3.6.2019   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 187/80


Ricorso proposto l’8 aprile 2019 — SJ/Commissione

(Causa T-701/18)

(2019/C 187/86)

Lingua processuale: l'inglese

Parti

Ricorrente: SJ (rappresentanti: J. MacGuill, Solicitor e E. Martin-Vignerte, lawyer)

Convenuta: Commissione europea

Conclusioni

Il ricorrente chiede che il Tribunale voglia:

annullare il rifiuto della Commissione europea di consentire l’accesso ai documenti ai sensi del regolamento (CE) n. 1049/2001 (1), adottato con decisione confermativa C(2018) 6642 final del 4 ottobre 2018, e notificato al ricorrente l’8 ottobre 2018;

quanto alle spese condannare ciascuna parte alle proprie spese oppure condannare la convenuta alle spese del ricorrente in caso di accoglimento del suo ricorso.

Motivi e principali argomenti

A sostegno del ricorso, il ricorrente deduce due motivi.

1.

Primo motivo, vertente sulla circostanza che basandosi sulla presunzione generale di non divulgazione la convenuta ha spostato completamente l’onere della prova e ha imposto al ricorrente un onere della prova impossibile da soddisfare, in contrasto con la giurisprudenza.

2.

Secondo motivo, vertente su un errore manifesto di valutazione riguardo all’esistenza di un interesse pubblico prevalente, in violazione di principi della giurisprudenza pertinente.


(1)  Regolamento (CE) n. 1049/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 30 maggio 2001, relativo all'accesso del pubblico ai documenti del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione (GU 2001, L 145, pag. 43).