Help Print this page 

Document C2014/334A/01

Title and reference
Bando di concorso generale — EPSO/AST-SC/02/14 — Personale per la sicurezza interna (SC 1)

OJ C 334A , 25.9.2014, p. 1–7 (BG, ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, GA, HR, IT, LV, LT, HU, MT, NL, PL, PT, RO, SK, SL, FI, SV)
Languages, formats and link to OJ
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html BG html ES html CS html DA html DE html ET html EL html EN html FR html GA html HR html IT html LV html LT html HU html MT html NL html PL html PT html RO html SK html SL html FI html SV
PDF pdf BG pdf ES pdf CS pdf DA pdf DE pdf ET pdf EL pdf EN pdf FR pdf GA pdf HR pdf IT pdf LV pdf LT pdf HU pdf MT pdf NL pdf PL pdf PT pdf RO pdf SK pdf SL pdf FI pdf SV
Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal Display Official Journal
 To see if this document has been published in an e-OJ with legal value, click on the icon above (For OJs published before 1st July 2013, only the paper version has legal value).
Multilingual display
Text

25.9.2014   

IT

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

CA 334/1


BANDO DI CONCORSO GENERALE

EPSO/AST-SC/02/14

PERSONALE PER LA SICUREZZA INTERNA (SC 1)

2014/C 334 A/01

 

L’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) organizza un concorso generale per titoli ed esami al fine di costituire un elenco di riserva per coprire posti vacanti di funzionario di livello «AST-SC» in qualità di agenti di sicurezza interna (1) presso il Consiglio.

Prima di presentare la candidatura, gli interessati devono leggere attentamente le disposizioni generali applicabili ai concorsi generali pubblicate nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea C 60 A del 1o marzo 2014 e sul sito Internet dell’EPSO.

Tali disposizioni, che sono parte integrante del presente bando di concorso, spiegano le regole relative alla procedura e alle modalità di iscrizione.

INDICE

I.

INDICAZIONI GENERALI

II.

NATURA DELLE FUNZIONI

III.

CONDIZIONI DI AMMISSIONE

IV.

TEST DI ACCESSO

V.

AMMISSIONE AL CONCORSO E SELEZIONE PER TITOLI

VI.

CONCORSO GENERALE

VII.

VERIFICA DELLE DICHIARAZIONI DEI CANDIDATI

VIII.

ELENCO DI RISERVA

I.   INDICAZIONI GENERALI

1.

Numero di idonei

28

2.

Come presentare la candidatura

Gli interessati devono iscriversi per via elettronica secondo la procedura indicata sul sito Internet dell’EPSO, seguendo in particolare le istruzioni per l’iscrizione.

Termine ultimo (compresa la convalida): 28 ottobre 2014 alle ore 12 (mezzogiorno), ora di Bruxelles.

II.   NATURA DELLE FUNZIONI

Sotto l’autorità dell’amministratore o dell’assistente responsabile e sulla base delle direttive generali il funzionario dovrà svolgere mansioni di gestione, applicazione e controllo, tra cui:

assicurare l’identificazione e i controlli di accesso alle entrate degli edifici e delle sale di riunione nonché la sorveglianza degli edifici e degli impianti dell’istituzione;

intervenire in situazioni che possono compromettere la sicurezza delle persone e dei beni e produrre un rapporto di sicurezza per ogni incidente;

assistere il personale e le delegazioni/i visitatori in caso di emergenza (incendio, intervento di pronto soccorso, evacuazione);

assicurare la protezione delle persone, dei beni e delle informazioni classificate conservate presso l’istituzione;

assicurare la protezione e il controllo nelle zone di sicurezza durante le riunioni dell’Unione europea;

lavorare a turni 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 come membro dell’équipe del centro di dispacciamento (CCTV, controllo degli accessi); controllare il funzionamento degli impianti tecnici di sicurezza;

eseguire le istruzioni in materia di sicurezza;

contribuire alla buona comunicazione con i servizi esterni (protocollo, visite ecc.) e i servizi interni addetti alla sicurezza (servizio interno, tecnico e di gestione del rischio);

prendere, sotto l’autorità di un superiore gerarchico, tutte le iniziative necessarie a garantire un servizio continuo, professionale, cortese e creativo all’altezza delle aspettative dell’istituzione e contribuire alla gestione di eventuali incidenti;

intervenire e fornire un contributo in merito alla sicurezza delle inchieste svolte in seguito a incidenti quali furti, perdite, aggressioni, deterioramenti o danni di qualsiasi natura.

