Help Print this page 

Document C2017/105A/01

Title and reference
Direzione generale dell’Informatica (DIGIT) — Avviso di posto vacante per la funzione di direttore (AD14) — Lussemburgo (Articolo 29, paragrafo 2, dello statuto dei funzionari) — COM/2017/10372

OJ C 105A , 4.4.2017, p. 1–4 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)
Languages, formats and link to OJ
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html BG html ES html CS html DA html DE html ET html EL html EN html FR html HR html IT html LV html LT html HU html MT html NL html PL html PT html RO html SK html SL html FI html SV
PDF pdf BG pdf ES pdf CS pdf DA pdf DE pdf ET pdf EL pdf EN pdf FR pdf HR pdf IT pdf LV pdf LT pdf HU pdf MT pdf NL pdf PL pdf PT pdf RO pdf SK pdf SL pdf FI pdf SV
Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal
 To see if this document has been published in an e-OJ with legal value, click on the icon above (For OJs published before 1st July 2013, only the paper version has legal value).
Multilingual display
Text

4.4.2017   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

CA 105/1


Direzione generale dell’Informatica (DIGIT)

Avviso di posto vacante per la funzione di direttore (AD14) — Lussemburgo

(Articolo 29, paragrafo 2, dello statuto dei funzionari)

COM/2017/10372

(2017/C 105 A/01)

 

Chi siamo

La direzione generale dell’Informatica (DIGIT — http://ec.europa.eu/dgs/informatics/index_en.htm) della Commissione europea è responsabile della gestione e del coordinamento dei mezzi informatici e di telecomunicazione per i servizi della Commissione, in particolare per quanto riguarda l’identificazione, la strutturazione e la realizzazione di una visione moderna e dinamica delle tecnologie dell’informazione all’interno dell’istituzione e di una strategia pienamente corrispondente alle priorità generali della Commissione, in stretta cooperazione con le strutture di governance del settore IT.

Attualmente la DIGIT è in corso di ristrutturazione, e il processo, che dovrebbe concludersi nella primavera del 2017, cambierà la struttura organizzativa con la creazione di una nuova direzione D «Servizi digitali». Il direttore D sarà responsabile dei servizi digitali per le amministrazioni pubbliche degli Stati membri. In particolare si occuperà della realizzazione del polo digitale (in stretta cooperazione con la DG CONNECT), in modo da creare una dinamica positiva in grado di attirare a Lussemburgo collaboratori di talento in settori di importanza fondamentale per le imprese e per le politiche. Muovendo dai risultati conseguiti con il programma ISA, la nuova direzione D si occuperà di temi quali i grandi dati, l’analisi dei dati, la standardizzazione, i metadati (D1), i quadri di interoperabilità, i servizi pubblici per le pubbliche amministrazioni, le imprese e i cittadini a livello transfrontaliero e intersettoriale (D2) e i servizi transeuropei (D3).

Cosa offriamo

All’interno della DIGIT, il direttore sarà responsabile dell’orientamento strategico generale e della gestione della direzione, con responsabilità specifiche per le iniziative e le azioni orientate all’esterno nel quadro stabilito dalla missione della direzione generale e dal programma di lavoro annuale.

La squadra per la creazione del polo digitale: una piccola squadra alla dirette dipendenze del direttore sarà responsabile dell’istituzione e dello sviluppo del polo digitale a Lussemburgo entro il 2020. Il polo digitale sarà creato in stretta collaborazione con la DG CONNECT e altre DG capofila, quali OP, ESTA e JRC. Al riguardo, la direzione assumerà un ruolo guida nell’assicurare che la Commissione diventi in Europa un motore di crescita digitale, migliorando la posizione del Lussemburgo come piattaforma per l’innovazione digitale nelle infrastrutture IT ad alte prestazioni, gli strumenti e le analisi dei grandi dati, la modernizzazione del settore pubblico e le soluzioni IT.

