Help Print this page 

Document 32015L0559

Title and reference
Direttiva (UE) 2015/559 della Commissione, del 9 aprile 2015 , recante modifica della direttiva 96/98/CE del Consiglio sull'equipaggiamento marittimo Testo rilevante ai fini del SEE
  • No longer in force, Date of end of validity: 17/09/2016; abrog. impl. da 32014L0090
OJ L 95, 10.4.2015, p. 1–66 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

ELI: http://data.europa.eu/eli/dir/2015/559/oj
Languages, formats and link to OJ
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html BG html ES html CS html DA html DE html ET html EL html EN html FR html HR html IT html LV html LT html HU html MT html NL html PL html PT html RO html SK html SL html FI html SV
PDF pdf BG pdf ES pdf CS pdf DA pdf DE pdf ET pdf EL pdf EN pdf FR pdf HR pdf IT pdf LV pdf LT pdf HU pdf MT pdf NL pdf PL pdf PT pdf RO pdf SK pdf SL pdf FI pdf SV
Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal
 To see if this document has been published in an e-OJ with legal value, click on the icon above (For OJs published before 1st July 2013, only the paper version has legal value).
Multilingual display
Dates
  • Date of document: 09/04/2015
  • Date of effect: 30/04/2015; entrata in vigore data della pubblicazione +20 vedi art. 4
  • Date of transposition: 30/04/2016; al più tardi vedi art. 3
  • Date of end of validity: 17/09/2016; abrog. impl. da 32014L0090
Miscellaneous information
  • Author: Commissione europea
  • Form: Direttiva
  • Addressee: gli Stati membri
  • Additional information: interesse per SEE
Relationship between documents
Text

10.4.2015   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

L 95/1


DIRETTIVA (UE) 2015/559 DELLA COMMISSIONE

del 9 aprile 2015

recante modifica della direttiva 96/98/CE del Consiglio sull'equipaggiamento marittimo

(Testo rilevante ai fini del SEE)

LA COMMISSIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

vista la direttiva 96/98/CE del Consiglio, del 20 dicembre 1996, sull'equipaggiamento marittimo (1), in particolare l'articolo 17,

considerando quanto segue:

(1)

Ai fini della direttiva 96/98/CE, si applicano i testi aggiornati delle convenzioni internazionali e delle norme tecniche relative alle prove.

(2)

Dall'adozione dell'ultimo atto modificativo della direttiva 96/98/CE è entrato in vigore un certo numero di modifiche alle convenzioni internazionali e alle norme tecniche relative alle prove applicabili. È opportuno includere dette modifiche nella direttiva 96/98/CE.

(3)

Nello stesso periodo l'Organizzazione marittima internazionale e gli enti di normazione europei hanno anch'essi adottato alcune norme tecniche, comprese norme dettagliate per le prove, per diversi componenti dell'equipaggiamento elencati nell'allegato A.2 della direttiva 96/98/CE o che, pur non figurando in tale elenco, sono considerati pertinenti ai fini della suddetta direttiva. Tali componenti dell'equipaggiamento devono pertanto essere inclusi nell'allegato A.1 o trasferiti dall'allegato A.2 all'allegato A.1, in funzione dei casi.

(4)

Occorre pertanto modificare la direttiva 96/98/CE.

(5)

È ragionevole consentire che l'equipaggiamento divenuto recentemente oggetto dei requisiti armonizzati nell'ambito della presente direttiva e prodotto prima che scadesse il termine per l'attuazione della presente direttiva venga immesso sul mercato e utilizzato a bordo di navi dell'Unione durante un periodo transitorio.

(6)

Le misure previste dalla presente direttiva sono conformi al parere del comitato per la sicurezza marittima e la prevenzione dell'inquinamento provocato dalle navi (COSS),

HA ADOTTATO LA PRESENTE DIRETTIVA:

Articolo 1

L'allegato A della direttiva 96/98/CE è sostituito dall'allegato della presente direttiva.

Articolo 2

L'equipaggiamento elencato alla colonna 1 dell'allegato A.1 o trasferito dall'allegato A.2, che è stato prodotto precedentemente al 30 aprile 2016 in conformità alle procedure di omologazione già vigenti prima di tale data sul territorio di uno Stato membro, può continuare ad essere commercializzato e utilizzato a bordo di una nave dell'Unione fino al 30 aprile 2018.

Articolo 3

1.   Gli Stati membri adottano e pubblicano, entro il 30 aprile 2016, le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla presente direttiva. Essi comunicano immediatamente alla Commissione il testo di tali disposizioni.

Essi applicano tali disposizioni a decorrere dal 30 aprile 2016.

Quando gli Stati membri adottano le suddette disposizioni, queste contengono un riferimento alla presente direttiva o sono corredate di tale riferimento all'atto della pubblicazione ufficiale. Le modalità del riferimento sono decise dagli Stati membri.

2.   Gli Stati membri comunicano alla Commissione il testo delle principali disposizioni legislative nazionali adottate nella materia disciplinata dalla presente direttiva.

Articolo 4

La presente direttiva entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Articolo 5

Gli Stati membri sono destinatari della presente direttiva.

Fatto a Bruxelles, il 9 aprile 2015

Per la Commissione

Il presidente

Jean-Claude JUNCKER


(1)  GU L 46 del 17.2.1997, pag. 25.


ALLEGATO

«

ALLEGATO A

Nota generale dell'allegato A: le regole SOLAS fanno riferimento alla versione SOLAS modificata.

Nota generale dell'allegato A: in talune denominazioni di voci, la colonna 5 illustra alcune varianti possibili nell'ambito della stessa denominazione. Le varianti di prodotto sono elencate in modo indipendente e separate le une dalle altre da una riga punteggiata. Ai fini della certificazione si devono scegliere solo le varianti di prodotto pertinenti, a seconda dei casi (esempio: A.1/3.3).

Elenco degli acronimi utilizzati

 

A.1, Modifica 1 riguardante documenti contenenti standard non pubblicati dall'IMO

 

A.2, Modifica 2 riguardante documenti contenenti standard non pubblicati dall'IMO

 

AC, Corrigendum di modifica riguardante documenti contenenti standard non pubblicati dall'IMO

 

CAT, Categoria di impianti radar come definiti nella sezione 1.3 di IEC 62388 (2007)

 

Circ., circolare

 

COLREG, Convenzione sulla prevenzione delle collisioni in mare

 

COMSAR, Sottocomitato per le radiocomunicazioni e la ricerca e il salvataggio (COMSAR) dell'IMO

 

EN, European Standard (Norma tecnica europea)

 

ETSI, European Telecommunication Standardisation Institute (Istituto europeo per le norme di telecomunicazione)

 

FSS, International Code for Fire Safety Systems (Codice Internazionale dei sistemi antincendio)

 

FTP, International Code for Application of Fire Test Procédures (Codice Internazionale delle Procedure per l'esecuzione delle prove al fuoco)

 

HSC, High Speed Craft Code (Codice per le unità veloci)

 

