Help Print this page 

Summaries of EU Legislation

Title and reference
Prevenzione delle catastrofi naturali e di origine umana all'interno dell'Unione europea

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Prevenzione delle catastrofi naturali e di origine umana all'interno dell'Unione europea

 

SINTESI DI:

Comunicazione [COM(2009) 82 def.]: approccio comunitario alla prevenzione delle catastrofi naturali e di origine umana

QUAL È LO SCOPO DELLA COMUNICAZIONE?

  • Definisce l'approccio dell'Unione europea (UE) per prevedere e gestire meglio le catastrofi naturali o di origine umana. In quest'ottica, propone un insieme di misure da condurre a livello unionale.
  • Ha preparato il terreno per un'attenzione maggiore alla prevenzione nella normativa rivista dell'UE sulla protezione civile (decisione n. 1313/2013/UE su un meccanismo unionale di protezione civile), che stabilisce una base per l'attuazione di un'ampia politica di gestione del rischio di catastrofe e promuove un approccio completo a tutti i rischi naturali e di origine umana, dalla prevenzione e preparazione alla risposta alle catastrofi.

PUNTI CHIAVE

La perdita di vite umane, nonché i danni economici e ambientali, sono gli impatti più gravi delle catastrofi naturali e di origine umana, che sembrano essere in crescita sia in termini numerici che di gravità. La crescente vulnerabilità a tali catastrodi è dovuta soprattutto agli effetti dei cambiamenti climatici, nonché allo sviluppo urbano e industriale.

La strategia proposta dalla Commissione europea rientra in un pacchetto di misure aventi una duplice dimensione, esterna ed interna. Non riguarda invece situazioni complesse di emergenza legate a conflitti o atti terroristici.

Misure principali

La presente strategia del 2009 si basa su tre assi principali.

  • sviluppare le conoscenze esistenti per migliorare l'efficienza delle politiche di prevenzione, il che prevede
    • la raccolta di informazioni comparabili sui fattori che hanno causato la catastrofe;
    • buone pratiche di procedure di gestione dei rischi (pianificazione territoriale, piani di emergenza, ecc.)
    • la cartografia delle zone soggette a rischio dell'UE;
  • estendere la collaborazione di coloro che sono implicati nella gestione delle catastrofi attraverso una rete di specialisti volta a migliorare il coordinamento delle misure unionali, nazionali e regionali e il miglioramento dell'informazione dei cittadini sul numero di emergenza dell'UE 112;
  • ricorrere agli strumenti legislativi e finanziari esistenti per le azioni di prevenzione: ad esempio nei settori dello sviluppo rurale, della protezione civile, dell'ambiente, della ricerca, delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

Una maggiore attenzione alla prevenzione nella normativa sulla protezione civile

A dicembre 2013, il Consiglio e il Parlamento europeo hanno adottato la decisione su un meccanismo unionale di protezione civile. Tale decisione, che si applica a decorrere dal 1o gennaio 2014, introduce fra l'altro una forte attenzione sulla prevenzione delle catastrofi, con norme relative alla valutazione del rischio e alla valutazione di capacità di gestione del rischio, e stabilisce un insieme ambizioso di iniziative che la Commissione è tenuta ad attuare (fra cui la valutazione del rischio, la capacità di gestione del rischio e la valutazione reciproca volontaria).

CONTESTO

Per maggiori informazioni, si veda:

DOCUMENTO PRINCIPALE

Comunicazione della Commissione al Parlamento Europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni intitolata «Un approccio comunitario alla prevenzione delle catastrofi naturali e di origine umana» [COM(2009) 82 def. del 23.2.2009].

DOCUMENTI COLLEGATI

Decisione n. 1313/2013/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, su un meccanismo unionale di protezione civile (GU L 347 del 20.12.2013, pag. 924-947)

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio intitolata «Potenziare la reazione europea alle catastrofi: il ruolo della protezione civile e dell’assistenza umanitaria» [COM(2010) 600 def. del 26.10.2010]

Ultimo aggiornamento: 17.01.2017

Top