Accept Refuse

EUR-Lex Access to European Union law

This document is an excerpt from the EUR-Lex website

Document 32009D0827

2009/827/CE: Decisione della Commissione, del 13 ottobre 2009 , che autorizza l’immissione sul mercato dei semi di chia ( Salvia hispanica ) in qualità di nuovo ingrediente alimentare a norma del regolamento (CE) n. 258/97 del Parlamento europeo e del Consiglio [notificata con il numero C(2009) 7645]

OJ L 294, 11.11.2009, p. 14–15 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)

In force

ELI: http://data.europa.eu/eli/dec/2009/827/oj

11.11.2009   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

L 294/14


DECISIONE DELLA COMMISSIONE

del 13 ottobre 2009

che autorizza l’immissione sul mercato dei semi di chia (Salvia hispanica) in qualità di nuovo ingrediente alimentare a norma del regolamento (CE) n. 258/97 del Parlamento europeo e del Consiglio

[notificata con il numero C(2009) 7645]

(Il testo in lingua francese è il solo facente fede)

(2009/827/CE)

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea,

visto il regolamento (CE) n. 258/97 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 gennaio 1997 sui nuovi prodotti e i nuovi ingredienti alimentari (1), in particolare l’articolo 7,

considerando quanto segue:

(1)

In data 30 giugno 2003 la società Robert Craig & Sons ha chiesto alle autorità competenti del Regno Unito di poter immettere sul mercato i semi di chia (Salvia hispanica) e i semi di chia macinati come nuovo ingrediente alimentare. Il 7 maggio 2004 l’organismo britannico competente per la valutazione degli alimenti ha pubblicato una relazione di valutazione iniziale. Tale relazione giunge alla conclusione che la chia (Salvia hispanica) non presenta rischi in relazione agli usi proposti negli alimenti.

(2)

Il 14 giugno 2004 la Commissione ha trasmesso a tutti gli Stati membri la relazione di valutazione iniziale.

(3)

Entro il termine di 60 giorni di cui all’articolo 6, paragrafo 4, del regolamento (CE) n. 258/97 sono state presentate, conformemente a tale disposizione, obiezioni motivate riguardo all’immissione sul mercato del prodotto in questione. Il 4 aprile 2005 è stata quindi consultata l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), che ha emesso un parere in data 5 ottobre 2005. Tuttavia, non essendo la richiedente in grado di fornire dati sufficienti, l’EFSA non giungeva nel proprio parere a una conclusione riguardo alla sicurezza, ma era disposta a riesaminare la domanda qualora la richiedente fornisse informazioni supplementari.

(4)

Il 30 settembre 2006 la responsabilità della domanda è stata assegnata alla società Columbus Paradigm Institute SA che ha presentato dati e informazioni supplementari secondo la richiesta dell’EFSA. Il 21 gennaio 2008 è stato quindi richiesto all’EFSA di completare la valutazione dei semi di chia (Salvia hispanica) e dei semi di chia macinati.

(5)

L’EFSA ha emesso un secondo parere sulla sicurezza dei semi di chia (Salvia hispanica) e sui semi di chia macinati come ingrediente alimentare in data 13 marzo 2009.

(6)

In tale parere l’EFSA ha riconosciuto che le informazioni presentate costituivano una prova che consentiva di giungere a una conclusione positiva sui semi di chia e sui semi integrali di chia macinati. L’EFSA è giunta in particolare alla conclusione che è improbabile che l’uso dei semi di chia (Salvia hispanica) e dei semi di chia macinati nei prodotti di panetteria alle condizioni indicate possa produrre effetti negativi sulla salute pubblica.

(7)

Dalla valutazione scientifica risulta che i semi di chia (Salvia hispanica) e i semi di chia macinati soddisfano i criteri di cui all’articolo 3, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 258/97.

(8)

Le misure di cui alla presente decisione sono conformi al parere del comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

I semi di chia (Salvia hispanica) e i semi di chia macinati di cui all’allegato possono essere immessi sul mercato comunitario come nuovo ingrediente alimentare da utilizzare nei prodotti di panetteria con un tenore massimo di semi di chia (Salvia hispanica) del 5 %.

Articolo 2

La denominazione del nuovo ingrediente alimentare, autorizzato dalla presente decisione, sull’etichetta del prodotto alimentare che lo contiene è «semi di chia (Salvia hispanica)».

Articolo 3

La Columbus Paradigm Institute SA, Chaussée de Tervuren 149, B-1410 Waterloo è destinataria della presente decisione.

Fatto a Bruxelles, il 13 ottobre 2009.

Per la Commissione

Androulla VASSILIOU

Membro della Commissione


(1)  GU L 43 del 14.2.1997, pag. 1.


ALLEGATO

CARATTERISTICHE DEI SEMI DI CHIA (SALVIA HISPANICA)

Descrizione

La chia (Salvia hispanica) è una pianta erbacea annuale, estiva, appartenente alla famiglia delle Labiatae.

Dopo il raccolto i semi sono puliti meccanicamente. I fiori, le foglie e altre parti della pianta sono eliminati.

La chia integrale macinata si ottiene passando i semi integrali in un mulino a martelli a velocità variabile.

Composizione dei semi di chia

Sostanza secca

91-96 %

Proteine

20-22 %

Grassi

30-35 %

Carboidrati

25-41 %

Fibra grezza (1)

18-30 %

Ceneri

4-6 %


(1)  Per fibra grezza si intende la parte di cellulosa, pentosani e lignina non digeribili.


Top