Help Print this page 
Title and reference
Maggiore accessibilità al materiale protetto da diritti d'autore - Le opere orfane - EUR-Lex

Summaries of EU legislation: direct access to the main summaries page.
Languages and formats available
BG ES CS DA DE ET EL EN FR GA HR IT LV LT HU MT NL PL PT RO SK SL FI SV
HTML html ES html DE html EN html FR html IT
Multilingual display
Text

Maggiore accessibilità al materiale protetto da diritti d'autore - Le opere orfane - EUR-Lex

Questa legge ha l'obiettivo di incrementare la disponibilità e l'accesso da parte del pubblico alle opere orfane in formato digitale in tutta l'UE.

Le opere orfane sono libri, riviste, film, registrazioni audio e così via, protetti da diritti d'autore, ma per le quali non è possibile identificare o reperire i proprietari.

ATTO

Direttiva 2012/28/UE del 25 ottobre 2012 su taluni usi consentiti di opere orfane.

SINTESI

Descrizione del problema

La direttiva ha l'obiettivo di promuovere la digitalizzazione e il legittimo accesso transfrontaliero online alle opere orfane presenti nelle collezioni di biblioteche, scuole, università, musei, archivi, istituti per la tutela del patrimonio audiovisivo ed emittenti pubbliche.

Queste organizzazioni hanno la missione di interesse pubblico di preservare e restaurare le proprie collezioni e di garantire l'accesso online alle stesse, per motivi culturali ed educativi.

Ora potranno utilizzare le opere orfane a questo scopo senza il rischio di violare i diritti d'autore.

Status di opera orfana

La direttiva si applica:

  • alle opere che vengono pubblicate o trasmesse per la prima volta in un determinato paese dell'UE;
  • (a certe condizioni) alle opere inedite appartenenti alle collezioni di certe organizzazioni.

Verifica dello status delle opere

Le organizzazioni interessate dalla direttiva devono assicurare che le istituzioni competenti nel rispettivo paese svolgano, in buona fede, una ricerca diligente volta a individuare i titolari dei diritti, al fine di verificare lo status di opera orfana. Tale ricerca deve essere svolta prima di utilizzare l'opera.

La direttiva elenca le fonti che devono necessariamente essere consultate durante la ricerca. L'organizzazione deve inoltre tenere un registro della ricerca, per dimostrare che è stata svolta in modo diligente.

Le opere considerate orfane in un paese dell'UE hanno lo stesso status in tutti gli altri paesi dell'UE.

Il titolare di diritti su un'opera considerata orfana ha la possibilità di far revocare lo status di opera orfana nella misura in cui i suoi sono coinvolti i propri diritti.

Esiste anche un sistema di indennizzo qualora si individui il titolare dei diritti.

Banca dati di tutte le opere

Verrà predisposta una banca dati online unica, a livello europeo, accessibile al pubblico, che conterrà informazioni sulle opere orfane, compresi i risultati delle ricerche dei titolari dei diritti, l'uso delle opere orfane da parte delle organizzazioni e le eventuali modifiche allo status di opera orfana delle opere utilizzate.

In questo modo le organizzazioni che svolgono le ricerche e i titolari dei diritti potranno facilmente trovare informazioni in merito a quali opere sono state identificate come orfane.

Usi consentiti delle opere orfane

Le organizzazioni interessate dalla direttiva possono utilizzare un'opera orfana solo per il raggiungimento di obiettivi legati alla loro missione di interesse pubblico.

Se generano dei ricavi utilizzando opere orfane, tali ricavi dovranno essere usati allo scopo esclusivo di coprire i costi relativi alla digitalizzazione delle opere e alla loro messa a disposizione del pubblico.

Le organizzazioni dovranno indicare il nome degli autori identificati e degli altri titolari di diritti in occasione di qualsiasi utilizzo di un'opera orfana.

RIFERIMENTI

Atto

Entrata in vigore

Termine ultimo per il recepimento negli Stati membri

Gazzetta ufficiale

Direttiva 2012/28/UE

28.10.2012

29.10.2014

GU L 299 del 27.10.2012

15.01.2014

Top