Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Statistiche sulle merci e sui passeggeri che fanno scalo nei porti dell’Unione europea

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
Multilingual display
Text

Statistiche sulle merci e sui passeggeri che fanno scalo nei porti dell’Unione europea

SINTESI DI:

Direttiva 2009/42/CE: rilevazione statistica dei trasporti di merci e di passeggeri via mare

SINTESI

CHE COSA FA LA PRESENTE DIRETTIVA?

Stabilisce il modo in cui i paesi dell’Unione europea (UE) devono produrre statistiche comunitarie sui trasporti di merci e di passeggeri effettuati da navi che fanno scalo nei porti dell’Unione.

PUNTI CHIAVE

I dati

Tali dati statistici si riferiscono alle informazioni sulle merci e sui passeggeri, e alle informazioni sulla nave stessa. Gli allegati alla presente direttiva specificano le caratteristiche della raccolta dei dati, includendo:

peso lordo e descrizione delle merci,

porto dichiarante,

tipo di classificazione del carico,

numero di passeggeri,

tipo e dimensioni delle navi.

Le navi di stazza lorda inferiore a 100 tonnellate possono essere escluse dalla raccolta di dati.

Raccolta

La Commissione è responsabile della stesura di un elenco di tutti i porti dell’UE per i quali devono essere forniti dati sommari. Inoltre, ciascun paese dell’UE deve selezionare da questo elenco qualsiasi porto che:

tratta più di un milione di tonnellate di merci; oppure

registra più di 200 000 movimenti di passeggeri.

Tali porti selezionati sono soggetti a una raccolta di dati più dettagliata.

Trasmissione dei dati

I paesi dell’UE devono trasmettere i risultati della raccolta alla Commissione (Eurostat):

entro cinque mesi dalla fine del periodo di osservazione per i dati raccolti trimestralmente;

entro otto mesi per i dati raccolti annualmente.

I paesi dell’UE comunicano a Eurostat i metodi utilizzati per la produzione dei dati, nonché qualsiasi modifica sostanziale apportata ai metodi utilizzati. Eurostat dovrà poi pubblicare le statistiche appropriate raccolte.

La direttiva è stata modificata dal regolamento (UE) n. 1090/2010 al fine di allineare i dati raccolti sulle merci trasportate dalle navi a quelli di altre modalità di trasporto.

La decisione 2010/216/UE ha modificato alcune caratteristiche tecniche in relazione alla raccolta dei dati, compresi i codici da utilizzare per la nazionalità di registrazione delle navi e la struttura per gli insiemi di dati.

La decisione 2012/186/UE ha modificato alcune delle variabili statistiche utilizzate per la raccolta dei dati e chiarito alcune definizioni e tipologie di classificazione carico.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

La direttiva è entrata in vigore il 26 giugno 2009.

ATTO

Direttiva 2009/42/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 maggio 2009, concernente la rilevazione statistica dei trasporti di merci e di passeggeri via mare (rifusione) (GU L 141 del 6.6.2009, pagg. 29-47)

Successive modifiche e correzioni alla direttiva 2009/42/CE sono state incorporate nel testo di base. La presente versione consolidata ha solo valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Relazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sull’esercizio del potere di adottare atti delegati conferito alla Commissione a norma del regolamento (UE) n. 1090/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2009/42/CE concernente la rilevazione statistica dei trasporti di merci e di passeggeri via mare [COM(2015)362 final del 28.7.2015 ]

Ultimo aggiornamento: 16.11.2015

Top