Help Print this page 

Document C2015/131A/01

Title and reference
Bando di concorso generale — EPSO/AST-SC/04/15 — Uscieri parlamentari (AST SC 1)

OJ C 131A , 23.4.2015, p. 1–7 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, GA, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)
Languages, formats and link to OJ
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html BG html ES html CS html DA html DE html ET html EL html EN html FR html GA html HR html IT html LV html LT html HU html MT html NL html PL html PT html RO html SK html SL html FI html SV
PDF pdf BG pdf ES pdf CS pdf DA pdf DE pdf ET pdf EL pdf EN pdf FR pdf GA pdf HR pdf IT pdf LV pdf LT pdf HU pdf MT pdf NL pdf PL pdf PT pdf RO pdf SK pdf SL pdf FI pdf SV
Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal
 To see if this document has been published in an e-OJ with legal value, click on the icon above (For OJs published before 1st July 2013, only the paper version has legal value).
Multilingual display
Text

23.4.2015   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

CA 131/1


BANDO DI CONCORSO GENERALE

EPSO/AST-SC/04/15 — USCIERI PARLAMENTARI (AST SC 1)

(2015/C 131 A/01)

Termine ultimo per l’iscrizione: il 27 maggio 2015 alle ore 12:00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles.

L’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) organizza un concorso generale per esami e titoli al fine di costituire un elenco di riserva di 30 candidati idonei dal quale il Parlamento europeo attingerà per l’assunzione di nuovi funzionari «uscieri parlamentari» (gruppo di funzioni AST-SC). I candidati potranno essere assunti per svolgere mansioni analoghe anche dalla Corte di giustizia dell’Unione europea a Lussemburgo.

Il presente bando di concorso e le disposizioni generali applicabili ai concorsi generali, pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea C 70 A del 27 febbraio 2015 ( http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=OJ%3AC%3A2015%3A070A%3ATOC ), costituiscono il quadro giuridicamente vincolante della procedura di selezione.

NATURA DELLE FUNZIONI

Gli uscieri parlamentari prestano assistenza ai membri del Parlamento europeo e ad altre personalità durante le sessioni plenarie, le riunioni degli altri organi parlamentari e gli eventi che si svolgono nei locali del Parlamento europeo. Ciò include, tra l’altro, la preparazione e la sorveglianza delle sale di riunione, l’accompagnamento dei partecipanti agli eventi o dei visitatori e la gestione dei compiti protocollari.

Tali mansioni richiedono orari di lavoro flessibili; sono inoltre previste regolari trasferte nei tre luoghi di lavoro abituali dell’istituzione (Bruxelles, Lussemburgo e Strasburgo) e altrove.

Per maggiori informazioni sulle funzioni tipiche da svolgere, si veda l’ALLEGATO I.

CONDIZIONI DI AMMISSIONE

I candidati devono soddisfare TUTTE le condizioni riportate qui di seguito al momento della convalida della domanda:

Requisiti generali

Godere dei diritti civili in quanto cittadino di uno Stato membro dell’UE

Essere in regola con le norme nazionali vigenti in materia di servizio militare

Offrire le garanzie di moralità richieste per l’esercizio delle funzioni da svolgere

Condizioni specifiche: lingue

Lingua 1: almeno il livello C1 in una delle 24 lingue ufficiali dell’UE.

Lingua 2: almeno il livello B2 in francese, inglese o tedesco; la lingua 2 è obbligatoriamente diversa dalla lingua 1.

Lingua 3: almeno il livello A2 in una delle 24 lingue ufficiali dell’UE; la lingua 3 è obbligatoriamente diversa dalle lingue 1 e 2.

Per informazioni sui livelli linguistici, si veda il quadro comune europeo di riferimento per le lingue (https://europass.cedefop.europa.eu/it/resources/european-language-levels-cefr)

Condizioni specifiche: qualifiche ed esperienza professionale

Un livello di studi superiori attestato da un diploma

oppure

Un livello di studi secondari attestato da un diploma che dia accesso all’istruzione superiore, seguito da un’esperienza professionale di almeno 3 anni ,

oppure

una formazione professionale (di livello equivalente agli studi superiori), seguita da un’esperienza professionale di almeno 3 anni ,

oppure

un’ esperienza professionale di almeno 8 anni .

