Glossario delle sintesi

Guida Esporta come PDF Stampa questa pagina 

Politica di vicinato

Sviluppata nel 2004, la politica europea di vicinato (PEV) intende stabilire relazioni privilegiate con 16 paesi vicini dell'Unione europea (UE) nel Mediterraneo meridionale e nel Caucaso meridionale che non hanno prospettive di adesione. Fa parte della strategia di sicurezza europea.

La PEV è imperniata sulla promozione della democrazia sostenibile, accompagnata da uno sviluppo economico inclusivo. Si basa sull’interesse reciproco a rispettare valori comuni, segnatamente quelli della democrazia, dello Stato di diritto, dei diritti dell’uomo, del buon governo, i principi di un’economia di mercato e di sviluppo sostenibile.

La politica viene attuata mediante piani d'azione bilaterali della durata di 3-5 anni. Questi piani d’azione fissano un programma di lavoro che riguarda le riforme politiche ed economiche, il ravvicinamento delle legislazioni con la legislazione dell'UE, la partecipazione a certi programmi comunitari e lo sviluppo e il rafforzamento della cooperazione e del dialogo.

La PEV è supportata dallo strumento europeo di vicinato 2014-2020 con una dotazione finanziaria di 15,4 miliardi di euro.