Glossario delle sintesi

Guida Esporta come PDF Stampa questa pagina 

Settore audiovisivo

La politica audiovisiva dell’Unione europea (UE) si basa su una serie di basi giuridiche contenute nel trattato sul funzionamento dell’Unione europea, precipuamente l’articolo 167 (cultura e cooperazione culturale) e l’articolo 173 (industria). Altre norme dell’UE, come quelle sulla concorrenza, sugli aiuti di Stato e sugli obblighi di servizio pubblico hanno un impatto importante sul settore.

Un aspetto fondamentale dell’azione dell’UE è stata la creazione di un mercato unico europeo per i servizi audiovisivi. La direttiva sui servizi di media audiovisivi del 2010 offre un quadro di riferimento per promuovere la libera circolazione, produzione e distribuzione di programmi televisivi europei.

Nel 2013, la Commissione europea ha pubblicato il libro verde «Prepararsi a un mondo audiovisivo della piena convergenza: crescita, creazione e valori». L’obiettivo del libro è stimolare il dibattito su questo settore in rapida evoluzione e sul modo in cui i servizi audiovisivi sono consumati ed offerti.

Il Programma «Europa creativa» (2014-2020) mira a rafforzare la cooperazione tra i settori creativi, sia all’interno dell’UE che al di là dei suoi confini.