IBC, International Bulk Chemical Code (Codice internazionale dei prodotti chimici alla rinfusa)

 

ICAO, International Civil Aviation Organisation (Organizzazione internazionale dell'aviazione civile)

 

IEC, International Electro-technical Commission (CEI, Commissione elettrotecnica internazionale)

 

IGC, Codice internazionale per la costruzione e le dotazioni delle navi adibite al trasporto alla rinfusa di gas liquefatti

 

IMO, International Maritime Organisation (Organizzazione marittima internazionale)

 

ISO, International Standardisation Organisation (Organizzazione internazionale di standardizzazione)

 

ITU, International Telecommunication Union (Unione internazionale delle telecomunicazioni)

 

LSA, Life saving appliance (mezzo di salvataggio)

 

MARPOL, Convenzione internazionale per la prevenzione dell'inquinamento causato da navi

 

MEPC, Marine Environment Protection Committee (Comitato per la protezione dell'ambiente marino)

 

MSC, Maritime Safety Committee (Comitato per la sicurezza marittima)

 

NOx, Ossidi di azoto

 

Sistemi O2/HC, sistemi ossigeno/idrocarburi

 

SOLAS, International Convention for the Safety of Life at Sea (Convenzione internazionale per la salvaguardia della vita umana in mare)

 

SOx, Ossidi di zolfo

 

Reg., regola

 

Ris., risoluzione

ALLEGATO A.1

EQUIPAGGIAMENTO PER IL QUALE GLI STRUMENTI INTERNAZIONALI GIÀ CONTEMPLANO NORME TECNICHE DI PROVA DETTAGLIATE

Note applicabili all'insieme dell'allegato A.1

a)

Generali: oltre alle norme tecniche di prova internazionali specificamente menzionate, alcune disposizioni, che devono essere controllate all'atto dell'esame del tipo (omologazione) di cui ai moduli per la valutazione della conformità dell'allegato B, figurano nelle regole delle pertinenti convenzioni internazionali e nelle risoluzioni e circolari IMO applicabili.

b)

Colonna 1: si può applicare l'articolo 2 della direttiva 2013/52/UE (1) della Commissione (9o emendamento dell'allegato A della MED).

c)

Colonna 1: si può applicare l'articolo 2 della direttiva 2014/93/UE (2) della Commissione (10o emendamento dell'allegato A della MED).

d)

Colonna 5: laddove si citano le risoluzioni IMO, si intendono le sole norme contenute nelle relative parti degli allegati alle risoluzioni e non le disposizioni contenute nel testo delle risoluzioni.

e)

Colonna 5: si applicano le versioni aggiornate delle convenzioni internazionali e delle norme di prova. Al fine della corretta individuazione delle norme pertinenti, i resoconti di prova, i certificati di conformità e le dichiarazioni di conformità devono specificare la norma di prova applicata e la relativa versione.

f)

Colonna 5: laddove siano indicate due serie di norme di prova separate da un “oppure”, ciascuna serie soddisfa tutte le prescrizioni di prova necessarie per conformarsi alle norme di prestazione IMO. La prova di una serie quindi è sufficiente per dimostrare la conformità alle prescrizioni dei pertinenti strumenti internazionali. Diversamente, qualora si usino altri separatori (virgola) si applicano tutte le disposizioni menzionate.

g)

I requisiti stabiliti nel presente allegato non incidono sui requisiti di trasporto previsti nelle convenzioni internazionali.

1.   Mezzi di salvataggio

Colonna 4: si applica la circolare MSC 980 dell'IMO tranne quando viene sostituita dagli strumenti specifici indicati nella Colonna 4.

N.

Denominazione

Regola SOLAS 74 modificata (qualora sia richiesta l'omologazione)

Regole della convenzione SOLAS 74 modificate, nonché risoluzioni e circolari IMO pertinenti

Norme di prova

Moduli per la valutazione della conformità

1

2

3

4

5

6

A.1/1.1

Salvagenti anulari rigidi

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/7,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, II,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.2

Luci di localizzazione per mezzi di salvataggio:

a)

imbarcazioni di salvataggio e imbarcazioni di soccorso,

b)

per salvagenti anulari rigidi,

c)

per giubbotti di salvataggio.

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/7,

Reg. III/22,

Reg. III/26,

Reg. III/32,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) II, IV,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.3

Segnali fumogeni ad attivazione automatica per salvagenti anulari rigidi

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/7,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, II,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.4

Giubbotti di salvataggio

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/7,

Reg. III/22,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, II,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8,

Circ. 922 MSC dell'IMO,

Circ. MSC.1 1304 dell'IMO,

Circ. MSC.1 1470 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.5

Tute per immersione e antiesposizione destinate ad essere indossate INSIEME ad un giubbotto di salvataggio

a)

tute per immersione senza isolamento

b)

tute per immersione con isolamento

c)

tute antiesposizione.

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/7,

Reg. III/22,

Reg. III/32,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, II,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8,

Circ. MSC 1046 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.6

Tute per immersione e antiesposizione destinate ad essere indossate SENZA un giubbotto di salvataggio

a)

tute per immersione senza isolamento

b)

tute per immersione con isolamento

c)

tute antiesposizione.

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/7,

Reg. III/22,

Reg. III/32,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, II,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8,

Circ. MSC 1046 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.7

Dispositivi di protezione termica

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/22,

Reg. III/32,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, II,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8,

Circ. MSC 1046 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.8

Razzo a paracadute (segnale pirotecnico)

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/6,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, III,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.9

Fuochi a mano (segnali pirotecnici)

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, III,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.10

Boette fumogene (segnali pirotecnici)

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/34,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, III.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.11

Dispositivi lanciasagole

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/18,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, VII,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.12

Zattere (gommoni) di salvataggio gonfiabili

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/13,

Reg. III/21,

Reg. III/26,

Reg. III/31,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, IV,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8,

Circ. MSC 811 dell'IMO,

Circ. MSC.1 1328 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

E per intervalli più lunghi tra una manutenzione e l'altra:

Circ. MSC.1 1328 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.13

Zattere (gommoni) di salvataggio rigidi

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/21,

Reg. III/26,

Reg. III/31,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, IV,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8,

Circ. MSC 811 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO,

Circ. MSC 1006 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.14

Zattere (gommoni) di salvataggio autoraddrizzanti

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/26,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, IV,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8,

Circ. 809 MSC dell'IMO,

Circ. MSC 811 dell'IMO,

Circ. MSC.1 1328 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

E per intervalli più lunghi tra una manutenzione e l'altra

Circ. MSC.1 1328 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.15

Zattere (gommoni) di salvataggio di tipo reversibile muniti di tenda

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/26,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, IV,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8,

Circ. 809 MSC dell'IMO,

Circ. MSC 811 dell'IMO,

Circ. MSC.1 1328 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

E per intervalli più lunghi tra una manutenzione e l'altra:

Circ. MSC.1 1328 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.16

Dispositivi per il libero galleggiamento delle zattere di salvataggio (sganci idrostatici)

Reg. Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/13,

Reg. III/26,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, IV,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8,

Circ. MSC 811 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.17

Imbarcazioni di salvataggio:

a)

Ammaino di imbarcazioni di salvataggio con gru:

parzialmente ermetiche

totalmente ermetiche.

b)

imbarcazioni di salvataggio a caduta libera.