Può essere chiesto ai funzionari di lavorare di giorno e di notte, durante i fine settimana e nei giorni festivi.

Per esercitare le funzioni di servizio può essere necessario portare e manipolare armi.

Presentando l’atto di candidatura gli interessati accettano di sottoporsi ad eventuali prove di selezione complementari atte a valutare le loro competenze tecniche, e di partecipare alle indagini di sicurezza e alle procedure proprie del paese ospitante al fine di ottenere il porto d’armi. Questa è una condizione necessaria per svolgere i compiti legati alla protezione sul territorio belga e negli edifici del segretariato generale del Consiglio.

In fase di assunzione sarà chiesto un nulla osta per l’accesso alle informazioni classificate (cfr. allegato I.III, GU L 274 del 15.10.2013: http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=OJ:L:2013:274:TOC).

III.   CONDIZIONI DI AMMISSIONE

Entro il termine ultimo per l’iscrizione elettronica i candidati devono soddisfare tutte le condizioni generali e specifiche enunciate qui di seguito.

1.

Condizioni generali

a)

Essere cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea.

b)

Godere dei diritti civili.

c)

Essere in regola con le norme vigenti in materia di servizio militare.

d)

Offrire le garanzie di moralità richieste per le funzioni da svolgere.

2.

Condizioni specifiche

2.1.

Titoli di studio, diplomi ed esperienza professionale

Ciclo completo di studi secondari certificato da un diploma che dia accesso all’insegnamento superiore, seguito da un’esperienza professionale della durata di almeno 3 anni in rapporto con le funzioni da svolgere.

OPPURE

Un’esperienza professionale di almeno 10 anni, di cui almeno 5 in rapporto con le funzioni da svolgere.

2.2.

Conoscenze linguistiche  (2)

Lingua 1

Lingua principale (livello minimo richiesto: C1)

conoscenza approfondita di una lingua ufficiale dell’Unione europea

Lingua 2

Seconda lingua, obbligatoriamente diversa dalla lingua 1 (livello minimo richiesto: B2)

conoscenza soddisfacente del francese, dell’inglese o del tedesco

Per essere assunti presso i servizi di sicurezza del Consiglio dell’Unione europea è indispensabile una buona conoscenza orale e scritta del francese o dell’inglese onde poter svolgere il lavoro e curare i contatti con i soggetti interessati esterni.

Conformemente alla sentenza pronunciata dalla Corte di giustizia dell’Unione europea (Grande Sezione) nella causa C-566/10 P, Repubblica italiana/Commissione, le istituzioni dell’Unione motivano nell’ambito del presente concorso la limitazione della scelta della seconda lingua a un numero ristretto di lingue ufficiali dell’Unione.

Si informano i candidati che nel presente concorso l’opzione relativa alla seconda lingua è stata definita in base all’interesse del servizio, che richiede neoassunti immediatamente operativi e capaci di comunicare in modo efficace nel lavoro quotidiano. In caso contrario il funzionamento effettivo delle istituzioni potrebbe essere seriamente compromesso.

Secondo una prassi consolidata nelle istituzioni dell’Unione europea, il francese, l’inglese e il tedesco sono le lingue maggiormente utilizzate nella comunicazione interna e quelle che meglio rispondono alle esigenze dei servizi anche in termini di comunicazione esterna e di gestione dei fascicoli. Inoltre, il francese, l’inglese e il tedesco sono le lingue straniere più diffuse e apprese nell’Unione europea. Ciò conferma che la padronanza di almeno una di queste lingue corrisponde all’attuale livello di istruzione e competenza professionale che può essere richiesto per candidarsi a un posto di lavoro nelle istituzioni dell’Unione europea. Pertanto, per conciliare l’interesse del servizio con le capacità dei candidati e tenendo conto dell’ambito specifico del presente concorso, è legittimo organizzare prove in francese, inglese e tedesco. In tal modo si assicura che, a prescindere dalla loro prima lingua, tutti i candidati padroneggino a livello operativo almeno una di queste tre lingue ufficiali. Un esame delle competenze specifiche così condotto permette alle istituzioni dell’Unione di valutare se i candidati sono in grado di essere immediatamente operativi in un ambiente simile a quello in cui dovranno lavorare.

