Help Print this page 
Title and reference
Statistiche sul turismo dell’Unione europea

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Multilingual display
Text

Statistiche sul turismo dell’Unione europea

Trattandosi di un settore fondamentale dell’economia dell’Unione europea (UE), le statistiche sul turismo vengono raccolte a sostegno dei decisori politici, nonché di coloro che lavorano o operano nel settore.

ATTO

Regolamento (UE) n. 692/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 luglio 2011, relativo alle statistiche europee sul turismo e che abroga la direttiva 95/57/CE del Consiglio

SINTESI

Trattandosi di un settore fondamentale dell’economia dell’Unione europea (UE), le statistiche sul turismo vengono raccolte a sostegno dei decisori politici, nonché di coloro che lavorano o operano nel settore.

CHE COSA FA QUESTO REGOLAMENTO?

Istituisce norme e metodi comuni relativi allo sviluppo, alla produzione e alla diffusione delle statistiche europee sul turismo. È strettamente collegato al regolamento (CE) n. 223/2009 relativo alle statistiche europee.

PUNTI CHIAVE

I paesi dell’UE hanno il compito di raccogliere, compilare, elaborare e trasmettere statistiche armonizzate sull’offerta e sulla domanda turistica.

Dati da raccogliere

I paesi dell’UE devono raccogliere i dati relativi al turismo interno (ovvero domestico e dall’esterno) in termini di capacità degli esercizi ricettivi turistici (ovvero fornire servizi di alloggio per brevi soggiorni a pagamento). Le informazioni raccolte comprendono il numero di:

esercizi,

posti letto,

camere.

Alcune di queste variabili sono raccolte sia a livello nazionale che a livello sub-nazionale o regionale (classificazione comune delle unità territoriali per la statistica NUTS livello 2) e si applicano:

al tipo di esercizio (alberghi, alloggi per vacanze, campeggi);

al tipo di località (zona a densità demografica forte, intermedia o scarsa, costiera o non costiera);

alle dimensioni (esercizi di piccole, medie o grandi dimensioni).

I paesi dell’UE devono raccogliere anche dati relativi agli esercizi dotati di stanze accessibili alle persone con mobilità ridotta, compresi gli utilizzatori di sedie a rotelle.

Vengono raccolte inoltre informazioni sull’occupazione degli esercizi, quali il numero di pernottamenti e gli arrivi di residenti e non residenti, nonché i tassi di occupazione delle camere e dei posti letto. Come nel caso delle statistiche sulla capacità, anche alcune di queste variabili sono raccolte a livello regionale NUTS 2.

I paesi dell’UE raccolgono dati riguardanti il turismo nazionale (turismo domestico e dall’esterno) in termini di domanda turistica per la partecipazione al turismo e le caratteristiche dei viaggi. Questi dati si basano su variabili che comprendono la durata e la destinazione dei viaggi turistici per motivi personali e informazioni sociodemografiche come i gruppi d’età, il livello di studi (opzionale), la condizione lavorativa (opzionale) ecc.

I paesi dell’UE raccolgono anche dati triennali che spiegano i motivi principali della mancata partecipazione al turismo per motivi personali (motivi finanziari, mancanza di tempo, motivi di salute ecc.).

Infine, i paesi dell’UE raccolgono i dati relativi alla domanda turistica per le visite in giornata nel paese stesso o all’estero. Tali dati si basano su variabili relative a:

il numero delle visite in giornata (per motivi personali o professionali);

le spese;

il paese di destinazione (visite all’estero);

le informazioni socio-demografiche.

Una volta all’anno, i paesi dell’UE inviano a Eurostat una relazione sulla qualità dei dati raccolti. Eurostat redige poi e aggiorna un manuale metodologico contenente gli orientamenti sulle statistiche elaborate.

Fonti dei dati

I paesi dell’UE possono produrre i dati statistici necessari usando una combinazione delle seguenti diverse fonti: sondaggi, altre fonti appropriate (compresi dati amministrativi), procedure appropriate di stima a fini statistici.

A PARTIRE DA QUANDO SI APPLICA IL REGOLAMENTO?

A decorrere dall’11 agosto 2011.

Per ulteriori informazioni, si vedano le sezioni:

Turismo sul sito Internet della Commissione europea;

Turismo in breve sul sito Internet di Eurostat;

RIFERIMENTI

Atto

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Regolamento (UE) n. 692/2011

11.8.2011

-

GU L 192 del 22.7.2011, pag. 17-32

Atti modificatori

Data di entrata in vigore

Data limite di trasposizione negli Stati membri

Gazzetta ufficiale dell’Unione europea

Regolamento (UE) n. 253/2013

10.4.2013

-

GU L 79, 21.3.2013, pag. 5-6

Ultima modifica: 06.08.2015

Top