Glossario delle sintesi

Guida Esporta come PDF Stampa questa pagina 

Clausola di difesa reciproca

Il trattato di Lisbona rafforza la solidarietà i paesi dell’UE fra i paesi dell’UE in caso di minacce esterne introducendo una clausola di difesa reciproca secondo l’articolo 42, paragrafo 7, del trattato sull’Unione europea (TUE). Tale clausola prevede che qualora un paese dell’UE subisca un’aggressione armata nel suo territorio, gli altri paesi dell’UE sono tenuti a prestargli aiuto e assistenza con tutti i mezzi in loro possesso, in conformità dell’articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite.

Quest’obbligo di difesa reciproca accomuna tutti i paesi dell’UE, ma non influisce sulla neutralità di alcuni paesi dell’UE né sull’appartenenza dei paesi dell’UE alla NATO.

Questa disposizione è integrata da una clausola di solidarietà secondo l’articolo 222 del trattato sul funzionamento dell’UE (TFUE), che prevede l’obbligo per i paesi dell’UE di agire congiuntamente qualora un paese dell’UE sia oggetto di un attacco terroristico o sia vittima di una calamità naturale o provocata dall’uomo.