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/21,

Reg. III/31,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, IV,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8,

Circ. MSC.1 1423 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO,

Circ. MSC 1006 dell'IMO.

B + D

B + F

G

A.1/1.18

Imbarcazioni di soccorso rigide

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/21,

Reg. III/31,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, V,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO,

Circ. MSC 1006 dell'IMO.

B + D

B + F

G

A.1/1.19

Imbarcazioni di soccorso gonfiabili

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/21,

Reg. III/31,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, V,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO,

ISO 15372 (2000).

B + D

B + F

G

A.1/1.20

Imbarcazioni di soccorso veloci:

a)

gonfiabili

b)

rigide

c)

rigide-gonfiabili

Reg. III/4.

Reg. III/26,

Reg. III/34,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, V,

Circ. 1016 MSC dell'IMO,

Circ. MSC 1094 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO,

Circ. 1006 MSC dell'IMO,

ISO 15372 (2000).

B + D

B + F

G

A.1/1.21

Dispositivi di ammaino con tiranti (gru)

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/23,

Reg. III/33,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, VI,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

G

A.1/1.22

Dispositivi di ammaino a libero galleggiamento per imbarcazioni di salvataggio

Trasferito nell'allegato A.2/1.3

A.1/1.23

Dispositivi di ammaino per imbarcazioni di salvataggio a caduta libera

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/16,

Reg. III/23,

Reg. III/33,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, VI,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

G

A.1/1.24

Dispositivi per l'ammaino di zattere (gommoni) di salvataggio

(gru)

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/12,

Reg. III/16,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, VI,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

G

A.1/1.25

Dispositivi di ammaino per imbarcazioni di soccorso veloci

(gru)

Reg. III/4.

Reg. III/26,

Reg. III/34,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, VI.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

G

A.1/1.26

Meccanismo di sgancio per:

a)

imbarcazioni di salvataggio e imbarcazioni di soccorso con uno o più tiranti

b)

zattere (gommoni) di salvataggio con uno o più tiranti

c)

Imbarcazioni di salvataggio a caduta libera

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/16,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, IV, VI,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8,

Circ. MSC 1 1419 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.27

Sistemi marittimi di evacuazione

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/15,

Reg. III/26,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, VI,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + F

G

A.1/1.28

Mezzi di soccorso

Reg. III/4.

Reg. III/26,

Reg. III/34,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, VI.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO,

Circ. MSC 810 dell'IMO.

B + D

B + F

A.1/1.29

Scale per discesa nelle imbarcazioni di salvataggio

Reg. III/4,

Reg. III/11,

Reg. X/3.

Reg. III/11,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994),

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA),

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000),

Circ. MSC.1 1285 dell'IMO.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO,

ISO 5489 (2008).

B + D

B + F

A.1/1.30

Materiali catarifrangenti

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. A 658 (16) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.31

Radiotelefono in VHF (ricetrasmittente) per imbarcazioni di salvataggio

Trasferito nell'allegato A.1/5.17 e A.1/5.18.

A.1/1.32

Trasponditore SAR 9 GHz (SART)

Trasferito nell'allegato A.1/4.18.

A.1/1.33

Riflettori radar per imbarcazioni di salvataggio e imbarcazioni di soccorso

(passivi)

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/34,

Ris. A.384(X) dell'IMO,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, IV, V,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8,

Ris. MSC 164 (78) dell'IMO.

EN ISO 8729 (1998),

EN 60945 (2002) incl. IEC 60945 Corrigendum 1 (2008),

oppure

EN ISO 8729 (1998),

IEC 60945 (2002) incl. IEC 60945 Corrigendum 1 (2008),

oppure

ISO 8729-1 (2010),

EN 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008),

oppure

ISO 8729-1 (2010),

IEC 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008).

B + D

B + E

B + F

A.1/1.34

Bussola per imbarcazioni di salvataggio e imbarcazioni di soccorso

Trasferito nell'allegato A.1/4.23.

A.1/1.35

Estintori portatili per imbarcazioni di salvataggio e imbarcazioni di soccorso

Trasferito nell'allegato A.1/3.38.

A.1/1.36

Motore per la propulsione di imbarcazioni di soccorso

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/34,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) IV, V.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.37

Motore per la propulsione di imbarcazioni di soccorso — motore fuoribordo

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/34,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) V.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.38

Proiettori destinati a imbarcazioni di salvataggio e imbarcazioni di soccorso

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, IV, V,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/1.39

Zattere (gommoni) di salvataggio aperti reversibili

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8, allegato 10,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8, allegato 11,

Circ. MSC.1 1328 dell'IMO.

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) allegato 10,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) allegato 11.

E per intervalli più lunghi tra una manutenzione e l'altra:

Circ. MSC.1 1328 dell'IMO.

B + D

B + F

A.1/1.40

Congegni meccanici per l'imbarco del pilota

Trasferito nell'allegato A.1/4.48.

A.1/1.41

Verricelli per imbarcazioni di salvataggio e imbarcazioni di soccorso

a)

Ammaino di imbarcazioni di salvataggio con gru:

b)

imbarcazioni di salvataggio a caduta libera,

c)

zattere (gommoni) di salvataggio

d)

imbarcazioni di soccorso veloci

e)

battelli di emergenza veloci

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/16,

Reg. III/17,

Reg. III/23,

Reg. III/24,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, VI,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

G

A.1/1.42

Scala per pilota

Trasferito nell'allegato A.1/4.49.

A.1/1.43

Imbarcazioni di soccorso rigide/gonfiabili

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/21,

Reg. III/31,

Reg. III/34,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, V,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

Ris. MSC 81 (70) dell'IMO,

Circ. 1006 MSC dell'IMO,

ISO 15372 (2000),

B + D

B + F

G

2.   Prevenzione dell'inquinamento marino

N.

Denominazione

Regola MARPOL 73/78 modificata (qualora sia richiesta l'omologazione

Regole della convenzione MARPOL 73/78 modificate, nonché risoluzioni e circolari IMO pertinenti

Norme di prova

Moduli per la valutazione della conformità

1

2

3

4

5

6

A.1/2.1

Apparecchiatura per il filtraggio (qualora il tenore di olio minerale dell'effluente non sia superiore a 15 p.p.m.)

Allegato I, reg. 14.

Allegato I, reg. 14,

Circ. MEPC.1 (643) dell'IMO.

Ris. MEPC.107(49) dell'IMO,

Circ. MEPC.1 (643) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/2.2

Rilevatori di interfaccia olio minerale/acqua

Allegato I, reg. 32.

Allegato I, reg. 32.

Ris. MEPC 5 (XIII) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/2.3

Misuratori del tenore di olio minerale

Allegato I, reg. 14.

Allegato I, reg. 14,

Circ. MEPC.1 (643) dell'IMO.

