Glossario delle sintesi

Guida Esporta come PDF Stampa questa pagina 

Armonizzazione fiscale

Disposizioni specifiche relative alle imposizioni fiscali sono contenute negli articoli da 110 a 113 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE). L'obiettivo principale della politica fiscale dell'Unione europea (UE) è il buon funzionamento del suo mercato unico, vale a dire garantire che le persone e le imprese non siano ostacolate da attività economiche transfrontaliere.

Misure fiscali a livello dell'UE possono inoltre essere adottate a sostegno delle politiche ambientali ed energetiche (articoli 192 e 194, rispettivamente, del TFUE).

La Commissione europea non ritiene che l’armonizzazione transfrontaliera del sistema fiscale dei paesi dell’UE sia necessaria fintanto che l’istituzione e il funzionamento del mercato interno non viene ostacolato: i paesi dovrebbero essere in grado di scegliere quello che considerano essere il sistema più adeguato per loro.

Secondo il principio di sussidiarietà, l’azione a livello dell'UE si rivela necessaria solo nel momento in cui l'azione a livello di singolo paese non produce una soluzione efficace, ma può essere realizzata meglio a livello comunitario.

Le attività di armonizzazione dell'UE si concentrano prevalentemente sulla legislazione in materia di imposte riscosse su beni e servizi (imposte indirette come l'imposta sul valore aggiunto, l’IVA, accise gravanti sui prodotti energetici, sull'elettricità, sull'alcol e sui tabacchi lavorati) piuttosto che le imposte sui redditi o sui profitti (imposte dirette).