Help Print this page 
Title and reference
Strategia per il Cile 2007-2013

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html DE html EN html FR html IT
Multilingual display
Text

Strategia per il Cile 2007-2013

La Commissione presenta i settori prioritari di cooperazione tra l'Unione europea (UE) e il Cile. Le relazioni dei partner si basano su una cooperazione politica ed economica, che dovrebbe consentire lo sviluppo degli scambi a favore del settore sociale, dell'istruzione, dell’innovazione e della competitività.

ATTO

Commissione europea – Documento di strategia nazionale 2007-2013 per il Cile (DE) (EN) (FR).

SINTESI

Il presente documento definisce le priorità per la cooperazione e il dialogo tra l'UE e il Cile per il periodo 2007-2013.

Questa strategia mira ad approfondire le relazioni stabilite dall'accordo di associazione del 2002 e ad individuare nuove aree di interesse comune per i partner.

Settori di cooperazione

La cooperazione in materia di coesione sociale deve avvenire nel rispetto dello sviluppo sostenibile e contribuire allo sviluppo sociale, economico e ambientale. Infatti, nonostante la modernizzazione della società cilena, continuano ad essere presenti disuguaglianze sociali e la necessità di un rafforzamento della politica pubblica.

L'Unione europea può sostenere le riforme sociali in Cile attraverso misure di assistenza tecnica e scambi di esperienze e di informazioni. In questo contesto, gli interventi prioritari vertono su:

  • la ridistribuzione sociale e l'equità in materia fiscale;
  • l'accesso al lavoro, all’assistenza sanitaria, all’istruzione, alla protezione sociale e alla giustizia;
  • la riduzione delle disuguaglianze basate sul genere e sull'origine etnica o regionale;
  • la promozione del dialogo sociale;
  • il collegamento di progetti sociali e ambientali.

La cooperazione in materia di innovazione e competitività si basa sull'accordo di associazione ed è coordinata insieme alle attività previste dal 7° programma quadro di ricerca e sviluppo.

L’azione congiunta deve incoraggiare la ricerca e lo sviluppo, in modo che possano contribuire alla produttività delle imprese, all'occupazione e alla competitività del Paese nell’ambito del commercio mondiale. A tal fine, la strategia propone azioni volte a:

  • ravvicinare la normativa cilena a quella dell’UE per quanto concerne i prodotti industriali, nonché alle norme sanitarie e fitosanitarie europee ed internazionali;
  • creare scambi di esperienze tra le aziende e incoraggiare le piccole e medie imprese (PMI);
  • promuovere il trasferimento scientifico e tecnologico;
  • sviluppare politiche energetiche efficaci e sostenibili;
  • promuovere la tutela e la diffusione dei diritti di proprietà intellettuale;
  • porre la tutela dell’ambiente al centro delle strategie di ricerca.

Azioni trasversali

La strategia comune prevede, inoltre, azioni trasversali a favore della parità tra uomini e donne, della tutela dell'ambiente e della lotta contro la discriminazione delle popolazioni indigene.

Ultima modifica: 08.04.2011

Top