Glossario delle sintesi

Guida Esporta come PDF Stampa questa pagina 

Politica di sicurezza e di difesa comune (PSDC)

La politica di sicurezza e di difesa comune dell'UE (PSDC) è parte integrante della politica estera e di sicurezza comune dell'UE (PESC). Essa prevede la definizione progressiva di una politica di difesa comune dell'Unione europea e mira a consentire all'Unione europea il rafforzamento delle sue capacità militari e il dispiegamento di missioni al di fuori dell'UE per il mantenimento della pace, la prevenzione dei conflitti e il rafforzamento della sicurezza internazionale, conformemente ai principi della Carta delle Nazioni Unite. La PSDC rispetta gli obblighi di alcuni Stati che ritengono che la loro difesa comune si realizzi tramite la NATO. Viene trattata negli articoli da 42 a 46 del trattato sull'Unione europea.

Le decisioni relative alla PSDC sono prese dal Consiglio dell'Unione europea all'unanimità. Tuttavia, sono possibili alcune eccezioni, come ad esempio quando il Consiglio adotta decisioni di attuazione di una decisione dell'UE o per alcune decisioni riguardanti l'Agenzia europea per la difesa (AED) e la cooperazione strutturata permanente (PESCO), in cui le decisioni sono prese a maggioranza qualificata.

L'alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza è incaricato di proporre e attuare le decisioni di PSDC.