Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

Back to EUR-Lex homepage

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Semestre europeo 2018 — Raccomandazioni specifiche per paese

Semestre europeo 2018 — Raccomandazioni specifiche per paese

 

SINTESI DI:

Raccomandazioni del consiglio sul programma nazionale di riforma 2018 e che formula un parere del Consiglio sul programma di stabilità o di convergenza 2018

Comunicazione della Commissione (COM(2018) 400 final) — Semestre europeo 2018 — Raccomandazioni specifiche per paese

QUAL È LO SCOPO DELLE RACCOMANDAZIONI E DELLA COMUNICAZIONE?

Le raccomandazioni specifiche per paese e la comunicazione:

  • forniscono consigli personalizzati ai singoli paesi dell’UE su come incentivare la crescita, l’occupazione e gli investimenti, mantenendo nel contempo solide finanze pubbliche;
  • incoraggiano i governi dell’UE a utilizzare l’ambiente economico favorevole per rafforzare la crescita sostenibile e inclusiva a lungo termine;
  • coprono una serie di settori tra cui
    • finanze pubbliche
    • imposizione fiscale
    • mercato del lavoro
    • istruzione e politiche sociali
    • innovazione
    • pubblica amministrazione e
    • ambiente delle imprese;
  • attribuire particolare importanza alla necessità di affrontare le sfide sociali, alla luce del pilastro europeo dei diritti sociali adottato nel 2017.

PUNTI CHIAVE

Le raccomandazioni del Consiglio — che sono specifiche per ogni Paese dell’UE — li incoraggiano a concentrarsi su aspetti che serviranno da base per una crescita sostenibile e inclusiva a lungo termine. In alcuni paesi, i problemi derivanti dalla crisi finanziaria del 2008 persistono e devono essere affrontati.

Dato che l’economia dell’UE nel suo complesso sta crescendo al ritmo più rapido dalla crisi e che i livelli di occupazione e di investimento si stanno riprendendo, i paesi devono approfittare di queste condizioni favorevoli per garantire la capacità di recupero delle loro economie in caso di una futura recessione.

Le comunicazioni esortano i governi dell’UE a:

  • proseguire le riforme strutturali che migliorano il contesto imprenditoriale e degli investimenti, in particolare attraverso
    • riforme del mercato dei prodotti e dei servizi
    • supporto all’innovazione
    • migliore accesso ai finanziamenti da parte delle PMI
    • misure contro la corruzione;
  • attuazione di politiche che
    • preparano la forza lavoro alle esigenze future e all’aumentata digitalizzazione
    • riducono le differenze di reddito
    • favoriscono le opportunità di lavoro, in particolare per i giovani;
  • rafforzano le loro economie per gestire le sfide poste da
    • invecchiamento della popolazione
    • aumento delle migrazioni
    • cambiamento climatico;
  • prestano particolare attenzione alle questioni sociali, in particolare garantendo
    • la disponibilità di competenze adeguate
    • l’efficacia delle reti di sicurezza sociale
    • un migliorato dialogo sociale.

La comunicazione rileva che da quando il semestre europeo è stato introdotto nel 2011, i paesi dell’UE hanno fatto almeno alcuni progressi in oltre due terzi delle raccomandazioni specifiche per paese del Consiglio basate sulla proposta della Commissione.

CONTESTO

La Commissione pubblica in primavera le raccomandazioni specifiche per paese e il Consiglio le discute e infine le convalida in estate. Esse fanno parte del semestre europeo, il ciclo annuale dell’UE per il coordinamento delle politiche economiche e sociali. Ciò fornisce ai paesi gli orientamenti su cosa può essere realisticamente raggiunto nei successivi 12-18 mesi, prima che vengano prese decisioni politiche nazionali.

Le raccomandazioni adattano alla situazione dei diversi paesi le priorità a livello UE individuate nell’analisi annuale della crescita pubblicata il 22 novembre 2017 e la raccomandazione sulla politica economica dei governi dell’UE della zona euro adottata il 14 maggio 2018.

DOCUMENTI PRINCIPALI

Raccomandazioni del consiglio del 13 luglio 2018 sul programma nazionale di riforma 2018 e che formula un parere del Consiglio sul programma di stabilità o di convergenza 2018 per ciascun paese (GU C 320 del 10.9.2018).

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio europeo, al Consiglio, alla Banca centrale europea, al Comitato economico e sociale europeo, al Comitato delle regioni e alla Banca europea per gli investimenti: semestre europeo 2018 — Raccomandazioni specifiche per paese (COM (2018) 400 final del 23.5.2018).

DOCUMENTI COLLEGATI

Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio — Relazione sulla convergenza 2018, COM(2018) 370 final del 23.5.2018).

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, alla Banca centrale europea, al Comitato economico e sociale europeo, al Comitato delle regioni e alla Banca europea per gli investimenti sul riesame della flessibilità consentita dal patto di stabilità e crescita (COM(2018) 335 final del 23.5.2018).

Raccomandazione del Consiglio del 14 maggio 2018 sulla politica economica della zona euro (GU C 179 del 25.5.2018, pag. 1).

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio e al Comitato economico e sociale europeo: Monitorare l’attuazione del pilastro europeo dei diritti sociali (COM(2018) 130 final, del 13.3.2018).

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, alla Banca centrale europea, al Comitato economico e sociale europeo, al Comitato delle regioni e alla Banca europea per gli investimenti: Analisi annuale della crescita 2018 (COM(2017) 690 final, del 22.11.2017).

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni — Istituzione di un pilastro europeo dei diritti sociali (COM(2017) 250 final, del 26.4.2017).

Versione consolidata del trattato sull’Unione europea e del trattato sul funzionamento dell’Unione europea — Parte I — Principi — Titolo I — Categorie e settori di competenza dell’Unione —Articolo 2 (GU C 202 del 7.6.2016, pag. 50).

Versione consolidata del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea — Parte prima — Principi — Titolo I — Categorie e settori di competenza dell’Unione — Articolo 5 (GU C 202, del 7.6.2016, pag. 52).

Versione consolidata del trattato sul funzionamento dell’Unione europea — Parte terza — Politiche e azioni interne dell’Unione — Titolo VIII — Politica economica e monetaria — Articolo 119 (ex articolo 4 TCE) (GU C 202 del 7.6.2016, pag. 96).

Versione consolidata del trattato sul funzionamento dell’Unione europea — Parte terza — Politiche e azioni interne dell’Unione — Titolo VIII — Politica economica e monetaria — Capo 1 — Politica economica — Articolo 121 (ex articolo 99 TCE) (GU C 202 del 7.6.2016, pag. 97).

Versione consolidata del trattato sul funzionamento dell’Unione europea — Parte terza — Politiche e azioni interne dell’Unione — Titolo VIII — Politica economica e monetaria — Capo 1 — Politica economica — Articolo 126 (ex articolo 104 TCE) (GU C 202 del 7.6.2016, pag. 99).

Ultimo aggiornamento: 08.10.2018

Top