persona che presenta la relazione

C

— «R» se <Codice della persona che presenta la relazione> è «Altro»

— «O» negli altri casi

(cfr. Codice della persona che presenta la relazione nel riquadro 4f)

 

an..350

 

h

LNG_dell'integrazione della persona che presenta la relazione

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

i

Cambiamento dell'organizzazione del trasporto

O

 

I valori possibili sono:

1 = Speditore

2 = Destinatario

3 = Proprietario dei prodotti

4 = Altro

n1

 

j

Osservazioni

O

 

 

an..350

 

k

LNG_delle osservazioni

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

5

PROVA DELL'EVENTO

O

 

 

9x

 

a

Autorità di rilascio

O

 

 

an..35

 

b

LNG_dell'autorità di rilascio

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

c

Codice del tipo di prova

R

 

(cfr. l'elenco codici 6 nell'allegato II)

n..2

 

d

Integrazione del tipo di prova

C

— «R» se <Codice del tipo di prova> è «Altro»

— Non si applica negli altri casi

(cfr. il codice del tipo di prova nel riquadro 5c)

 

an..350

 

e

LNG_dell'integra-zione del tipo di prova

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

2

 

f

Riferimento della prova

R

 

 

an..350

 

g

LNG_del riferimento della prova

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

h

Immagine della prova

O

 

 

 

6

OPERATORE Nuovo organizzatore del trasporto

C

— Non si applica se <Cambiamento dell'organizzazione del trasporto> è «1», «2» o non è utilizzato

— «R» negli altri casi

(cfr. Cambiamento dell'organizzazione del trasporto nel riquadro 4i)

 

 

 

a

Numero IVA

O

 

 

an..14

 

b

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

 

c

Via

R

 

 

an..65

 

d

Numero civico

O

 

 

an..11

 

e

Codice postale

R

 

 

an..10

 

f

Città

R

 

 

an..50

 

g

NAD_LNG

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

7

OPERATORE Nuovo trasportatore

O

 

 

 

 

a

Numero IVA

O

 

 

an..14

 

b

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

 

c

Via

R

 

 

an..65

 

d

Numero civico

O

 

 

an..11

 

e

Codice postale

R

 

 

an..10

 

f

Città

R

 

 

an..50

 

g

NAD_LNG

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

8

INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL TRASPORTO

O

 

 

99x

 

a

Codice dell'unità di trasporto

R

 

(cfr. l'elenco codici 6 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

n..2

 

b

Identificazione delle unità di trasporto

C

— Non si applica se <Codice dell'unità di trasporto> è «Installazioni di trasporto fisse».

— «R» negli altri casi

(cfr. il codice dell'unità di trasporto nel riquadro 8a)

 

an..35

 

c

Identificazione del sigillo commerciale

O

 

 

an..35

 

d

Informazioni sui sigilli

O

 

 

an..350

 

e

LNG_delle informazioni sui sigilli

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

f

Informazioni complementari

O

 

 

an..350

 

g

LNG_delle informazioni complementari

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

9

CORPO DELLA RELAZIONE SULL'EVENTO

C

— «O» se è utilizzato <OPERATORE Nuovo organizzatore del trasporto>, <OPERATORE Nuovo trasportatore> o <INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL TRASPORTO>

— «R» negli altri casi

(cfr. OPERATORE Nuovo organizzatore del trasporto al punto 6, OPERATORE Nuovo trasportatore al punto 7 e INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL TRASPORTO al punto 8)

 

99x

 

a

Codice del tipo di evento

R

 

(cfr. l'elenco codici 14 nell'allegato II)

n..2

 

b

Informazioni correlate

C

— «R» se <Codice del tipo di evento> è «0»

— «O» negli altri casi

(cfr. il codice del tipo di evento nel riquadro 9a)

 

an..350

 

c

LNG_delle informazioni correlate

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

d

Riferimento unico del corpo di dati

C

— «R» se il gruppo di dati <MOVIMENTO DEI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA>è presente

— Non si applica negli altri casi

Questo valore si riferisce al <Riferimento unico del corpo di dati> del corpo dell'e-AD/e-DAS dell'e-AD/e-DAS associato e deve essere unico all'interno del messaggio.

