Help Print this page 

Document C2015/031A/01

Title and reference
Bando di assunzione n. PE/185/S

OJ C 31A , 30.1.2015, p. 1–21 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, GA, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)
Languages, formats and link to OJ
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html BG html ES html CS html DA html DE html ET html EL html EN html FR html GA html HR html IT html LV html LT html HU html MT html NL html PL html PT html RO html SK html SL html FI html SV
PDF pdf BG pdf ES pdf CS pdf DA pdf DE pdf ET pdf EL pdf EN pdf FR pdf GA pdf HR pdf IT pdf LV pdf LT pdf HU pdf MT pdf NL pdf PL pdf PT pdf RO pdf SK pdf SL pdf FI pdf SV
Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal
 To see if this document has been published in an e-OJ with legal value, click on the icon above (For OJs published before 1st July 2013, only the paper version has legal value).
Multilingual display
Text

30.1.2015   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

CA 31/1


BANDO DI ASSUNZIONE N. PE/185/S

(2015/C 031 A/01)

Il Parlamento europeo organizza una procedura di selezione per titoli e prove ai fini della costituzione di un elenco di idoneità per la copertura di due posti di:

AGENTE TEMPORANEO INCARICATO DI RELAZIONI PUBBLICHE (AD 5)

(ambosessi)

Prima di presentare la candidatura, gli interessati devono leggere attentamente la guida per i candidati e il presente bando di assunzione.

La guida costituisce parte integrante del bando di assunzione ed è volta ad assistere i candidati affinché si familiarizzino con le regole relative alle procedure e alle modalità di presentazione delle candidature.

INDICE

A.

NATURA DELLE FUNZIONI, REQUISITI DI AMMISSIONE (PROFILO RICHIESTO)

B.

SVOLGIMENTO DELLA PROCEDURA

C.

PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE

ALLEGATO:

GUIDA PER I CANDIDATI ALLE PROCEDURE DI SELEZIONE ORGANIZZATE DAL PARLAMENTO EUROPEO

A.   NATURA DELLE FUNZIONI, REQUISITI DI AMMISSIONE (PROFILO RICHIESTO)

1.   Prescrizioni generali

Il Parlamento europeo ha deciso di aprire la procedura per la copertura di due posti temporanei di incaricato di relazioni pubbliche (AD 5) (1) presso la Direzione generale della Comunicazione, Direzione degli Uffici d'Informazione, Ufficio d'Informazione del Parlamento europeo in Germania (ufficio di Berlino e antenna regionale a Monaco di Baviera).

I contratti saranno conclusi per una durata indeterminata. L'assunzione avverrà al grado AD 5, primo scatto, con una retribuzione mensile lorda di 4  384,38 EUR. La retribuzione è soggetta all'imposta comunitaria e alle altre trattenute previste dal regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (RAA) (2), mentre è esente da imposte nazionali. Lo scatto in cui saranno inquadrati i vincitori potrà tuttavia essere adeguato in base alla loro esperienza professionale. Inoltre, la retribuzione lorda è, subordinatamente a determinate condizioni, maggiorata di indennità.

Questa funzione esige lo svolgimento di frequenti missioni nei luoghi di lavoro del Parlamento europeo e al di fuori di questi, nonché numerosi contatti interni ed esterni.

Il Parlamento europeo applica una politica di pari opportunità e accetta le candidature senza discriminazioni fondate sul sesso, la razza, il colore della pelle, le origini etniche o sociali, i tratti genetici, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza a una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, gli handicap, l'età, l'orientamento sessuale, lo stato civile o la situazione familiare.

2.   Natura delle funzioni

Assegnati uno a Berlino e l'altro a Monaco di Baviera (3), gli incaricati di relazioni pubbliche effettueranno, nell'ambito dei programmi e delle priorità definite degli organi parlamentari e/o della sua gerarchia, i compiti dettagliati qui di seguito:

concepire e realizzare azioni di comunicazione per i cittadini, le parti interessate, i moltiplicatori di opinione, i giovani, la società civile, gli istituti scolastici, le università, ecc.,

concepire e sviluppare tutti gli strumenti di comunicazione e di informazione: sito web e social network, coproduzioni audiovisive, pubblicazioni destinate al grande pubblico, ecc.,

organizzare e gestire l'accoglienza di gruppi di visitatori e singoli visitatori (coordinamento degli aspetti riguardanti la comunicazione, l'amministrazione e il bilancio nel contesto delle visite, svolgimento di conferenze per un pubblico generico o specializzato, ecc.),

intrattenere le relazioni con i deputati europei e gli ambienti politici istituzionali, le strutture amministrative nazionali, regionali e locali, nonché con le reti di corrispondenti nella società civile,

organizzare attività di comunicazione in cooperazione con gli altri soggetti nel quadro della comunicazione interistituzionale,

contribuire alla sana gestione amministrativa e finanziaria dell'organo alla luce delle disposizioni regolamentari applicabili in materia,

assicurare una funzione di sostegno agli organi del Parlamento europeo quando questi ultimi svolgono attività nello Stato membro (visite presidenziali, riunioni/visite di commissioni parlamentari, ecc.),

dirigere e coordinare progetti specifici.

L'esercizio di tali funzioni esige una capacità di anticipazione, reazione, comunicazione e trattamento dell'informazione, uno spiccato senso della diplomazia, disinvoltura nell'esprimersi in pubblico e intrattenere contatti con vari interlocutori degli ambienti politici, economici e sociali.

3.   Requisiti di ammissione (profilo richiesto)

Alla data di scadenza del termine per la presentazione delle candidature, i candidati devono soddisfare i seguenti requisiti:

a)

Requisiti generali

In conformità all'articolo 12, paragrafo 2, del RAA:

essere cittadino di uno degli Stati membri dell'Unione europea,

godere dei propri diritti politici,

essere in regola con le leggi applicabili in materia di obblighi militari,

offrire le garanzie di moralità richieste per le funzioni da svolgere.

b)

Requisiti specifici

i)

Titoli, diplomi e conoscenze richieste

I candidati devono avere un livello di istruzione corrispondente a un ciclo completo di studi universitari di almeno tre anni, sancito da un diploma ufficialmente riconosciuto in un settore attinente alle mansioni da svolgere.

ii)

Esperienza professionale richiesta

Non è richiesta alcuna esperienza professionale.

iii)

Conoscenze linguistiche

I candidati devono essere in possesso di:

una profonda conoscenza della lingua tedesca (lingua 1)

e

un'ottima conoscenza della lingua inglese o francese (lingua 2).