Una delle Unità della direzione sarà responsabile dello sviluppo e dell’integrazione del settore, oggetto di una domanda in costante crescita, dell’analisi dei dati e della gestione delle informazioni e delle conoscenze (compresi gli strumenti di collaborazione), specialmente per quanto riguarda i grandi dati, sia per l’uso proprio della Commissione che nel settore pubblico. Si tratta di un settore emergente ad elevato potenziale che si formerà dalla fusione di capacità esistenti. Sarà necessaria la stretta collaborazione con portatori d’interesse all’interno e all’esterno della Commissione, nonché un’intensa cooperazione con la DG CONNECT.

La direzione D gestirà anche il programma ISA2 (http://ec.europa.eu/isa/) che facilita lo scambio efficace di informazioni tra le pubbliche amministrazione degli Stati membri a livello transfrontaliero e intersettoriale. Il programma ISA contribuisce alle attività di e-Government della Commissione, che si prefigge di raggiungere l’efficienza attraverso servizi digitali nuovi, innovativi e più efficaci nell’ambito del mercato digitale unico.

Il direttore presiede il gruppo di coordinamento del programma ISA2 e guida l’elaborazione delle politiche di interoperabilità, comunicazione e attuazione delle amministrazioni degli Stati membri.

L’Unità per i sistemi transeuropei sarà responsabile della fornitura sicura e a elevata disponibilità del servizio di rete TESTA-ng (Trans European Services for Telematics between Administrations), che costituisce la dorsale europea per la rete di scambio dei dati tra una vasta gamma di amministrazioni pubbliche.

La rete utilizza i protocolli Internet (Internet Protocols — IP) per assicurare una portata universale, pur essendo gestista dalla Commissione europea separatamente rispetto a Internet. Oltre a fornire prestazioni garantite e livelli elevati di sicurezza, è collegata alle reti delle istituzioni dell’UE e nazionali. Consente lo scambio di informazioni sia non classificate che classificate.

Il direttore rappresenta il direttore generale in occasione di eventi esterni e interni di interesse per la direzione.

La sede di lavoro del direttore è a Lussemburgo, come per la maggioranza delle Unità alle sue dipendenze.

Chi cerchiamo

La posizione richiede:

capacità di sviluppare e mantenere ottime relazioni con gli altri servizi della Commissione, con le altre istituzioni, con gli altri organismi europei e le amministrazioni nazionali; capacità di formulare con gli Stati membri le strategie di interoperabilità per i servizi digitali transfrontalieri e intersettoriali e di effettuarne le relative operazioni di follow-up;

leadership e carisma necessari a dirigere e motivare un grande gruppo in continuo mutamento di dipendenti informatici e amministrativi altamente competenti; ottime competenze di gestione e la capacità di dirigere un’organizzazione orientata ai servizi in un ambiente multiculturale. Comprovata capacità ed esperienza di comprendere le sfide cui devono far fronte le grandi organizzazioni nella concezione, nello sviluppo e nell’evoluzione dei sistemi informatici istituzionali in linea con le esigenze operative;

comprovata esperienza di pianificazione e gestione efficaci delle risorse umane (grandi gruppi) e dei bilanci;

spiccate doti comunicative e competenze relazionali;

capacità di stabilire e sostenere partenariati con l’alta dirigenza della Commissione, essenziali al fine di sfruttare il potenziale delle tecnologie dell’informazione per modernizzare l’istituzione;

comprovata formazione ed esperienza pratica nella gestione di grandi progetti, compresi i settori dell’architettura, della pianificazione, della gestione dei progetti e del controllo di qualità delle prestazioni;

eccellenti capacità analitiche e la capacità di individuare le questioni fondamentali, di sviluppare e produrre obiettivi strategici e di tradurli in proposte concrete di azione;

capacità di comunicare in modo efficace con i portatori d’interesse interni ed esterni.

Requisiti formali (criteri di ammissione)

Sono ammessi alla fase di selezione i candidati che, entro il termine ultimo per la presentazione delle candidature, soddisfano le condizioni generali qui indicate.

Cittadinanza: essere cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea.

