Glossario delle sintesi

Guida Esporta come PDF Stampa questa pagina 

Diritti umani

Il termine «diritti fondamentali» è usato in un contesto costituzionale nell’Unione europea (UE) per esprimere il concetto di «diritti umani», che è il termine usato nel diritto internazionale.

Il rispetto dei diritti umani e della dignità dell’uomo è uno dei valori portanti dell’Unione europea. Insieme ai principi di libertà, democrazia, uguaglianza e stato di diritto, esso guida l’azione dell’UE sia all’interno che all’esterno dei suoi confini.

Gli interventi in questo settore si concentrano principalmente su:

  • lotta contro la discriminazione, razzismo e xenofobia;
  • protezione dei gruppi vulnerabili, come i bambini, le donne e le minoranze.

La Carta dei diritti fondamentali riunisce in un unico documento i diritti fondamentali tutelati dall’Unione europea. Si applica alle istituzioni dell’UE, fatto salvo il principio di sussidiarietà, e non può estendere le competenze e i compiti loro attribuiti dai trattati. Si applica anche ai paesi dell’UE quando attuano il diritto dell’Unione.

Sulla base della convenzione del Consiglio d’Europa sui diritti dell’uomo e originariamente proclamata nel 2000, la Carta è diventata giuridicamente vincolante per l’Unione europea con l’entrata in vigore del trattato di Lisbona, nel dicembre 2009.