Il comitato di selezione terrà conto dalla conoscenza di altre lingue ufficiali (4) dell'Unione europea.

Conformemente alla sentenza pronunciata dalla Corte di giustizia dell'Unione europea (Grande camera) nella causa C-566/10 P, Repubblica italiana/Commissione, il Parlamento europeo motiva come segue la limitazione della lingua 2 a un numero ristretto di lingue ufficiali dell'Unione.

I candidati sono informati che le lingue 2 prescelte ai fini della presente procedura di selezione sono state definite conformemente all'interesse del servizio che esige che i nuovi assunti siano immediatamente operativi in seno all'Ufficio di informazione del Parlamento europeo in Germania e capaci di comunicare efficacemente nel loro lavoro quotidiano. In caso contrario, il funzionamento effettivo del servizio potrebbe essere seriamente compromesso.

Stante la prassi degli Uffici di informazione del Parlamento europeo per quanto riguarda le lingue di comunicazione è tenuto conto delle esigenze di servizio dell'Ufficio di informazione in Germania in materia di conoscenza della società civile e dei mezzi di comunicazione locali, l'inglese o il francese restano, accanto al tedesco, le lingue più ampiamente impiegate.

Un esame delle competenze specifiche condotto in una di dette lingue permette al Parlamento europeo di valutare, in un ambiente assai simile a quello in cui i neoassunti dovranno lavorare, se i candidati sono in grado di essere immediatamente operativi.

B.   SVOLGIMENTO DELLA PROCEDURA

La procedura è organizzata per titoli e prove .

L'elenco dei candidati che hanno presentato il proprio fascicolo nella forma ed entro i termini previsti e che soddisfano i requisiti generali di cui al titolo A.3 a) è stabilito dall'Autorità che ha il potere di concludere contratti e quindi trasmesso, con i relativi fascicoli, al comitato di selezione (per maggiori informazioni si veda la guida per i candidati) .

1.   Ammissione alla procedura di selezione

Il comitato di selezione esamina i fascicoli e stabilisce l'elenco dei candidati ammessi in quanto soddisfano i requisiti specifici di cui al titolo A.3 b).

In sede di esame dei fascicoli, il comitato di selezione si attiene esclusivamente alle dichiarazioni figuranti nell'atto di candidatura comprovate dai documenti giustificativi (per maggiori informazioni si veda la guida per i candidati) .

2.   Valutazione delle qualifiche

Il comitato di selezione procede, sulla base di criteri prefissati, alla valutazione delle qualifiche dei candidati ammessi alla procedura di selezione e determina la lista dei dodici migliori candidati che saranno ammessi alle prove.

In sede di valutazione delle qualifiche dei candidati, il comitato di selezione terrà conto in particolare dei criteri seguenti:

cultura generale in materia di affari europei,

esperienza redazionale, segnatamente comunicati stampa e testi destinati al grande pubblico,

esperienza professionale nell'uso dei social network,

esperienza professionale nei contatti con i mezzi di informazione di uno o più settori geografici del paese di assegnazione,

esperienza professionale in materia di concezione e gestione di azioni di relazioni pubbliche (aspetti riguardanti comunicazione, amministrazione, bilancio, ecc.),

esperienza professionale nell'accoglienza di visitatori e nello svolgimento di conferenze,

esperienza professionale nella gestione amministrativa (aspetti riguardanti risorse umane, gestione, bilancio, finanze, informatica, elementi giuridici, ecc.).

Punteggio: da 0 a 20 punti.

3.   Prove

Per valutare la capacità dei candidati di esercitare le mansioni di cui al titolo A.2, sono organizzate le seguenti prove:

Prove scritte

a)

Prova redazionale in lingua tedesca destinata a valutare l'attitudine dei candidati a redigere un comunicato stampa.

Durata della prova: 1 ora.

Punteggio: da 0 a 20 punti (minimo richiesto: 10).

b)

Prova redazionale in lingua inglese o francese (lingua 2) sulla base di un fascicolo di venti pagine al massimo composto di documenti in lingua tedesca e inglese o tedesca e francese destinata a valutare al capacità dei candidati a trattare un fascicolo, nonché la loro capacità di redazione.

Durata della prova: 3 ore

Punteggio: da 0 a 40 punti (minimo richiesto: 20).

Prove orali

c)

Colloquio in inglese o francese (lingua 2) con il comitato di selezione destinato a valutare, tenuto conto di tutti gli elementi del fascicolo di candidatura, l'attitudine dei candidati a esercitare le mansioni di cui al titolo A.2 «Natura delle funzioni». Il comitato di selezione può decidere di verificare le conoscenze linguistiche dei candidati quali indicate nell'atto di candidatura.

Durata massima della prova: 45 minuti

Punteggio: da 0 a 40 punti (minimo richiesto: 20 punti).

d)

Prova di discussione di gruppo in inglese o francese (lingua 2) destinata a permettere al comitato di selezione di valutare la capacità di adattamento, le attitudini negoziali, lo spirito di decisione e il comportamento dei candidati all'interno di un gruppo.

La durata di questa prova sarà definita dal comitato di selezione in funzione della composizione definitiva dei gruppi.

Punteggio: da 0 a 20 punti (minimo richiesto: 10 punti).

Si richiama l'attenzione dei candidati sul fatto che le prove potranno svolgersi in un solo giorno o in due giorni consecutivi.

4.   Iscrizione nell'elenco di idoneità

Sono iscritti nell'elenco di idoneità, in ordine di merito, i nominativi dei sei candidati che abbiano ottenuto il punteggio complessivo più elevato (valutazione delle qualifiche e prove), purché abbiano ottenuto almeno il 50 % del punteggio complessivo e la soglia minima richiesta in ciascuna delle prove eliminatorie.

I candidati saranno informati individualmente dei risultati ottenuti e l'elenco di idoneità sarà affisso nelle bacheche informative degli edifici del Parlamento europeo.

L'elenco giungerà a scadenza il 31 dicembre 2018, ma la sua validità potrà essere prorogata. In tal caso, i vincitori iscritti nell'elenco saranno informati in tempo utile.