Ris. MEPC.107(49) dell'IMO,

Circ. MEPC.1 (643) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/2.4

Unità di trattamento destinate ad essere collegate ai separatori di acque oleose (qualora il tenore di olio minerale dei reflui non sia superiore a 15 p.p.m.)

Lasciato vuoto deliberatamente.

A.1/2.5

Sistema di monitoraggio e controllo degli scarichi di oli minerali delle petroliere

Allegato I, reg. 31,

Circ. MEPC.1 761 dell'IMO, rev.1.

Allegato I, reg. 31.

Ris. MEPC 108 (49) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/2.6

Sistemi di trattamento dei reflui

Allegato IV, reg. 9.

Allegato IV, reg. 9.

Fino al 31 dicembre 2015:

Ris. MEPC 159 (55) dell'IMO.

A partire dal 1o gennaio 2016:

Ris. MEPC 227 (64) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/2.7

Inceneritori di bordo

Allegato VI, reg. 16.

Allegato VI, reg. 16,

Circ. MEPC.1 793 dell'IMO.

Ris. MEPC 76 (40) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

G

A.1/2.8

Analizzatori di Nox destinati ad essere utilizzati a bordo, ai sensi del Codice tecnico Nox 2008

Ris. MEPC.176(58) dell'IMO (Allegato VI riveduto MARPOL, reg. 13)

Ris. MEPC.176 (58) dell'IMO (Allegato VI riveduto MARPOL, reg. 13),

Ris. MEPC 177 (58) dell'IMO — (Codice tecnico NOx 2008),

Ris. MEPC 198 (62) dell'IMO,

Circ. MEPC.1 (638) dell'IMO.

Ris. MEPC 177 (58) dell'IMO — (Codice tecnico NOx 2008).

B + D

B + E

B + F

G

A.1/2.9

Apparecchiature che utilizzano altri sistemi tecnici per la limitazione delle emissioni di SOx

Trasferito nell'allegato A.2/2.4

A.1/2.10

Sistemi di depurazione dei gas di scarico a bordo

Ris. MEPC.176 (58) dell'IMO (Allegato VI riveduto MARPOL, reg. 4)

Ris. MEPC 184 (59) dell'IMO.

Ris. MEPC.176 (58) dell'IMO — (Allegato VI riveduto MARPOL, reg. 4)

Ris. MEPC 184 (59) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

G

3.   Protezione antincendio

N.

Denominazione

Regola SOLAS 74 modificata (qualora sia richiesta l'omologazione)

Regole della convenzione SOLAS 74 modificate, nonché risoluzioni e circolari IMO pertinenti

Norme di prova

Moduli per la valutazione della conformità

1

2

3

4

5

6

A.1/3.1

Sottofondo di rivestimento dei ponti

Reg. II-2/4,

Reg. II-2/6,

Reg. X/3.

Reg. II-2/4,

Reg. II-2/6,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO -(Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.2

Estintori portatili

Reg. II-2/10,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 4.

Reg. II-2/4,

Reg. II-2/10,

Reg. II-2/18,

Reg. II-2/19,

Reg. II-2/20,

Ris. A 951 (23) dell'IMO,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 4,

Circ. 1239 MSC dell'IMO,

Circ. MSC 1275 dell'IMO.

EN 3-7 (2004) incl. A.1 (2007),

EN 3-8 (2006) incl. AC (2007),

EN 3-9 (2006) incl. AC (2007),

EN ISO 3-10 (2009).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.3

Equipaggiamento da vigile del fuoco: indumenti di protezione (tuta di avvicinamento al fuoco)

Reg. II-2/10,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3.

Indumenti di protezione per estinzione incendi:

EN 469 (2005) incl. A.1 (2006) e AC (2006).

Indumenti di protezione per estinzione incendi — indumenti rifrangenti per interventi antincendio specializzati:

EN 1486 (2007).

Indumenti di protezione per estinzione incendi — indumenti di protezione con una superficie esterna rifrangente:

ISO 15538 (2001) Livello 2.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.4

Equipaggiamento da vigile del fuoco: stivali

Reg. II-2/10,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3.

EN 15090 (2012).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.5

Equipaggiamento da vigile del fuoco: guanti

Reg. II-2/10,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3.

EN 659 (2003) incl. A.1 (2008) e AC (2009).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.6

Equipaggiamento da vigile del fuoco: casco

Reg. II-2/10,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3.

EN 443 (2008).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.7

Autorespiratore ad aria compressa

Nota: negli incidenti che coinvolgono merci pericolose è necessario utilizzare una maschera a pressione positiva.

Reg. II-2/10,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3.

E quando l'apparecchio viene utilizzato in incidenti con merci:

Ris. MSC 4 (48) dell'IMO (Codice IBC) 14,

Ris. MSC 5 (48) dell'IMO — (Codice IGC) 14.

EN 136 (1998) incl. AC (2003),

EN 137 (2006).

E quando l'apparecchio viene utilizzato in incidenti che coinvolgono merci:

ISO 23269-3 (2011).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.8

Respiratori ad aria compressa

Reg. X/3.

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7.

Nota: questo equipaggiamento è previsto solo per le unità veloci costruite a norma delle disposizioni del Codice HSC del 1994.

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7.

EN 14593-1 (2005).

EN 14593-2 (2005) incl. AC (2005),

EN 14594 (2005) incl. AC (2005).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.9

Componenti dei sistemi a sprinkler per alloggi, spazi di servizio e sale comandi equivalenti a quelli di cui al regolamento II-2/12 di SOLAS 74 (limitato agli ugelli e al loro funzionamento).

(Gli ugelli per sistemi sprinkler fissi, per unità veloci (HSC) sono inseriti in questa voce)

Reg. II-2/7,

Reg. II-2/10,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 8.

Reg. II-2/7,

Reg. II-2/9,

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 44 (65) dell'IMO,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 8,

Circ. MSC 912 dell'IMO.

Ris. A 800 (19) dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.10

Ugelli spruzzatori per impianti fissi antincendio a spruzzo d'acqua in pressione costante per sale macchine e sale pompe di carico

Reg. II-2/10,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 7.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 7,

Circ. MSC.1 1313 dell'IMO.

Circ. MSC 1165 dell'IMO, appendice A.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.11

Divisioni di classe “A” e “B”, resistenza al fuoco

a)

Divisioni di classe “A”,

b)

Divisioni di classe “B”.

Classe “A”:

Reg. II-2/3.2.

Classe “B”:

Reg. II-2/3.4.

Reg. II-2/9 e

Classe “A”:

Reg. II-2/3.2,

Circ. MSC 1120 dell'IMO,

Circ. MSC.1 1434 dell'IMO.

Classe “B”:

Reg. II-2/3.4.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

Circ. MSC.1 1435 dell'IMO (quest'ultima solo per le divisioni di classe “A”)

B + D

B + E

B + F

A.1/3.12

Dispositivi per impedire il passaggio delle fiamme nelle cisterne di carico delle petroliere

Reg. II-2/4,

Reg. II-2/16.

