Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 61988CJ0005

Massime della sentenza

Sentenza della Corte (Terza Sezione) del 13 luglio 1989.
Hubert Wachauf contro Repubblica federale di Germania.
Domanda di pronuncia pregiudiziale: Verwaltungsgericht Frankfurt am Main - Germania.
Prelievo supplementare sul latte.
Causa 5/88.

Parole chiave
Massima

Parole chiave

++++

1 . Agricoltura - Organizzazione comune dei mercati - Latte e latticini - Prelievo supplementare sul latte - "Azienda" - Nozione - Unità di produzione agricola oggetto di un contratto d' affitto - Assenza di manifesta destinazione alla produzione di latte - Inclusione

(( Regolamento del Consiglio n . 857/84, art . 12, lett . d ) ))

2 . Diritto comunitario - Principi - Diritti fondamentali - Restrizioni - Ammissibilità - Presupposti - Affittuario di fondo rustico - Scadenza del contratto - Diritto dell' affittuario all' indennizzo per il suo lavoro ed i suoi investimenti - Applicazione nell' ambito del regime di prelievo supplementare sul latte - Alternativa offerta dagli Stati membri

( Regolamento del Consiglio n . 857/84 )

3 . Agricoltura - Organizzazione comune dei mercati - Latte e latticini - Prelievo supplementare sul latte - Norme relative al trasferimento di quantitativi di riferimento in seguito al trasferimento di proprietà o di possesso - Campo d' applicazione - Restituzione alla scadenza del contratto d' affitto di un' azienda non manifestamente destinata alla produzione di latte al momento della conclusione del contratto - Inclusione

( Regolamento della Commissione n . 1371/84, art . 5, n . 3 )

Massima

1 . La nozione di "azienda" ai sensi dell' art . 12, lett . d ), del regolamento n . 857/84, che fissa le norme generali per l' applicazione del prelievo supplementare sul latte, include un complesso di unità di produzione agricola oggetto di un contratto di affitto, anche se detto complesso, allo stato in cui trovavasi al momento della conclusione del contratto, non comprendeva né le vacche da latte né gli impianti tecnici necessari alla produzione di latte, e anche qualora il contratto di affitto non contemplasse alcun obbligo per l' affittuario di produrre latte .

2 . I diritti fondamentali riconosciuti dalla Corte non risultano essere prerogative assolute, ma devono essere considerati in relazione alla funzione da essi svolta nella società . E' pertanto possibile operare restrizioni al loro esercizio, in particolare nell' ambito di un' organizzazione comune di mercato, purché dette restrizioni rispondano effettivamente a finalità d' interesse generale perseguite dalla Comunità e non si risolvano, considerato lo scopo perseguito, in un intervento sproporzionato ed inammissibile che pregiudicherebbe la stessa sostanza di tali diritti .

Tenuto conto di questi criteri, una disciplina comunitaria che abbia per effetto di spogliare l' affittuario, alla scadenza del contratto d' affitto, del frutto del proprio lavoro e degli investimenti effettuati nell' azienda affittata, senza indennizzo, sarebbe in contrasto con le esigenze inerenti alla tutela dei diritti fondamentali nell' ordinamento giuridico comunitario . Queste esigenze vincolano parimenti gli Stati membri quando essi danno esecuzione alle discipline comunitarie .

Trattandosi, nell' ipotesi di affitto di un' azienda, della devoluzione, alla scadenza del contratto, dei quantitativi di riferimento esenti dal prelievo supplementare sul latte relativi all' azienda, il regolamento n . 857/84 riserva alle autorità nazionali competenti un margine di valutazione sufficientemente ampio, tale da consentire loro di applicare questa disciplina conformemente alle esigenze di tutela dei diritti fondamentali, garantendo all' affittuario la possibilità di conservare in tutto o in parte il quantitativo di riferimento se intende proseguire nella produzione del latte, oppure garantendogli un indennizzo se si impegna ad abbandonare definitivamente tale produzione .

3 . L' art . 5, n . 3, del regolamento n . 1371/84 relativo, nell' ambito del regime di prelievo supplementare sul latte, alla devoluzione dei quantitativi di riferimento esenti dal prelievo in caso di trasferimento di proprietà o di possesso dell' azienda, dev' essere interpretato nel senso che esso si applica alla riconsegna, alla scadenza del contratto di affitto, di un complesso di unità di produzione agricola affittato, anche se detto complesso, allo stato in cui si trovava al momento della conclusione del contratto, non comprendeva né le vacche né gli impianti tecnici necessari alla produzione di latte e il contratto d' affitto non contemplava alcun obbligo per l' affittuario di produrre latte .

Top