I vincitori iscritti nell'elenco di idoneità che ricevano un'offerta di assunzione dovranno presentare a tempo debito, per la verifica, gli originali di tutta la documentazione richiesta, in particolare dei diplomi e degli eventuali attestati di lavoro.

C.   PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE

I candidati sono tenuti a utilizzare il modulo dell'atto di candidatura in tedesco (originale o copia) relativo al presente bando di assunzione, contenuto nella presente Gazzetta ufficiale pubblicata dall'Ufficio delle pubblicazioni dell'Unione europea.

Prima di compilare l'atto di candidatura, i candidati sono invitati a leggere attentamente la guida a loro destinata.

L'atto di candidatura e la documentazione (in fotocopia) devono obbligatoriamente essere inviati, mediante plico raccomandato  (5), entro e non oltre il 2 marzo 2015 (fa fede il timbro postale) al seguente indirizzo:

PARLAMENTO EUROPEO

Unità Concorsi — MON 04 S 010

Procedura di selezione PE/185/S

(il numero di riferimento della procedura di selezione dev'essere indicato)

60 rue Wiertz

1047 Bruxelles

Belgio

I candidati sono invitati a NON TELEFONARE per avere le informazioni sul calendario dei lavori.

I candidati sono invitati, in virtù del dovere di diligenza che incombe loro, a inviare un fax (+32 2 2831717), un messaggio di posta elettronica (PE-185-S@ep.europa.eu) o una lettera all'Unità Concorsi e procedure di selezione, qualora entro il 31 maggio 2015 non sia pervenuta loro una lettera relativa alla loro candidatura.


(1)  Ogni riferimento a una persona di sesso maschile nel presente bando si intende fatto anche a una persona di sesso femminile e viceversa.

(2)  Cfr. regolamento (CEE, Euratom, CECA) n. 259/68 del Consiglio (GU L 56 del 4 marzo 1968, pag. 1), modificato dal regolamento (CE, Euratom) n. 723/2004 (GU L 124 del 27 aprile 2004, pag. 1) e da ultimo dal regolamento (UE, Euratom) n. 1023/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2013, che modifica lo statuto dei funzionari dell'Unione europea e il regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (GU L 287 del 29 ottobre 2013, pag. 15).

(3)  I posti potranno essere riassegnati in uno degli altri luoghi di lavoro del Parlamento europeo.

(4)  Le lingue ufficiali dell'Unione europea sono: bulgaro, ceco, croato, danese, estone, finlandese, francese, greco, inglese, irlandese, italiano, lettone, lituano, maltese, neerlandese, polacco, portoghese, rumeno, slovacco, sloveno, spagnolo, svedese, tedesco, ungherese.

(5)  L'invio per corriere privato equivale all'invio per raccomandata. In tal caso farà fede la data figurante sulla bolla di consegna.


ALLEGATO

Guida per i candidati alle procedure di selezione organizzate dal Parlamento europeo

1.

INTRODUZIONE7
Come si svolge una procedura di selezione?7

2.

TAPPE DELLA PROCEDURA DI SELEZIONE7
Ricezione dei fascicoli di candidatura7
Esame dei requisiti generali7
Esame dei requisiti specifici8
Valutazione delle qualifiche8
Prove8
Elenco di idoneità9

3.

COME FARE LA DOMANDA?9
Prescrizioni generali9
Come presentare un fascicolo completo?9
Quali sono i documenti giustificativi da allegare al fascicolo?9
Prescrizioni generali9
Documenti giustificativi per i requisiti generali10
Documenti giustificativi per i requisiti specifici e la valutazione delle qualifiche10

4.

COMUNICAZIONE11

5.

INFORMAZIONI GENERALI11
Pari opportunità11
Richiesta di accesso dei candidati alle informazioni che li riguardano12
Protezione dei dati personali12
Spese di viaggio e di soggiorno12
ALLEGATO I13
ALLEGATO II16

1.   INTRODUZIONE

Come si svolge una procedura di selezione?

Una procedura di selezione prevede una serie di tappe che mettono i candidati in competizione; essa è aperta a tutti i cittadini dell'Unione europea che, alla data fissata per la presentazione delle candidature, soddisfano i criteri richiesti, offrendo a tutti i candidati la stessa possibilità di dimostrare le loro capacità e permettendo una selezione basata sul merito, nel rispetto del principio di parità di trattamento.

I candidati selezionati al termine di una procedura di selezione sono iscritti in un elenco di idoneità a cui il Parlamento europeo attingerà per coprire il posto oggetto del bando di assunzione.

Per ciascuna procedura di selezione è costituito un comitato di selezione composto da rappresentanti dell'amministrazione e del comitato del personale. Il lavori del comitato di selezione sono segreti e si svolgono conformemente all'allegato III dello statuto dei funzionari dell'Unione europea (1).

Gli interventi diretti o indiretti dei candidati presso il comitato di selezione sono formalmente vietati. L'autorità che ha il potere di nomina (AIPN) si riserva il diritto di escludere qualsiasi candidato che violi questo divieto.

Il comitato di selezione tiene rigorosamente conto dei requisiti di ammissione contenuti nel bando di assunzione per decidere in merito all'ammissione o meno di ciascun candidato. I candidati non possono avvalersi di un'ammissione a un concorso o a una procedura di selezione precedenti.

Al fine di scegliere i migliori candidati, il comitato di selezione raffronta le prestazioni dei candidati per valutarne l'attitudine a svolgere le funzioni descritte nel bando. Il comitato deve pertanto non solo valutare il livello delle conoscenze, ma anche individuare le persone più qualificate sulla base dei loro meriti.

A titolo d'informazione, l'espletamento di una procedura di selezione richiede mediamente da 6 a 9 mesi, a seconda del numero di candidati.

2.   TAPPE DELLA PROCEDURA DI SELEZIONE

La procedura di selezione si articola nelle seguenti tappe:

ricezione dei fascicoli di candidatura,

esame dei requisiti generali,

esame dei requisiti specifici,

valutazione delle qualifiche,

prove,

iscrizione nell'elenco di idoneità.