Per le stesse ragioni viene limitata anche la scelta delle lingue usate per la comunicazione tra i candidati e l’istituzione e per compilare l’atto di candidatura. Ciò consente anche di confrontare tra loro in maniera uniforme sia i canditati sia gli atti di candidatura.

Inoltre, per garantire la parità di trattamento, tutti i partecipanti al concorso — compresi coloro la cui prima lingua è una delle tre lingue ufficiali suddette — devono sostenere le prove nella loro seconda lingua scelta tra queste tre lingue.

Queste disposizioni non pregiudicano la successiva formazione linguistica finalizzata all’apprendimento di una terza lingua di lavoro, conformemente all’articolo 45, paragrafo 2, dello statuto dei funzionari.

IV.   TEST DI ACCESSO

I test di accesso su computer sono organizzati dall’EPSO unicamente se il numero di candidati iscritti è superiore a un determinato limite. Tale limite sarà deciso dal direttore dell’EPSO, in quanto autorità che ha il potere di nomina, dopo la chiusura della registrazione delle candidature; i candidati saranno informati al riguardo tramite il loro account EPSO.

In caso contrario, saranno organizzati test attitudinali contestualmente alla fase di valutazione (cfr. titolo VI, punto 2).

La commissione giudicatrice determina il livello di difficoltà dei test di accesso come descritti qui di seguito e ne stabilisce il contenuto sulla base delle proposte presentate dall’EPSO.

1.

Convocazione

Saranno convocati per sostenere i test i candidati che hanno convalidato l’atto di candidatura entro i termini (cfr. titolo I, punto 2).

Attenzione:

1.

con la convalida della candidatura si dichiara di soddisfare le condizioni generali e specifiche indicate al titolo III;

2.

per sostenere i test occorre prenotare una data; la prenotazione va fatta obbligatoriamente entro il termine che sarà comunicato tramite l’account EPSO.

2.

Natura dei test e punteggio

Serie di test basati su domande a scelta multipla volte a valutare le capacità e le competenze generali dei candidati in materia di ragionamento:

Test a)

ragionamento verbale

punteggio: da 0 a 20 punti

punteggio minimo richiesto: 10 punti

Test b)

ragionamento numerico

punteggio: da 0 a 10 punti

Test c)

ragionamento astratto

punteggio: da 0 a 10 punti

 

Il punteggio minimo richiesto complessivamente per i test b) e c) è 10 punti.

3.

Lingua in cui si svolgono i test

Lingua 1

V.   AMMISSIONE AL CONCORSO E SELEZIONE PER TITOLI

1.   Procedura

La valutazione delle condizioni generali e specifiche e la selezione per titoli saranno effettuate in un primo tempo sulla base delle dichiarazioni rese nell’atto di candidatura.

a)

Le risposte alle domande relative alle condizioni generali e specifiche saranno esaminate dalla commissione giudicatrice allo scopo di stilare l’elenco dei candidati che soddisfano tutte le condizioni di ammissione al concorso.

b)

Successivamente, tra i candidati che soddisfano le condizioni di ammissione al concorso, la commissione giudicatrice procederà alla selezione per titoli di coloro che possiedono le qualifiche più pertinenti (in particolare diplomi ed esperienza professionale) rispetto alla natura delle funzioni e ai criteri di selezione indicati nel presente bando di concorso. Questa selezione sarà effettuata unicamente sulla base delle dichiarazioni fornite in risposta alle domande della sezione «valutazione dei talenti» (évaluateur de talent/Talent Screener/Talentfilter), secondo un punteggio assegnato nel modo seguente:

ciascun criterio di selezione (cfr. oltre, punto 2) viene ponderato da 1 a 3, in funzione dell’importanza attribuitagli dalla commissione giudicatrice;

la commissione giudicatrice esamina le risposte dei candidati e attribuisce a ognuna di esse un punteggio da 0 a 4 in funzione delle qualifiche dei candidati. I punti ottenuti, moltiplicati per il coefficiente di ponderazione attribuito a ciascuna domanda, saranno poi sommati per ottenere il punteggio complessivo.