Laurea o diploma universitario: aver conseguito:

i)

un livello di studi corrispondente a una formazione universitaria completa attestata da un diploma quando la durata normale di tali studi è di 4 anni o più; oppure

ii)

un livello di studi corrispondente a una formazione universitaria completa attestata da un diploma e un’esperienza professionale adeguata di almeno un anno quando la durata normale di tali studi è almeno pari a 3 anni (l’anno di esperienza professionale non potrà esser fatto valere ai fini dell’esperienza professionale post laurea di cui oltre).

Esperienza professionale: aver acquisito almeno 15 anni di esperienza professionale post laurea di un livello al quale danno accesso le suddette qualifiche.

Esperienza in funzione dirigenziale: almeno 5 anni della suddetta esperienza professionale devono essere stati maturati in una posizione dirigenziale di alto livello (1), in un settore direttamente collegato alla funzione proposta.

Lingue: avere una conoscenza approfondita di una delle lingue ufficiali dell’Unione europea (2) e una conoscenza adeguata di un’altra di queste lingue. Durante i colloqui le commissioni giudicatrici verificheranno se i candidati soddisfano il requisito relativo a una conoscenza soddisfacente di un’altra lingua ufficiale dell’UE. È pertanto possibile che una parte del colloquio si svolga in questa altra lingua.

Limiti d’età: non aver ancora raggiunto l’età normale di pensionamento, che per i funzionari dell’Unione europea corrisponde alla fine del mese nel quale compiono 66 anni [cfr. articolo 52, lettera a), dello statuto dei funzionari] (3).

Indipendenza e conflitto di interessi

Prima di assumere le loro funzioni, i candidati sono tenuti a sottoscrivere una dichiarazione con la quale si impegnano ad agire in completa indipendenza nell’interesse pubblico e a indicare eventuali interessi che rischiano di risultare incompatibili con la loro indipendenza.

Nomina e regime applicabile

La Commissione europea sceglierà e nominerà il direttore nel rispetto delle sue procedure di selezione e di assunzione (cfr. anche il Compilation Document on Senior Officials Policy — testo unico relativo alla gestione dei funzionari di grado superiore (4)). Nell’ambito della procedura di selezione, i candidati convocati per un colloquio dal comitato consultivo per le nomine della Commissione saranno prima esaminati da un centro di valutazione (assessment center) gestito da consulenti esterni.

Per ragioni pratiche e al fine di completare la procedura di selezione il più rapidamente possibile, nell’interesse sia dei candidati sia dell’istituzione, le procedure di selezione si svolgeranno esclusivamente in inglese e/o francese (5).

La retribuzione e il regime applicabili sono quelli previsti dallo statuto dei funzionari dell’Unione europea di grado AD 14. Si noti che, a norma dello statuto, ogni nuovo membro del personale deve superare un periodo di prova di nove mesi.

La sede di lavoro è Lussemburgo.

Pari opportunità

La Commissione applica una politica attiva di pari opportunità onde accrescere ulteriormente la rappresentanza delle donne nelle funzioni direttive e incoraggia vivamente le candidature femminili.

Modalità di presentazione della candidatura

Prima di presentare la candidatura, gli interessati devono verificare attentamente se soddisfano tutti i criteri di ammissione («Requisiti formali»), con particolare riguardo ai titoli di studio, all’esperienza professionale e alle conoscenze linguistiche richiesti. Il mancato rispetto di uno dei requisiti di ammissione comporta l’esclusione automatica dalla procedura di selezione.

Per presentare la candidatura occorre iscriversi via Internet collegandosi al sito:

https://ec.europa.eu/dgs/human-resources/seniormanagementvacancies/

e seguire le istruzioni relative alle varie fasi della procedura.

I candidati devono disporre di un indirizzo valido di posta elettronica, che servirà a identificare l’iscrizione e a mantenere il contatto durante le diverse fasi della procedura di selezione. Si prega pertanto di comunicare tempestivamente alla Commissione eventuali cambiamenti di tale indirizzo.

