Help Print this page 
Title and reference
Disposizioni e norme di sicurezza per le navi da passeggeri

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Disposizioni e norme di sicurezza per le navi da passeggeri

SINTESI DI:

Direttiva 2009/45/CE: disposizioni e norme di sicurezza per le navi da passeggeri

SINTESI

CHE COSA FA LA DIRETTIVA?

Introduce norme comuni di sicurezza per la vita delle persone e i beni sulle navi da passeggeri nonché sulle unità veloci come gli aliscafi, utilizzati in viaggi nazionali in acque comunitarie, vale a dire tra i porti di uno stesso paese dell’Unione europea (UE).

PUNTI CHIAVE

La normativa si applica alle navi da passeggeri in acciaio o materiale equivalente e alle unità veloci da passeggeri.

Le navi da passeggeri sono suddivise in quattro classi (A, B, C, D) in base ai tratti di mare in cui possono operare.

I paesi dell’UE pubblicano l’elenco dei tratti di mare e delle classi di nave in questione, compresi eventuali limiti stagionali, in un database accessibile al pubblico.

La legislazione stabilisce prescrizioni tecniche dettagliate sulle misure di sicurezza che le navi devono rispettare in materia di:

processi di costruzione;

stabilità;

macchine;

impianti elettrici;

protezione contro gli incendi e salvataggio.

Le autorità nazionali possono richiedere ulteriori requisiti di sicurezza se ritengono che specifiche circostanze locali li richiedano.

Ogni nave da passeggeri immatricolata in un paese dell’UE è ispezionata prima di entrare in servizio e successivamente almeno una volta all’anno.

Tutte le navi da passeggeri che soddisfano le norme di sicurezza ricevono ogni anno un certificato di sicurezza per le navi da passeggeri.

Le autorità nazionali devono applicare sanzioni «efficaci, proporzionate e dissuasive» in caso di violazione delle norme di sicurezza.

La normativa non si applica ad alcuni tipi di navi, come:

navi da guerra;

navi in legno di costruzione primitiva;

originali o riproduzioni di navi da passeggeri storiche;

navi da diporto con meno di 12 passeggeri;

navi che operano esclusivamente nelle aree portuali.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA LA DIRETTIVA?

La direttiva è entrata in vigore il 15 luglio 2009.

CONTESTO

Le navi adibite a viaggi nazionali in acque comunitarie devono soddisfare norme fondamentali di sicurezza per proteggere la vita dei passeggeri e dell’equipaggio. Tali norme sono state rafforzate considerevolmente da quando il traghetto Estonia è affondato nel Mar Baltico nel 1994.

La direttiva 2009/45/CE è il più esteso strumento legislativo dell’Unione europea in materia di sicurezza delle navi da passeggeri. È completato da norme comunitarie specifiche per i traghetti roll-on/roll-off e le unità veloci da passeggeri, nonché per la registrazione delle persone a bordo.

ATTO

Direttiva 2009/45/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 maggio 2009, relativa alle disposizioni e norme di sicurezza per le navi da passeggeri (rifusione)

Le modifiche e correzioni successive alla direttiva 2009/45/CE sono state integrate nel testo di base. La presente versione consolidata ha solo valore documentale.

ATTI COLLEGATI

Direttiva 98/41/EC del Consiglio, del 18 giugno 1998, relativa alla registrazione delle persone a bordo delle navi da passeggeri che effettuano viaggi da e verso i porti degli Stati membri della Comunità (GU L 188 del 2.7.1998, pagg. 35-39). Cfr. la versione consolidata.

Direttiva 1999/35/CE del Consiglio, del 29 aprile 1999, relativa a un sistema di visite obbligatorie per l’esercizio in condizioni di sicurezza di traghetti roll-on/roll-off e di unità veloci da passeggeri adibiti a servizi di linea (GU L 138 dell’1.6.1999, pagg. 1-19). Cfr. la versione consolidata.

Ultimo aggiornamento: 16.11.2015

Top