Reg. II-2/4,

Reg. II-2/16.

EN ISO 16852 (2010),

ISO 15364 (2007),

Circ. MSC 677 dell'IMO.

Dispositivi diversi dalle valvole:

 

B + D

 

B + E

 

B + F

Valvole:

B + F

A.1/3.13

Materiali non combustibili

Reg. II-2/3,

Reg. X/3.

Reg. II-2/3,

Reg. II-2/5,

Reg. II-2/9,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.14

Materiali diversi dall'acciaio per tubi che attraversano paratie di classe “A” o “B”

Voce inclusa in A.1/3.26 e A.1/3.27

A.1/3.15

Materiali diversi dall'acciaio per tubature che trasportano oli minerali o oli combustibili

a)

tubature e raccordi in plastica

b)

valvole,

c)

assemblaggi di tubature flessibili e compensatori,

d)

componenti di tubature metalliche con elementi elastici di tenuta in elastomero.

Reg. II-2/4,

Reg. X/3.

Reg. II-2/4,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7, 10,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7, 10,

Circ. MSC 1120 dell'IMO.

Tubature e raccordi:

Ris. A 753 (18) dell'IMO,

IMO Res. MSC.307(88)-(2010 FTP Code).

Valvole:

EN ISO 10497 (2010).

Assemblaggi di tubature flessibili:

EN ISO 15540 (2001)

EN ISO 15541 (2001).

Componenti di tubature metalliche con elementi elastici di tenuta in elastomero.

ISO 19921 (2005),

ISO 19922 (2005).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.16

Porte tagliafuoco

Reg. II-2/9.

Reg. II-2/9.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

Circ. MSC.1 1319 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.17

Componenti dei sistemi di comando delle porte tagliafuoco

Nota: quando viene usato il termine “componenti dei sistemi” nella colonna 2 è possibile che sia necessario testare un singolo componente, un gruppo di componenti o un intero sistema, per assicurarsi che i requisiti internazionali siano rispettati.

Reg. II-2/9,

Reg. X/3.

Reg. II-2/9,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.18

Materiali di copertura e rivestimenti per pavimenti a limitata capacità di propagazione della fiamma:

a)

tranciati decorativi

b)

sistemi di pitturazione,

c)

rivestimenti per pavimenti,

d)

rivestimenti per la coibentazione di tubature,

e)

adesivi utilizzati nella costruzione delle paratie di classe “A”, “B” e “C”.

f)

membrana di condotte combustibili.

Reg. II-2/3,

Reg. II-2/5,

Reg. II-2/6 per a), b) e c),

Reg. II-2/9 per e) e f),

Reg. X/3.

Reg. II-2/3,

Reg. II-2/5,

Reg. II-2/6,

Reg. II-2/9,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Circ. MSC 1120 dell'IMO.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.19

Tende, tendine e altri articoli tessili sospesi

Reg. II-2/3,

Reg. II-2/9,

Reg. X/3.

Reg. II-2/3,

Reg. II-2/9,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010),

Circ. MSC.1 1456 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.20

Mobili imbottiti

Reg. II-2/3,

Reg. II-2/5,

Reg. II-2/9,

Reg. X/3.

Reg. II-2/3,

Reg. II-2/5,

Reg. II-2/9,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.21

Componenti per letti

Reg. II-2/3,

Reg. II-2/9,

Reg. X/3.

Reg. II-2/3,

Reg. II-2/9,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.22

Serrande taglia fuoco

Reg. II-2/9.

Reg. II-2/9.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.23

Condotte non combustibili che attraversano le paratie di classe “A”

Trasferito nell'allegato A.1/3.26.

A.1/3.24

Guaine per cavi elettrici che attraversano paratie di classe “A”

Trasferito nell'allegato A.1/3.26(a).

A.1/3.25

Finestre e portellini tagliafuoco di classe “A” e “B”

Reg. II-2/9.

Reg. II-2/9,

Circ. MSC 1120 dell'IMO.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.26

Aperture nelle paratie di classe “A” per il passaggio di

a)

guaine per cavi elettrici,

b)

tubature, condotte, ecc.

Reg. II-2/9.

Reg. II-2/9,

Circ. MSC.1 1276 dell'IMO (si applica solo a b)).

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.27

Aperture nelle paratie di classe “B” per il passaggio di

a)

guaine per cavi elettrici,

b)

tubature, condotte, ecc.

Reg. II-2/9.

Reg. II-2/9.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.28

Sistemi sprinkler (limitati alle testine sprinkler)

(Gli ugelli per sistemi sprinkler fissi, per unità veloci (HSC) sono inseriti in questa voce)

Reg. II-2/7,

Reg. II-2/10,

Reg. X/3.

Reg. II-2/7,

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7

Ris. MSC 44 (65) dell'IMO,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 8,

Circ. MSC 912 dell'IMO.

ISO 6182-1 (2014),

oppure

EN 12259-1 (1999) incl. A.1 (2001), A.2 (2004) e A.3 (2006).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.29

Manichette da incendio con diametro ≤ 52 mm

Reg. II-2/10,

Reg. X/3.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

EN 14540 (2004) incl. A.1 (2007).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.30

Apparecchiatura portatile per l'analisi dell'ossigeno e il rilevamento del gas

Reg. II-2/4,

Reg. VI/3.

Reg. II-2/4,

Reg. VI/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 15.

EN 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008) o IEC 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008),

IEC 60092-504 (2001) incl. Corrigendum 1 IEC 60092-504 (2011),

IEC 60533 (1999),

ed eventualmente:

a)

Categoria 1: (area sicura)

EN 50104 (2010)

EN 60079-29-1 (2007).

b)

Categoria 2: (atmosfere esplosive con presenza di gas)

EN 50104 (2010),

EN 60079-29-1 (2007),

EN 60079-0 (2012) incl. A11:2013,

EN 60079-1 (2007) incl. Corrigendum 1 IEC 60079-1 (2008),

EN 60079-10-1 (2009),

EN 60079-11 (2012),

EN 60079-15 (2010),

EN 60079-26 (2007).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.31

Ugelli per sistemi sprinkler fissi, per unità veloci (HSC)

Voce soppressa in quanto figura già in A.1/3.9 e A.1/3.28.

A.1/3.32

Materiali resistenti al fuoco (ad eccezione dei mobili) per unità veloci (HSC)

Reg. X/3.

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Circ. MSC.1 1457 dell'IMO.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.33

Materiali resistenti al fuoco per mobili per unità veloci (HSC)

Reg. X/3.

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.34

Paratie resistenti al fuoco per unità veloci (HSC)

Reg. X/3.

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Circ. MSC.1 1457 dell'IMO.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.35

Porte taglia fuoco su unità veloci (HSC)

Reg. X/3.

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.36

Serrande taglia fuoco per unità veloci (HSC)

Reg. X/3.

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.37

Aperture nelle paratie resistenti al fuoco su unità veloci (HSC) per il passaggio di:

a)

guaine per cavi elettrici,

b)

tubature, condotte, ecc.

