Help Print this page 
Title and reference
Piano di azione per la logistica del trasporto merci

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Piano di azione per la logistica del trasporto merci

La logistica del trasporto merci è un volano per la competitività dell’Unione europea (UE). Coinvolge la pianificazione, l’organizzazione, la gestione, il controllo e l’esecuzione delle operazioni di trasporto merci.

ATTO

Comunicazione della Commissione «Piano di azione per la logistica del trasporto merci», COM(2007) 607 def. del 18 ottobre 2007.

SINTESI

La logistica del trasporto merci è un volano per la competitività dell’Unione europea (UE). Coinvolge la pianificazione, l’organizzazione, la gestione, il controllo e l’esecuzione delle operazioni di trasporto merci.

CHE COSA FA IL PIANO DI AZIONE?

Contiene misure a breve e medio termine. Fa parte di una serie di iniziative politiche che la Commissione europea ha lanciato per migliorare l’efficienza e la sostenibilità del trasporto merci nell’UE.

PUNTI CHIAVE

e-Freight: l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) potrebbe permettere la circolazione fisica delle merci accompagnata da un flusso elettronico di informazioni non cartaceo.

Strozzature: sono stati individuati quasi 500 casi di infrastrutture insufficienti o ostacoli amministrativi che possono essere risolti attraverso la formazione di personale qualificato, l’uso di indicatori di performance e il miglioramento dei dati statistici;

Catene di trasporto: una semplificazione dei requisiti amministrativi, attraverso l’uso di un solo documento per tutte le forme di trasporto e regole di responsabilità chiare potrebbe ridurre i costi e la burocrazia.

Pesi e dimensioni: La normativa europea stabilisce una serie di limiti di peso e dimensione dei veicoli. Tuttavia, viene ancora lasciata una certa discrezionalità alle autorità nazionali per quanto riguarda il peso. La revisione della legislazione del 2012 ha portato all’adozione di norme europee rivedute nel 2015, volte a migliorare l’aerodinamica dei veicoli e la loro efficienza energetica.

Corridoi verdi per il trasporto: questi itinerari integrati consentirebbero alle merci di essere trasportate con un ridotto impatto ambientale attraverso una combinazione di cabotaggio marittimo, rotaia, idrovie interne e strada, unitamente a tecnologie rilevanti (come ad esempio le TIC utilizzate nei sistemi di trasporto intelligenti).

Trasporto urbano: Le città europee sono spesso la destinazione per il trasporto merci che ha viaggiato per lunghe distanze. L’urbanistica dovrebbe tenerne conto.

Altre iniziative correlate dell’UE sono:

Il meccanismo per collegare l’Europa, che mette a disposizione finanziamenti per progetti transfrontalieri e altri progetti della rete di trasporto di base.

Crescita blu, che evidenzia come il trasporto marittimo, che è meno inquinante del trasporto terrestre, aiuta a ridurre le emissioni di gas a effetto serra.

La direttiva sulla pianificazione dello spazio marittimo, che aumenta la cooperazione tra i paesi dell’UE in settori quali le rotte di navigazione.

La tabella di marcia verso uno spazio unico europeo dei trasporti della Commissione europea, che individua modi per eliminare le principali strozzature per il trasporto di merci e persone.

CONTESTO

Si stima che il settore della logistica contribuisca nella misura di circa il 14% del prodotto interno lordo dell’UE. Ha goduto di una forte crescita negli ultimi anni, soprattutto il commercio in container. Ciò ha portato alla congestione in alcuni porti e zone circostanti.

ATTI COLLEGATI

Libro bianco «Tabella di marcia verso uno spazio unico europeo dei trasporti - Per una politica dei trasporti competitiva e sostenibile», COM(2011) 144 def. del 28 marzo 2011.

Ultima modifica: 26.06.2015

Top