Glossario delle sintesi

Guida Esporta come PDF Stampa questa pagina 

Paesi candidati all’adesione

Lo stato di paese candidato è concesso dal Consiglio europeo sulla base di un parere della Commissione europea, formulato a seguito della richiesta di adesione all’Unione europea (UE) da parte di quel paese.

Lo stato di paese candidato non dà diritto all’adesione automatica all’UE. La Commissione esamina la candidatura alla luce dei criteri di adesione (criteri di Copenaghen) e il processo di adesione inizia solo in seguito alla decisione unanime del Consiglio europeo di avviare i negoziati di adesione.

A seconda delle circostanze, ai paesi candidati potrebbe essere richiesto di avviare un processo di riforma nella prospettiva di allineare la loro legislazione all’attuale corpo di leggi e norme dell’UE (noto come l’acquis) e di rafforzare le loro infrastrutture e amministrazioni. Durante il processo di adesione, il candidato riceve un aiuto finanziario e assistenza tecnica per aiutarlo a prepararsi all’adesione all’UE.

Lo strumento di assistenza preadesione (IPA II) è stato adottato alla fine del 2013 per il periodo 2014-2020.