Reg. X/3.

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.38

Estintori portatili per imbarcazioni di salvataggio e imbarcazioni di soccorso

Reg. III/4,

Reg. X/3.

Reg. III/34,

Ris. A 951 (23) dell'IMO,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 8,

Ris. MSC 48 (66) dell'IMO — (Codice LSA) I, IV, V,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 8.

EN 3-7 (2004) incl. A.1 (2007),

EN 3-8 (2006) incl. AC (2007),

EN 3-9 (2006) incl. AC (2007),

EN ISO 3-10 (2009).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.39

Ugelli spruzzatori per dispositivi equivalenti di estinzione incendio a vaporizzazione d'acqua per sale macchine e sale pompe di carico

Reg. II-2/10,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 7.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 7,

Circ. MSC.1 1313 dell'IMO,

Circ. MSC.1 1458 dell'IMO.

Circ. MSC 1165 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.40

Impianti di illuminazione d'emergenza per l'evacuazione (solo componenti)

Reg. II-2/13,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 11.

Reg. II-2/13,

Ris. A 752 (18) dell'IMO,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 11.

Ris. A 752 (18) dell'IMO,

oppure

ISO 15370 (2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.41

Respiratori per evacuazioni di emergenza (EEBD)

Reg. II-2/13.

Reg. II-2/13,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3,

Circ. MSC 849 dell'IMO.

ISO 23269-1 (2008), e in alternativa:

Per autorespiratore ad aria compressa a circuito aperto a pieno facciale (maschera panoramica) o boccaglio completo per la fuga:

EN 402 (2003).

Per autorespiratore ad aria compressa a circuito aperto con cappuccio per la fuga:

EN 1146 (2005).

Per autorespiratore ad aria compressa a circuito chiuso:

EN 13794 (2002).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.42

Componenti di impianti a gas inerte

Reg. II-2/4.

Reg. II-2/4,

Ris. A 567 (14) dell'IMO,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 15,

Circ. 353 MSC dell'IMO,

Circ. 485 MSC dell'IMO,

Circ. 731 MSC dell'IMO,

Circ. MSC 1120 dell'IMO.

Circ. MSC 353 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

G

A.1/3.43

Ugelli degli impianti antincendio per friggitrici (automatici o manuali)

Reg. II-2/1,

Reg. II-2/10,

Reg. X/3.

Reg. II-2/1,

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Circ. MSC.1 1433 dell'IMO.

ISO 15371 (2009).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.44

Equipaggiamento da vigile del fuoco-cavo di sicurezza

Reg. II-2/10,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3.

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 3,

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.45

Impianti fissi equivalenti di estinzione incendi a estinguente gassoso (estinguente, valvole di intercettazione e boccalini) per sale macchine e sale pompe di carico

Reg. II-2/10,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 5.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 5,

Circ. 848 MSC dell'IMO,

Circ. MSC.1 1313 dell'IMO,

Circ. MSC.1 1316 dell'IMO.

Circ. 848 MSC dell'IMO,

Circ. MSC.1 1316 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.46

Impianti fissi equivalenti di estinzione incendi a estinguente gassoso per sale macchine (sistemi aerosol)

Reg. II-2/10,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 5.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 5,

Circ. MSC.1 1270 dell'IMO ivi compresa la Corrigendum 1,

Circ. MSC.1 1313 dell'IMO.

Circ. MSC.1 1270 dell'IMO incl. Corrigendum 1.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.47

Concentrato per impianti fissi di estinzione incendi a estinguente schiumogeno ad alta espansione per sale macchine e sale pompe di carico

Nota: gli impianti fissi o ad aria interna di estinzione incendi a estinguente schiumogeno ad alta espansione (inclusi i sistemi che utilizzano per il loro funzionamento l'aria interna dei loro alloggiamenti) per sale macchine e sale pompe di carico devono essere collaudati utilizzando il concentrato specificamente approvato dalle autorità.

Reg. II-2/10.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 6.

Circ. MSC 670 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.48

Componenti per impianti fissi ad acqua di estinzione incendi locali per sale macchine di categoria “A”

(boccalini e prove di funzionamento).

Reg. II-2/10,

Reg. X/3.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Circ. MSC.1 1387 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.49

Impianti fissi antincendio a base d'acqua in pressione costante per stive ro-ro, ponti auto e speciali categorie di locali.

a)

Sistemi basati su prescrizioni a norma della circolare 1430, punto 4:

b)

Sistemi basati su prestazioni a norma della circolare 1430, punto 5.

Reg. II-2/19,

Reg. II-2/20,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98(73) dell'IMO — (Codice FSS) 7.

Reg. II-2/19,

Reg. II-2/20,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Ris. MSC 98(73) — (Codice FSS) 7.

Circ. MSC.1 1430 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.50

Indumenti di protezione resistenti all'azione degli agenti chimici

Trasferito nell'allegato A.2/3.9

A.1/3.51

Componenti di sistemi fissi di rilevazione e segnalazione d'incendio per stazioni di comando, locali di servizio, locali di alloggio, balconi delle cabine, sale macchine e locali macchine non presidiati

a)

Attrezzature di controllo e indicazione

b)

Attrezzature per l'alimentazione elettrica

c)

Rilevatori di calore; rilevatori di punti

d)

Rilevatori di fumo — rilevatori che utilizzano luce diffusa, luce trasmessa o ionizzazione

e)

Rilevatori di fiamma — rilevatori

f)

Punti di chiamata manuale

g)

Isolatori di corto circuito

h)

Dispositivi di entrata/uscita

i)

Cavi

Reg. II-2/7,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 9.

Reg. II-2/7,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 9,

Circ. MSC.1 1242 dell'IMO.

Attrezzature di controllo e indicazione. Installazioni elettriche sulle navi:

EN 54-2 (1997) incl. AC (1999) e A.1(2006).

Attrezzature per l'alimentazione elettrica:

EN 54-4 (1997), incl. AC(1999), A1(2002) e A2(2006).

Rilevatori di calore; rilevatori di punti:

EN 54-5 (2000), incl. A.1 (2002).

Rilevatori di fumo — rilevatori che utilizzano luce diffusa, luce trasmessa o ionizzazione:

EN 54-7 (2000) incl. A.1(2002) e A2(2006).

Rilevatori di fiamma — rilevatori:

EN 54-10 (2002), incl. A.1 (2005).

Punti di chiamata manuale:

EN 54-11 (2001), incl. A.1 (2005).

Isolatori di corto circuito:

EN 54-17 (2007) incl. AC (2007).

Dispositivi di entrata/uscita:

EN 54-18 (2005) incl. AC (2007).

Cavi:

EN 60332-1-2 (2004),

IEC 60092-376 (2003).

E, se del caso, impianti elettrici ed elettronici nelle navi:

IEC 60092-504 (2001) incl. IEC 60092-504 Corrigendum 1 (2011),

IEC 60533 (1999).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.52

Estintori carrellati

Reg. II-2/10,

Reg. X/3.

