Glossario delle sintesi

Guida Esporta come PDF Stampa questa pagina 

Clausola di solidarietà

La clausola di solidarietà, introdotta dall’articolo 222 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea, prevede la possibilità per l’Unione europea (UE) e per i paesi dell’UE:

  • di agire congiuntamente;
  • di prevenire la minaccia terroristica sul territorio di un paese dell’UE;
  • di fornire assistenza a un altro paese dell’UE vittima di una calamità naturale o provocata dall’uomo.

La clausola è stata attuata come previsto a seguito degli attentati terroristici di Madrid nel marzo 2004.

Nel 2014 l’UE ha adottato una decisione che stabilisce le norme e le procedure per l’applicazione della clausola di solidarietà. Tale decisione assicura che tutte le parti interessate a livello nazionale ed europeo collaborino insieme per rispondere rapidamente, in modo efficace e coerente in caso di attacchi terroristici o di catastrofi naturali o provocate dall’uomo.

Il Fondo di solidarietà dell’Unione europea è uno strumento che finanzia operazioni in materia di protezione civile ed è stato creato nel 2002. Secondo le nuove norme adottate nel 2014, le procedure sono state semplificate e i criteri di ammissibilità sono stati chiariti, includendo tra le catastrofi la siccità.