Qualora siano organizzati test di accesso preliminari (cfr. titolo IV), la rispondenza alle condizioni generali e specifiche viene valutata per ordine decrescente di punteggio e fino a raggiungere il numero, definito dall’autorità che ha il potere di nomina  (3) , di candidati che:

abbiano ottenuto, allo stesso tempo, il punteggio minimo richiesto e uno dei punteggi migliori nei test di accesso, e

soddisfino le condizioni di ammissione al concorso.

Qualora più candidati si classifichino all’ultimo posto utile con punteggi identici, saranno tutti ammessi alla fase di selezione per titoli [cfr. oltre, lettere a) e b)]. Gli atti di candidatura elettronici dei candidati che risulteranno al di sotto di tale limite non saranno esaminati.

Successivamente la commissione giudicatrice procederà a classificare i candidati in funzione del punteggio globale ottenuto. Il numero dei candidati convocati (4) a sostenere le prove di valutazione corrisponde al massimo al triplo del numero degli idonei (cfr. titolo I). Il numero dei candidati convocati sarà pubblicato sul sito Internet dell’EPSO (http://blogs.ec.europa.eu/eu-careers.info/).

2.   Criteri di selezione

Nella selezione per titoli la commissione giudicatrice terrà conto dei criteri elencati qui di seguito:

1.

Esperienza professionale in un servizio di sicurezza ufficiale (law enforcement) nazionale, internazionale o privato.

2.

Esperienza professionale in un centro di dispacciamento, in particolare relativamente al controllo del buon funzionamento degli impianti tecnici.

3.

Esperienza professionale nell’uso di armi da fuoco per l’esercizio delle proprie funzioni.

4.

Formazione professionale sulle tecniche di autodifesa.

5.

Attestato di formazione di primo soccorso.

6.

Esperienza professionale nel coordinamento di servizi esterni (protocollo, visite ecc.) e di servizi interni addetti alla sicurezza.

7.

Esperienza professionale in interventi su incidenti.

8.

Esperienza professionale in un quadro orario flessibile (servizio continuo 24 ore su 24, 7 giorni su 7).

9.

Esperienza professionale in équipe multiculturali nel settore della sicurezza.

10.

Esperienza professionale relativa all’uso di strumenti di burotica.

VI.   CONCORSO GENERALE

1.

Convocazione

I candidati che (5)

a seguito dell’esame delle informazioni fornite nell’atto di candidatura elettronico, soddisfano le condizioni generali e specifiche indicate al titolo III

e

hanno ottenuto i punteggi migliori nella selezione per titoli

saranno convocati a sostenere le prove di valutazione che si svolgeranno in linea di massima a Bruxelles (6) nell’arco di una o due giornate.

I candidati ammessi alle prove di valutazione dovranno consegnare il fascicolo di candidatura completo (atto di candidatura elettronico firmato e documenti giustificativi) quando si presenteranno a sostenere le prove di questa fase (7).

Modalità: cfr. il punto 2.1.7 delle disposizioni generali applicabili ai concorsi generali.

2.

Prove di valutazione

I candidati dovranno sostenere tre tipi di valutazione, il cui contenuto è convalidato dalla commissione giudicatrice:

capacità di ragionamento (solo se non è già stata oggetto di test di accesso preliminari) valutata mediante i seguenti test:

a)

test di ragionamento verbale

b)

test di ragionamento numerico

c)

test di ragionamento astratto

competenze specifiche valutate mediante la seguente prova:

d)

colloquio strutturato relativo alle competenze settoriali sulla base delle risposte fornite nella sezione «valutazione dei talenti» (évaluateur de talent/Talent Screener/Talentfilter) dell’atto di candidatura

competenze generali  (8) valutate mediante le seguenti prove:

e)

intervista strutturata

f)

test situazionale

Le competenze generali saranno testate secondo lo schema seguente:

 

Intervista strutturata

Test situazionale

Analisi e risoluzione di problemi

x

x

Comunicazione

x

 

Capacità di produrre risultati di qualità

x

x

Apprendimento e sviluppo

x

 

Individuazione delle priorità e spirito organizzativo

x

x

Resilienza

x

x

Capacità di lavorare con gli altri

x

x


3.

