Glossario delle sintesi

Guida Esporta come PDF Stampa questa pagina 

Presidenza del Consiglio dell'Unione europea

L'articolo 16, paragrafo 9, del trattato sull'Unione europea (TUE) prevede che la presidenza del Consiglio dell'Unione europea nelle sue varie formazioni, escluso il Consiglio «Affari esteri», sia esercitata dai rappresentanti dei paesi dell'Unione europea (UE) in sede di Consiglio secondo un sistema di rotazione paritaria. Il Consiglio ha deciso che sia esercitata da gruppi di tre paesi dell'UE preventivamente definiti. Ciascun membro del gruppo esercita a turno la presidenza per un periodo di sei mesi, in modo da garantire il buon funzionamento dei lavori del Consiglio.

La presidenza del Consiglio «Affari esteri» è esercitata dall’alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza (dal 2014 la sig.ra Federica Mogherini), che rappresenta anche l'Unione europea in questioni relative alla politica estera e di sicurezza comune.

Le responsabilità della presidenza sono:

  • presiedere le riunioni del Coreper e quelle degli altri gruppi di lavoro e comitati del Consiglio;
  • organizzare e dirigere i lavori del Consiglio conformemente al suo regolamento interno.