Ricezione dei fascicoli di candidatura

I candidati che decidono di presentare la domanda devono, pena l'esclusione, inviare un fascicolo di candidatura completo comprendente l'atto di candidatura relativo al bando di assunzione compilato, firmato e corredato di tutta la documentazione richiesta che comprova il soddisfacimento dei requisiti generali e specifici indicati nel bando di assunzione. Il fascicolo va inviato a mezzo raccomandata (l'invio tramite un corriere privato equivale a un invio con plico raccomandato. In tal caso, fa fede la data di invio figurante nella bolla di consegna) entro il termine fissato nel bando di gara. Si veda il titolo C del bando di assunzione per l'indirizzo e il termine per la presentazione delle candidature.

Esame dei requisiti generali

L'Unità Concorsi e procedure di selezione valuta se la candidatura può essere accolta, vale a dire se è stata presentata rispettando le modalità e i termini indicati nel bando di assunzione e se sono soddisfatti i requisiti generali di ammissione.

Di conseguenza, sono esclusi d'ufficio i candidati che:

hanno inviato il proprio fascicolo di candidatura dopo la scadenza dei termini (fa fede il timbro postale o la bolla di consegna del corriere privato), o

non hanno inviato il proprio fascicolo di candidatura a mezzo raccomandata o mediante corriere privato, o

non hanno utilizzato l'atto di candidatura relativo al bando di assunzione, o

non hanno debitamente compilato l'atto di candidatura relativo al bando di assunzione, o

hanno omesso di firmare l'atto di candidatura, o

non soddisfano i requisiti generali di ammissione.

I candidati sono informati individualmente di tale esclusione dopo la scadenza dei termini per la presentazione delle candidature .

L'elenco dei candidati che soddisfano i requisiti generali indicati nel bando di assunzione è stabilito dall'autorità che ha il potere di nomina ed è quindi trasmesso unitamente ai fascicoli al comitato di selezione.

Esame dei requisiti specifici

Il comitato di selezione esamina le candidature e stabilisce l'elenco dei candidati che rispondono ai requisiti specifici precisati nel bando di assunzione. Esso si attiene a tal fine esclusivamente alle dichiarazioni figuranti nell'atto di candidatura comprovate da documenti giustificativi .

Nell'atto di candidatura devono essere dettagliatamente precisati gli studi, le formazioni, le conoscenze linguistiche e, se del caso, l'esperienza professionale e, nella fattispecie:

per gli studi: le date d'inizio e di fine degli studi e il tipo di diploma (i) come pure le materie studiate,

per l'eventuale esperienza professionale: le date d'inizio e di fine delle prestazioni, come pure la natura precisa delle funzioni svolte.

I candidati che hanno pubblicato studi, articoli o altri testi attinenti alle mansioni devono indicarlo nell'atto di candidatura.

Sono esclusi in questa fase i candidati che non soddisfano i requisiti di ammissione specifici richiesti nel bando di assunzione.

Ciascun candidato è informato per lettera della decisione del comitato di selezione concernente la sua ammissione/non ammissione alla procedura.

Valutazione delle qualifiche

Per selezionare i candidati che sono convocati alle prove, il comitato di selezione valuta le qualifiche dei candidati ammessi (cfr. il paragrafo precedente). Esso si attiene a tal fine esclusivamente alle dichiarazioni figuranti nell'atto di candidatura comprovate da documenti giustificativi (cfr. il precedente punto 3). Il comitato di selezione si basa sui criteri predefiniti tenendo conto, in particolare, delle qualifiche precisate nel bando di assunzione al titolo B.2.

Ciascun candidato è informato per lettera della decisione del comitato di selezione concernente la sua ammissione/non ammissione alle prove.

Prove

Tutte le prove sono obbligatorie ed eliminatorie. Il numero massimo di candidati ammessi alle prove è fissato al titolo B.2. del bando di assunzione.

Per esigenze organizzative, i candidati possono essere invitati a tutte le prove scritte e orali. Tuttavia, la valutazione delle prove è effettuata nell'ordine in cui esse figurano nel bando di assunzione. Di conseguenza, qualora un candidato non ottenga il punteggio minimo richiesto per una delle prove eliminatorie, il comitato di selezione non procede alla correzione delle prove successive.

In caso di abbandono da parte del candidato, le prove non sono valutate.

Elenco di idoneità

Solo il numero massimo di candidati di cui al titolo B.4. del bando di assunzione è iscritto nell'elenco di idoneità.

Il fatto che il nome di un candidato sia inserito nell'elenco di idoneità significa che il candidato potrà essere convocato da uno dei servizi dell'istituzione per un colloquio, ma non costituisce né un diritto né una garanzia di assunzione da parte dell'istituzione.

3.   COME FARE LA DOMANDA?

Prescrizioni generali

Prima di presentare la domanda, i candidati devono verificare con cura se soddisfano tutti i requisiti per l'ammissione, sia generali che specifici, il che implica che devono prendere atto, in via preliminare, del bando di assunzione e della presente guida e accettarne le condizioni.

Sebbene i bandi di assunzione non prevedano limiti di età, si richiama l'attenzione dei candidati sull'età di pensionamento fissata dallo statuto dei funzionari dell'Unione europea.

I candidati sono tenuti a compilare il formulario dell'atto di candidatura (originale o copia) relativo al bando di assunzione e contenuto nella presente Gazzetta ufficiale pubblicata dall'Ufficio delle pubblicazioni dell'Unione europea.

Non si terrà conto dei documenti inviati dopo il termine stabilito.

I candidati portatori di handicap o che si trovino in una situazione particolare (ad esempio gravidanza, allattamento, problemi di salute, terapia medica da seguire, ecc.) suscettibile di presentare delle difficoltà durante lo svolgimento delle prove, sono tenuti a indicarlo nell'atto di candidatura ed a fornire ogni informazione utile al fine di permettere all'amministrazione di adottare, se possibile, tutte le misure necessarie. Se del caso, i candidati dovranno allegare all'atto di candidatura una nota in carta libera che precisi gli interventi che ritengono necessari per facilitare la loro partecipazione alle prove.

Come presentare un fascicolo completo?

1.

Compilare e firmare l'atto di candidatura relativo al bando di gara.

2.

Stilare un elenco numerato di tutti i documenti giustificativi allegati al fascicolo.

3.

Allegare tutti i documenti giustificativi richiesti, precedentemente numerati.

4.

Trasmettere il fascicolo secondo le modalità ed entro il termine indicati nel bando di assunzione.