Reg. II-2/4,

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

EN 1866-1 (2007).

EN 1866-3 (2013),

oppure

ISO 11601 (2008).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.53

Dispositivi di allarme antincendio-suonerie

Reg. II-2/7,

Reg. X/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 9.

Reg. II-2/7,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 9,

Circ. MSC.1 1242 dell'IMO.

Suonerie

EN 54-3 (2001), incl. A.1(2002) e A.2(2006),

IEC 60092-504 (2001) incl. Corrigendum 1 IEC 60092-504 (2011),

IEC 60533 (1999).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.54

Apparecchiature fisse per l'analisi dell'ossigeno e il rilevamento di gas

Reg. II-2/4,

Reg. VI/3. Ris.

Reg. II-2/4,

Reg. VI/3,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 15.

Per sistemi combinati 02/HC anche:

Circ. MSC.1 1370 dell'IMO.

IEC 60092-504 (2001) incl. Corrigendum 1 IEC 60092-504 (2011),

IEC 60533 (1999),

ed eventualmente:

a)

Categoria 4: (area sicura)

EN 50104 (2010).

b)

Categoria 3: (atmosfere gassose esplosive)

EN 50104 (2010).

EN 60079-0 (2012) incl. A11:2013,

EN 60079-29-1 (2007).

Per sistemi combinati 02/HC anche:

Circ. MSC.1 1370 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.55

Boccalini a doppio uso

(tipo a getto/ a spruzzo)

Reg. II-2/10,

Reg. X/3.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

Lance antincendio manuali — lance combinate PN 16:

EN 15182-1 (2007) incl. A.1 (2009),

EN 15182-2 (2007), incl. A.1 (2009).

Lance antincendio manuali — con portate e angolo di erogazione variabili e/o a getto pieno e/o diffuso con angolo di erogazione fisso PN 16:

EN 15182-1 (2007) incl. A.1 (2009).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.56

Manichette (a naspo)

Reg. II-2/10,

Reg. X/3.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 7,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 7.

EN 671-1 (2012)

B + D

B + E

B + F

A.1/3.57

Componenti di impianti di estinzione incendi a estinguente schiumogeno ad espansione media — impianti fissi per il ponte di navi cisterna

Reg. II-2/10.

Reg. II-2/10.8.1,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 14,

Circ. MSC.1 1239 dell'IMO.

Circ. MSC.1 1276 dell'IMO.

Circ. MSC 798 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.58

Componenti di impianti fissi di estinzione incendi a estinguente schiumogeno a bassa espansione per sale macchine e protezione dei ponti delle navi cisterna

Reg. II-2/10.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 6, 14,

Circ. MSC.1 1239 dell'IMO.

Circ. MSC.1 1276 dell'IMO.

Circ. MSC.1 1312 dell'IMO,

Circ. MSC.1 1312 dell'IMO /Corrigendum 1.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.59

Schiuma ad espansione per impianti fissi di estinzione incendi a estinguente schiumogeno per navi chimichiere.

Reg. II-2/1,

Ris. MSC 4 (48) dell'IMO — (codice IBC) 11.

Ris. MSC 4 (48) dell'IMO (Codice IBC) 11,

Circ. MSC 553 dell'IMO.

Circ. MSC.1 1312 dell'IMO,

Circ. MSC.1 1312 dell'IMO /Corrigendum 1.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.60

Ugelli spruzzatori per impianti fissi antincendio a spruzzo d'acqua in pressione costante per i balconi delle cabine

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 7.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 7,

Circ. MSC.1 1313 dell'IMO.

Circ. MSC.1 1268 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.61

a)

Impianti ad aria interna a estinguente schiumogeno ad alta espansione per la protezione di sale macchine, sale pompe di carico, ponti per veicoli e spazi ro ro, speciali categoria di locali e stive.

b)

Impianti ad aria esterna a estinguente schiumogeno ad alta espansione per la protezione di sale macchine, sale pompe di carico, ponti per veicoli e spazi ro ro, speciali categorie di locali e stive.

Nota: gli impianti ad aria interna/esterna a estinguente schiumogeno ad alta espansione per la protezione di sale macchine, sale pompe di carico, ponti per veicoli e spazi ro ro, speciali categorie di locali e stive devono essere collaudati utilizzando il concentrato specificamente approvato dalle autorità.

Reg. II-2/10.

Reg. II-2/10,

Ris. MSC.98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 6.

Circ. MSC.1 1384 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.62

Sistemi di estinzione a polvere chimica secca

Reg. II-2/1.

Reg. II-2/1,

Ris. MSC.5 (48) dell'IMO — (Codice IGC) 11.

Circ. MSC.1 1315 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.63

Componenti di sistemi di rilevamento del fumo ad estrazione di campioni

Reg. II-2/7,

Reg. II-2/19,

Reg. II-2/20.

Reg. II-2/7,

Reg. II-2/19,

Reg. II-2/20,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 10.

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 10,

e per:

 

Attrezzature di controllo e indicazione. Installazioni elettriche sulle navi:

EN 54-2 (1997) incl. AC (1999) e A.1(2006).

 

Attrezzature per l'alimentazione elettrica:

EN 54-4 (1997), incl. AC(1999), A1(2002) e A2(2006).

 

Rilevatori di fumo:

EN 54-20 (2006) incl. AC (2008).

 

Ove previsto, installazioni elettriche ed elettroniche sulle navi:

IEC 60092-504 (2001) incl. Corrigendum 1 IEC 60092-504 (2011),

IEC 60533 (1999).

 

E, se del caso, per atmosfere esplosive:

EN 60079-0 (2012) incl. A11:2013.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.64

Paratie di classe C

Reg. II-2/3.

Reg. II-2/3,

Reg. II-2/9.

Ris. MSC 307 (88) dell'IMO — (Codice FTP del 2010).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.65

Sistemi fissi per la rilevazione di gas e idrocarburi

Reg. II-2/4.

Reg. II-2/4,

Ris. MSC 98 (73) dell'IMO — (Codice FSS) 16,

Circ. MSC.1 1370 dell'IMO.

Circ. MSC.1 1370 dell'IMO,

EN 60079-0 (2012) incl. A11:2013,

EN 60079-29-1 (2007),

IEC 60092-504 (2001) incl. Corrigendum 1 IEC 60092-504 (2011),

IEC 60533 (1999).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.66

Sistemi guida di evacuazione utilizzati come alternativa a impianti di illuminazione d'emergenza per l'evacuazione.

Reg. II-2/13.

Reg. II-2/13,

Circ. MSC.1 1168 dell'IMO.

Circ. MSC.1 1168 dell'IMO.

B + D

B + E

B + F

A.1/3.67

Cfr. nota b) del presente allegato A.1

Impianti antincendio schiumogeni per elicotteri

Reg. II-2/18.

Reg. II-2/18,

Circ. MSC.1 1431 dell'IMO.

EN 13565-1 (2003) incl. A1 (2007).

B + D

B + E

B + F

A.1/3.68

Ex A.2/3.22

Componenti degli impianti fissi antincendio per condotte di estrazione delle cucine di bordo

Reg. II-2/9.

