EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 01998D0683-20210226

Consolidated text: Decisione 98/683/EC del Consiglio, del 23 novembre 1998, relativa al regime di cambio con le valute dell’UEMOA, della CEMAC e delle Comore

ELI: http://data.europa.eu/eli/dec/1998/683/2021-02-26

01998D0683 — IT — 26.02.2021 — 001.001


Il presente testo è un semplice strumento di documentazione e non produce alcun effetto giuridico. Le istituzioni dell’Unione non assumono alcuna responsabilità per i suoi contenuti. Le versioni facenti fede degli atti pertinenti, compresi i loro preamboli, sono quelle pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e disponibili in EUR-Lex. Tali testi ufficiali sono direttamente accessibili attraverso i link inseriti nel presente documento

►B

▼M1

DECISIONE 98/683/EC DEL CONSIGLIO,

del 23 novembre 1998,

relativa al regime di cambio con le valute dell’UEMOA, della CEMAC e delle Comore

▼B

(GU L 320 del 28.11.1998, pag. 58)

Modificata da:

 

 

Gazzetta ufficiale

  n.

pag.

data

►M1

DECISIONE (UE) 2021/357 DEL CONSIGLIO del 25 gennaio 2021

  L 69

1

26.2.2021


Rettificata da:

 C1

Rettifica, GU L 070, 1.3.2021, pag.  15 (2021/357)




▼B

▼M1

DECISIONE 98/683/EC DEL CONSIGLIO,

del 23 novembre 1998,

relativa al regime di cambio con le valute dell’UEMOA, della CEMAC e delle Comore

▼B



Articolo 1

Una volta sostituito il franco francese con l’euro, la Francia può mantenere i suoi attuali accordi in materia di cambio con l’UEMOA (Union économique et monétaire ouest-africaine), con la CEMAC (Communauté économique et monétaire de l’Afrique Centrale) e con le Comore.

Articolo 2

La responsabilità esclusiva dell’applicazione degli accordi compete alla Francia e agli Stati africani firmatari.

▼M1

Articolo 3

Le autorità francesi competenti informano periodicamente la Commissione, la Banca centrale europea e il Comitato economico e finanziario circa l’applicazione degli accordi. Le autorità francesi informano il Comitato economico e finanziario prima che siano apportate modifiche alla parità fra l’euro e le valute dell’UEMOA, della CEMAC o delle Comore.

Articolo 4

La Francia può negoziare e concludere qualunque modifica degli attuali accordi, o sostituirli, purché non alteri la loro natura o la loro portata. La Francia informa preventivamente la Commissione, la Banca centrale europea e il Comitato economico e finanziario di tali modifiche.

Articolo 5

La Francia sottopone all’attenzione della Commissione, della Banca centrale europea e del Comitato economico e finanziario qualunque progetto di modifica, mediante modifica o sostituzione, che incida sulla natura o sulla portata degli attuali accordi. Tali progetti necessitano dell’approvazione del Consiglio sulla base di una raccomandazione della Commissione, previa consultazione della Banca centrale europea.

▼B

Articolo 6

La presente decisione entra in vigore il 1o gennaio 1999.

Articolo 7

Destinataria della presente decisione è la Repubblica francese.

Top