Quali sono i documenti giustificativi da allegare al fascicolo?

Prescrizioni generali

Non inviare gli originali dei documenti richiesti, bensì solo fotocopie non certificate. I riferimenti a siti web non possono essere considerati documenti ai sensi di tale disposto. Le stampe di pagine web non sono considerate attestazioni, ma possono essere allegate a semplice titolo di informazione.

Si richiama l'attenzione sul fatto che i candidati iscritti in un elenco di idoneità ai quali viene offerto un impiego devono, prima di poter essere assunti, presentare gli originali di tutti i documenti richiesti.

Un curriculum vitae non è considerato un documento giustificativo.

I candidati non possono fare riferimento ai documenti, atti di candidatura o altri documenti trasmessi in occasione di una precedente candidatura (2).

Nessun elemento del fascicolo di candidatura è restituito ai candidati.

Documenti giustificativi per i requisiti generali

In questa fase non è richiesto alcun documento comprovante che:

i candidati sono cittadini di uno degli Stati membri dell'Unione europea,

i candidati godono dei diritti civili,

i candidati sono in regola con le leggi applicabili in materia di obblighi militari,

i candidati offrono le garanzie di moralità richieste per le funzioni da svolgere.

I candidati devono firmare l'atto di candidatura. Con tale firma i candidati dichiarano sull'onore che soddisfano i requisiti indicati e che le informazioni fornite sono veritiere e complete.

Documenti giustificativi per i requisiti specifici e la valutazione delle qualifiche

I candidati devono fornire al comitato di selezione tutte le informazioni e tutti i documenti necessari affinché esso possa verificare l'esattezza delle informazioni fornite nell'atto di candidatura.

Diplomi e/o attestazioni che certificano il completamento degli studi

I candidati devono fornire, in fotocopia, i diplomi o i certificati che attestano il completamento degli studi al livello richiesto dal bando di assunzione.

Il comitato di selezione tiene conto a tale riguardo della diversità dei sistemi d'insegnamento negli Stati membri dell'Unione europea.

Per i diplomi post-secondari occorre fornire informazioni il più dettagliate possibile, in particolare sulla durata degli studi e le materie studiate, affinché il comitato di selezione possa valutare la pertinenza dei diplomi rispetto alle mansioni.

In caso di formazione tecnica o professionale, oppure di corsi di perfezionamento o di specializzazione, i candidati devono indicare se si tratta di corsi a tempo pieno o a tempo parziale o di corsi serali, come pure le materie trattate e la durata ufficiale dei corsi.

Esperienza professionale

Se il bando esige un'esperienza professionale, si terrà conto solo di quella acquisita dal candidato dopo il conseguimento del diploma o del titolo di studio richiesto. È indispensabile che i documenti giustificativi attestino la durata e il livello dell'esperienza professionale e che le mansioni esercitate siano descritte nel modo più dettagliato possibile, affinché il comitato di selezione possa valutare la pertinenza dell'esperienza in relazione alle mansioni da svolgere.

Tutti i periodi di attività professionale in questione devono essere coperti da documenti giustificativi, in particolare:

attestati dei datori di lavoro precedenti e del datore di lavoro attuale che dimostrino l'esperienza professionale richiesta per accedere alla procedura di selezione;

qualora, per motivi di riservatezza, i candidati non possano allegare gli attestati di lavoro necessari, è obbligatorio, per sostituire tali attestazioni, fornire fotocopie del contratto di lavoro o della lettera di assunzione e/o della prima e dell'ultima busta paga;

per le attività professionali indipendenti (lavoro autonomo, professioni liberali, ecc.), possono essere accettate come prova le fatture che indichino in dettaglio i servizi prestati o qualsiasi altro documento giustificativo ufficiale pertinente.

Conoscenze linguistiche

Le conoscenze delle lingue richieste devono essere certificate da un diploma, un certificato o una dichiarazione sull'onore, in carta libera, che indichi come è stata acquisita la conoscenza di tali lingue.

Qualora, in qualunque fase della procedura, si constati che le indicazioni fornite nell'atto di candidatura sono inesatte, non trovano riscontro nella documentazione richiesta al candidato o non corrispondono a tutti i requisiti prescritti dal bando di assunzione, l'ammissione del candidato è dichiarata nulla.

4.   COMUNICAZIONE

Il dovere di diligenza impone ai candidati di provvedere a che l'atto di candidatura (originale o copia), debitamente compilato, firmato e corredato di tutta la documentazione richiesta, sia inviato mediante plico raccomandato (3) entro i termini stabiliti, timbro postale fidefacente.

I candidati devono inviare una lettera, un fax o un messaggio di posta elettronica (4) all'Unità concorsi e procedure di selezione nel caso in cui non abbiano ricevuto per posta elettronica una lettera relativa alla loro candidatura per la data indicata nell'ultimo paragrafo del bando di assunzione.

In tutta la corrispondenza inviata da un candidato in relazione a una candidatura presentata con un determinato nominativo va fatto riferimento a tale nominativo e al numero della procedura di selezione.

Il recapito indicato dal candidato nell'atto di candidatura è quello al quale sarà inviata per posta elettronica tutta la corrispondenza del Parlamento europeo relativa a una procedura di selezione, comprese le convocazioni alle prove. Il candidato è tenuto a verificare a intervalli regolari (come minimo due volte la settimana) la propria casella di posta elettronica e a notificare all'Unità Concorsi e procedure di selezione eventuali cambiamenti circa le sue informazioni personali.

Per qualsiasi comunicazione relativa alla procedura di selezione i candidati potranno inviare un messaggio al seguente indirizzo elettronico:

PE-185-S@ep.europa.eu

Qualora il candidato non sia più in grado di verificare il proprio conto di posta elettronica, è tenuto a segnalarlo immediatamente all'Unità Concorsi e procedure di selezione fornendo un nuovo indirizzo elettronico.

Per garantire la chiarezza e la comprensione dei testi a carattere generale e delle comunicazioni indirizzate o provenienti dai candidati, le convocazioni alle varie prove e tutta la corrispondenza tra l'Unità Concorsi e procedure di selezione e i candidati sono redatte unicamente in francese, inglese o tedesco. Non si effettuano scambi di corrispondenza nella lingua principale (lingua 1) del candidato.