Per maggiori informazioni sui diplomi, si veda l’allegato I delle disposizioni generali applicabili ai concorsi generali ( http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=OJ%3AC%3A2015%3A070A%3ATOC)

L’esperienza professionale richiesta dovrebbe riguardare la gestione pratica delle sale di riunione e/o di conferenza e/o delle sale delle udienze, in particolare presso un Parlamento nazionale, un’organizzazione regionale, nazionale o internazionale, o in qualsiasi altra organizzazione. Tale esperienza deve essere direttamente e prevalentemente attinente alle mansioni svolte da un usciere come descritte all’ALLEGATO I.

La seconda lingua del concorso deve essere scelta tra il francese, l’inglese o il tedesco . Queste sono le principali lingue di lavoro delle istituzioni dell’UE e, nell’interesse del servizio, i neoassunti devono essere immediatamente in grado di lavorare e di comunicare in modo efficace nel loro lavoro quotidiano in almeno una di queste lingue.

Data la grande varietà linguistica in seno al Parlamento europeo, tra i visitatori o le personalità invitate, per il presente concorso è richiesta la conoscenza anche di una terza lingua . Gli uscieri devono essere in grado di comunicare con persone che parlano varie lingue diverse.

Per ulteriori informazioni sull’uso delle lingue nei concorsi dell’UE, si veda l’ALLEGATO II.

MODALITÀ DI SELEZIONE

1)    Test a scelta multipla su computer

Se il numero di candidati iscritti supera una determinata soglia , fissata dall’EPSO in qualità di autorità che ha il potere di nomina, tutti coloro che hanno convalidato l’atto di candidatura entro i termini saranno convocati per sostenere una serie di test a scelta multipla su computer in un centro accreditato dell’EPSO.

Se il numero dei candidati è al di sotto di tale soglia , i test si terranno invece durante la fase di valutazione (punto 3).

I test a scelta multipla su computer sono strutturati come segue:

Test

Lingua

Domande

Durata

Punteggio minimo richiesto

Ragionamento verbale

Lingua 1

20 domande

35 min

10/20

Ragionamento numerico

Lingua 1

10 domande

20 min

Numerico + astratto combinati: 10/20

Ragionamento astratto

Lingua 1

10 domande

10 min

Questi test sono eliminatori e i punteggi in essi ottenuti non sono sommati a quelli conseguiti nella fase di valutazione.

2)    Selezione per titoli

Le condizioni di ammissione saranno dapprima verificate sulla base dei dati forniti dai candidati nel modulo di candidatura online. Ci sono 2 possibili scenari:

se sono preliminarmente organizzati test a scelta multipla su computer, i fascicoli dei candidati saranno verificati in ordine decrescente in base al punteggio ottenuto in questi test fino a raggiungere la soglia indicata al punto 1; i restanti fascicoli non saranno esaminati;

se non sono preliminarmente organizzati test a scelta multipla su computer, saranno verificate le condizioni di ammissione dei fascicoli di tutti i candidati.

La selezione in base alle qualifiche sarà poi effettuata sulla base delle informazioni fornite dai candidati nella sezione «valutazione dei talenti» (FR: Évaluateur de Talent; EN: Talent Screener; DE: Talentfilter) dell’atto di candidatura esclusivamente per i candidati ammissibili selezionati nel modo indicato sopra. La commissione giudicatrice assegnerà a ogni criterio di selezione un coefficiente di ponderazione che corrisponde alla sua rilevanza (da 1 a 3) e alle risposte di ciascun candidato sarà attribuito un punteggio da 0 a 4.

La commissione giudicatrice moltiplicherà questi punti per il coefficiente di ponderazione di ciascun criterio e sommerà i punteggi ottenuti al fine di individuare i candidati il cui profilo corrisponde maggiormente alle funzioni da svolgere.

Si veda l’ALLEGATO III per l’elenco dei criteri

3)    Fase di valutazione

Il numero dei candidati convocati a questa fase sarà al massimo 3 volte quello dei candidati idonei finali. I candidati che hanno conseguito uno dei migliori punteggi complessivi nella selezione in base alle qualifiche, saranno convocati per 1 o 2 giornate per sostenere nella loro lingua 2 e 3 le prove della fase di valutazione, probabilmente a Bruxelles .