Lingue in cui si svolgono le prove di valutazione

Lingua 1 per le prove a), b) e c)

Lingua 2 per le prove d), e) ed f)

4.

Punteggio e ponderazione

Capacità di ragionamento

a)

ragionamento verbale: da 0 a 20 punti

punteggio minimo richiesto: 10 punti

b)

ragionamento numerico: da 0 a 10 punti

c)

ragionamento astratto: da 0 a 10 punti

punteggio minimo richiesto complessivamente per i test b) e c): 10 punti

I test a), b) e c) sono eliminatori, ma il punteggio in essi ottenuto non sarà sommato a quello delle altre prove della fase di valutazione.

Competenze specifiche

test d): da 0 a 100 punti

punteggio minimo richiesto: 50 punti

ponderazione: 50 % del punteggio globale

Competenze generali [test e) ed f)]

da 0 a 10 punti per ciascuna competenza generale

punteggio minimo richiesto:

3 punti per ciascuna competenza e

35 punti su 70 per il totale delle 7 competenze generali

ponderazione: 50 % del punteggio globale

VII.   VERIFICA DELLE DICHIARAZIONI DEI CANDIDATI

Al termine della fase di valutazione e in base ai risultati ottenuti, le dichiarazioni rese dai candidati nell’atto di candidatura elettronico saranno verificate sulla base dei documenti giustificativi forniti: l’EPSO verificherà le dichiarazioni relative alle condizioni generali, la commissione giudicatrice quelle relative alle condizioni specifiche. Per la valutazione dei titoli si terrà conto dei documenti giustificativi dei candidati solo per confermare le risposte fornite nella sezione «valutazione dei talenti» (évaluateur de talent/Talent Screener/Talentfilter). Se dalla verifica emerge che le dichiarazioni non risultano suffragate da documenti giustificativi pertinenti, i candidati in causa saranno esclusi dal concorso.

Alla verifica si procede, in ordine decrescente di merito, per i candidati che abbiano ottenuto i punteggi minimi richiesti e i punteggi complessivi più elevati nelle prove d), e) ed f). Se del caso, i candidati devono aver ottenuto il punteggio minimo richiesto anche nei test attitudinali a), b) e c). La verifica proseguirà fino a concorrenza del numero massimo di idonei che possono essere iscritti negli elenchi di riserva e che soddisfano effettivamente tutte le condizioni di ammissione. I documenti giustificativi dei candidati che non rientrano in questo numero non saranno esaminati.

VIII.   ELENCO DI RISERVA

1.

Iscrizione

La commissione giudicatrice iscrive nell’elenco di riserva i candidati che

hanno ottenuto il punteggio minimo richiesto nelle prove da a) a f) e i migliori punteggi complessivi nelle prove di valutazione d), e) ed f) (9) (cfr. il numero degli idonei al titolo I, punto 1) e

dall’esame dei documenti giustificativi risultano soddisfare tutte le condizioni di ammissione (cfr. titolo 1).

2.

Graduatoria

L’elenco è redatto in ordine alfabetico.


(1)  Nel presente bando, ogni riferimento a persona di sesso maschile è da intendersi anche a persona di sesso femminile.

(2)  Cfr. il quadro comune europeo di riferimento per le lingue: http://europass.cedefop.europa.eu/it/resources/european-language-levels-cefr

(3)  Questo numero corrisponde al limite di cui al primo paragrafo del titolo IV.

(4)  Ai candidati non convocati alla fase di valutazione saranno comunicati i risultati della selezione e il coefficiente di ponderazione attribuito a ciascuna domanda dalla commissione giudicatrice.

(5)  Qualora più candidati si classifichino all’ultimo posto utile con punteggi identici, saranno tutti convocati alle prove di valutazione.

(6)  Per motivi pratici, i test attitudinali potranno essere organizzati presso centri di test negli Stati membri, indipendentemente dagli altri elementi delle altre prove della fase di valutazione.

(7)  La data della convocazione alle prove di valutazione sarà comunicata agli interessati in tempo utile tramite il loro account EPSO.

(8)  Queste competenze sono definite al punto 1.2 delle disposizioni generali applicabili ai concorsi generali.

(9)  Qualora più candidati si classifichino all'ultimo posto utile con punteggi identici, saranno tutti iscritti nell'elenco di riserva.


Top