Al fine di tutelare l'indipendenza del comitato di selezione qualsiasi intervento, diretto o indiretto, dei candidati presso il comitato di selezione è formalmente vietato e può comportare l'esclusione dalla procedura.

Tutta la corrispondenza destinata al comitato di selezione, come pure qualsiasi richiesta di informazione o altra corrispondenza relativa allo svolgimento della procedura, deve essere indirizzata esclusivamente all'Unità Concorsi e procedure di selezione (5), che è incaricata delle comunicazioni con i candidati fino alla conclusione della procedura di selezione.

5.   INFORMAZIONI GENERALI

Pari opportunità

Il Parlamento europeo garantisce l'assenza di ogni forma di discriminazione.

Il Parlamento europeo applica una politica di pari opportunità e accetta le candidature senza discriminazioni, siano queste fondate sul sesso, la razza, il colore della pelle, le origini etniche o sociali, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza a una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, gli handicap, l'età, l'orientamento sessuale, lo stato civile o la situazione familiare.

Richiesta di accesso dei candidati alle informazioni che li riguardano

Nel contesto delle procedure di selezione, ai candidati è riconosciuto un diritto specifico di accedere, alle condizioni descritte in appresso, a determinate informazioni che li riguardano direttamente e individualmente. In virtù di tale diritto, il Parlamento europeo può fornire a un candidato che ne faccia richiesta le informazioni supplementari seguenti:

a)

i candidati che non hanno superato le prove scritte e/o che non figurano tra i candidati invitati alla prova orale possono ottenere, su richiesta, una copia di tali prove nonché una copia della scheda di valutazione individuale contenente le valutazioni formulate dal comitato di selezione. La richiesta deve essere inoltrata entro il termine di un mese a decorrere dalla data di invio della lettera che comunica la decisione che ha messo fine alla partecipazione alla procedura di selezione;

b)

i candidati che sono stati invitati alle prove orali e il cui nominativo non è stato inserito nell'elenco di idoneità sono informati del punteggio ottenuto alle diverse prove solo dopo che il comitato di selezione ha stilato l'elenco di idoneità. Questi candidati possono altresì ottenere una copia delle loro prove scritte alle condizioni di cui alla lettera a);

c)

i candidati iscritti nell'elenco di idoneità sono informati unicamente del fatto che hanno superato la procedura di selezione.

Le domande sono trattate tenendo conto della segretezza dei lavori del comitato di selezione prevista dallo statuto dei funzionari dell'Unione europea (Allegato III, articolo 6) e nel rispetto delle norme relative alla tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali.

Protezione dei dati personali

Il Parlamento europeo, in qualità di responsabile dell'organizzazione delle selezioni, assicura che i dati personali dei candidati siano trattati nel pieno rispetto del regolamento (CE) n. 45/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 dicembre 2000, concernente la tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organi comunitari, nonché la libera circolazione di tali dati (Gazzetta ufficiale delle Comunità europee L 8 del 12 gennaio 2001), in particolare per quanto riguarda la loro riservatezza e sicurezza.

Spese di viaggio e di soggiorno

Ai candidati invitati alle prove viene versato un contributo alle spese di viaggio e di soggiorno. I candidati saranno informati delle relative modalità e tariffe applicabili al momento della convocazione alle prove.

Il recapito indicato dal candidato nell'atto di candidatura è considerato il luogo a partire dal quale egli si reca al luogo di svolgimento delle prove. A tale riguardo, una variazione del recapito comunicata dal candidato successivamente all'invio delle convocazioni alle prove da parte del Parlamento europeo non può essere presa in considerazione, salvo qualora il Parlamento europeo ritenga che le circostanze indicate dal candidato siano cause fortuite o di forza maggiore.


(1)  Cfr. regolamento (CEE, Euratom, CECA) n. 259/68 del Consiglio (GU L 56 del 4 marzo 1968, pag. 1), modificato dal regolamento (CE, Euratom) n. 723/2004 (GU L 124 del 27 aprile 2004, pag. 1) e da ultimo dal regolamento (UE, Euratom) n. 1023/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2013, che modifica lo statuto dei funzionari dell'Unione europea e il regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (GU L 287 del 29 ottobre 2013, pag. 15).

(2)  Queste condizioni si applicano a tutti i candidati, compresi i funzionari e gli altri agenti dell'Unione europea.

(3)  L'invio per corriere privato equivale a invio per raccomandata. In tal caso, fa fede la data figurante sulla bolla di consegna.

(4)  

Indirizzo: Parlamento europeo, Unità concorsi — MON 04 S 010, Procedura di selezione PE/185/S, 60 Rue Wiertz, 1047 Bruxelles, Belgio.

Numero di fax: + 32 22831717. Indirizzo e-mail: PE-185-S@ep.europa.eu

(5)  

Indirizzo: Parlamento europeo, Unità concorsi — MON 04 S 010, Procedura di selezione PE/185/S, 60 Rue Wiertz, 1047 Bruxelles, Belgio.

Numero di fax: + 32 22831717. Indirizzo e-mail: PE-185-S@ep.europa.eu

ALLEGATO I

Tabella indicativa dei diplomi che danno accesso alle procedure di selezione per il gruppo di funzioni AD (1) (da valutare caso per caso)

PAESE

Formazione universitaria — 4 o più anni

Formazione universitaria — almeno 3 anni

Belgique — België — Belgien

Licence/Licentiaat/Diplôme d’études approfondies (DEA)/Diplôme d’études spécialisées (DES)/Diplôme d’études supérieures spécialisées (DESS)/Gediplomeerde in de Voortgezette Studies (GVS)/Gediplomeerde in de Gespecialiseerde Studies (GGS)/Gediplomeerde in de Aanvullende Studies (GAS)

Agrégation de l’enseignement secondaire supérieur (AESS)/Aggregaat

Ingénieur industriel/Industrïeel ingenieur/Master — 60/120 ECTS/Master complémentaire — 60 ECTS ou plus

Agrégation de l’enseignement secondaire supérieur (AESS) — 30 ECTS

Doctorat/Doctoraal Diploma

Bachelor académique (dit «de transition») — 180 ECTS

Academisch gerichte Bachelor — 180 ECTS

България

Диплома за висше образование Бакалавър — 240 ECTS/Магистър — 300 ECTS/Доктор

Магистър след Бакалавър — 60 ECTS/Магистър след Професионален бакалавър по … — 120 ECTS