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..3

 

e

Descrizione dei prodotti

C

— «O» se il gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO> è presente

— Non si applica negli altri casi

an..55

 

f

Codice NC

C

— «R» se il gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO> è presente

— Non si applica negli altri casi

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n8

 

g

Codice aggiuntivo

C

— «O» se il gruppo di dati <ALTRO DOCUMENTO DI ACCOMPAGNAMENTO> è presente

— Non si applica negli altri casi

an..35

 

h

Indicatore di carenza o eccedenza

C

Per 9h e 9i:

— «R» se <Riferimento unico del corpo di dati> o <Descrizione dei prodotti> o <Codice NC> o <Codice aggiuntivo> è presente

— Non si applica negli altri casi

(cfr. Riferimento unico del corpo di dati nel riquadro 9d, Descrizione dei prodotti nel riquadro 9e, Codice NC nel riquadro 9f e codice aggiuntivo nel riquadro 9g)

I valori possibili sono:

S = Carenza

E = Eccedenza

a1

 

i

Carenza o eccedenza constatata

C

Il valore del dato deve essere superiore a zero.

n..15,3



Tabella 13

(di cui all'articolo 12)

Interruzione di movimento

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

ARC

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Data e ora di emissione

R

 

 

dateTime

 

c

Codice del motivo dell'interruzione

R

 

(cfr. l'elenco codici 13 nell'allegato II)

n..2

 

d

Numero di riferimento dell'ufficio delle accise

R

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

 

e

Identificazione del funzionario delle accise

O

 

 

an..35

 

f

Informazioni complementari

C

— «R» se <Codice del motivo dell'interruzione> è «Altro»

— «O» negli altri casi

(cfr. il codice del motivo dell'interruzione nel riquadro 1c)

 

an..350

 

g

LNG_delle informazioni complementari

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

2

Riferimento DELLA RELAZIONE SUL CONTROLLO

O

 

 

9x

 

a

Riferimento della relazione sul controllo

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II)

Un messaggio «Relazione sul controllo» esiste nel sistema (compreso il caso in cui sia incluso in un messaggio ricevuto «Iter storico di un movimento») con gli stessi <Riferimento della relazione sul controllo> e <ARC> del messaggio inviato.

(cfr. ARC nel riquadro 1a)

an16

3

Riferimento DELLA RELAZIONE SULL'EVENTO

O

 

 

9x

 

a

Numero della relazione sull'evento

R

 

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II)

Un messaggio «Relazione sull'evento» esiste nel sistema (compreso il caso in cui sia incluso in un messaggio ricevuto «Iter storico di un movimento») con gli stessi <Numero della relazione sull'evento> e <ARC> del messaggio inviato.

(cfr. ARC nel riquadro 1a)

an16



Tabella 14

(di cui all'articolo 13)

Allarme o rifiuto di e-AD/e-DAS

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTI

R

 

 

 

 

a

Data e ora di convalida dell'allarme o rifiuto

C

— «R» se il campo corrispondente è convalidato

— Non si applica negli altri casi

dateTime

2

MOVIMENTO DI PRODOTTI SOTTOPOSTI AD ACCISA

R

 

 

 

 

a

ARC

R

 

Indicare l'ARC dell'e-AD/e-DAS.

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

R

 

Il valore del dato deve essere superiore a zero

n..2

3

OPERATORE Destinatario

C

«R», tranne per il tipo di messaggio «2 – Presentazione per esportazione con domiciliazione» o per il codice del tipo di destinazione 8

 

 

 

a

Identificazione dell'operatore

C

— «R» se <Codice del tipo di destinazione> è:

— 

— «Destinazione — Deposito fiscale»

— «Destinazione — Destinatario registrato»

— «Destinazione — Destinatario registrato temporaneamente»

— «Destinazione — Consegna diretta»

— «Destinazione — Destinatario certificato»

— «Destinazione — Destinatario certificato occasionale»

— «Destinazione — Ritorno al luogo di spedizione dello speditore, per un movimento B2B ad accisa assolta»

— «O» se <Codice del tipo di destinazione> è «Destinazione - Esportazione»

— Non si applica negli altri casi

I valori possibili di <Identificazione dell'operatore> sono indicati nella tabella seguente:

an..16

Codice del tipo di destinazione

OPERATORE DESTINATA-RIO Identificazione dell'operatore

OPERATORE Luogo di consegna. Identificazione dell'operatore

1 -  Destinazione — Deposito fiscale

Codice accisa (1)

Riferimento del deposito fiscale (codice accisa) (5)

2 -  Destinazione— Destinatario registrato

Codice accisa (2)

Qualsiasi identifica-zione (*)

3 -  Destinazione— Destinatario registrato temporaneamente

Riferimento dell'autoriz-zazione temporanea (4)

Qualsiasi identifica-zione (*)

4 -  Destinazione — Consegna diretta

Codice accisa (3)

(Non si applica)

5 -  Destinazione— Destinatario esentato

(Non si applica)

Qualsiasi identifica-zione (*)

6 -  Destinazione — Esportazione

Codice IVA (facoltativo)

(il gruppo di dati <OPERATORE Luogo di consegna> non esiste)

9 -  Destinazione— Destinatario certificato

Codice accisa (6)

Qualsiasi identificazione (*)

10 -  Destinazione— Destinatario certificato occasionale

Riferimento dell'autoriz-zazione temporanea (7)

Qualsiasi identifica-zione (*)

11 -  Destinazione — Ritorno al luogo di spedizione dello speditore, per un movimento B2B ad accisa assolta

