Glossario delle sintesi

Guida Esporta come PDF Stampa questa pagina 

Unanimità

Il termine «unanimità» indica l'obbligo di raggiungere un consenso fra tutti i paesi dell’Unione europea (UE) riuniti in sede di Consiglio affinché una proposta possa essere adottata.

L'Atto unico europeo, firmato nel 1986, ha modificato il trattato di Roma dando un nuovo slancio all'integrazione europea e al completamento del mercato interno. Ha ridotto il numero di settori per i quali l'unanimità era necessaria per adottare una legislazione.

L'ultima modifica dei trattati, il trattato di Lisbona entrato in vigore nel 2009, ha aumentato il numero di settori in cui si applica il voto a maggioranza qualificata in seno al Consiglio.

Tuttavia, un numero ristretto di politiche considerate sensibili continua ad essere sottoposto al voto all’unanimità, in particolare la fiscalità, la sicurezza sociale o la protezione sociale, l’adesione di nuovi paesi all’UE, la politica estera e di difesa comune e la cooperazione operativa di polizia fra i paesi dell'UE.