 

Česká republika

Diplom o ukončení vysokoškolského studia/Magistr/Doktor

Diplom o ukončení bakalářského studia (Bakalář)

Danmark

Kandidatgrad/Candidatus/Master/Magistergrad (Mag.Art)/Licenciatgrad/Ph.d.-grad

Bachelorgrad (B.A or B. Sc)/Professionsbachelorgrad/Diplomingeniør

Deutschland

Master (alle Hochschulen)/Diplom (Univ.)/Magister/Staatsexamen/Doktorgrad

Bachelor/Fachhochschulabschluss (FH)

Staatsexamen (Regelstudienzeit 3 Jahre)

Eesti

Rakenduskõrghariduse diplom Bakalaureusekraad (160 ainepunkti)/Magistrikraad/Arstikraad/Hambaarstikraad/Loomaarstikraad/Filosoofiadoktor/Doktorikraad (120–160 ainepunkti)

Bakalaureusekraad (min 120 ainepunkti)/Bakalaureusekraad (< 160 ainepunkti)

Éire/Ireland

Céim Onórach Bhaitsiléara (4 bliana/240 ECTS) Honours Bachelor Degree (4 years/240 ECTS)/Céim Ollscoile University Degree/

Céim Mháistir (60-120 ECTS) Master’s Degree (60-120 ECTS)/Céim Dochtúra Doctorate

Céim Onórach Bhaitsiléara (3 bliana/180 ECTS) (BA, B.Sc, B. Eng) Honours Bachelor Degree (3 years/180 ECTS) (BA, B.Sc, B. Eng)

Ελλάδα

Πτυχίο (ΑΕI πανεπιστημίου, πολυτεχνείου, ΤΕI υποχρεωτικής τετραετούς φοίτησης) 4 χρόνια (1ος κύκλος)

Μεταπτυχιακό Δίπλωμα Ειδίκευσης (2ος κύκλος)

Διδακτορικό Δίπλωμα (3ος κύκλος)

 

España

Licenciado/Ingeniero/Arquitecto/Graduado/Máster Universitario/Doctor

Diplomado/Ingeniero técnico

Arquitecto técnico/Maestro

France

Maîtrise/MST (maîtrise des sciences et techniques)/MSG (maîtrise des sciences de gestion)

DEST (diplôme d’études supérieures techniques)/DRT (diplôme de recherche technologique)

DESS (diplôme d’études supérieures spécialisées)/DEA (diplôme d’études approfondies)

Master 1/Master 2 professionnel/Master 2 recherche

Diplôme des grandes écoles/Diplôme d’ingénieur/Doctorat

Licence

Italia

Diploma di Laurea (DL) — da 4 a 6 anni/Laurea specialistica (LS)/Laurea magistrale (LM)/Master universitario di primo livello/Master universitario di secondo livello/Diploma di Specializzazione (DS)/Dottorato di ricerca (DR)

Diploma universitario (3 anni)/Diploma di Scuola diretta a fini speciali (3 anni)/Laurea — L180 crediti

Κύπρος

Πανεπιστημιακό Πτυχíο/Bachelor

Master/Doctorat

 

Latvija

Bakalaura diploms (160 kredīti)/profesionālā bakalaura diploms/maģistra diploms/profesionālā maģistra diploms/doktora grāds

Bakalaura diploms (min. 120 kredītpunkti)

Lietuva

Aukštojo mokslo diplomas/Bakalauro diplomas/Magistro diplomas/Daktaro diplomas/Meno licenciato diplomas

Profesinio bakalauro diplomas/Aukštojo mokslo diplomas

Luxembourg

Master/Diplôme d’ingénieur industriel/DESS en droit européen

Bachelor/Diplôme d’ingénieur technicien

Magyarország

Egyetemi oklevél/Alapfokozat — 240 kredit/Mesterfokozat/Doktori fokozat

Főiskolai oklevél/Alapfokozat — 180 kredit vagy annál több

Malta

Bachelor's degree/Master of Arts/Doctorate

Bachelor’s degree

Nederland

HBO Bachelor degree

HBO/WO Master's degree

Doctoraal examen/Doctoraat

Bachelor (WO)

Österreich

Master Magister/Magistra

Magister/Magistra (FH)

Diplom-Ingenieur/in

Diplom-Ingenieur/in (FH)

Doktor/in

PhD

Bachelor

Bakkalaureus/Bakkalaurea

Bakkalaureus/Bakkalaurea (FH)

Polska

Magister/Magister inżynier

Dyplom doktora

Licencjat/Inżynier

Portugal

Licenciado/Mestre/Doutor

Bacharel/Licenciado

Republika Hrvatska

Baccalaureus/baccalaurea (sveučilišni prvostupnik/prvostupnica)

Stručni specijalist

Master degree (magistar struke) 300 kredit min.

Magistar inženjer/magistrica inženjerka (mag. ing.)

Doktor struke/doktor umjetnosti

Baccalaureus/baccalaurea (sveučilišni prvostupnik/prvostupnica)

România

Diplomă de Licență/Diplomă de inginer/Diplomă de urbanist/Diplomă de Master/Diplomă de Studii Aprofundate/Certificat de atestare (studii academice postuniversitare)/Diplomă de doctor

Diplomă de Licență

Slovenija

univerzitetna diploma/magisterij/specializacija/doktorat

diploma o pridobljeni visoki strokovni izobrazbi

Slovensko

diplom o ukončení vysokoškolského štúdia/bakalár (Bc.)/magister, magister/inžinier/ArtD

diplom o ukončení bakalárskeho štúdia (bakalár)

Suomi/ Finland

Maisterin tutkinto — Magisterexamen

Ammattikorkeakoulututkinto — Yrkeshögskoleexamen (min. 160 opintoviikkoa — studieveckor)

Tohtorin tutkinto (Doktorsexamen) joko 4 vuotta tai 2 vuotta lisensiaatin tutkinnon jälkeen — antingen 4 år eller 2 år efter licentiatexamen/Lisensiaatti/Licentiat

Kandidaatin tutkinto — Kandidatexamen/Ammattikorkeakoulututkinto —

Yrkeshögskoleexamen (min. 120 opintoviikkoa — studieveckor)