Codice accisa (6) o riferimento dell'autoriz-zazione temporanea (7)

Qualsiasi identifica-zione (*)

1)  Il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

2)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

3)  il tipo di operatore del destinatario è «Depositario autorizzato» o «Destinatario registrato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

4)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario registrato temporaneamente». un <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> esistente nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>;

5)  un identificatore esistente <Riferimento del deposito fiscale> nell'insieme <DEPOSITO FISCALE>;

6)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario certificato». Un identificatore esistente <Codice accisa dell'operatore> nell'insieme <AUTORIZZAZIONE DELL'OPERATORE>;

7)  il tipo di operatore del destinatario è «Destinatario certificato occasionale». un <Riferimento dell'autorizzazione temporanea> esistente nell'insieme <AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA>;

(*)  Per il luogo di consegna, per «qualsiasi identificazione» si intende: un codice IVA o qualsiasi altro identificatore; è facoltativo.

(cfr. l'elenco codici 1 e l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento (UE) n. 612/2013, se pertinente)

 

b

Codice EORI

C

— «O» se <Codice del tipo di destinazione> è «Destinazione - Esportazione»

— Non si applica negli altri casi

Fornire il codice EORI della persona responsabile della presentazione della dichiarazione di esportazione a norma dell'articolo 21, paragrafo 2, della direttiva (UE) 2020/262.

an..17

 

c

Nome dell'operatore

R

 

 

an..182

 

d

Via

R

 

 

an..65

 

e

Numero civico

O

 

 

an..11

 

f

Codice postale

R

 

 

an..10

 

g

Città

R

 

 

an..50

 

h

NAD_LNG

R

 

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

4

UFFICIO DI DESTINAZIONE

R

 

 

 

 

a

Numero di riferimento dell'ufficio

R

 

(cfr. l'elenco codici 4 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an8

5

ALLARME

R

 

 

 

 

a

Data dell'allarme

R

 

 

data

 

b

Indicatore di e-AD rifiutato

R

 

Il formato booleano è digitale: «0» o «1» («0» = No o Falso; «1» = Sì o Vero)

n1

6

Codice del MOTIVO DELL'ALLARME O DEL RIFIUTO DI e-AD/e-DAS

C

— «R» se <indicatore del rifiuto di e-AD/e-DAS> è Vero

— «O» negli altri casi

9x

 

a

Codice del MOTIVO DELL'ALLARME O DEL RIFIUTO DEL MOVIMENTO

R

 

(cfr. l'elenco codici 5 nell'allegato II)

n..2

 

b

Informazioni complementari

C

— «R» se <Codice del motivo dell'allarme o del rifiuto del movimento> è «Altro»

— «O» negli altri casi

(cfr. Codice del motivo dell'allarme o del rifiuto del movimento nel riquadro 6a)

 

an..350

 

c

LNG_delle informazioni complementari

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2



Tabella 15

(di cui all'articolo 6 bis)

Richiesta di chiusura manuale

A

B

C

D

E

F

G

1

ATTRIBUTO

R

 

 

 

 

a

ARC

R

 

Indicare l'ARC dell'e-AD/e-DAS

(cfr. l'elenco codici 2 nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636)

an21

 

b

Numero progressivo

R

 

Fornire il numero progressivo dell'e-AD/e-DAS

n..2

 

c

Codice del motivo della richiesta di chiusura manuale

R

 

(cfr. l'elenco codici 16 nell'allegato II)

n1

 

d

Integrazione del motivo di chiusura manuale

C

— «R» se <Codice del motivo della richiesta di chiusura manuale> è «Altro»

— «O» negli altri casi

 

an..999

 

e

LNG_Integrazione del motivo di chiusura manuale

C

— «R» se il campo testo corrispondente è utilizzato

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

2

DOCUMENTI GIUSTIFICATIVI

O

 

 

9x

 

a

Breve descrizione del documento giustificativo

C

— «R» se <Tipo di documento giustificativo> è «Altro»

— Non si applica negli altri casi

 

an..999

 

b

LNG_Breve descrizione del documento giustificativo

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

c

Riferimento del documento giustificativo

C

Almeno uno di questi tre campi:

— <Tipo di documento giustificativo>

— <Riferimento del documento giustificativo>

— <Immagine del documento>

(cfr. l'immagine del documento nel riquadro 2e e il tipo di documento giustificativo nel riquadro 2f)

 

an..999

 

d

LNG_Riferimento del documento giustificativo

C

— «R» se il campo o i campi di testo corrispondenti sono utilizzati

— Non si applica negli altri casi

Indicare il codice lingua figurante nell'allegato II del regolamento delegato (UE) 2022/1636, elenco codici 1, per definire la lingua utilizzata in questo gruppo di dati.

a2

 

e

Immagine del documento

C

Almeno uno di questi tre campi:

— <Tipo di documento giustificativo>

— <Riferimento del documento giustificativo>

— <Immagine del documento><