Glossario delle sintesi

Guida Esporta come PDF Stampa questa pagina 

Comitato di conciliazione

Secondo la procedura legislativa ordinaria (codecisione), si può istituire un comitato di conciliazione a norma dell'articolo 294, paragrafo 10, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE). Il comitato può essere convocato per risolvere i disaccordi tra il Consiglio e il Parlamento europeo in seguito alla seconda lettura di una proposta di legge della Commissione europea.

Il comitato ha un numero uguale di rappresentanti del Consiglio e del Parlamento. Copresieduto dal presidente del Parlamento e dal presidente del Consiglio, ha il compito di raggiungere un accordo su un testo comune sulla base delle posizioni delle due istituzioni ad una seconda lettura. La Commissione europea partecipa ai suoi lavori, al fine di conciliare le diverse posizioni.

Il comitato deve adottare una proposta entro un termine di sei settimane dalla convocazione:

  • a maggioranza assoluta dei voti del Parlamento;
  • a maggioranza qualificata dei voti del Consiglio.

Se, entro sei settimane dalla convocazione, il comitato di conciliazione non ha approvato il testo congiunto, l'atto legislativo è considerato non adottato.

Esistono norme specifiche se un comitato di conciliazione è convocato in materia di bilancio.