Sverige

Magisterexamen (akademisk examen omfattande minst 160 poäng, varav 80 poäng fördjupade studier i ett ämne + uppsats motsvarande 20 poäng eller två uppsatser motsvarande 10 poäng vardera)/Licentiatexamen/Doktorsexamen

Meriter på avancerad nivå: Magisterexamen, 1 år, 60 högskolepoäng/Masterexamen, 2 år, 120 högskolepoäng

Meriter på forskarnivå: Licentiatexamen, 2 år, 120 högskolepoäng/Doktorsexamen, 4 år, 240 högskolepoäng

Kandidatexamen (akademisk examen omfattande minst 120 poäng varav 60 poäng fördjupade studier i ett ämne + uppsats motsvarande 10 poäng)

Meriter på grundnivå:

Kandidatexamen, 3 år, 180 högskolepoäng (Bachelor)

United Kingdom

Honours Bachelor degree/Master’s degree (MA, MB, MEng, MPhil, MSc)/Doctorate

(Honours) Bachelor degree

NB: Master’s degree in Scotland

I diplomi conseguiti al di fuori dell'Unione europea devono essere stati omologati da un'autorità nazionale competente di uno uno Stato membro entro il termine di presentazione delle candidature.


(1)  L'accesso ai gradi 7-16 del gruppo di funzioni AD è soggetto all'ulteriore condizione di aver maturato un'esperienza professionale pertinente di almeno un anno.

ALLEGATO II

RICHIESTE DI RIESAME — MEZZI DI RICORSO — DENUNCE AL MEDIATORE EUROPEO

I candidati che ritengono che una decisione rechi loro pregiudizio possono chiedere il riesame di tale decisione, presentare un ricorso o presentare una denuncia al Mediatore europeo (1).

Richieste di riesame

Inoltro di una richiesta di riesame motivato, da inviare:

tramite messaggio mail all'indirizzo di posta elettronica della procedura: PE-185-S@ep.europa.eu

o tramite fax, al numero seguente: + 32 22831717

entro un termine di dieci giorni di calendario a decorrere dalla data d'invio da parte dell'Unità Concorsi e procedure di selezione del messaggio di notifica della decisione.

La risposta è notificata quanto prima all'interessato.

Questa possibilità è limitata alle fasi di ammissione al concorso e di ammissione alle prove scritte e orali.

Mezzi di ricorso

Presentare un reclamo sulla base dell'articolo 90, paragrafo 2, dello statuto dei funzionari dell'Unione europea (2), indirizzato a:

Signor Segretario generale

Parlamento europeo

Edificio Konrad Adenauer

2929 Luxembourg

LUSSEMBURGO

Questa azione è esperibile in tutte le fasi della procedura di selezione.

Si richiama l'attenzione dei candidati sull'ampio potere di apprezzamento di cui godono i comitati di selezione che deliberano in piena indipendenza e le cui decisioni non possono essere modificate dall'autorità che ha il potere di nomina. L'ampio potere di apprezzamento dei comitati di selezione è sottoposto a controllo solo in caso di violazione manifesta delle regole che presiedono ai lavori. In quest'ultimo caso, la decisione del comitato di selezione può essere impugnata direttamente dinanzi al Tribunale della funzione pubblica dell'Unione europea senza che in precedenza sia stato presentato un reclamo a norma dell'articolo 90, paragrafo 2, dello statuto dei funzionari dell'Unione europea.

Presentare un ricorso presso il:

Tribunale della funzione pubblica dell'Unione europea

2925 Lussemburgo

LUSSEMBURGO

ai sensi dell'articolo 270 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea e dell'articolo 91 dello statuto dei funzionari dell'Unione europea.

Questa possibilità è prevista soltanto per le decisioni prese dal comitato di selezione.

Contro le decisioni amministrative di rifiuto dell'accesso, motivate dalla non conformità della candidatura alle condizioni di ammissione alla procedura di selezione di cui al titolo B, punto 1, del bando, è possibile presentare un ricorso dinanzi al Tribunale della funzione pubblica dell'Unione europea solo dopo aver presentato in precedenza un reclamo come sopra specificato.

La presentazione di un ricorso dinanzi al Tribunale della funzione pubblica dell'Unione europea richiede imperativamente l'intervento di un avvocato abilitato ad esercitare dinanzi ad una giurisdizione di uno Stato membro dell'Unione europea o dello Spazio economico europeo.

I termini di cui agli articoli 90 e 91 dello statuto dei funzionari dell'Unione europea previsti per questi due tipi di procedura di ricorso iniziano a decorrere dal giorno della notifica della decisione iniziale recante pregiudizio oppure, limitatamente alle domande di riesame, dal giorno della notifica della risposta iniziale del comitato di selezione a tale domanda.

Denunce al Mediatore europeo

Indirizzare, come qualsiasi cittadino dell'Unione europea, una denuncia al:

Mediatore europeo

1, avenue du Président Robert Schuman — BP 403

67001 STRASBOURG CEDEX

FRANCIA

conformemente all'articolo 228, paragrafo 1, del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea e alle condizioni previste dalla decisione 94/262/CECA, CE, Euratom del Parlamento europeo, del 9 marzo 1994, sullo statuto e le condizioni generali per l'esercizio delle funzioni del Mediatore (3).

Si richiama l'attenzione dei candidati sul fatto che la denuncia al Mediatore europeo non sospende i termini previsti dall'articolo 91 dello statuto dei funzionari dell'Unione europea per la presentazione di un ricorso dinanzi al Tribunale della funzione pubblica dell'Unione europea ai sensi dell'articolo 270 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea.


(1)  La presentazione di un reclamo, ricorso o denuncia al Mediatore europeo non interrompe i lavori del comitato di selezione.

(2)  Cfr. il regolamento (CEE, Euratom, CECA) n. 259/68 del Consiglio (GU L 56 del 4 marzo 1968, pag. 1) modificato dal regolamento (CE, Euratom) n. 723/2004 (GU L 124 del 27 aprile 2004, pag. 1) e da ultimo dal regolamento (UE, Euratom) n. 1023/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2013, che modifica lo Statuto dei funzionari dell'Unione europea e il regime applicabile agli altri agenti dell'Unione europea (GU L 287 del 29 ottobre 2013, pag. 15).

(3)  GU L 113 del 4.5.1994, pag. 15.


Image

Image

Image

Image


Top