Per completare l’atto di candidatura occorre caricare un curriculum vitae in formato PDF e compilare, online, una lettera di motivazione (al massimo 8 000 caratteri). Per ragioni funzionali e al fine di completare la procedura di selezione il più rapidamente possibile, nell’interesse dei candidati e delle istituzioni, sia il curriculum vitae che la lettera di motivazione devono essere redatti in inglese, francese o tedesco.

Una volta completata l’iscrizione online, i candidati riceveranno un messaggio di posta elettronica a conferma dell’avvenuta registrazione della candidatura. Il messaggio conterrà anche un numero di registrazione, che costituirà il numero di riferimento per qualsiasi questione riguardante la candidatura. Il mancato ricevimento del messaggio di conferma indica che la candidatura non è stata registrata.

Si ricorda che non è possibile seguire online lo stato di avanzamento della candidatura. Tutte le informazioni al riguardo saranno trasmesse direttamente ai candidati dalla Commissione europea.

Le persone affette da una disabilità che impedisca loro di presentare la candidatura online possono inviarla (curriculum vitae e lettera di motivazione) per posta raccomandata, al seguente indirizzo: Commissione europea, Direzione generale Risorse umane e sicurezza, Unità Personale dirigente e CCN, SC11 8/59, 1049 Bruxelles/Brussel, BELGIQUE/BELGIË, indicando chiaramente il riferimento: Posto vacante di direttore presso la DG DIGIT (COM/2017/10372), entro la data limite per l’iscrizione (fa fede il timbro postale). Ogni successiva comunicazione tra la Commissione e i candidati avverrà a mezzo posta. I candidati dovranno allegare alla candidatura un certificato, rilasciato da un organismo riconosciuto, che ne attesti la disabilità, indicando inoltre, su un foglio a parte, eventuali disposizioni speciali che essi ritengano necessarie per rendere più agevole la loro partecipazione alla procedura di selezione.

Per ulteriori informazioni e/o in caso di difficoltà tecniche, inviare un messaggio elettronico al seguente indirizzo: HR-SM-Vacancies@ec.europa.eu

Termine ultimo di iscrizione

Il termine ultimo d’iscrizione è il 12 maggio 2017, ore 12:00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles, dopo di che le iscrizioni online non saranno più possibili.

L’iscrizione elettronica deve essere completata entro il termine stabilito. Si raccomanda vivamente di non attendere gli ultimi giorni per iscriversi, poiché una congestione delle linee o un problema nel collegamento Internet potrebbero annullare l’operazione e costringere a ripeterla integralmente. Dopo la scadenza del termine, non sarà più possibile inserire alcun dato. Non saranno accettate iscrizioni tardive.

Informazione importante per i candidati

Si ricorda che le attività delle commissioni di selezione sono riservate. È quindi vietato ai candidati, o a terzi che agiscano per conto di questi, prendere contatto direttamente o indirettamente con i membri di tali commissioni.

Protezione dei dati personali

La Commissione garantisce che i dati personali dei candidati verranno trattati conformemente al regolamento (CE) n. 45/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2000, concernente la tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organismi comunitari, nonché la libera circolazione di tali dati (6).


(1)  Nel curriculum vitae i candidati devono indicare, almeno per i 5 anni nei quali hanno acquisito l’esperienza nella funzione dirigenziale di alto livello: 1) il titolo del posto occupato e le funzioni dirigenziali da essi esercitate; 2) l’entità dell’organico che i candidati dirigevano in queste funzioni; 3) l’entità dei bilanci gestiti e 4) il numero di livelli gerarchici superiori e inferiori e il numero di pari grado.

(2)  http://ec.europa.eu/education/official-languages-eu-0_it

(3)  http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=CONSLEG:1962R0031:20140101:IT:PDF

(4)  http://ec.europa.eu/civil_service/docs/official_policy_en.pdf

(5)  Il comitato di selezione garantirà che non vengano indebitamente avvantaggiati i candidati che hanno una delle summenzionate lingue come madrelingua.

(6)  GU L 8 del 12.1.2001, pag. 1.


Top