Reg. II-2/9.

ISO 15371(2009)

B + D

B + E

B + F

4.   Apparecchiature di navigazione

Note applicabili alla sezione 4: “Apparecchiature di navigazione”.

Colonna 4: Le apparecchiature di navigazione devono essere conformi, a seconda dei casi, alle parti pertinenti della risoluzione A.1021(26) dell'Assemblea dell'IMO “Code on alerts and indicators, 2009” (Codice sugli allarmi e gli indicatori) e della risoluzione MSC.302(87) “Adoption of performance standards for bridge alert management” (Adozione di standard di prestazione per la gestione dell'allarme a ponte).

Colonna 5:

 

La serie IEC 61162 si riferisce alle seguenti norme tecniche di riferimento per la navigazione marittima e sistemi e apparecchiature di radiocomunicazione — Interfacce digitali:

IEC 61162-1 ed4.0 (2010-11) — Parte 1: Sorgente unica e più ricevitori

IEC 61162-2 ed1.0 (1998-09) — Parte 2: Sorgente unica e più ricevitori, trasmissione ad alta velocità

IEC 61162-3 ed1.2 Consol. con am1 ed. 1.0 (2010-11) e am2 ed. 1.0 (2014-07) — Parte 3: Rete strumenti dati seriali

IEC 61162-3 ed1.0 (2008-05) — Parte 3: Rete strumenti dati seriali

IEC 61162-3 am1 ed1.0 (2010-06) Emendamento 1 — Parte 3: Rete strumenti dati seriali

IEC 61162-3-am2 ed1.0 (2014-07) Emendamento 2 — Parte 3: Rete strumenti dati seriali

IEC 61162-450 ed1.0 (2011-06) — Parte 450: Più sorgenti e più ricevitori — Interconnessione ethernet

 

La serie EN 61162 si riferisce alle seguenti norme tecniche di riferimento per la navigazione marittima e sistemi e apparecchiature di radiocomunicazione — Interfacce digitali:

EN 61162-1 (2011) — Parte 1: Sorgente unica e più ricevitori

EN 61162-2 (1998) — Parte 2: Sorgente unica e più ricevitori, trasmissione ad alta velocità

EN 61162-3 (2008) — Parte 3: Rete strumenti dati seriali

EN 61162-3 am1 (2010) Emendamento 1 — Parte 3: Rete strumenti dati seriali

IEC 61162-3-am2 ed1.0 (2014-07) Emendamento 2 — Parte 3: Rete strumenti dati seriali

EN 61162-450 (2011) — Parte 450: Più sorgenti e più ricevitori — Interconnessione ethernet

N.

Denominazione

Regola SOLAS 74 modificata (qualora sia richiesta l'omologazione)

Regole della convenzione SOLAS 74 modificate, nonché risoluzioni e circolari IMO pertinenti, e raccomandazioni dell'UIT, a seconda dei casi

Norme di prova

Moduli per la valutazione della conformità

1

2

3

4

5

6

A.1/4.1

Bussola magnetica

Classe A per navi

Reg. V/18,

Reg. X/3,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC 1994) 13,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC 2000) 13.

Reg. V/19,

Ris. A 382 (X) dell'IMO,

Ris. A 694 (17) dell'IMO),

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC 1994) 13,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC 2000) 13.

ISO 1069 (1973),

ISO 25862 (2009),

EN 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008),

oppure

ISO 1069 (1973),

ISO 25862 (2009),

IEC 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008).

B + D

B + E

B + F

G

A.1/4.2

Sistema di controllo della rotta a trasmissione THD (metodo magnetico)

Reg. V/18,

Reg. V/19,

Reg. X/3,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 13,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 13.

Reg. V/19,

Ris. A 694 (17) dell'IMO,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 13,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 13,

Ris. MSC 116 (73) dell'IMO,

Ris. MSC 191 (79) dell'IMO.

EN 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008),

EN 61162 (serie),

ISO 22090-2 (2014),

IEC 62288 Ed. 2.0 (2014-07),

oppure

IEC 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008),

IEC 61162 (serie).

ISO 22090-2 (2014),

IEC 62288 Ed. 2.0 (2014-07).

B + D

B + E

B + F

G

A.1/4.3

Bussola giroscopica

Reg. V/18.

Reg. V/19,

Ris. A 424 (XI) dell'IMO,

Ris. A 694 (17) dell'IMO,

Ris. MSC 191 (79) dell'IMO.

EN ISO 8728 (1998),

EN 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008),

EN 61162 (serie),

IEC 62288 Ed. 2.0 (2014-07),

oppure

ISO 8728 (1997),

IEC 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008),

IEC 61162 (serie),

IEC 62288 Ed. 2.0 (2014-07).

B + D

B + E

B + F

G

A.1/4.4

Impianto radar

Trasferito negli allegati A.1/4.34, A.1/4.35 e A.1/4.36.

A.1/4.5

Ausilio automatico per tracciamenti (ARPA)

Trasferito nell'allegato A.1/4.34.

A.1/4.6

Ecometro

Reg. V/18,

Reg. X/3,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 13,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 13.

Reg. V/19,

Ris. A 224 (VII) dell'IMO,

Ris. A 694 (17) dell'IMO,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 13,

Ris. MSC 74 (69) dell'IMO allegato 4,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 13,

Ris. MSC 191 (79) dell'IMO.

EN ISO 9875 (2001) incl. Corrigendum tecnico 1 dell'ISO: 2006,

EN 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008),

EN 61162 (serie),

IEC 62288 Ed. 2.0 (2014-07),

oppure

ISO 9875 (2000) incl. Corrigendum tecnico 1 dell'ISO: 2006,

IEC 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008),

IEC 61162 (serie),

IEC 62288 Ed. 2.0 (2014-07).

B + D

B + E

B + F

G

A.1/4.7

Apparecchio indicatore della velocità e della distanza (SDME)

Reg. V/18,

Reg. X/3,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 13,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 13.

Reg. V/19,

Ris. A 694 (17) dell'IMO,

Ris. A 824 (19) dell'IMO,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 13,

Ris. MSC 97 (73) dell'IMO — (Codice HSC del 2000) 13,

Ris. MSC 191 (79) dell'IMO.

EN 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008),

EN 61023 (2007).

EN 61162 (serie),

IEC 62288 Ed. 2.0 (2014-07),

oppure

IEC 60945 (2002) incl. Corrigendum 1 IEC 60945 (2008),

IEC 61023 (2007),

IEC 61162 (serie),

IEC 62288 Ed. 2.0 (2014-07).

B + D

B + E

B + F

G

A.1/4.8

Indicatori dell'angolo del timone, del numero di giri e del passo delle eliche

Trasferito negli allegati A.1/4.20, A.1/4.21 e A.1/4.22.

A.1/4.9

Dispositivo di orientamento

Reg. V/18,

Reg. X/3,

Ris. MSC 36 (63) dell'IMO — (Codice HSC del 1994) 13,