Se i test a scelta multipla su computer di cui al punto 1 non sono stati preliminarmente organizzati , i candidati dovranno sostenerli in questa fase.

Nella fase di valutazione saranno testate sette competenze generali nonché le competenze specifiche richieste per il presente concorso mediante 4 prove (intervista sulle competenze generali, intervista sulle competenze specifiche, test situazionale nella lingua 2 e prova orale nella lingua 3), come indicato nelle tabelle sottostanti.

Competenza

Prove

1.

Analisi e risoluzione di problemi

Test situazionale

2.

Comunicazione

Intervista sulle competenze generali

3.

Capacità di produrre risultati di qualità

Test situazionale

4.

Apprendimento e sviluppo

Intervista sulle competenze generali

5.

Individuazione delle priorità e spirito organizzativo

Test situazionale

6.

Resilienza

Test situazionale

7.

Capacità di lavorare con gli altri

Test situazionale

Punteggio minimo richiesto

35/70 in totale

Ponderazione delle competenze generali

50 % del punteggio complessivo


Competenze

Prove

Competenze in un settore specifico

Intervista sulle competenze specifiche

Punteggio minimo richiesto

50/100

Ponderazione delle competenze specifiche

50 % del punteggio complessivo

Lingua 3

Prova orale nella lingua prescelta

Punteggio minimo richiesto

5/10

I punti ottenuti per la conoscenza della lingua 3 non saranno sommati al punteggio complessivo conseguito nella fase di valutazione, ma si richiede che i canditati raggiungano il punteggio minimo richiesto.

4)    Elenco di riserva

Dopo aver verificato i documenti giustificativi dei candidati, la commissione esaminatrice compilerà un elenco di riserva con i nomi dei candidati che hanno ottenuto i punteggi migliori dopo la fase di valutazione, fino a concorrenza del numero richiesto di candidati idonei. L’elenco sarà redatto in ordine alfabetico.

COME E QUANDO PRESENTARE LA CANDIDATURA

Occorre iscriversi per via elettronica collegandosi al sito dell’EPSO http://jobs.eu-careers.eu entro la seguente data:

Il 27 maggio 2015 alle ore 12:00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles.


ALLEGATO I

FUNZIONI DA SVOLGERE

Gli uscieri parlamentari prestano assistenza ai deputati e alle altre personalità invitate al Parlamento europeo, in particolare durante le sessioni plenarie, le riunioni degli altri organi parlamentari e gli eventi che si svolgono nei locali del Parlamento europeo.

Queste mansioni richiedono una grande disponibilità e flessibilità negli orari di lavoro e regolari trasferte nei tre luoghi di lavoro abituali dell’istituzione (Bruxelles, Lussemburgo e Strasburgo) e altrove.

Le funzioni da svolgere comprendono attività quali:

Emiciclo e sale di riunione

prestare assistenza pratica al presidente,

accogliere e accompagnare i partecipanti,

distribuire la documentazione in tutte le lingue,

sistemare i segnaposto,

controllare l’apposizione della firma da parte dei deputati,

gestire gli elenchi di presenza,

garantire la sicurezza e, su richiesta del presidente, intervenire per mantenere l’ordine,

controllare l’accesso alle sale.

Attività di protocollo e eventi ufficiali

accogliere e accompagnare le alte personalità,

effettuare l’imbandieramento,

installare i cordoni del protocollo,

partecipare alla guardia d’onore in occasione di visite ufficiali.

Altre attività

distribuire, raccogliere e trasferire la posta utilizzando carrelli,

svuotare dai documenti le casse, i carrelli e gli armadi,

accogliere i gruppi di visitatori, accompagnarli e assegnare loro il posto nelle tribune e nelle sale; mantenere l’ordine; far rispettare istruzioni specifiche

gestire il guardaroba per i gruppi di visitatori,

svolgere compiti amministrativi (registrazione e classificazione della posta ecc.)

svolgere compiti amministrativi su computer (posta elettronica, trattamento Word di base, intranet ecc.)

fornire informazioni ai visitatori, ai funzionari e a qualunque altra persona,

prestare assistenza al servizio di prevenzione incendi.

