Help Print this page 
Title and reference
Strategia di cooperazione con la Cina (2007-2013)

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html CS html DE html EN html FR html IT html HU html PL html RO
Multilingual display
Text

Strategia di cooperazione con la Cina (2007-2013)

L'Unione europea ha un interesse economico e politico a sostenere lo sviluppo sostenibile della Cina. A tal fine, la cooperazione tra i partner tiene conto della situazione del paese come uno dei principali attori del commercio globale e dei flussi di investimenti globali, come consumatore di risorse naturali e contributore al riscaldamento del clima, così come delle esigenze della Cina in termini di sviluppo sociale.

ATTO

Commissione europea – Documento di strategia nazionale 2007-2013 La Cina (EN).

SINTESI

Le relazioni tra Unione europea (UE) e Cina si sono evolute in una partnership strategica. Queste relazioni di cooperazione, che si sono sviluppate sulla base di un accordo di cooperazione commerciale ed economica, ora coprono una vasta gamma di settori, attraverso l'istituzione di un partenariato rafforzato.

Il presente programma di cooperazione è un elemento essenziale di questa relazione.

Dialogo politico

I partner continuano ad approfondire le loro relazioni attraverso un dialogo politico regolare, in particolare nei settori:

  • del cambiamento climatico e dell’energia;
  • dell'immigrazione legale e clandestina;
  • dei diritti umani;
  • del commercio di beni, servizi e dell'accesso al mercato;
  • dell'embargo europeo sulle armi;
  • della cooperazione in materia di politica estera e di sicurezza, soprattutto per quanto concerne la prevenzione dei conflitti, la lotta contro le armi di distruzione di massa;
  • della giustizia, della libertà, della sicurezza, con particolare attenzione alla lotta contro il terrorismo, la criminalità organizzata, il traffico di esseri umani, la droga, il traffico di armi leggere e di piccolo calibro.

Il dialogo politico è anche il quadro per la negoziazione di un accordo di partenariato e cooperazione (APC).

Priorità di cooperazione

Nel settore del commercio, il partenariato sostiene la liberalizzazione del commercio e gli impegni della Cina in conformità con le regole dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC). L'importanza della Cina nel commercio mondiale è tale che il paese deve dimostrare la propria capacità di far rispettare la concorrenza leale ed equa. Allo stesso modo, l'Unione europea sostiene la ristrutturazione del settore dei servizi finanziari, visto l'aumento del commercio di servizi.

La cooperazione nel settore dell'aviazione civile dovrebbe contribuire a migliorare la sicurezza e la sicurezza dell'aviazione, considerando il rapido sviluppo del mercato dell'aviazione e il ruolo di hub di transito rappresentato dal paese in Asia. Sono state messe in atto misure di assistenza tecnica regolamentare, così come progetti di ricerca, anche per lo sviluppo del trasporto verde.

La Cina deve ottenere una riduzione degli impatti sociali negativi delle proprie riforme economiche, al fine di aumentare la coesione sociale e territoriale. Questo sforzo dovrebbe portare a politiche a livello regionale di occupazione e di lavoro dignitoso, di sicurezza sociale e di sanità. In questo maniera, i partner possono effettuare scambi di esperienze in settori specifici quali il mercato del lavoro, l'esclusione sociale e il sistema pensionistico.

Allo stesso modo, la cooperazione deve aumentare nel settore dell'istruzione e della formazione per lo sviluppo di programmi di scambio di studenti e professionisti, soprattutto nel campo della scienza.

Infine, i partner devono lavorare insieme per lottare contro il cambiamento climatico, per lo sviluppo di strumenti giuridici ed economici finalizzati alla tutela ambientale e per la gestione sostenibile delle risorse energetiche ed idriche.

Ultima modifica: 12.07.2011

Top