41992X1219(06)

Conclusioni del Consiglio e dei ministri dell'istruzione riuniti in sede di Consiglio, del 27 novembre 1992, sull'educazione alla salute nelle scuole

Gazzetta ufficiale n. C 336 del 19/12/1992 pag. 0008 - 0008


CONCLUSIONI DEL CONSIGLIO E DEI MINISTRI DELL'ISTRUZIONE RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO del 27 novembre 1992 sull'educazione alla salute nelle scuole (92/C 336/07)

1. Il Consiglio e i ministri dell'istruzione riuniti in sede di Consiglio hanno preso conoscenza di una comunicazione presentata dalla Commissione sull'attuazione della risoluzione del Consiglio del 23 novembre 1988 (1) sull'educazione alla salute nelle scuole. Si rallegrano per i positivi sviluppi verificatisi nell'ambito degli Stati membri e a livello della Comunità.

2. Essi hanno preso atto delle conclusioni del Consiglio e dei ministri della sanità riuniti in sede di Consiglio del 13 novembre 1992 in materia di educazione alla salute. Si rallegrano per l'interesse mostrato dai ministri della sanità per la comunicazione della Commissione. Riconoscono che, se l'educazione alla salute nelle scuole è di competenza dei ministri della pubblica istruzione, più ampie politiche nel campo della sanità pubblica sono di competenza dei ministri della sanità.

3. Essi riconoscono che, in base all'esperienza finora acquisita, l'ambiente scolastico offre numerose occasioni per stimolare l'acquisizione di conoscenze e capacità personali, al fine di preparare giovani bene informati capaci di scegliere uno stile di vita sano.

4. Essi approvano pertanto il rilievo che i ministri della sanità hanno dato all'importanza di una stretta cooperazione tra le autorità responsabili della sanità e quelle preposte all'istruzione

- per programmare un'efficace educazione alla salute nelle scuole che rafforzi l'educazione alla salute impartita in altri ambienti e che sia a sua volta rafforzata da quest'ultima, e

- per spiegare ai giovani l'importanza di uno stile di vita sano.

5. I principi generali e le linee d'azione stabilite nella risoluzione del Consiglio e dei ministri della pubblica istruzione del 1988 continuano ad essere pertinenti. Tali linee d'azione dovrebbero essere perseguite e potenziate, tenendo presenti:

- le raccomandazioni contenute nella comunicazione della Commissione, compresa la necessità di agevolare la messa a punto e lo scambio di piani di studio e di materiale didattico;

- la necessità di prestare particolare attenzione all'educazione in materia di abuso di droghe e sicurezza stradale;

- la necessità di rendere ottimale la redditività nell'ambito delle limitazioni di bilancio, a livello sia degli Stati membri che della Comunità.

6. Per quanto concerne le attività a livello comunitario, essi invitano la Commissione a provvedere al completo coordinamento degli aspetti della sua attività di promozione della sanità pubblica ai quali i ministri della pubblica istruzione rivolgono un particolare interesse.

7. Il Consiglio e i ministri della pubblica istruzione riuniti in sede di Consiglio si rallegrano per la cooperazione perseguita dalla Commissione con organismi internazionali come l'Organizzazione mondiale della sanità ed il Consiglio d'Europa. Tale cooperazione dovrebbe proseguire.

8. Essi invitano la Commissione a presentare per la fine del 1995 un'altra relazione in merito all'attuazione della risoluzione del 1988.

(1) GU n. C 3 del 5. 1. 1989.