Fine dell’ALLEGATO I, cliccare qui per tornare al testo principale.


ALLEGATO II

LINGUE

Conformemente alla sentenza pronunciata dalla Corte di giustizia dell’Unione europea (Grande Sezione) nella causa C-566/10 P, Repubblica italiana/Commissione, le istituzioni dell’Unione europea motivano nell’ambito del presente concorso la limitazione della scelta della seconda lingua a un numero ristretto di lingue ufficiali dell’Unione.

Si informano i candidati che l’opzione relativa alla seconda lingua del presente concorso è stata definita in base all’interesse del servizio, che richiede neoassunti immediatamente operativi e capaci di comunicare in modo efficace nel lavoro quotidiano. In caso contrario il funzionamento effettivo delle istituzioni potrebbe essere seriamente compromesso.

Secondo una prassi consolidata nelle istituzioni dell’Unione europea, il francese, l’inglese e il tedesco sono le lingue maggiormente utilizzate nella comunicazione interna e che meglio rispondono alle esigenze dei servizi anche in termini di comunicazione esterna e di gestione dei fascicoli. Inoltre, il francese, l’inglese e il tedesco sono le lingue straniere più diffuse e apprese nell’Unione europea. Ciò conferma che la padronanza di almeno una di queste lingue corrisponde al livello di istruzione e competenza professionale che può essere attualmente richiesto a chi si candida a un posto di lavoro nelle istituzioni dell’Unione europea. Pertanto, per conciliare l’interesse del servizio con le capacità dei candidati, tenendo conto dell’ambito specifico del presente concorso, è legittimo organizzare prove in francese, inglese e tedesco, per assicurare che, a prescindere dalla lingua ufficiale scelta come prima lingua, tutti i candidati padroneggino a livello operativo almeno una di queste tre lingue ufficiali. Un esame delle competenze specifiche così condotto permette alle istituzioni dell’Unione di valutare se i candidati sono in grado di essere immediatamente operativi in un ambiente simile a quello in cui dovranno lavorare.

Per le stesse ragioni viene limitata anche la scelta delle lingue usate nella comunicazione tra i candidati e l’istituzione e per compilare l’atto di candidatura. Ciò consente tra l’altro di paragonare tra loro in maniera uniforme sia i candidati che gli atti di candidatura.

Inoltre, per garantire la parità di trattamento, tutti i partecipanti al concorso — compresi coloro la cui prima lingua è una delle tre lingue ufficiali suddette — devono sostenere le prove nella loro seconda lingua scelta tra queste tre lingue.

Ciò non pregiudica la possibilità di un’ulteriore formazione linguistica finalizzata all’apprendimento di una terza lingua di lavoro, conformemente all’articolo 45, paragrafo 2, dello statuto dei funzionari.

Fine dell’ALLEGATO II, cliccare qui per tornare al testo principale.


ALLEGATO III

CRITERI DI SELEZIONE

La commissione giudicatrice prende in considerazione i seguenti criteri per la selezione in base alle qualifiche:

1.

esperienza professionale pratica in materia di preparazione delle sale, assistenza durante riunioni o eventi con la partecipazione di un numero molto elevato di persone (diverse centinaia o migliaia);

2.

esperienza professionale nell’accoglienza di alte personalità e nell’applicazione delle regole del protocollo;

3.

esperienza professionale nell’ambito della sicurezza passiva, ad esempio nella prevenzione degli incendi;

4.

esperienza professionale in materia di accoglienza e assistenza di singoli visitatori e di grandi gruppi (ricevimento, accompagnamento, assegnazione dei posti nelle tribune ecc.);

5.

esperienza professionale nelle mansioni amministrative inerenti alle funzioni da svolgere descritte nel presente bando, ad esempio classificazione, registrazione della posta ecc.

6.

esperienza professionale nell’utilizzo del computer per svolgere le funzioni descritte nel presente bando, ad esempio posta elettronica, trattamento Word di base, intranet ecc.

7.

esperienza professionale maturata in ambienti multiculturali in relazione alla natura delle funzioni da svolgere descritte nel presente bando;

8.

esperienza professionale nell’assistenza a persone con mobilità ridotta.

Fine dell’ALLEGATO III, cliccare qui per tornare al testo principale.


Top